28 Giugno 2022, 07.00
Idro Valsabbia
Ambiente

Il lago d'Idro cede ancora un metro

di redazione

Un sospiro di sollievo per gli agricoltori della “bassa”, ma un altro colpo per l'Eridio: il ministro Cingolani è pronto a ridurre il valore minimo vitale. Si attende il parere di Arpa


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Non è ancora certo,
ma sembra manchi solo l’ufficialità della firma, che dovrebbe arrivare nelle prossime ore: ormai è cosa fatta. A breve, infatti, il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, dovrebbe approvare la nuova quota minima del lago d’Idro, abbassando la soglia di un altro metro, quel metro in meno che consentirà agli agricoltori di tirare un sospiro di sollievo almeno fino ai primi giorni di luglio. 
 
Dopo il parere favorevole dell’Autorità distrettuale del fiume Po, espressasi su richiesta della Prefettura di Brescia, il ministro Cingolani sembra pronto a firmare il nuovo decreto. Il 23 maggio si era già tenuto un incontro a Palazzo Broletto con i rappresentanti delle associazioni del settore agricolo finalizzato a valutare quali azioni introdurre per contrastare gli effetti della siccità che ormai da un mese non mostra segni di cedimento. 
 
Da quel tavolo di confronto ne emerse che solo una poteva essere la soluzione, seppur temporanea, vale fissare (in via straordinaria e solo per i mesi di giugno, luglio e agosto) la quota minima di regolazione del lago d’Idro a 366 metri; questo assicurerebbe infatti l’irrigazione fino al 10 luglio, salvaguardando così almeno il mais. 
 
Dall’Autorità distrettuale del fiume Po il parere è stato favorevole, il ministro Cingolani dovrebbe rendere la decisione operativa già oggi. 
 
«Questo è solo un primo passo, anzi, si tratta di una condizione indispensabile e imprescindibile per iniziare a ragionare sul futuro» queste le parole del presidente di Confagricoltura Brescia Giovanni Garbelli, che prosegue «Ciò che è da ritenere prioritario ad oggi è la possibilità di irrigare per portare avanti le colture e il raccolto; la scelta di prelevare altra acqua dal lago d’Idro è un passo in avanti, ma ovviamente è solo un tampone, ovvero una soluzione temporanea che permetterà di avere un minimo di respiro, in una stagione che è ancora lunghissima». 
 
Infatti, seppur sia vero che l’emergenza va certamente affrontata,  è sicuramente altrettanto importante iniziare a ragionare sul dopo, cioè sulle misure strutturali per affrontare i cambiamenti climatici e sulle misure necessarie per aggiornare e migliorare i sistemi di irrigazione nei campi e di raccolta dell’acqua.
 
Scelta che coglie in contropiede il sindaco di Idro Aldo Armani. Il primo cittadino, la scorsa settimana, quando si vociferava sulla proposta si era mostrato contrario, rispondendo con sarcasmo: «Perché no, gliene diamo due di metri». 
 
Salvo poi dare spiegazione delle proprie posizioni: «Dopo 50 anni che si continua a dire che sono da sostituire i sistemi irrigui, ottocenteschi, che utilizzano l’acqua estiva del lago dieci volte in più del necessario» ha proseguito il sindaco «la soluzione dev’essere ancora una volta abbassare per dei metri il suo livello? Ci stanno prendendo in giro. E si badi bene che questo è solo l’inizio e i climatologi ce lo ripetono da tanto tempo: di acqua ce ne sarà sempre di meno, per tutti. Con un metro di lago dove pensano di arrivare? Siamo di fronte alla totale cecità della politica».

In foto: le acque dell'Eridio sempre più basse (di Armando Ponchiardi)



Vedi anche
16/07/2015 16:38

Emergenza idrica a Gavardo Una prima ordinanza che permetteva l'irrigazione dei giardini solo nelle ore notturne, non è bastata a permettere il mantenimento dei normali livelli nei serbatoi della rete idrica

12/07/2022 07:08

Mezzo metro sotto, entro sabato 16 Così l'Eridio, che la settimana successiva dovrà poi tornare al livello minimo stabilito in 367,20.
Aipo: «Ci spiace, ma non potevamo fare diversamente». Da ieri a secco il Chiese in uscita dal lago

26/06/2022 07:00

Crisi idrica: la Valsabbia a secco Numerosi i comuni bresciani con criticità, la maggioranza si trova proprio in Valle Sabbia. I sindaci agiscono con ordinanze anti spreco: multe fino a 500 euro per chi non rispetta le indicazioni. La Regione: «stato d'emergenza fino al 30 settembre»

07/01/2017 08:05

Livelli del lago, partita ancora aperta Le precipitazioni sono scarse, il lago d'Idro riesce ad ogni modo a garantire il minimo deflusso vitale al fiume Chiese. Coi lavori per le nuove opere di regolazione al via, quella dei livelli, è una partita ancora tutta da giocare

26/07/2019 07:16

Accordo pluriennale Come succede ogni anno in questo periodo, prima che le piogge mettano tutti a tacere, Coldiretti lancia l’allarme siccità e si mette in moto la “macchina” delle deroghe ai rilasci




Altre da Valsabbia
04/10/2022

Trasporti pubblici extraurbani: «Un disastro»

«I trasporti pubblici extraurbani sono un disastro da anni perché la politica non se ne mai occupata». Così Paola Pollini, portavoce del comitato "Vado a scuola sicuro"

04/10/2022

Chi ben comincia...

A venti giorni dall'apertura, un primo bilancio per la piscina di Idro, frequentata anche da 150 bambini e ragazzini, fra i quali c'è anche l'embrione di una squadra nuoto tutta valsabbina

03/10/2022

Valsir a Futura Expo

L'azienda valsabbina, impegnata da tempo nella decarbonizzazione dei processi produttivi e nel riutilizzo dei materiali di scarto, è presente alla tre giorni bresciana, vetrina per l'innovazione e la sostenibilità 

02/10/2022

CimiteroSmart®: dalla Valsabbia un progetto innovativo per facilitare la gestione cimiteriale

Il progetto della Systemtec di Villanuova promette di semplificare la vita sia alle amministrazioni pubbliche sia ai cittadini

01/10/2022

Ottobre mese di sensibilizzazione sul Lupus

Per tutto il mese di ottobre si può sostenere la ricerca sul Lupus Eritematoso Sistemico, una malattia autoimmune cronica non contagiosa descritta dal valsabbino Denis Graziotti nel suo libro autobiografico

30/09/2022

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia

30/09/2022

Fondi per i Comuni di confine

Un maxi assegno dal fondo ex Odi da 63,3milioni per i Comuni bresciani confinanti col Trentino dell’Alto Garda, Valcamonica e Valsabbia

(1)
28/09/2022

Pavimento pelvico femminile: prevenzione e cura

Ne abbiamo parlato con gli esperti del Centro Medico Fisioterapico Equilibrio di Salò

25/09/2022

Al voto per il rinnovo del Parlamento

Seggi aperti anche in Valle Sabbia questa domenica dalle 7 alle 23 per le elezioni dei deputati e dei senatori

23/09/2022

Appuntamenti del weekend

 Un weekend ricco di appuntamenti disseminati su tutta la provincia per gli appassionati di arte e musica