07 Gennaio 2022, 07.16
Val del Chiese
Valle del Chiese

«Ti racconto quello che non vedo»

di Gianpaolo Capelli

Primo gennaio 2022, telegiornale di Rai 3, ore 12, ecco che sugli schermi appare un volto noto in Trentino e non solo, il giornalista Giuliano Beltami di Darzo, che apre l'anno nuovo dello special ”Persone”, inserito all'interno del telegiornale. VIDEO


Il titolo “Ti racconto quello che non vedo”. Centratissimo.
“Persone” è la trasmissione che da anni realizza il giornalista Stefano Cangemi di Roma.
Cangemi contatta le persone, registra le interviste, le riprende in video e audio e poi negli studi Rai di Saxa Rubra di Roma ne cura la post produzione.
Unici collaboratori la telecamera ed il registratore.

Il giornalista Giuliano Beltrami è da anni corrispondente del giornale Adige, scrive di tutto e di più, i suoi “pezzi” con quel po’ di arguzia che ci mette, lo rendono inconfondibile presso i lettori.
All'inizio dell’autunno è stato contatto ed intervistato dal giornalista di Roma Stefano Cangemi per Rai tre.
Giuliano ha rilasciato la sua intervista a Idroland di Baitoni, sulla sponda del lago di Idro, che divide la provincia di Trento da quella di Brescia.

Cangemi non appare mai in trasmissione, lascia parlare il personaggio che ha davanti e poi estrapola il meglio della intervista.
Non supera i cinque minuti ed alcuni inserti video ne arricchiscono il contenuto.
La bravura di Cangemi è quella di inserire in quei pochi minuti il meglio di quello che ha prodotto. Gira tutta Italia.

Nel nostro Trentino ha intervistato persone diverse per estrazione sociale, per lavori ed attività particolari che svolgono, ma tutte importanti per il vissuto della loro vita.

Eccone alcune.
Molto bella a suo tempo quella sullo scalatore Cesare Maestri, già in età avanzata, sue le trasmissioni sui “Ciuaroi” di Pre e Molina, sulla “carne salada” di Cologna di Tenno alla trattoria “Pie di Castello”.
E' salito sulle montane di Bagolino a raccontare il formaggio “Bagoss” del casaro Aldino e su quelle di Denai a Magasa ad intervistare il premiato casaro Eggiolini Germano con il suo formaggio “Tombea”.
Nell'intervista ad Arrigo Pisoni a Pergolese ha messo in luce gli aspetti della sua vita lavorativa contadina, con Arrigo che nella sua saggezza ultra-ottuagenaria è entrato nel mondo della viticoltura nella piana delle Sarche e del mondo agricolo per come era una volta e per come è adesso.

Nello scorso mese di dicembre sono andati in onda i fabbri “artigiani-artisti” di Caldes in val di Sole: gli Zanoni, padre e figlio, che espongono le loro opere artigianali in tutto il mondo.
Il giorno di Natale è stata la volta del pubblicista Mario Antolini Muson di Tione, che a cento anni passati ha dato una lezione di come si devono usare i social e di come li usa lui.

Stefano Cangemi nelle sue trasmissioni si occupa anche del sociale, trasmettendo casi dove la sofferenza la fa da padrona e dove le istituzioni dovrebbero fare di più.
Molto toccante e commovente quella registrata a Bondone allo scomparso Fulvio Cimarolli, da dieci anni ammalato di SLA. Fulvio in video ha dato una dimostrazione di come la vita deve essere vissuta, nonostante tutto.

Stefano è diventato amico degli abitanti di Bondone, dove spesso ritorna e ai due carbonai locali Pietro Salvotelli e Dario Scalmazzi ha dedicato una trasmissione sul loro lavoro, nel ricordo di quello secolare dei loro padri.

Ecco in breve i curricula dell'intervistato Giuliano Beltrami e dell' intervistatore Stefano Cangemi.

