26 Maggio 2023, 06.47
Bagolino
Cronache

Ecco come è successo

di Ubaldo Vallini

Daniele Salvini è stato tradito dall'improvviso cedimento di un albero già lesionato dalla tempesta Vaia


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Un albero, forse di quelli divelti dalla tempesta Vaia, a causare la tragedia.
Ieri mattina intorno Daniele stava lavorando con un collega sulla scarpata a monte della strada, procedendo ad un disgaggio per metterla in sicurezza.

Intorno alle 11:30 stava tagliando un abete
quando il tronco già ferito anni fa dal vento, più a monte, forse anche a causa della pioggia torrenziale caduta il giorno precedente, ha deciso di assecondare la forza di gravità ed è precipitato.
Daniele non l’avrebbe nemmeno visto arrivare: quando il peso del legno ha provocato la caduta improvvisa dell’albero che stava tagliando, ci è rimasto sotto, ucciso sul colpo.

Questa l’ipotesi più plausibile di quello che è successo.
Ad ogni modo l’esatta dinamica dell’incidente che ha ucciso Daniele Salvini, 33enne di Bagolino, è al vaglio degli esperti dello Psal, il Dipartimento di medicina del Lavoro, giunti sul posto per ricostruire gli eventi dopo i carabinieri di Bagolino.

Un incidente sul lavoro dunque
: l’ennesimo in questa martoriata provincia.
Inutile a quel punto ogni soccorso: sul posto sono intervenuti i volontari dell’ambulanza da Ponte Caffaro, da Brescia è decollato l’elicottero che ha calato sul posto medico ed infermiere, da Storo e da Salò sono saliti i Vigili del fuoco, ma non c’è stato nulla da fare se non mettere in sicurezza i tronchi e constatare il decesso dell’operaio.

Ad attendere Daniele a casa, a quel punto senza più speranze, c’erano la moglie Cristina ed il loro figlioletto Alex di soli otto mesi.
La notizia ha fatto presto il giro del paese, sconvolgendo l’intera comunità.
Uno strazio.

Daniele è ricordato come un ragazzo particolarmente socievole, con tanti amici, divertente, generoso, sempre pronto a dare una mano.
Lo conoscevano tutti: era uno dei Vigili del fuoco volontari di Bagolino, sempre sullo spazzaneve avanti e indietro dal Gaver l’inverno, appassionato di trial e di scialpinismo.

Sconvolti i colleghi e i datori di lavoro della ditta Salvadori Felice, per la quale lavorava. Il cantiere lungo la Cerreto-Riccomassimo, che è la strada alternativa alla Sp 669 e alla 237 del Caffaro per congiungere Bagolino a Storo era aperto da quasi un anno.

In particolare, ieri gli operai della Salvadori stavano intervenendo in “somma urgenza” a seguito di uno smottamento registrato una ventina di giorni fa che aveva reso pericoloso proprio quel versante.

Una tragedia dietro l’altra: a meno di duecento metri da lì, a marzo di quest’anno, sempre sotto un tronco e in un bosco di sua proprietà, aveva perso la vita Massimo Fusi, di 52 anni, anche lui di Bagolino.





Vedi anche
15/07/2021 10:15

Fondi per le aree colpite dalla tempesta Vaia Anche due Comuni valsabbini beneficeranno delle risorse regionali stanziate per mitigare il rischio idrogeologico e recuperare i danni ai boschi abbattuti dalla tempesta del 2018

23/06/2019 22:00

Apertura a singhiozzo per la 669 Inizieranno questo lunedì le operazioni di messa in sicurezza dei versanti bagossi deturpati dalla “tempesta Vaia” dello scorso ottobre. Martedì in assemblea pubblica tutti i particolari

18/06/2021 07:00

Nuova vita per il pino storico di San Gervasio Dal tronco dell'albero secolare abbattuto dalla tempesta Vaia, quattro scultori bagossi hanno realizzato una scultura dedicata al «romét»

26/05/2023 06:50

Annullata la festa degli alpini La comunità bagossa, sconvolta per quanto è successo a Daniele Salvini, non se la sente di festeggiare. Le parole del sindaco Marca

08/03/2020 10:20

Tempesta Vaia, riaperto il bando per i danneggiati C’è tempo fino al 24 marzo per inoltrare la richiesta di contributo da parte di privati cittadini e attività economico-produttive, per il ristoro dei danni subiti a seguito degli eventi calamitosi del 27-30 ottobre 2018




Altre da Bagolino
29/02/2024

Finalmente si getta

È in corso la gettata delle spalle del ponte provvisorio a Ponte Caffaro

28/02/2024

I versanti cedono sotto il peso dell'acqua

Tre i fronti franosi di una certa consistenza che la recente ondata di maltempo ha causato in Valle Sabbia

27/02/2024

I ringraziamenti dal Blumon Break

Sono tutti per lo sci club Bagolino, per l’impegno che vede il sodalizio impegnato nel coinvolgere decine di giovani allo sci alpinismo

25/02/2024

Da lunedì chiude la Sp 669 da Valle Dorizzo

Le condizioni meteo in peggioramento previste per questa domenica pomeriggio hanno costretto la Provincia di Brescia a prendere il provvedimento
Aggiornamento ore 19.30

23/02/2024

Assemblee partecipate, problemi irrisolti

Piccoli passi per fare passi avanti? No, anche l’assemblea pubblica convocata a Bagolino per la seconda volta in un mese e mezzo non ha portato a concreti sviluppi nella soluzione dei problemi sanitari né locali, né tantomeno generali già segnalati

21/02/2024

Vanessa Marca bronzo in Coppa del Mondo Giovani

L’atleta azzurra di Bagolino, tesserata con lo sci club locale, è salita sul podio della prova di sci alpinismo a Berchtesgaden sulle Alpa Bavaresi

20/02/2024

Bagolino Skialp, buona la prima

Soddisfazione per lo Sci Club Bagolino per l’ottima riuscita delle gare di domenica sulle nevi del Gaver, inserite nel circuito della Coppa Alpi Centrali Skialp

20/02/2024

Carnevale di Bagolino: che significato ha per i giovani?

Non molto lontano da Brescia, in un piccolo borgo di 4000 abitanti, il Carnevale diventa un momento di condivisione e gioia, atteso con ansia da grandi e piccini

20/02/2024

Sanità tra bisogni e problemi aperti

Questo martedì pomeriggio a Bagolino un incontro promosso dai sindacati dei pensionati per parlare delle problematiche della sanità locale

18/02/2024

Code a Ponte Caffaro

Senza soluzione di continuità in questi giorni le lunghe code che, a causa di un impianto semaforico temporaneo, si formano a Ponte Caffaro, di giorno e di notte