06 Marzo 2021, 10.00
Valsabbia Provincia
Blog - Glocal

La cura del volontariato ai molti egoismi

di Valerio Corradi

La prolungata emergenza sanitaria sta mettendo in luce l’importante opera delle associazioni di volontariato che, nonostante le molte difficoltà, sono riuscite a garantire servizi preziosi, supportando comuni, ospedali, realtà socio-sanitarie e assistenziali nelle loro attività ordinarie e straordinarie


Anche a Brescia, la pandemia ha costretto molte organizzazioni di volontariato a ripensare il proprio ruolo e a rimodulare le attività. Da una parte, l’emergenza ha prodotto il ridimensionamento della vita associativa ordinaria, fatta di scambi e di relazioni solo in minima parte sostituibili con la comunicazione a distanza. Dall’altra parte, ha esaltato la capacità di mobilitazione dei sodalizi abitualmente impegnati in progetti operativi.

Emblematico è il caso delle sezioni bresciane dell’Associazione Nazionale Alpini (Brescia, Valle Camonica, Monte Suello), che vantano un legame storico-affettivo col nostro territorio. Alla sofferta riduzione delle numerose iniziative di socializzazione delle sedi locali, ha fatto da contraltare il notevole impegno sul versante logistico e organizzativo. Molti alpini bresciani, dentro e fuori il proprio contesto, si sono impegnati nel supportare le attività socio-sanitarie, tra le altre cose, allestendo ospedali da campo, trasportando attrezzature mediche, installando tende per il triage, e garantendo il funzionamento dei centri per i tamponi e la vaccinazione anti-Covid.

La qualità del contributo degli alpini e dei gruppi di volontariato impegnati nel settore socio-sanitario (es. nel trasporto dei pazienti), mostra come nell’ultimo anno sia cresciuto in maniera considerevole il ruolo delle associazioni promotrici di forme “professionalizzate” di solidarietà e di risposte “competenti” ai bisogni dei malati. Questo ribadisce l’importanza della formazione dei volontari e del miglioramento delle loro competenze, comprese quelle che li rendono capaci d’interagire con soggetti istituzionali e di rispondere alle variegate richieste dei cittadini.

Allo stesso tempo è andata rafforzandosi la consapevolezza di dover lavorare in rete e di generare connessioni, per essere incisivi ed efficaci nell’avanzare proposte. Al di fuori dei circuiti organizzati, non va poi dimenticato il prezioso apporto dei molti volontari che, singolarmente, hanno deciso di dare un contributo in termini di tempo e di impegno in una fase difficile. Si pensi alla scelta, compiuta da medici e infermieri non più in servizio, di ritornare in attività con incarichi gratuiti, per supportare le strutture sanitarie.

Oggi, ancora una volta, scopriamo l’importanza del volontariato, in un paese come l’Italia che fatica ad applicare i principi di un welfare sussidiario e che difetta di politiche sociali rivolte a fasce della popolazione più fragili (es. disabili, anziani, malati, giovani disagiati, famiglie in difficoltà).

La figura del volontario rappresenta una risorsa per i territori e testimonia il valore dell’impegno per il bene comune, nelle sue diverse forme. Questo soprattutto in un quadro nel quale serve un forte rilancio delle istanze etiche, solidaristiche e di coesione sociale, a fronte della marcata tendenza alla frammentazione, e al crescente egoismo personale, settoriale e territoriale.

Pensando ai prossimi anni, il welfare post-Covid non potrà prescindere dal ruolo che i volontari svolgono (in forma associata o singola) nel creare un collegamento tra cittadini e servizi e nel promuovere interventi a beneficio delle comunità locali e delle categorie sociali più deboli.

(da Giornale di Brescia del 05.03.2021)

In foto:
. alpini della Protezione civile della "Monte Suello" all'hub vaccinazioni di Lonato
. alpini di Bagolino, al centro vaccinale presso la Rsa
.




Vedi anche
21/01/2021 09:14

Nasce il gruppo di Protezione Civile L’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia ha evidenziato la necessità di organizzare l’attività di volontariato. Così ora è nato il nuovo sodalizio sotto l’egida degli Alpini

12/02/2018 08:00

Ritornare al servizio militare obbligatorio? Alpini, Bersaglieri e Fanti lanciano un appello alle forze politiche per ritornare al servizio di leva obbligatorio

12/07/2018 09:00

Il ritorno dei boschi Negli ultimi anni, anche nelle valli bresciane, si è registrata una forte crescita dei boschi naturali. E’ un fenomeno positivo o negativo? 

22/12/2017 08:00

Mangiare insetti Uno dei segnali più evidenti della globalizzazione che segna il nostro tempo è la diffusione di abitudini alimentari proprie di culture “altre” che vengono riscoperte in aree diverse del pianeta

28/11/2019 10:00

I viaggiatori del lusso In Italia e anche sul Garda sono in aumento i turisti del lusso. È un fenomeno sempre più consistente che presenta anche elementi di novità




Altre da Glocal
19/01/2021

Per una geriatria territoriale

La seconda proposta del progetto “H+Valore alla Sanità” prevede l'istituzione del servizio di Geriatria territoriale integrato nelle cure primarie, di grande utilità visto l'aumento, nel bresciano, del numero degli assistiti ultra 65enni

28/12/2020

La fiducia tra medico e paziente

La sanità locale ha bisogno di rafforzare la fiducia e la collaborazione tra medici e pazienti, per una relazione di cura all’insegna della reciprocità

21/12/2020

Il monitoraggio dei bisogni sanitari

Tracciare, raccogliere e consultare rapidamente i dati dei pazienti è un’attività strategica per la sanità. Si pensi al potenziale del fascicolo sanitario elettronico e degli strumenti della sanità digitale

15/12/2020

La Telemedicina

Nella proposta per una nuova sanità di territorio, uno snodo importante è lo sviluppo della Telemedicina e delle tecnologie per la cura in ambito domestico

09/12/2020

La medicina di prossimità

Riprendendo la proposta per una nuova sanità di territorio, cerchiamo di capire cosa significa puntare sulla medicina di prossimità

05/12/2020

Sanità di territorio, opera incompiuta

Sono soprattutto le realtà periferiche come la Valle Sabbia a subire l’impoverimento della medicina di territorio. Ecco una proposta alla Regione che parla anche valsabbino

29/11/2020

Per una fratellanza glocale

Tra i molti spunti offerti, l’Enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti” conduce una riflessione sul modo di vivere il globale e il locale prendendo le distanze dalle finte aperture e dalle sterili chiusure al mondo

17/10/2020

Immaginare nuovi spazi di partecipazione sociale

Immaginare nuovi spazi di partecipazione, in altri modi e con altri perché. È questo il tema affrontato in un incontro del progetto di Housing sociale “Effetto ambra”

10/10/2020

Nuovi stili alimentari e riscoperta dei prodotti tipici

Vegetarianesimo, veganismo, fruttismo, flexitarianismo, riscoperta dei prodotti locali sono stili alimentari in forte diffusione che ricordano il rapporto tra cibo, salute e valori

19/06/2020

L'opera delle Confraternite

In molte chiese della Valle Sabbia sono ancora oggi visibili dipinti, sculture, cappelle realizzate dalle Confraternite religiose. Gruppi di fedeli che hanno contrassegnato la storia delle nostre comunità