Giuliano Beltrami, è nato a Storo il 15 ottobre 1954, vive a Darzo, la frazione di Storo in cui è nato, con la moglie Maria Teresa e i due figli Gaia e Valerio.
Si è laureato all’università di Padova in lettere indirizzo storico economico con una tesi sull’economia dei trasporti in Trentino fra il 1850 ed il 1900.

Ha insegnato lettere per anni alla scuola media, affiancando la professione di docente alla passione di giornalista. Dal 1988 è collaboratore del quotidiano della provincia di Trento L’Adige, e scrive per altre riviste su temi sociali, politici e culturali. Fra l’altro è stato fondatore e direttore de La Civetta, mensile di informazione delle Giudicarie, fra il 1990 ed il 2000.

Molto attento al territorio in cui vive, è stato per vent’anni, fra il 1980 ed il 2000, consigliere comunale, tre dei quali vicesindaco.
Fra il 1980 ed il 1990 è stato presidente della Pro Loco del suo paese, mentre nei primi anni ’80 ha contribuito a fondare il Consorzio turistico, di cui è stato presidente per tre anni.
Fra il 2000 ed il 2012 è stato presidente della Cooperativa di consumo (che in Trentino si chiama Famiglia Cooperativa) della Valle del Chiese.

Fra il 1992 ed il 2001 è stato presidente di Con.Solida., il Consorzio delle Cooperative sociali del Trentino, dopo aver contribuito a fondare nel 1987 la Cooperativa sociale Il Bucaneve, prima Cooperativa sociale delle Giudicarie.

La cooperazione (perché impresa democratica) è una delle sue più grandi passioni: è stato per 15 anni nel Consiglio di Amministrazione della Federazione trentina della cooperazione e ha contribuito a fondare sette Cooperative, fra cui Agri 90, la Cooperativa del Granoturco di Storo, di cui è stato vicepresidente. E’ stato pure vicepresidente della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella.
Sempre per l’attaccamento al proprio territorio, ha scritto una decina di volumi, fra cui “Gli uomini e le pietre”, sull’epopea mineraria del suo paese.

Ritornando a Stefano Cangemi, brevemente:
Giornalista professionista dal 1993 presso Rai-tg3.
Ha lavorato come inviato raggiungendo le mete più lontane del Pianeta seguendo spesso i personaggi del mondo politico italiano nei loro viaggi diplomatici ma anche e più volentieri andando a toccare con mano situazioni di grande criticità come le guerre in Africa e Medio Oriente, e la fame nel Terzo Mondo.
In quest’ultimo caso ha avuto modo di visitare un gran numero degli stati del continente africano, esperienze queste che lasciano segni indelebili in chiunque.

Più di dieci anni fa ha cominciato a produrre pezzi per la rubrica tg3 “PERSONE”.
Questo lo ha messo nelle condizione di entrare maggiormente nella sfera personale di individui ai quali voleva dare la possibilità, raccontandosi in prima persona, di avvicinarsi ad una televisione pubblica troppo spesso lontana dalla gente.

Per Stefano, tutto questo volge al termine poiché il momento della pensione si avvicina a grandi passi.
Ecco in sintesi il suo pensiero nella telefonata per lo scambio degli auguri vicendevoli di fine anno: “Resterà per sempre in me questo bagaglio di meravigliose esperienze che questo splendido lavoro mi ha dato.”

Grazie a Stefano Cangemi da parte del direttore di Vallesabbianews.it, Ubaldo Vallini, per aver concesso di inserire il video da lui realizzato sul canale Youtybe di VallesabbianewsTv.

Il titolo di questa puntata di “Persone” è: “Ti racconto quello che non vedo”.
Guardatela, è molto interessante

Gianpaolo Capelli

.in foto: Giuliano Beltrami con Vigilio Giovanelli; Stefano Cangemi con Pisoni e Benini; Cangemi che intervista Germano Eggiolini; Cangemi in giro per il mondo.

