01 Dicembre 2019, 06.44
Vobarno
Appalti

Scampato pericolo

di val.

Il Tar ha annullato l'assegnazione dei lavori che porteranno all'accorpamento delle scuole vobarnesi. La ditta scelta dalla Centrale unica di Committenza non aveva i requisiti


A quella ditta l’appalto non si doveva assegnare, la ricca commessa va quindi a chi nella gara era arrivata seconda, cioè l’impresa “Senatore Geom. Pasquale”.

Il contratto è quello affidato in un primo tempo dalla Centrale Unica di Committenza istituita presso la Comunità montana di Valle Sabbia alla Maser Srl, per i lavori di “efficientamento energetico nonché adeguamento sismico dell’edificio sede dell’Istituto Comprensivo di Vobarno, con accorpamento della scuola primaria di Vobarno con la scuola secondaria di primo grado”.

Un’operazione per la quale è stato previsto un importo a base d’asta di 5.357.652,45 euro.

La decisione è stata presa dalla sezione staccata di Brescia del Tar Lombardia, in seguito ad un ricorso presentato dalla stessa “Senatore Geom. Pasquale”.

E vien da dire “meno male”.

La ditta che con l’offerta più bassa si era aggiudicata l’appalto, infatti, si era “dimenticata” di far sapere che nel 2016 il Comune di Sassari aveva risolto in suo danno l’appalto del valore complessivo di 1.875.000,00 euro relativo all’affidamento dei lavori di realizzazione delle piste ciclabili, per violazione delle disposizioni in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e del Piano di sicurezza, nonché per arbitrario unilaterale abbandono del cantiere.

Altra dimenticanza il provvedimento di interdizione a far contratti con la pubblica amministrazione adottato in data 27 luglio 2017 dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.
Per non dire del provvedimento di esclusione dalla gara d’appalto assunto dal Comune di Borgomanero per il collegamento con altra impresa partecipante alla medesima procedura.

Insomma, tutta una serie di omissioni che hanno indotto il Tar ad accettare il ricorso, condannando alla refusione delle spese legali, per 2mila euro ciascuna, sia la Maser Srl sia la Centrale Unica di Committenza.

Secondo il Tar, infatti, quest’ultima, pur non essendo a conoscenza di alcuni fatti omessi dalla Maser Srl, era in possesso di elementi sufficienti a giustificarne l’esclusione dalla gara.

Già il progetto di accorpamento delle scuole vobarnesi ha sollevato in paese forti e non ancora sopiti malumori, ci mancava solo che i lavori venissero affidati ad una ditta manifestatamente incapace a farli per bene.

«Questo ricorso l’abbiamo vinto con facilità, del resto gli inadempimenti della ditta che aveva fatto un’offerta più bassa della nostra erano evidenti – ci ha detto il titolare della Senatore geom. Pasquale -. Speriamo dunque di poter cominciare presto coi lavori, per quel che ci riguarda noi saremo pronti a farlo già a gennaio del prossimo anno».




Vedi anche
04/07/2018 07:47:00

Accorpamento scuole: i genitori «interrogano» Un lungo ed articolato documento quello predisposto dal Comitato genitori di Vobarno, che è stato sottoscritto da mezzo migliaio di persone

14/04/2018 16:53:00

Sull'accorpamento delle scuole di Vobarno Con riferimento alla lettera “a noi piace molto“ pubblicato l’11 aprile, spiace ancora una volta dover intervenire per portare il nostro contributo alla discussione sul progetto di accorpamento delle scuole

04/07/2018 17:22:00

La giunta si fermi e si confronti In merito all'accorpamento delle scuole vobarnesi, dopo aver rilevato la presa di posizione del Comitato genitori, riceviamo anche questa lettera

31/03/2018 08:29:00

Vobarno: l'accorpamento delle scuole non piace Ma l'Amministrazione comunale insiste: «Abbiamo a cuore la sicurezza di insegnanti e alunni ed abbiamo fondi per sistemare un solo stabile»

16/04/2018 08:13:00

Ma quella scuola è sicura o no? Pubblichiamo una nuova lettera che riguarda i progetti di accorpamento delle scuole vobarnesi, che l'Amministrazione vorrebbe concludere alla svelta, adducendo opportunità finanziarie e ragioni di sicurezza



Altre da Vobarno
13/07/2020

9 candeline per Patrick

Tanti auguri a Patrick, di Collio di Vobarno, che oggi, 13 luglio, spegne 9 candeline

10/07/2020

Famiglie con figli lasciate indietro

«Le scrivo perché a seguito della comunicazione ricevuta stamattina, si specifica che le famiglie non residenti a Roè Volciano non potranno più usufruire del servizio mensa», così ci scrive un lettore di Vobarno. Pubblichiamo volentieri

29/06/2020

Anna e Mario, insieme da 57 anni

Felicitazioni per Anna e Mario, di Vobarno, che in questi giorni hanno festeggiato il loro 57 anno di matrimonio

28/06/2020

Lettera indiscreta al legislatore

In questi giorni abbiamo toccato il punto più basso della nostra giustizia: un sistema clientelare per le nomine delle cariche più importanti dello Stato

26/06/2020

Scuola dell'infanzia San Giorgio di Vobarno: «per una pedagogia della vicinanza»

Anche la scuola materna vobarnese nel periodo di emergenza sanitaria ha adottato la didattica a distanza, cercando di creare una rete con i bambini e le loro famiglie

25/06/2020

Fondi per il Terzo settore

Anche numerose realtà socio-sanitarie ed educative valsabbine beneficeranno dei contributi del bando di Fondazione della Comunità Bresciana nell’ambito di AiutiAMObrescia

24/06/2020

Estate in Riserva

È la proposta estiva del Comune di Vobarno per i bambini dai 6 agli 11 anni: quattro settimane alla Riserva Naturale Sorgente Funtanì

18/06/2020

Fondi per la prevenzione incendi

Sono quelli che riceverà l’Istituto d’istruzione superiore “Perlasca” per riqualificare il sistema antincendio delle due sedi di Idro e Vobarno

17/06/2020

Riapre lo sportello My City Point

Da questo giovedì 18 giugno torna a disposizione dei cittadini di Vobarno lo sportello di assistenza per i servizi comunali

12/06/2020

Rischio idrogeologico, fondi per frane e smottamenti

Anche alcuni Comuni valsabbini sono fra i destinatari di fondi regionali per la messa in sicurezza del reticolo idrico minore e ripristino di dissesti potenzialmente pericolosi