Skin ADV
Mercoledì 01 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








30.03.2020 Vobarno Garda Valtenesi

30.03.2020 Agnosine

30.03.2020 Valsabbia

30.03.2020 Vestone

31.03.2020 Valsabbia

30.03.2020 Vestone Valsabbia

31.03.2020 Agnosine Lavenone Valsabbia

31.03.2020 Valsabbia

31.03.2020 Agnosine

30.03.2020 Valsabbia



26 Febbraio 2020, 07.35
Pertica Alta Valsabbia
Lutto

Il coraggio delle scelte, un pensiero per Carla Leali Baldo

di Alfredo Bonomi
Abbiamo chiesto al prof. Alfredo Bonomi un ricordo di chi è stata Carla Leali e perchè sia da annoverare fra i personaggi illustri della nostra Valle

La Resistenza non ha riguardato soltanto i gruppi più o meno organizzati intorno a finalità ben delineate, ma ha coinvolto in forme diverse le popolazioni delle zone interessate all'azione dei Partigiani.

Nel caso della Valle Sabbia è assodato che i “ribelli” delle Fiamme Verdi hanno operato con il costante aiuto dei montanari dei borghi appollaiati sulle balze delle Pertiche e su altri poggi della Valle.

Anzi è stato il filo resistente della solidarietà umana di tante persone semplici, ma di forti sentimenti, a permettere ai gruppi della Brigata Giacomo Perlasca di superare i difficili mesi invernali.

In questa gara generosa di popolo, iniziata senza pretesa alcuna di posizionamento politico, il ruolo delle donne è stato fondamentale.
La loro partecipazione è stata in primo luogo una risposta generosa sgorgata dal cuore e mossa dall'intelligenza.
L'intuito tutto femminile, così grande e privo di orpelli, nelle difficoltà ha mosso il cammino delle donne Valsabbine verso i valori della Resistenza.

I primi passi sono stati quelli di porgere l'aiuto a chi ne aveva bisogno, cioè ai “ribelli” nascosti nelle soffitte, nelle legnaie, nelle cascine, nei boschi, spesso privi di mezzi, con carenza di cibo.
Successivamente si sono fatte strada anche convinzioni che si possono definire politiche, con la volontà di concorrere alla costruzione di uno Stato democratico e solidale, basato sul rispetto dei valori fondamentali della convivenza umana.

Carla Leali è una di queste donne, ed ha vissuto l'avventura umana e morale della Resistenza nelle Pertiche.
In linea con la mamma, la coraggiosa signora Camilla Piccini che alternava la residenza tra Brescia, Nozza e l'antica dimora di Livemmo e che, con un innato tratto di comportamento elegante, riusciva, con fare disinvolto e signorile, a portare poi la città, celati sotto le sue vesti, messaggi resistenziali importanti, Carla, di pronta intelligenza e di rara sensibilità, con la forza dei suoi 21 anni, si è posta subito dalla parte di chi voleva cambiare l'Italia.

Con l'arma della gentilezza e del fare garbato,
ha in tessuto una preziosissima rete d'appoggio alle Fiamme Verdi della zona delle Pertiche.
Ha partecipato a missioni delicate, ha avuto uno stretto rapporto con il giovane parroco di Odeno, don Lorenzo Salice che aveva non solo acconsentito a fare della sua canonica il “cenacolo degli incontri clandestini”, ma a mimetizzare, con i suggerimenti della sua governante, sul solaio, un ambiente dove ha ospitato a più riprese diversi partigiani.

Il rapporto tra don Salice,
diventato dopo la guerra padre Bonifacio dei Benedettini, pittore e personalità densa di sfumature culturali, e Carla Leali, si è arricchito dopo l'esperienza resistenziale di colloqui culturali e spirituali, nonché di confronti nel campo dell'arte.
È stato un intreccio di alta intensità umana.

Durante i difficili giorni dei rastrellamenti Carla Leali, con astuzia e fermezza, ha partecipato, facendo della dimora di Livemmo ben visibile una “base operativa”, alla strategia delle “lenzuola stese”.
È stata questa una invenzione tutta femminile per avvisare i partigiani dell'avvicinarsi delle truppe repubblicane e tedesche in occasione dei rastrellamenti.

Quando il pericolo era imminente i loggiati delle case di Livemmo, di Odeno, di Avenone, di Ono Degno e degli altri borghi delle Pertiche, diventavano una parata di lenzuola stese appena lavate che si potevano scorgere da lontano, con donne giovani ed anziane diventate instancabili lavandaie.

Nel dopoguerra con il marito, l'indimenticabile professor Renzo Baldo, ha frequentato a lungo Livemmo.
Per molti anni sono stati per tanti una preziosa opportunità per una crescita umana e culturale.

