02 Aprile 2019, 10.43
Salò
Presentazione libro

«I bambini di Salò»

di Redazione

Si terrà questo venerdì, 5 aprile, a Salò la presentazione del volume di Daria Gabusi dedicato allo studio della scuola elementare nella Repubblica sociale italiana (1943-1945) 


Un saggio nato per colmare una lacuna storiografica importante quello di Daria Gabusi, “I bambini di Salò. Il ministro C. A. Biggini e la scuola elementare nella Rsi (1943-1945)”, che verrà presentato da Roberto Chiarini questo venerdì, 5 aprile, alle 17.30 presso l’Auditorium del Palazzo della Cultura di Salò grazie alla sinergia tra l'Ateneo di Salò e l'Assessorato alla Cultura.
 
Per ragioni di natura sia ideologica sia archivistica, infatti, la storiografia scolastico-educativa contemporanea ha per molti decenni trascurato lo studio della scuola nell’ultima fase del fascismo, quello della Rsi.
 
Ma proprio la presa d’atto della scomparsa dell’archivio del ministro dell’Educazione nazionale della Rsi, Carlo Alberto Biggini, ha condotto a valorizzare, oltre alle carte dell’Archivio centrale dello Stato, altre fonti inedite, collocate sia in archivi privati sia negli archivi scolastici locali e provinciali: documenti preziosissimi, che consentono di ricostruire due anni di vita scolastica (a.s. 1943-1944 e 1944-45) di insegnanti e alunni della scuola elementare, riportando alla luce aspetti pedagogico-didattici, politico-propagandistici e socio-economici.
 
Seguendo due assi interpretativi principali - dinamiche di continuità/rottura con il passato regime fascista e costruzione di un’identità e ricerca del consenso da parte della Rsi – il volume cerca di far emergere da una parte i caratteri della politica educativa del fascismo repubblicano, che si collocava tra educazione fascista ed educazione nazionale, e dall’altra le ragioni della tenacia con la quale il governo di Salò tenne aperte le scuole elementari nel contesto bellico, nonostante le quotidiane incursioni aeree, gli allarmi, le distruzioni, le requisizioni dei locali, le derequisizioni, i flussi di sfollamento.
 
Molteplici sono le figure che si incontrano tra le pagine di questo saggio: il ministro Carlo Alberto Biggini, in primo luogo, ma anche Benito Mussolini (suo interlocutore privilegiato) e Giovanni Gentile. Vi sono poi direttori didattici e provveditori agli studi, funzionari ministeriali di ‘lungo corso’ (come Aleardo Sacchetto) e intellettuali antifascisti (come Mario Bendiscioli, Norberto Bobbio e Concetto Marchesi), commissari americani e delegati dei Cln che subentrarono nel governo della scuola al passaggio del fronte. 
 
Daria Gabusi è Professore associato di Storia della pedagogia presso l’università Giustino Fortunato di Benevento ed è docente a contratto della medesima disciplina presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Brescia. È segretaria di redazione degli «Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche» e coordina il comitato scientifico del «Centro studi sulla Brigata Perlasca delle Fiamme Verdi e la Resistenza bresciana».
 


Aggiungi commento:

Vedi anche
10/10/2017 09:00

«Convivere per vivere» A Daria Gabusi l'onere di pronunciare domenica scorsa il discorso ufficiale. Ci è parso interessante e ve lo proponiamo in forma integrale

25/07/2019 11:04

«Storia di Salò e dintorni» Questo sabato, 27 luglio, la presentazione del primo volume della ricerca storica effettuata dall’Ateneo di Salò in collaborazione con studiosi e ricercatori locali e con numerosi enti culturali

06/05/2017 11:11

Storia di Salò e dintorni L’Ateneo di Salò si è fatto promotore di un’iniziativa per dare alle stampe la storia della cittadina gardesana, coinvolgendo studiosi e associazioni culturali del territorio

13/03/2018 09:50

Roè Volciano nel progetto «Storia di Salò e dintorni» Nell'ambito del progetto "Storia di Salò e dintorni" l’Ateneo di Salò terrà un incontro questo giovedì 15 marzo a Roè Volciano per approfondire la storia di questo paese spartiacque fra Garda e Valsabbia

19/06/2019 16:01

Le Memorie dell'Ateneo di Salò Venerdì sera la presentazione dell’ultimo numero del periodico dell’Ateneo di Salò, con saggi relativi alla territorio gardesano e della Valle Sabbia




Altre da Salò
06/12/2022

Carte segrete, teatro, visioni

Al MuSa di Salò prorogata la mostra dedicata alla produzione dell'artista e scenografo Daniele Lievi assieme al fratello regista Cesare Lievi

03/12/2022

La fotografia, storia e tecniche

La comunicazione contemporanea ridonda di fotografie e la pratica del fare fotografie, pur a livelli molto differenti, è molto diffusa; se ne parlerà al Circolo Arci di Salò assieme all'esperta Luisa Bondoni

03/12/2022

Natale d'incanto

Nel centro storico di Salò l’atmosfera natalizia non mancherà neanche quest’anno, ecco gli appuntamenti che non potete assolutamente perdere

02/12/2022

Quattro incontri al Salòttino

L'associazione culturale «Il Salòttino» propone 4 incontri tra arte, libri, musica e corsi

28/11/2022

Feralpisalò - Parma 1-0

Grandissima vittoria quella di sabato 26 per la Primavera 2 di Feralpisalò al C.S. Rigamonti, un tiro dal dischetto del numero 11 verdeblù decide il match contro il Parma Calcio

27/11/2022

Impresa e Futuro: un'occasione per i Giovani

L'appuntamento è fissato alle ore 18.30 di venerdì 2 dicembre, presso la Sala dei Provveditori del Palazzo Comunale di Salò

24/11/2022

Un calendario e una mostra per il Centro antiviolenza

Sarà presentato questo venerdì 25 novembre a Salò il calendario del Centro antiviolenza Chiare Acque e della mostra collettiva ad esso collegata

18/11/2022

Daspo all'ultrà della Feralpi

In occasione dell’incontro di calcio tra Feralpisalò e Lecco, i carabinieri della Compagnia di Salò hanno sorpreso un ultrà prevallese del Feralpi intento ad occultare oggetti atti ad offendere

18/11/2022

Arci Salò contro l'intitolazione a Rauti di un circolo di Fdi

In un documento a firma del presidente Paolo Canipari tutta la contrarietà per questa decisione di Fratelli d’Italia che a Brescia e nel bresciano ha sollevato numerose proteste

(1)
15/11/2022

A Salò con Erasmus Plus

Ottimo successo per l’incontro salodiano fra ragazzi dei paesi Ue