Questo ed altri video, con maggior risoluzione, su VallesabbianewsTv



Aggiungi commento:

Vedi anche
21/06/2021 07:42

Il Tombea protagonista a Rai3 Il "nostro" Gianpaolo Capelli, insieme al giornalista Stefano Cangemi di Rai Tre giunto da Roma, è salito a Magasa, in località Denai, per intervistare l'allevatore e casaro Germano Eggiolini, nativo di Capovalle, classe 1974. VIDEO

20/07/2006 00:00

Beltrami in giuria, l'ok dell'organizzazione Cos Scalvini: Alla fine abbiamo trovato un accordo e Giuliano Beltrami sar in giuria. Giudicher le Miss in base alle risposte date prima della pas

12/04/2012 09:00

Stefano Zeni “Balla la gente quando suono il mio violino...”. Intervista a Stefano Zeni

13/10/2007 00:00

Vicesindaco calimero Pi arrabbiato, amareggiato o deluso? Enzo Melzani sembra il ritratto di quella vecchia pubblicit: Ce l'hanno tutti con me perch sono piccolo e nero!.
di Giuliano Beltrami da L'Adige

21/02/2007 00:00

Viva Totò: il lago d'Idro come la fontana di Trevi Soddisfatti o rimborsati. Lo ricordate il vecchio slogan della pubblicit? A chiedere il rimborso dovrebbero essere i 350 volontari che per un mese esatto hanno presidiato il municipio di Idro...
di Giuliano Beltrami




Altre da Libri & Film
28/12/2021

Rita, la fotoamatrice de Biù

Ho incontrato la brava fotografa amatoriale, la Rita de Biù, al secolo Maria Rita Treccani...

21/12/2021

Viaggiare comodamente dal divano

Da quando la pandemia è entrata nelle nostre vite, viaggiare è diventato sempre più difficoltoso, ma nessuno ci vieta di farlo con… una bella storia

17/12/2021

Compendio d'idraulica

Un volume promosso dalla Ivar come strumento didattico per gli studenti di Vobarno

14/12/2021

Non perdetevi il libro di Giulia

“Uno” è il titolo. Si tratta di un romanzo “di formazione”, edito da Serra Tarantola. Giulia Cosi è di Bagolino, trasferita a Muscoline per amore

03/12/2021

Un libro, mille avventure

La lettura è uno strumento potente. È un’avventura, un viaggio attraverso mondi e realtà fantastiche e non. E, come molte altre cose, può essere un fondamentale elemento di socializzazione, confronto e condivisione

01/12/2021

Da Jean Pierre Léaud a Disney

Effetto Notte di François Truffaut questo mercoledì, programmazione per famiglie nei prossimi due weekend. Ecco come comincerà il dicembre al cinema a Vestone

25/11/2021

Ricordando Luciano Fusi

Domenica 13 novembre 2021 alla messa della festa del ringraziamento dei coltivatori della Valle del Chiese, nella chiesa Madonna del Rosario di Baitoni, mancava il contadino “doc” locale, per passione, Luciano Fusi. VIDEO

23/11/2021

«Non diventerò una rock star. Diventerò una leggenda»

“Si può essere tutto ciò che si vuole, basta trasformarsi in tutto ciò che si pensa di poter essere” Freddie Mercury
A 30 anni dalla sua morte, questo mercoledì sera, il film "Bohemian Rhapsody" su RAI1

19/11/2021

Le storie dei Caduti di Idro della Grande Guerra

Le ha ricostruite con un lavoro d’archivio Sirio Dolcetti del Gruppo di ricerca sulle difese del Lago d’Idro durante la Prima Guerra Mondiale

18/11/2021

«Eh già... Sono ancora qua!»

Una serata dedicata al valore della vita e alla resilienza quella organizzata a Gavardo dal Lions Vallesabbia in collaborazione con all'amministrazione comunale con la presentazione dell'autobiografia dell’odolese Luca Flocchini