24 Agosto 2015, 05.58
Bione
Alpini

Quaranta volte a San Bernardo

di val.

Il tempo uggioso non ha fermato gli Alpini, che per la quarantesima volta si sono riuniti a San Bernardo, sulle montagne di Bione, per la loro grande festa


Per l'occasione anche la prima apparizione in pubblico di Michele Zanoni nel ruolo di capogruppo degli Alpini bionesi, che un poco emozionato ha pronunciato il discorso che vi riportiamo integralmente qui sotto.

Nonostante la pioggerellina avesse salutato quanti sono saliti fino a San Bernardo per i discorsi e per la messa celebrata da don Aurelio, massiccia la presenza alla tradizionale festa alpina bionese.

Fra le autorità presenti hanno preso la parola il sindaco Franco Zanotti, grato agli Alpini perchè non mancano mai occasione per rappresentare con orgoglio tutta la popolazione di Bione.

Il presidente della Comunità montana Giovanmaria Flocchini che ha parlato del fondamentale apporto degli Alpini alla gestione del territoiro, soprattutto in questi tempi difficili per le amministrazioni.

Il vicepresidente della Monte Suello, Flavio Lombardi, per la prima volta a San Bernardo, ha polemizzato con quanti ritengono grave la presenza della parola "armi" nella preghiera dell'Alpino: «Le armi di cui parliamo e con le quali noi Alpini preghiamo sono le nostre braccia, quelle stesse che utilizziamo senza sosta per il bene comune e qualcuno non l'ha ancora capito.
Ci definiscono guerrafondai perchè abbiamo voluto ricordare, ricorrendo l'inizio della Grande Guerra, gli uomini caduti per rendere migliore il nostro Paese.
Capisco che è fuori moda parlare di "senso del dovere" quando ormai si parla solo di diritti, ma prendersela con noi è davvero troppo».

Ha chiuso gli interventi l'avvocato Domenico Lombardi, ricordando la figura di Cesare Battisti ed il suo sacrificio per la Patria.

Ottimo il tradizionale rancio con spiedo al rifugio, sul piano di Lo, per la conclusione in festa della manifestazione.

------------------------------------------------

Ecco il discorso del neo capogruppo bionese:

Buongiorno a tutti

Rivolgo un doveroso saluto a tutte le autorità civili e militari presenti, ringrazio i guppi alpini, rappresentati dai gagliardetti e le consorelle associazioni d'Arma che ci onorano della loro presenza, rendendo più bella la nostra manifetazione.

Come potete notare, quest'anno, il direttivo del gruppo alpini di Bione ha voluto eleggermi come nuovo capogruppo. Ringrazio per la fiducia accordatami e cercherò di  fare il possibile per essere all'altezza dell'incarico affidatomi.
Sicuramente la mancanza di esperienza mi porterà a fare degli errori, ma vi garantisco che ogni cosa, sarà fatta con le migliori intenzioni, come lo spirito alpino richiede.

Già qualcosa di positivo per il paese quest'anno è stato fatto:
Ci  siamo impegnati con l'aiuto anche del sindaco Franco Zanotti, ad organizzare  turni al rifugio per poterlo tenere aperto tutte le domeniche, o quasi, dando  la possibilità a chi è di passaggio, di poterne usufruire offendo un  servizio di  ristoro  aperto a tutti.

Sono state coinvolte molte persone, sopratutto ragazzi di Bione che si sono dati da fare per mantenere con turni settimanali
l'apertura del rifugio, non badando solo al guadagno fine a se stesso, ma seguendo lo spirito dei padri fondatori.
Abbiamo avuto gruppi famigliari e compagnie di amici.
Abbiamo ospitato e servito diverse centinaia di ragazzi con grest e oratori.

Un grande impegno e stato speso anche per la festa di San Vigilio e la chiusura del Palio delle contrade.
E qui voglio ringraziare tutte le donne e le ragazze che ci hanno dato una mano, sia per la pulizia del rifugio che per la    preparazione di casoncelli, spiedi e tutti i preparativi necessari alla buona riuscita
Ringrazio quegli alpini del gruppo, che hanno lavorato per seguire le varie manifestazioni svolte durante tutto l'anno.

Un ringraziamento va anche a coloro che non sono presenti, perchè in questo momento si stanno impegnando per la buona riuscita della festa.
Penso sia doveroso rivolgere un pensiero ai tanti soci che oggi non ci sono più.
Un ricordo particolare va a due nostri Alpini, ex combattenti, che quest'anno sono andati avanti.
Marconi Pietro Jelico e Àmolini Augusto Faustino.

