20 Maggio 2022, 10.30
Bagolino Storo
Aziende

L'ex Maffei di Darzo passa al Gruppo Carè

di Aldo Pasquazzo

Il complesso era appartenuto alla Minerali Industriali con sede a Novara e contiene tuttora un capitello votivo


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



L’area è di circa sedici mila metri quadrati e sino ad una ventina di anni fa dentro quel vasto conoide abbandonato e dislocato a sud di Darzo operava la Mineraria Maffei, a suo tempo riconducibile all’ingegnere Italo. Si ricorda quel professionista, originario di Introppio nel varesotto con casa a Trento a due passi dalla stazione ferroviaria, anche perché era stato sequestrato e poi liberato - sembra dietro riscatto - in Sardegna.

Fino a tre mesi fa il complesso era appartenuto alla Minerali Industriali con sede a Novara, contiene tuttora un capitello votivo ed è stato rilevato dal Gruppo Caré di Bagolino. Gli imprenditori sono già proprietari in quelle stesse parti di un rustico e nel complesso delle consociate danno lavoro ad una quindicina di dipendenti, stanno oggi valutando il da farsi: c’è chi parla di un residence e chi intravede un’area commerciale.

“Appena sottoscritto il preliminare d’acquisto, tre mesi fa proprio davanti a quel segno votivo – avverte il capofila Diego - io e la mia famiglia ci siamo riuniti e abbiamo acceso un cero. Questo per dimostrare e far comprendere che su quello spiazzo, che va anche al di là della statale, noi intendiamo portare avanti e sviluppare nel tempo iniziative serie”.

Ad estrarre minerale dalle montagne di Darzo ancor prima dei Maffei si era insediata la Corna & Sigma Baritina, il complesso ha ora come referente la famiglia Tanghetti che al momento conta un numero di dipendenti quante le dita di una mano .

“Statisticamente parlando – dice facendo mente locale Angelo Delaidini che ha trascorso una vita come dirigente alla Corna di Piero Corna Pellegrini – a Marigole operava la Baritina, in val Cornera i Maffei poi estesi pure anche su Giustino e Campo Trentino nonché Felice Cima a Paèr. Sommando le varie realtà di quell’epoca erano almeno 130 le persone che in quegli anni estraevano e lavavano barite in territorio di Darzo. A questi vanno aggiunti trasportatori e ditte esterne e si è subito ad oltre 160 170”.

Con l’operazione Minerali Industriali – Carè si chiude di fatto un’epoca che per oltre un secolo ha creato un rilevante polo lavorativo in quel di Darzo, la concentrazione di uomini e mezzi ha fatto storia e lasciato il segno.




Vedi anche
10/03/2007 00:00

La Maffei ora parla piemontese Una novantina di milioni di euro. Tanto vale la Maffei, se stiamo al prezzo con cui il Gruppo Minerali di Biella ha acquisito il 50.29 % dell'azienda: 45 milioni e mezzo di euro. Preoccupazione a Darzo per il futuro dell'azienda.

13/10/2018 16:51

Perde il controllo e va a sbattere contro il capitello È stato trasportato in elicottero per precauzione al Santa Chiara di Trento il ragazzo ferito a seguito di una grave caduta dal motorino avvenuta a Darzo

14/03/2015 17:22

Festa della Famiglia alla Madonna dell’Aiuto L’appuntamento è per questa domenica a Darzo, al polivalente frazionale Carlo Maffei e coinvolge i centri di Storo, Darzo, Lodrone, Riccomassimo, Baitoni e Bondone

20/05/2019 09:57

Inaugurata la nuova sede della Novafiltri La realtà imprenditoriale nata in Valle Sabbia negli anni Duemila inaugura una nuova sede a Darzo e continua a dare lavoro a tante persone

13/05/2018 07:00

Il capitello del Crist rischia il degrado Punto di riferimento religioso importante per diverse generazioni di darzesi, la cappella votiva si trova attualmente in un'area dismessa ed è quasi invisibile ai passanti 




Altre da Bagolino
27/06/2022

Commemorazione della battaglia di Monte Suello

In occasione dell'anniversario della famosa battaglia delle Terza guerra d'indipendenza con protagonista Garibaldi, il monumento sarà aperto al pubblico

25/06/2022

Maniva s.p.a e la multinazionale Tetra Pak assieme per «Rendere visibile la risorsa invisibile».

In occasione della giornata mondiale dell’acqua (che si celebra nel mese di marzo) l’azienda bresciana ha scelto nel Tetra Pak il nuovo packaging sostenibile per la sua acqua minerale, mirando a rendere visibile, riconoscibile ed al contempo proteggere il proprio profotto

22/06/2022

«Non possiamo fare sacrifici solo noi»

Gli operatori turistici del lago d'Idro dicono di comprendere le esigenze dell'agricoltura e chiedono innovazione: «Di acqua ce ne sarà sempre di meno, per tutti, svuotare il lago non è la soluzione»

21/06/2022

Intanto il lago...

Non siamo ancora a luglio e l’agricoltura già chiede deroghe sui livelli, ma il lago come sta? Già è presente il fenomeno dell’eutrofizzazione delle alghe, ma non sono quello, come ci dice e documenta un lettore

20/06/2022

Lago e monti, pienone in Valsabbia

Afflusso turistico da piena estate nello scorso weekend in Valle Sabbia. Con tutto il corollario di problemi alla viabilità

18/06/2022

«Il baily? Mettetelo al posto del vecchio ponte»

Non piace agli amministratori bagossi il progetto ideato dalla Provincia per reataurare il vecchio ponte sul Caffaro e risolvere l'annoso problema della rotonda quadrata. «C'è l'alternativa, bero su bianco, ma la Provincia nemmeno ci risponde»

(1)
16/06/2022

Acque del Chiese: cosa sta facendo Trento?

La domanda, sotto forma di interrogazione alla Pat è del consigliere Alex Marini, che ha preso spunto dalla posizione assunta nei giorni scorsi dai sindaci dell'Eridio e dal presidente del Bim

09/06/2022

Uniti per salvaguardare la risorsa lago

I sindaci rivieraschi dei Comuni di Anfo, Bagolino, Bondone e Idro, a un anno di distanza dal protocollo che li ha visti uniti per curare le peculiarità lacustri dell'Eridio, rilanciano sulle loro intenzioni. VIDEO

06/06/2022

La Gedàsä Gärétä torna in teatro per sostenere la Cogess

Avrà una finalità benefica l'esilarante spettacolo messo in scena dal Gruppo Salvadàk, “Nella Valle del Caffaro è nata una stella e mezza … forse anche tre o quattro” presso il teatro dell'oratorio di Bagolino

05/06/2022

Bagolino e Caffaro: ecco il nuovo comandante della Locale

Donna ed esperta. Ecco il nuovo comandante di polizia locale che ha assunto il ruolo a Bagolino da qualche settimana