19 Ottobre 2020, 09.07
Blog - Figurine di Provincia

Il marcatore

di Luca Rota

“In principio furono terzini”, questo lo sappiamo già, mentre in seguito si spostarono sulle fasce, lasciando in mezzo stopper e libero


Il calcio moderno li rinominò semplicemente “centrali”, con uno delegato alla marcatura e l’altro attento in copertura, e che più in là avrebbe impostato l’azione.

Valerio Bertotto della Prima categoria è stato uno degli ultimi storici interpreti, in quel ruolo quasi prerogativa della scuola italiana, che tanto dure ha reso le vite dei centravanti in ogni epoca calcistica.

Marcatore arcigno e concreto, moderno nelle sue uscite palla al piede dalla difesa, ha duellato coi migliori attaccanti transitati per la serie A negli anni Novanta, cucendosi addosso il bianconero dell’Udinese come una seconda pelle.

Dei friulani è stato capitano e leader per ben tredici stagioni; numeri che oggi sembrano impensabili, se si guarda alla facilità con cui i calciatori cambiano maglia.

Come molti ottimi profili di quegli anni, in Nazionale ha pagato la concorrenza esagerata, e la presenza di mostri sacri del ruolo. Da qui le poche presenze in azzurro, compensate però dai tantissimi gettoni in A e da diverse apparizioni nelle Coppe europee.

Dovunque i friulani mettessero piede lui c’era, e la parentesi biennale senese, con la quale si congedò dal Friuli, servì solo agli almanacchi per incrementargli le presenze in A.

Poi a Venezia per i saluti, in B; categoria dov’è tornato oggi alla guida dell’Ascoli, e dove chissà che non insegni ai suoi centrali i segreti del mestiere propri di quel calcio all’italiana, dove quelli che “in principio furono terzini” non sanno più difendere.



Vedi anche
04/06/2019 15:22

Tir Figurine di Provincia continua il suo viaggio nel “Made in Sud”, attraversando la penisola e raccontando storie.

29/01/2020 09:46

Scarpa d'oro Un nuovo filone di “figurine”, stavolta non propriamente di provincia, ospita al suo esordio una storia breve che ci parla di epoche lontane e di un grande campione

16/02/2019 13:00

Pennellone Continua il meta-percorso a tinte british di Figurine di Provincia, e lo fa parlando di chi per primo fece ciò che mai nessun altro calciatore italiano aveva fatto: giocare in Premier League 

17/12/2017 16:15

Il ritardatario Da piccolo sfogliando l’album delle figurine, arrivato nella sezione dedicata alla Serie B, subito risaltavano ai miei occhi due nomi...

23/03/2020 10:58

La prima donna Figurine di Provincia ritorna con altre storie “varie ed eventuali”, passando dai campetti improvvisati dove asfalto, sanpietrini, pietrisco e sabbia la facevano da padrone, per arrivare fino a stadi prestigiosi e grandi eventi mondiali ed europei



Altre da Blog - Figurine di provincia
07/10/2020

Il pendolino David

Oggi retrocediamo ulteriormente - non di categoria, s’intende - abbandonando la mediana per addentrarci nel luogo di lotta per eccellenza: la difesa

24/09/2020

Il quasi Real

Ultimo appuntamento con le “storie dalla mediana”, prima di indietreggiare ancora e scandagliare le retrovie, lì da dove oggi parte il gioco, e dove da sempre si lotta, si sgomita e si difende

12/09/2020

L'instancabile

Proseguendo con le “storie dalla mediana”, oggi è la volta di spostarci sull’esterno, ruolo di fatica e di raccordo, spesso punto nevralgico del gioco e teatro di duelli memorabili

27/08/2020

Il Sindaco

Dalla trequarti retrocediamo di qualche metro, tra costruttori e distruttori di gioco, faticatori, incursori, motorini di fascia e metronomi infallibili. Oggi e per i prossimi incontri, parleremo di “storie dalla mediana”

07/08/2020

Ricky

L’ultimo appuntamento con “la fantasia al comando” ci porta in direzione Cremona, dove con la figurina in questione salutiamo il vecchio regista, quello col dieci sulle spalle, per spostarci qualche metro più indietro tra faticatori, incursori, costruttori e distruttori di gioco

17/07/2020

Il suo piede sinistro

C’è un bellissimo film di Jim Sheridan, “Il mio piede sinistro”, incentrato sulla vita del pittore Christy Brown, che col solo ausilio del piede sinistro dipinse opere sublimi

30/06/2020

Cuore amaranto

Proseguendo sul filone che vede “la fantasia al comando”, ci trasferiamo in riva allo Stretto, su quel chilometro più bello d’Italia idealizzato da D’Annunzio, dove un certo Francesco “Ciccio” Cozza è molto più che una leggenda

13/06/2020

Il dribblomane

Per i prossimi numeri, avevo voglia di proporre qualcosa di nuovo, quindi a partire da oggi le figurine appariranno per ruolo, schierate così come lo sarebbero in campo, ma in ordine sparso, dalla porta alle tre linee che seguono (difensiva, mediana e attacco)

30/05/2020

McGoleador

Si chiude questa parentesi dedicata ai “90s”, per fare ritorno ai giorni nostri, senza però escludere nuove scorribande nei tempi andati, alla ricerca di nuove figurine in compagnia di un pizzico di nostalgia e tanto amarcord

18/05/2020

Lulù

Sempre anni Novanta, sempre in serie A, sempre tra i tabellini delle squadre in procinto di scendere in campo la domenica pomeriggio.