Quest'anno, ricorre il centenario dell'inizio della Grande Guerra, in cui molti giovani anche bionesi, sono stati costretti a combattere nelle trincee e a pagare, anche con la propria vita una battaglia non voluta.
I nomi dei nostri compaesani che non sono tornati, sono scritti sulle lapidi qui nel Parco delle Rimembranze.
A loro rivolgiamo un pensiero grato e riconoscente perchè con il loro sacrificio ci hanno donato la libertà.

Prima di terminare, mi è doveroso ricordare un grande amico e benefattore del nostro gruppo che quest'anno è andato avanti:
Giori Enci
Tutto il gruppo è vicino ai famigliari con stima e affetto.

Chiudo, levando un pensiero di solidarietà, verso coloro che ancora oggi soffrono situazioni di guerra, augurando che torni presto la pace, in quelle terre dove purtroppo manca il senso di solidarietà e di amicizia, ma trionfa l'odio.
Grazie al dovere compiuto dai nostri padri, noi siamo persone fortunate perche possiamo gridare viva l'Italia e viva gli Alpini.

Michele Zanoni




Aggiungi commento:

Vedi anche
20/08/2016 07:20

A San Bernardo con gli Alpini Edizione numero 41 questa domenica 21 agosto per la Festa di San Bernardo, manifestazione alpina che vede impegnate le Penne nere del gruppo di Bione capitanate da Michele Zanoni

25/08/2020 10:57

A Bione con le Penne nere Evitando pericolosi assembramenti ed in tono minore, ma gli Alpini di Bione non hanno rinunciato nemmeno quest’anno ai festeggiamenti in onore di San Bernardo

22/08/2016 10:00

Alpini bionesi in festa Anche l'edizione numero quarantuno della grande festa che le Penne nere di Bione organizzano per la ricorrenza di San Bernardo, è andata agli archivi. VIDEO

23/08/2021 08:10

Penne nere a San Bernardo Edizione numero 44 quella messa in archivio quest’anno dagli Alpini del gruppo di Bione. Ancora una volta in “tono minore” causa Covid

25/08/2014 09:26

I cinquanta delle Penne Nere bionesi L'aria frizzantina come non dovrebbe essere ad agosto, ma un cielo sgombero da nubi, hanno accolto i festeggiamenti per il cinquantesimo del Gruppo alpini di Bione
photogallery   




Altre da Bione
02/05/2022

Anna Nu e le Coste

Coraggio e soprattutto determinazione non mancano alla piccola Anna Nunzia che, per metà è di Bione e a soli sette anni, pedalando con papà, partendo dalla città ha scalato la mitica salita

22/04/2022

A Bione per benedire Casa Dosso

Nell'ambito degli incontri con le diverse zone pastorali della nostra provincia, il vescovo mons. Pierantonio Tremolada questa domenica farà visita a Bione

21/04/2022

Ma che bella Santella quella di Lo

Un gruppo di volontari è intervenuto per sistemare l'antica edicola che accoglie i viandanti quando arrivano in "No"

(3)
06/04/2022

Complimenti dottoressa Greta

Congratulazioni a Greta Chemel, che abita a Bione e si è laureata presso l'Università degli Studi di Brescia in Scienze Infermieristiche

23/03/2022

A Bione la rigenerazione urbana è in chiave «green»

Gli oltre 200mila euro assegnati tramite il bando regionale verranno impiegati in opere per il transito di pedoni e ciclisti. Qualche preoccupazione per l'aumento dei prezzi dei materiali

06/03/2022

Rigenerazione urbana, finanziati anche sei progetti valsabbini

Anche alcune amministrazioni comunali valsabbine sono beneficiarie dei contributi del bando regionale pensato per il recupero e la sistemazione di edifici e spazi pubblici

27/02/2022

Quando gli alberi bruciano

In accordo col Gruppo Antincendio boschivo di Bione, il Cai di Desenzano porterà gli appassionati della montagna sui luoghi del grande incendio del 2020, quando prese fuoco anche il tetto di San Vigilio

18/02/2022

Incinta di sette mesi si ribalta con l'auto

Poche conseguenze fisiche, per fortuna, per la donna e per il bambino che porta in grembo. Dopo la paura da codice rosso, il ricovero per accertamenti in “verde”

16/02/2022

Camion a fuoco, gasolio in strada

Stava viaggiando lungo la Provinciale 79 quando il motore ha preso fuoco. Sul posto Vigili del fuoco, Vigili e Protezione civile

18/01/2022

Bione e Cà Serena nel 1961

Nello scritto di Gilberto Vallini, allora sindaco di Bione, pubblicato sull'opuscolo "Cà Serena" edito per volere dei Combattenti, uno spaccato di Bione come poteva essere sessant'anni fa