08 Settembre 2020, 08.00
La recensione

Il fuoco creativo del circo Knie

di Armando Talas

Berna, 5 settembre 2020, clima caldo di fine estate, una scia d’aereo nel cielo. Sotto quella scia, ancorato alla terra, lo chapiteau che più amo in assoluto, quello del circo Knie, sorto dal nulla come un castello fatato


Dopo la tournée del centenario, che ha rappresentato probabilmente uno degli spettacoli circensi più belli e toccanti di sempre, non sapevo davvero cosa aspettarmi.

La mia incertezza era rafforzata dalla drammatica pandemia che sta funestando questo 2020, ma ho capito immediatamente, già nei primi minuti dello spettacolo, che il fuoco creativo dello Knie non si è mai spento, che brucia intatto con tutta la sua forza, distruggendo ogni ostacolo che tenti di arginarne lo splendore.

Lo spettacolo vive di accesi contrasti. Il primo è quello tra due elementi: fuoco e acqua.

Solo per fare alcuni esempi, la coreografia fiammante del Circus-Theater Bingo, corredata da sinuosi e diabolici contorsionismi, fa da contrasto ai numeri bagnati di pioggia, come la sensuale e romantica danza acrobatica del “Duo Flame” e lo straordinario numero di cinghie aeree del duo “Flash of Splash”.

Quest’ultima coppia l’avevo già vista all’ultima edizione del festival del circo di Montecarlo, dove ha vinto il Clown di bronzo, ma ho preferito l’esibizione allo Knie. Da notare particolarmente il ruolo attivo, mai subordinato, di Amalia Avanesian, che crea con Yevgen Abakumov un numero tecnicamente eccezionale e di estrema sensualità, dove la figura femminile si assume rischi e fatiche straordinari.

L’altra contrapposizione netta è quella tra i numeri mozzafiato e quelli eleganti e ricercati. La parte adrenalinica è una componente fondamentale dello spettacolo, frutto esplosivo della collaborazione con il circo tedesco Flic Flac.

Non vorrei rovinarvi la sorpresa; preparatevi a tutto. Non credo nessun altro al mondo abbia mai proposto, solo per dirne una, un globo della morte con così tanti motociclisti dentro. Eccezionali anche i funamboli “The Gerlings”, che nel loro ambito non sono stati da meno.

Se devo citare un numero di segno opposto, elegante, riposante e bello, scelgo quello della giovanissima Chanel Marie Knie e di Ivan Frédéric Knie. Chanel Marie, che essendo nata nel 2011 è ancora piccola, ha condotto magistralmente in pista i suoi pony, creando un contrasto molto riuscito con i destrieri di Ivan. Sono convinto che Fredy Knie junior, loro nonno, possa essere molto orgoglioso.

Non ho citato tutti gli artisti per non dilungarmi troppo, ma ho trovato ogni numero davvero ben fatto, di valore internazionale, senza eccezioni.
Consiglio a tutti gli italiani appassionati di circo, ma anche ai professionisti di settore, di fare un salto in Svizzera. Ne vale la pena. Eccome.


Vedi anche
18/11/2019 10:25

Un secolo di Circo Knie Ho avuto la fortuna di assistere allo spettacolo per i cento anni del circo Knie, a Lugano, in un piovoso pomeriggio d’autunno. Sullo chapiteau campeggiava a chiare lettere una sola parola: “Knie”...

12/11/2019 08:00

Ultime date per il tour del centenario del Circo Knie C’è circo e circo… e poi c’è il Circus Knie, tra i più importanti e prestigiosi circhi al mondo

23/08/2020 09:00

L'uovo d’oro di Circo Zoé Tutti gli artisti di circo aspirano al successo, cercano una formula segreta che incanti il pubblico, ambiscono a creare uno spettacolo che resti indelebilmente scolpito nella memoria...

09/11/2019 07:38

Ultime date per il tour del centenario del Circo Knie C’è circo e circo e poi c’è il Circus Knie, tra i più importanti e prestigiosi circhi al mondo.Nei prossimi giorni sarà a Lugano e ci sarà anche Vallesabbianews

24/09/2019 10:35

«Conoscere, creare e organizzare il circo» Una bella recensione del volume di Valeria Campo e Alessandro Serena, dedicato ad una delle arti più difficili da inquadrare in uno schema, sempre varia e cangiante



Altre da Blog-LanternaMagica
23/08/2020

L'uovo d'oro di Circo Zoé

Tutti gli artisti di circo aspirano al successo, cercano una formula segreta che incanti il pubblico, ambiscono a creare uno spettacolo che resti indelebilmente scolpito nella memoria...

09/08/2020

Oltre il sipario, le meraviglie del circo «El Grito»

Lonato in Festival 2020, importante vetrina italiana di circo contemporaneo, ha proposto come secondo appuntamento dell’anno “Malamat”, il nuovo spettacolo della prestigiosa compagnia “El Grito”

06/07/2020

L'occultismo nel partito nazista (parte seconda)

Proseguiamo il nostro breve viaggio nei meandri della storia del nazismo...

03/07/2020

L'occultismo nel partito nazista (parte prima)

Negli ultimi decenni dell’Ottocento furono costituite in Austria e Germania alcune associazioni segrete, che si consideravano depositarie di un’antica sapienza primordiale, occulta ed esoterica

25/06/2020

L'immortalità del Conte di Saint-Germain

Ho conosciuto per caso il Conte di Saint-Germain (1712? - 1784?) qualche anno fa, anche se non ci hanno mai presentato...

12/06/2020

Attenzione ai filtri d'amore

Nella nostra cultura sempre più dominata dal pensiero scientifico, matematico e sperimentale, le pratiche magiche sono generalmente considerate prive di fondamento, se non addirittura fraudolente

03/06/2020

I draghi tra leggenda e realtà

Tra gli animali favolosi, il drago è forse la creatura leggendaria più interessante

13/03/2020

Atlantide

Anche se dobbiamo rimanere chiusi in casa, per la nostra e altrui sicurezza, nulla ci vieta di fantasticare, di raggiungere con la fantasia qualche terra meravigliosa e sconosciuta

02/03/2020

Le epidemie di licantropia nel Medioevo

Anche in questo periodo di paura per l’epidemia di Coronavirus c’è bisogno di distrarsi con qualche curiosità, così ho pensato di parlarvi di un’epidemia ben strana che si diffuse nel Medioevo: la licantropia

14/02/2020

Uscire dal proprio corpo: fenomeno sovrannaturale o disturbo della psiche?

In molte culture e in molte epoche esiste la convinzione che, in particolari condizioni, si possa uscire dal proprio corpo in forma di spirito