Entrambi insegnanti di gran pregio, con una profonda dedizione alla cultura, hanno inteso l'insegnamento come una palestra formativa per i giovani nella dimensione autenticamente democratica del vivere civile e morale.

Carla Leali ci ha lasciato anche un contributo assai significativo.
E’ un piccolo libro, scritto con finezza di penna e di cuore, a titolo “Donne delle Pertiche durante la Resistenza”.
Sono interviste che trattano delle esperienze e delle idealità di alcune delle più significative donne della zona, preziose per l'attività resistenziale della Brigata Giacomo Perlasca delle Fiamme Verdi.

25 febbraio 2020 Alfredo Bonomi

.in foto: Livemmo.



Invia a un amico Visualizza per la stampa








Vedi anche
26/02/2020 07:28:00
Addio a Carla Leali Baldo Era nata a Livemmo nel 1922, ad aprile, da madre perticarola e padre di Nozza. Si è spenta all'età di 97 anni


27/02/2020 08:45:00
Maestra Baldo Si usava così in anni passati, neanche tanto lontani, quelli delle nostre madri per intenderci, ma ancora in uso oggi, residuo di una consuetudine superata.

02/01/2015 18:09:00
Annullato il presepio vivente a Livemmo Per il lutto che ha colpito la comunità, la sacra rappresentazione della Natività prevista per l’Epifania nella frazione di Pertica Alta è stata annullata

14/02/2013 07:38:00
Barbaine Il professor Alfredo Bonomi, novello Pollicino, a cominciare da oggi e con cadenza quindicinale, con le sue "briciole" ci indicherà la strada per comprendere qualche cosa di più di questa nostra valle

18/06/2010 11:00:00
Il lavoro e l’inventiva a Pertica Alta Sarà presentato nell’ambito di una serata culturale presso l’azienda agricola “Le Fratte” l’ultima fatica di Alfredo Bonomi dedicata a Pertica Alta.



Altre da Valsabbia
31/03/2020

Girelli, dura critica all'operato della Regione

Il consigliere valsabbino del Pd oggi nella seduta del Consiglio regionale: "Serve cabina di regia per cambiare strategia. A dispetto delle dichiarazioni, nel mondo la Lombardia è il caso pilota da non seguire"

31/03/2020

L'Italia in lutto si è fermata a mezzogiorno

Anche i sindaci della Valle Sabbia oggi a mezzogiorno hanno osservato un minuto di silenzio davanti alla bandiera a mezz’asta in ricordo delle vittime della pandemia
• Galleria fotografica


31/03/2020

Bortolo Zanaglio, scultore della semplicità

Originario di Presegno, ad Agnosine viveva e tramandava la sua arte ai giovani allievi. Dopo una vita dedicata alla scultura si è spento ieri all’Hospice di Nozza, oggi – martedì – i funerali

31/03/2020

Un'altra consegna di mascherine ai Comuni

Anche ai sindaci Valsabbini sono giunte altri dispositivi di protezione individuale stavolta per vigili, personale e volontari sempre attraverso la raccolta fondi AiutiAMObrescia

30/03/2020

I Comuni bresciani a sostegno del Made in Italy

Sono molti i Comuni che hanno accolto l’invito della Coldiretti a sostenere attraverso i social, con l’hashtag #mangiaitaliano, le produzioni agroalimentari italiane e locali, eccellenze da valorizzare soprattutto in questo momento di emergenza

30/03/2020

Fondi ai Comuni per buoni spesa

Il governo ha assegnato dei fondi ai Comuni per l'emergenza alimentare per sostenere le famiglie rimaste senza possibilità di fare la spesa. Il riparto dei fondi in Valle Sabbia


30/03/2020

Immigrazione e solidarietà

Si sono autotassati per sostenere AiutiAmoBrescia e l’ospedale di Gavardo. Sono i marocchini di Valle Sabbia e gli islamici del Centro culturale Garda Valsabbia

30/03/2020

Gli angeli delle Rsa

Una lettera di ringraziamento a chi ogni giorno si dà da fare fra le stanze e le corsie delle residenze per anziali. In particolare la Passerini di Nozza. Pubblichiamo volentieri


30/03/2020

Annullato il Grand Prix di corsa in montagna

A causa dell'emergenza sanitaria in corso salta la competizione di corsa in montagna che riuniva sei gare podistiche. Restano in programma singolarmente solo le ultime quattro competizioni


29/03/2020

Gli Alpini per gli ospedali di Gavardo e Desenzano

La raccolta fondi promossa dalle Penne nere della sezione “Monte Suello” di Salò ha raggiunto i 90 mila euro: saranno donate apparecchiature ai due ospedali

Eventi

<<Aprile 2020>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia