21 Novembre 2019, 08.05
Barghe
Eventi

Bagnata, ma intensa, la Virgo Fidelis dei carabinieri valsabbini

di val.

La cerimonia ha avuto luogo domenica scorsa a Barghe


Carabinieri in armi e in congedo, autorità valsabbine e semplici cittadini.
La chiesa che Barghe dedica a San Giorgio era gremita di gente  domenica scorsa.
L’occasione è stata la cerimonia della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma dei Carabinieri, organizzata dalla sezione “Valsabbina in Preseglie” dell’Associaizone Nazionale Carabinieri presieduta da Icaro Pasini.

Fredda e bagnata a causa del maltempo che ha imperversato sulla zona per tutta la mattina, la cerimonia allietata anche dalla presenza della banda San Gottardo, in qualche modo si è riscaldata grazie alla vicinanza dimostrata da molti alla Benemerita: da parte di don Alberto durante l’omelia, ma anche per la presenza di numerosi sindaci e delle autorità che sono intervenute una volta conclusa la funzione.

Il sindaco Giovan Battista Guerra
ha elogiato la capacità dei carabinieri di essere autorevoli prima ancora che “autorità” costituita, per passare poi a ricordare i carabinieri di Barghe annoverati fra coloro che in pace o in guerra si sono immolati per fare il loro dovere difendendo i cittadini.

Il presidente della Comunità montana Giovanmaria Flocchini
ha fatto notare come anche in quella giornata sia emersa la “doverosa vicinanza all’Arma che noi sindaci, uniti in questo coi cittadini che rappresentiamo, non smettiamo mai di ringraziare».

Gianantonio Girelli, consigliere regionale, valsabbino di Barghe, ha descritto l’Arma dei Carabinieri come un dono: protezione, tutela dei diritti, abnegazione, fedeltà a se stessi e ai valori di riferimento della società, coerenza».

Poi il pranzo sociale al Poggio Verde, dove sono state consegnate le nuove tessere agli associati, che ora sono più di 320.
Un passato, per l’Arma dei Carabinieri, accompagnato sempre dal totale asservimento al bene comune della comunità di appartenenza, fino al gesto estremo di sacrificare la propria vita.

Il sacrificio, nel passato com’è ancora oggi.
In questa chiave sono da leggere i tre riconoscimenti consegnati nel corso del convivio.

Sono stati infatti incontrare idealmente Ciro De Vita (attraverso la presenza a Barghe del fratello Salvatore), medaglia d’oro al valor civile (alla memoria) travolto e ucciso sulla strada a Lugagnano di Sona (Verona) nel 2006; il carabiniere Andrea Valentini in forza a Sabbio Chiese perché era il carabiniere più giovane fra i presenti; l’appuntato Bruno Chiecchio, da tempo in pensione, che ha rappresentato l'arma in congedo con i suoi eroi, essendo stato decorato con medaglia d’argento al valor militare per un’azione particolarmente coraggiosa che risale all’ottobre del 1987, quando lui ed il suo superiore, l’allora il vicebrigadiere Marcello Rizza che oggi è il segretario dell'Anc "Valsabbini in Preseglie", hanno ingaggiato un conflitto a fuoco coi dei rapinatori in fuga, raggiungendoli, salvandoli dall’incendio dell’auto ed assicurandoli alla giustizia.





Vedi anche
31/05/2014 13:00

Il grazie del Rotary all'Arma dei Carabinieri Si è svolta nei giorni scorsi a Nozza, nei locali del ristorante La Sosta, la cerimonia di consegna degli attestati di riconoscenza per il lavoro che i carabinieri svolgono ogni giorno in Valle Sabbia
Photogallery

13/06/2016 08:58

Coi carabinieri della Valle Sabbia Si è svolta a Vestone, quest'anno, la festa della Sezione Valsabbina in Preseglie dell'Associazione Nazionale Carabinieri. Video - Photogallery

09/04/2015 16:09

Natale con i tuoi, Pasqua con… i carabinieri Giro di vite nelle giornate delle festività pasquali, fra Garda e Valle Sabbia, da parte dei carabinieri bresciani

06/06/2010 16:19

Arrestato ucraino con documenti bulgari I carabinieri, dubbiosi sulla regolarit dei documenti, verificano col sistema Afis ed incastrano a Odolo un immigrato che li aveva presentati falsi.

04/06/2010 07:00

Spacciatori come ciliegie Uno tira l'altro. Prima la denuncia per una vecchia conoscenza, poi l'arresto di un incensurato. A Vestone.




Altre da Barghe
01/04/2021

Canale e parete da mettere in sicurezza

Un’opera per mitigare un dissesto idrogeologico propedeutica per la prosecuzione della Greenway della Valle Sabbia, ovvero la pista ciclabile che solca la valle

28/03/2021

Tariffe congelate e investimenti

Nel bilancio di previsione invariate le aliquote di imposte e tasse e una serie di interventi grazie a fondi statali e regionali

23/03/2021

Il Colpo dell'Ospedale di Salo, 1945

Oggi, 23 marzo, una rappresentanza dell'Anpi Medio Garda porterà dei fiori all'ospedale di Salò per ricordare gli eventi di quel giorno 1945. Verrà affissa una foto di Ippolito Boschi, il partigiano Ferro che morì quella notte, accompagnata dal testo che pubblichiamo volentieri

10/03/2021

Il migliore

C’è molto di valsabbino nell’eccellenza certificata per il 2021 al Camping Village Eurcamping di Roseto degli Abruzzi, primo fra i “Glamping” italiani selezionato dal network KoobCamp

01/03/2021

Cogess cerca personale di Sala e Bar

Per inviare la propria candidatura per il servizio Labis c'è tempo fino al 31 marzo. I requisiti richiesti e qualche informazione in più

02/02/2021

Al via la raccolta fondi per il progetto «Labor»

Il progetto promosso dalla Cogess a favore delle persone con disabilità, cofinanziato da Fondazione Comunità Bresciana, potrà partire solo grazie all'aiuto concreto dei cittadini. L'appello della cooperativa

26/01/2021

Una «sentinella di fede» lungo la via Regia

Dopo l’abitato di Barghe la valle si restringe...

12/01/2021

100 candeline per Giuseppe

Giuseppe Uberti, di Barghe, oggi, 12 gennaio, raggiunge il secolo di vita. Gli auguri anche da parte del primo cittadino

07/01/2021

Sotto lo Stesso Cielo, una nuova associazione di familiari di persone con disabilità in Valle Sabbia

Il nuovo sodalizio ha visto la luce alla fine dello scorso anno con l'obiettivo di favorire l’inserimento sociale e sensibilizzare il territorio sul tema della disabilità

14/12/2020

Fiamme e spavento

Stava viaggiando verso casa, quando prima il fumo, poi le fiamme, si sono impadronite dell’auto distruggendola