18 Settembre 2016, 09.34
Gavardo
Attività estrattiva

Ok alla cava, polemiche sulla viabilità

di Redazione

La concessione di una nuova cava sul monte Tesio a Gavardo sta sollevando polemiche sulla sicurezza del transito di mezzi pesanti su strade strette nel centro abitato




Una nuova cava di marmo sul monte Tesio. Ed è già allarme viabilità. La cava in questione verrà aperta in località Strubiana. Centomila metri quadrati la superficie, un milione e mezzo i metri cubi di materiale escavato autorizzato. Per il Comune, un ricavo dai diritti di escavazione stimato in 70mila euro.

Risalgono a quattro anni fa i primi incontri con la proprietà, seguiti da lunghe trattative. A preoccupare l’amministrazione comunale gavardese, soprattutto, i riflessi sulla viabilità visto che il transito dei mezzi pesanti doveva gravitare su via degli Alpini, via Fornaci e via Quarena, prima di raggiungere la 45bis.Tutte strade che attraversano zone residenziali ad alta densità abitativa.

Da qui la richiesta, avanzata ai titolari dello sfruttamento del nuovo bacino, di realizzare a loro spese un percorso alternativo, una bretella che, costeggiando le pendici del Tesio, si immettesse sulla strada dei cavatori di via Calchera, nei pressi del monte Budellone.

Un’ipotesi che si è rivelata, però, impraticabile a causa dei costi elevatissimi: non meno di due milioni e mezzo di euro. Per questo l’amministrazione comunale ha dovuto ripiegare sulla stipula di un accordo che vincolasse i gestori al rispetto di alcune prescrizioni, per rendere il passaggio degli automezzi più sostenibile per i residenti.

Questi i punti salienti. Il transito potrà avvenire solo dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 18.30, e per non più di 15 viaggi andata-ritorno giornalieri.

I veicoli dovranno essere coperti, ed evitare il rilascio di materiali, sporcizia e fango; è prevista la pulizia della strada almeno due volte al mese, con pulizia supplementare su richiesta del Comune in condizioni di maltempo.

Prevista anche la sostituzione del Tappeto di asfalto in caso di usura. Via Fornaci verrà poi messa in sicurezza mediante la posa di archetti parapedonali, mentre nel tratto verso via dell’Argilla saranno collocati sette pali dell’illuminazione.

La minoranza di Gavardo Rinasce ha espresso un parere negativo all’accordo, rimarcando le ripercussioni sulla viabilità della zona.

Sulla questione si sta muovendo anche un comitato di cittadini che, evidenziando tutte le problematiche relative alla viabilità, ha avviato una raccolta firme per un’interpellanza al sindaco, dove si richiede l’individuazione di un percorso alternativo.

In foto la strettoia all'inizio della salita del Tesio a Gavardo



Commenti:
ID68285 - 18/09/2016 10:22:16 - (Tc) - ...

L'amministrazione gavardese non pare piu' preoccupata,lo capisce anche un bambino che non sara' tutto rose e fiori...pero' dai i 70mila eur li han presi...vediamo chi conntrollera' i 15 viaggi consentiti dei camion,vediamo chi controllera' che i camion restan sempre belli coperti e chiusi...vediamo quando piovera' che bella 'merd@' ci sara' sulle strada...c'era proprio bisogno di un altra cava' Si rendon conto che una volta scavato non cresce piu' nulla? Si rendon conto che stan cambiando la morfologia della zona,si rendon conto del danno ambientale...probabilmente no,grazie al mero guadagno...

ID68286 - 18/09/2016 10:29:32 - (PETER72) -

Un ricavo di 70mila euro per il comune con un disagio per i cittadini pero' tutto da quantificare, senza pensare ai danni al territorio causati dalle sempre piu' consistenti escavazioni... Al limite si poteva valutare di far scendere i camion verso Serle dove esistono gia' altre cave, anche se poi si arrabbierebbero i serlesi

ID68288 - 18/09/2016 12:07:15 - (minkia) - Perchè non far allargare e sistemare

la strada che da Strubiana scende a Marzatica e poi San Carlo raggiunge la nuova strada dei cavatori sotto il Budellone? E perché, meglio ancora,non autorizzare la nuova cava di marmo? In fondo 70 mila euro per il comune son poca cosa se rapportati al forte disagio e soprattutto al pericolo cui saranno sottoposti i gavardesi che si troveranno a passare nella strettissima via Degli Alpini, in via Fornaci e lungo la strada del Tesio. Speriamo non succeda mai niente di grave.

ID68317 - 19/09/2016 14:29:41 - (turk182) - il budellone insegna

eppure i componenti di questa maggioranza (almeno una parte) quando erano all'opposizione si comportarono in modo molto diverso quanto si trattò di "stracciarsi le vesti" per difendere il Budellone e mi sembra che l'allora maggioranza abbia ottenuto ben più di quattro lampioni e due archetti. Pero' una cosa me la chiedo, se non si poteva davvero fare altro (e sappiamo che non è cosi'..) perche' non andare in commissione Ambiente e territorio? Perche' tenere tutto nascosto agli altri ( le minoranze) fino alla scontata approvazione in Consiglio Comunale? un pregio pero' questa Amministrazione Comunale ce l'ha..sta facendo nascere comitati come funghi..almeno i cittadini di Gavardo si stanno svegliando!!!!!!!!!!

ID68318 - 19/09/2016 15:35:23 - (bettoni carlo) - Ancora una riflessione.

Un milione e mezzo di metri cubi vuol dire il volume di tremila case, trenta passaggi vogliono dire settemila camion in un anno, il Tesio gi malridotto diventer come il Budellone...perch non sentire la Commissione Ambiente?

ID68322 - 19/09/2016 17:51:07 - (Tc) - Turk182 Bettoni C.

Con i comitati che nasceranno,mi auguro possano interpellare anche qualcuno della Commissione Ambiente,sia mai che ala fine i ga' po' de da' endre i 70.000 euri...:-D

ID68341 - 22/09/2016 10:53:14 - (ariatredici) -

Aumento dei casi di tumore. Prima o poi bisogna morire no??? Quindi avanti così! Sfruttamento del territorio e interessi economici!! E che futuro diamo ai ns figli ed alle future generazioni?? Salvaguardia del territorio e relative misure restrittive non gioverebbero proprio a nessuno?? Continuiamo cosi... Poi non lamentiamoci di come vanno le cose e smettiamola di demandare sempre la responsabilità ad altro.

ID68360 - 24/09/2016 12:07:32 - (turk182) - bancomat

il territorio gavardese è visto da questa amministrazione ne più ne meno come un bancomat da utilizzare per fare moneta per ripianare la mostruosa montagna di debiti creata dalla precedente gestione dell'amministrazione Vezzola..e ha pure il coraggio di chiedere ai suoi cittadini di autotassarsi per spostare il municipio alle ex scuole elementari..ma non si ricorda che proprio lui e la sua giunta si sono aumentati lo "stipendio" subito entrati in Comune??

ID68373 - 26/09/2016 12:06:05 - (bettoni carlo) - Chi ci guadagna?

Chi ci guadagna dallo sfruttamento esagerato di questa cava? UN MILIONE E MEZZO DI METRI CUBI in meno formeranno una voragine che cambier la morfologia del territorio e il Tesio sar irriconoscibile!Peccato non fare niente per evitarlo...

ID68375 - 26/09/2016 14:56:52 - (turk182) - meglio tardi che mai

mi risulta che ci sia in atto una raccolta firme da parte dei cittadini residenti nelle vicinanze e comunque credo che sia opportuno che vengano sollecitati tutti a intervenire per cercare di porre almeno rimedio in modo parziale a questa brutta situazione.

ID68510 - 29/09/2016 19:19:53 - (bettoni carlo) - parole vere!

ID68351 - 23/09/2016 12:20:30 (turk182) direi che si capisce benissimo.. riporto le parole di un lettore..perche' tutta la questione stata trattata in modo veloce e silenzioso senza passaggi in commissione ambiente dove anche le minoranza avrebbero potuto vedere i documenti e dire la loro (minoranze che , conviene ricordarlo, rappresentano quasi i due terzi dei gavardesi).. ormai a cose fatte l'Amministrazione Comunale fara' spallucce a tutte queste giuste domande.

Aggiungi commento:

Vedi anche
20/12/2017 09:50

Cava sul Monte Tesio, la posizione di Gaia Il comitato ambietalista Gaia (Gavardo Ambiente Informazione Attiva) dice la sua in merito alle dichiarazioni del Comandante della Polizia Locale relativamente all’apertura nella Cava sul Monte Tesio e il suo impatto sulla viabilità

19/12/2017 09:55

Cava sul Tesio, la risposta della Polizia locale Soddisfazione del Comitato di volontariato per la salvaguardia del Tesio per il parere tecnico fornito dal Comandante della Polizia locale di Gavardo in merito al passaggio di mezzi pesanti in via degli Alpini e in via Fornaci

10/09/2017 08:00

Interpellanza sulla cava nel Tesio, il Comitato ancora deluso Insufficiente per il Comitato di volontariato per la salvaguardia del Tesio la risposta data dal vicesindaco Bertoloni all’interrogazione sulle mitigazioni per la cava sul monte Tesio

13/11/2016 10:59

Dopo le firme ecco l'assemblea Giovedì prossimo 17 novembre, in occasione di un’assemblea pubblica, Gavardo tornerà a parlare della riapertura della cava sul Tesio e delle sue conseguenze. Occasione buona per far nascere un Comitato

25/10/2016 16:51

Contro la riapertura della cava Saranno presenti in piazza al Borgo del Quadrel, domenica 30 ottobre dalle 9 alle 12, per chiedere la firma dei cittadini contro la riapertura della Cava sul Monte Tesio




Altre da Gavardo
16/06/2021

Scatta l'operazione «Estate sicura»

Al via pattugliamenti serali e notturni per la prevenzione e contrasto agli eccessi molesti e atti vandalici, allo spaccio di droga, guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti

14/06/2021

Alla guida di un'auto sotto sequestro

Pesantissime le conseguenze per la proprietaria del veicolo sorpresa dagli agenti della Locale della Valle Sabbia alla guida del mezzo già sequestrato perché senza assicurazione

11/06/2021

«Vie di libertà»

Il ciclo di incontri promosso dall'associazione culturale “La Rosa e la Spina” di Villanuova continua nel weekend con un appuntamento dedicato a Chiara d'Assisi

09/06/2021

Controlli mirati contro l'incidentalità

Numerose le sanzioni sollevate dalla Polizia locale della Valle Sabbia negli ultimi 15 giorni: tanti i veicoli con assicurazione e revisione scadute, guida senza patente o in stato di ebbrezza

09/06/2021

Tamponamento sulle strisce

Si ferma per lasciare passare dei pedoni, ma non fa in tempo a ripartire che viene tamponato. E’ andata bene: solo un ricovero in “verde”

08/06/2021

I primi 50 anni di Consuelo

La storica gelateria festeggia il mezzo secolo di attività: un punto di riferimento e un luogo di ritrovo per i ragazzi di molte generazioni

07/06/2021

Alpini in prima linea nell'anno del Covid

Nell’assemblea annuale della “Monte Suello” svoltasi ieri a Gavardo il bilancio del 2020 che ha visto stravolte le sue normali attività delle Penne nere, ma non è mancata la solidarietà alpina

07/06/2021

Poinelli riconfermato alla guida della «Monte Suello»

Rinnovate le cariche sociali per il prossimo triennio. Il grazie delle istituzioni per l’impegno durante la pandemia. Adunata sezionale rimandata, riapre il rifugio di Campei de Sima

06/06/2021

Frontale lungo la via stretta

Sono finiti entrambi in ospedale i conducenti delle due vetture che si sono scontrati frontalmente in una via angusta del centro storico

06/06/2021

La mia naja

Forse non tutti i ragazzi sanno cosa sia la naja. Forse ne hanno sentito parlare dai nonni o dai padri. Naja era il servizio militare di leva, sospeso nel 2005. Ognuno ha la sua naja da raccontare, questa è la mia. E alla fine un invito all’Isolo