Skin ADV
Giovedì 23 Novembre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




21.11.2017 Villanuova s/C Roè Volciano

21.11.2017 Pertica Bassa Agnosine Roè Volciano

21.11.2017 Bagolino

22.11.2017 Bione

21.11.2017 Vobarno

21.11.2017 Villanuova s/C

21.11.2017 Giudicarie Storo

22.11.2017 Bione

21.11.2017 Villanuova s/C

21.11.2017 Provincia






14 Ottobre 2016, 09.06

Pillole di psicologia

Senza studio e senza lavoro: neet generation?

di Annalisa Croci
Come si orientano i giovani oggi, quali obiettivi hanno? Per alcuni è indeterminatezza 
 
Approfondisco un termine che oggi viene utilizzato per indicare una fascia di giovani, che non ha obiettivi e che rappresenta da alcuni anni un nuovo fenomeno sociale: la neet generation.
Letteralmente significa Not in Education, Employment, Training, ossia giovani che non studiano, non lavorano e non stanno partecipando a corsi di formazione; essi hanno un età compresa tra i 15 e 29 anni.

In particolare non trovano un’occupazione, né precaria, poiché non tentano più di cercarla e non partecipano a nessun processo né di formazione, né di inclusione sociale. 
Secondo il Rapporto “Economie regionali” della Banca d’Italia, nel nostro Paese sono in questa situazione due milioni e duecentomila under 30: il 3,4% in più rispetto a due anni fa; oggi hanno raggiunto quota 27%, oltre tre  milioni e mezzo.

Pensare al futuro per alcuni giovani è diventato impossibile, fra le motivazioni vi è la convinzione che terminano il liceo l’università non influirà in modo fondamentale sul lavoro futuro.
Pertanto ne fanno una questione di difficoltà ma di volontà; non vogliono proseguire gli studi, perché affermano che “tanto non lavorano neppure quelli con la laurea, figuriamoci allora senza.“ 

Altri faticano ad entrare nel mondo del lavoro poiché gli stage quasi non sono retribuiti, i lavori sono malpagati.
Con la crisi economica anche chi non è proprio alla prima esperienza e svolge la stessa professione da dieci anni ha visto diminuire il proprio livello retributivo. 

Fra essi però sono state suddivise alcune categorie: fiduciosi, disimpegnati, sfiduciati, esigenti, agiati, sognatori
Vi sono altri giovani definiti anch’essi Neet che nonostante siano iper- informati e iper-connessi, sono isolati dalla società reale. Inoltre, sembrano avere solo la famiglia come punto fisso importante, ma non hanno ideologie o altre agenzie educative o formative al di fuori di essa.
 
Si può trattare di disagio emotivo o depressione diffusa? 
La riposta al fenomeno della neet generation è complessa, resta importante il fatto che i genitori debbano spronare i figli a raggiungere degli obiettivi, dare fiducia piena ai giovani ed alle loro capacità; ma allo stesso tempo lasciare autonomia perché trovino un’identità personale stabile. 

Forse questa fotografia della realtà oggi dovrebbe portare ad agire, ad essere speranzosi nella ripresa e incoraggiare i ragazzi a trovare motivazioni per collocarsi nella società. 
 
Dott.ssa Annalisa Croci
Psicologa e psicoterapeuta
cell. 334/2357696
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
30/03/2012 10:00:00
Il lavoro di squadra Se al lavoro si lavora bene in team la fatica si attenua e l’impegno collettivo diventa fonte di armonia e creatività senza mortificare le doti di ciascuno

22/08/2016 14:51:00
«Neet», ovvero i giovani che non studiano né lavorano Si stima che in Italia i Neet siano oltre due milioni. Si tratta di un numero di giovani in aumento che sono inattivi, prima di tutto a livello lavorativo, seppure per motivazioni spesso anche molto diverse tra loro. Il rischio della disoccupazione "strutturale"


15/06/2012 11:00:00
Lo sconosciuto che abita in noi Ci sono delle domande che ci terranno impegnati per un po' di tempo: cosa ci porta a prendere una strada piuttosto che un'altra? Cosa ci sostiene nella scelta? Quali sono le nostre radici?

23/10/2015 15:28:00
Stalking, quali sono i confini dell’amore e del rispetto ? Nelle relazioni la maggior parte delle persone è in grado di amare a tenere il confine, senza soffocare l’altro: l’amore è reciprocità e rispetto, ma nel caso dello stalking perde i confini.

30/07/2014 12:00:00
Come aiutare i nostri ragazzi a fare i compiti Lo studio e i compiti a casa dei nostri figli rappresentano spesso un problema per noi genitori, tanto che a volte diventano perfino un fertile territorio di scontro. Quali gli atteggimenti da adottare




Altre da Pillole di Psicologia
16/09/2017

Costruire l'umano nella scuola che cambia

La novità della scuola di quest’anno che interessa studenti, docenti, e famiglie, è il progetto del liceo quadriennale

03/08/2017

Piromania, che piacere!

Il rischio è il mio mestiere. Si potrebbe dire parafrasando un’espressione cara a Fleming e al suo storico personaggio 007 che aveva licenza di fare qualsiasi cosa

24/04/2017

Ragazzi che si fanno male

Il cosiddetto “male di vivere” sembra essere in aumento tra i giovani. Secondo l’Osservatorio Nazionale dell’Adolescenza c’è un 20% dei teenager che si fa intenzionalmente del male.

02/04/2017

Nessuno educa nessuno

ntinuano ad accadere fatti gravi come quelli di Genova dove nei giorni scorsi  è stata scoperta una vera e propria catena di attività che i minori fanno on line come quella di inviare foto e video hard ad amici e conoscenti tra cui anche adulti

20/03/2017

I ritirati

Li riconosci perché non li vedi. O meglio, sono quei ragazzi che si isolano per paura del mondo che in alcuni casi diventa vero proprio panico

04/03/2017

Paura della diversità e routine del pensiero

L’antropologo Ernesto De Martino diceva che “la routine è noiosa ma dà sicurezza, questa nostalgia dell’identico è molto difficile da modificare”. Insomma la tendenza è quella di "andare in cerca del simile", perchè ogni novità fa paura

02/03/2017

Il corpo dei nativi digitali

I nuovi giovani, quelli digitali, in rete si cercano, si trovano, si incantano. O meglio si mostrano con mille volti o per lo meno con quegli Avatar che si possono impersonare

19/02/2017

Giovani e crisi d'esperienza

“I Care” scriveva sulla lavagna della sua canonica Don Milani. Egli voleva che i suoi allievi sviluppassero un interesse profondo per le questioni della vita e per tutti i problemi circostanti. E oggi?

10/02/2017

Se a un giovane manca l'idea di futuro

Da Pino Maiolo una riflessione, sull'onda dello sconcerto causato dalla lettera di Michele, il friulano che a trent'anni ha deciso di farla finita e che in queste ore sta rimbalzando sui giornali, in tv e sul web

08/02/2017

Gelosia fra fratelli

Spesso la nascita di un fratellino modifica l’equilibrio della famiglia e crea gelosie. Ecco alcuni consigli

Eventi

<<Novembre 2017>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia