04 Giugno 2022, 08.00
Capovalle Valsabbia
Politica e territorio

Germogli di pace

di P.D.

 Padre Pierangelo Ferrari in collaborazione con la comunità cristiana ucraina di Brescia organizza un soggiorno estivo per i bambini ucraini a Cocca Veglie


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...


 
Da anni padre Pierangelo Ferrari, porta in “villeggiatura” a CoccaVeglie bambini ed adolescenti bresciani e non solo. Ricorda infatti padre Ferrari: «Nel tempo abbiamo aperto le porte, ad esempio, ai bambini della Tula (regione russa colpita dai disastri di Chernobyl) di Chernobyl stessa, palestinesi e israeliani. Ora l’emergenza ci porta ad accogliere e sostenere i minori ucraini». 
 
L’idea è di ospitare tra la fine di giugno e l’inizio di luglio circa 120 bambini, in Italia per sfuggire dalla guerra, per dare loro la possibilità di conoscere una realtà differente, immersa nel verde, libera da ogni pensiero ed in cui è possibile svagarsi ed al contempo imparare. 
 
Il tempo che si passerà tra i boschi di Capovalle sarà anche «l’occasione per promuovere germogli di pace» spiega padre Ferrari.
 
Il progetto varato dagli Amici di Cocca Veglie, ed in collaborazione con la comunità cristiana ucraina che sta seguendo mamme e bambini arrivati nel bresciano, prenderà il nome di “Una boccata di speranza”, proprio a memoria dei tanti bambini ospitati negli anni. 
 
I bambini ucraini verranno ospitati nella maxi-casa Cocca Veglie 1 che, situata a 1.250 metri di altitudine, ha una capienza di 84 persone, è dotata di cucina, salone e dormitori e circondata da un bosco di faggi. Oltre ad essere la più capiente, dispone anche di campi da basket, tennis, pallavolo e calcetto, e dista pochi minuti dal paese. 
 
Siccome, a differenza dei gruppi che solitamente venivano ospitati, a loro non verranno richiesti contributi, gli Amici di Cocca Veglie hanno lanciato una raccolta fondi per permettere l’adeguato svolgimento del campo estivo. Infatti, tra materiale ludico e sportivo, assicurazione medica, bollette, pasti e trasporti, l’impegno economico per le due settimane si stima attorno ai 25mila euro. 
 
Chi volesse contribuire può farlo sul conto corrente postale 10595254 intestato a Cocca Veglie o sul conto Bper: Iban IT14S0538711240000042698 719 con la causale «Una boccata di speranza 2022». 
 
Conclude padre Ferrari, «Sarà una vacanza educativa, nel verde, i bambini potranno fare sport e divertirsi. Chi vuole darci una mano si faccia avanti». 




Foto da Giornale di Brescia.



Vedi anche
04/07/2022 09:55

I bambini ucraini arrivano a Cocca Veglie

Entra nel vivo il progetto di padre Pippo «Germogli di pace»: al via questa settimana con i primi 48 bambini 
 

07/03/2022 11:00

Contro ogni guerra e contro quella pace Controreplica alla lettera sulla guerra della Russia in Ucraina "Quali ideologie", da noi pubblicata il 27 febbraio scorso a firma di Marisa Viviani

04/03/2022 07:00

Fiaccole di pace In tanti hanno preso parte ieri sera alla fiaccolata per la pace organizzata a Villanuova sul Clisi. Il grazie da parte di una cittadina Ucraina per la vicinanza degli Italiani

03/03/2022 07:05

Solidarietà collettiva Si continua a morire in Ucraina, mentre si susseguono tentativi a vuoto di mediazione diplomatica. «Bisogna prepararsi ad accogliere i profughi in modo diffuso, con case sfitte e fondi pubblici». L'idea arriva da Muscoline

15/12/2019 08:00

Un contributo agli Amici di Cocca Veglie Fra i quattro progetti “Emblematici Provinciali” selezionati da Fondazione Cariplo e Fondazione Comunità Bresciana rientra quello della ristrutturazione di un rustico a Capovalle per i progetti dell’associazione




Altre da Valsabbia
19/08/2022

Cercano i dispersi per ore, ma loro erano già rientrati

È successo nella notte tra mercoledì e giovedì sulle montagne di Limone, quando due turisti dopo la chiamata d'aiuto al 112 sono rientrati in autonomia senza però comunicarlo ai soccorsi, che si sono ritrovati a cercare il nulla per ore
 

19/08/2022

La Federazione delle associazioni si sfila dal Presidio 9 agosto

L’obiettivo è quello di sportare l’attenzione a più diretto contatto con le comunità bagnate dal fiume Chiese per la sua salvaguardia

18/08/2022

In Maniva per camminare nel vuoto

Sospesi tra il vuoto e il cielo di Valtrompia e Valle Sabbia: nuvole, brividi e sensazione di librarsi sopra i paesaggi di montagna, controllo di ogni singolo muscolo, dosaggio sapiente dei respiri, una sana miscela di coraggio e follia e si è pronti per lo slacklining
 

15/08/2022

Per le scuole in arrivo i fondi del Pnrr

La scuola italiana prova a vincere la sfida della «digitalizzazione» e anche per gli Istititi comprensivi e superiori valsabbini sono in arrivo le risorse per realizzarla

14/08/2022

In volo sulla valle

Anche in Valle Sabbia ci sono alcuni punti dai quali partire e librarsi nel cielo col parapendio.

14/08/2022

Dalla Cisgiordania lo zafferano... made in Valsabbia

Un'idea tutta valsabbina quella di provare a coltivare, prima a Treviso Bresciano e Villanuova, poi anche in Medio Oriente, il crocus sativus, dal quale estrarre il prezioso zafferano. Ecco chi e come

(1)
14/08/2022

Non solo zafferano

Che fare di ciò che rimane dalla produzione di zafferano, vale a dire la montagnetta di fiori senza più stami? Chiodo e Matteo hanno pensato anche a questo

13/08/2022

Livemmo: si comincia per davvero

Con un'assemblea pubblica in piazza, la prima di una lunga serie, è iniziata la fase dela progettazione partecipata, per spendere al meglio i 18 milioni di euro e passa "caduti" sul borgo valsabbino

12/08/2022

Il Consorzio del Chiese dà il via libera all'irrigazione

Dopo  quasi  un mese di stop forzato a causa della forte siccità, il consorzio riapre la possibilità di prelevare acqua dal Chiese per irrigare ma «solo per le colture maggiormente bisognevoli»

12/08/2022

Banca Valsabbina, performance positive: utile primo semestre a 18,2 milioni

Si consolidano le masse, i nuovi business e la redditività, nonostante gli effetti di un contesto ancora incerto e volatile. Superati i 100 mila conti correnti (+4,5%)