Skin ADV
Mercoledì 17 Ottobre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

Valerio Corradi, sociologo territorialista, nell'ambito di progetti europei, nazionali e locali si occupa di modelli di sviluppo locale; innovazione organizzativa e formazione al lavoro; buone pratiche di qualità della vita e bilanci di sostenibilità sociale.  

Tra le sue pubblicazioni:
Per uno sviluppo locale sostenibile (Milano, 2009);
Le incerte vie della sostenibilità (Milano 2011);
Nuove società urbane (Milano, 2013);
Solo chi sogna può volare (Mantova, 2016)
Il blog si propone di riflettere su alcuni temi emergenti che rendono evidente l’intreccio tra spazio dei flussi e spazio dei luoghi ovvero tra globalismo e localismo.
In un quadro segnato da crescenti squilibri sociali, effetti ecologici negativi, crisi di sviluppo, ma anche da nuove opportunità di “crescita” e da forme sociali emergenti diventa fondamentale saper coniugare l’azione locale con un modo di pensare globale.

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE



11 Giugno 2017, 11.10

Blog - Glocal

Onnivoro, vegetariano o vegano?

di Valerio Corradi
“Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla Terra quanto l’evoluzione verso una dieta vegetariana”, così Albert Einstein. Oggi, a che punto siamo? Qual è il significato degli stili alimentari emergenti?

Negli ultimi anni si sta assistendo a una crescente attenzione nei confronti del cibo e degli stili di vita ad esso collegati.

È in costante crescita il numero di persone che esprimono questa nuova sensibilità adottando pratiche alimentari diverse improntate al vegetarianesimo, al fruttarismo (consumo esclusivo o prevalente di frutti), al veganismo (consumo di alimenti che non siano, direttamente o indirettamente, di origine animale), al crudismo (consumo di alimenti non trattati a livello fisico, chimico biologico e genetico), ecc...

Tali orientamenti sono abbracciati da una percentuale crescente di persone (si stima intorno al 10% della pop. Italiana) e risultano basati su motivazioni diverse, ma spesso intrecciate, che richiamano una pluralità di sfere; da quella morale, politica e spirituale a quella salutistica, ecologica e gustativa.

Il cambiamento nella visione del rapporto tra uomo e ambiente, la consapevolezza dell’impatto dell’uomo sugli ecosistemi. l’estensione gli orientamenti pacifisti e non violenti alle relazioni con tutti gli altri esseri viventi e la necessità di trovare nuovi equilibri che concilino salute e istanze etiche, sembrano aver stimolato l’avvio di una generalizzata riflessione nei confronti degli alimenti e delle modalità del nutrirsi.

Tutto ciò testimonia come l’assunzione del cibo sia espressione di un universo di significati che va oltre la mera soddisfazione di bisogni primari e si caratterizza per una elevata connotazione simbolica. La scelta degli alimenti non è solo funzionale ai processi fisiologici ma oggi è sempre più una pratica connessa a specifici tratti e valori culturali e in alcuni casi espressione di una visione del mondo.

Sotto il profilo culturale, l’adozione di stili alimentari “alternativi” potrebbe essere letta come una manifestazione di superficie di trasformazioni socio-culturali più ampie. Da una parte, essa incarnerebbe una critica nei confronti di un modello economico teso allo sfruttamento della natura e in particolare degli animali e porterebbe in sé la richiesta di rifondare la crescita su nuove basi e su principi autenticamente eco-centrici.

Dall’altra, essa esprimerebbe un desiderio di autonomia e di libertà individuale che porterebbe ad esplorare stili di vita alternativi nel tentativo di rimodellare la propria identità e di trovare nuove “certezze”.

In definitiva, non è possibile prevedere fino a che punto queste pratiche alimentari “alternative” diventeranno di massa, ma è forse lecito attendersi, per i prossimi anni, ulteriori trasformazioni dei significati attribuiti al cibo che renderanno lo scenario ancora più pluralista di quello attuale.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID72313 - 12/06/2017 21:07:05 (Tc) ...
d'altronde visto le esigue risorse di acqua,che calano tutti gli anni,prima o poi,bisognera' decidere in futuro se dar da bere ai milioni di animali di allevamenti intensivi(tuttora fonte pricipale di nutrimento),che vengono nutriti da foraggi e quindi ulteriore acqua o se eliminare un passaggio e pensare prima all'uomo stesso e le sue culture vegetali...


ID72316 - 12/06/2017 23:22:23 (Valsabbino) Esperienza personale
A parte ogni discorso etico,morale,affettivo etc etc ... Soffrivo spesso di bruciori di stomaco e problemi di digestione, fino ad un paio di anni fa quando ho deciso di provare a diventare vegetariano. All'inizio è stata molto dura, mi mancava "la bistecca"! Ho provato a sostituirla con tofu e seitan con risultati scarsi, quindi mi son dato alle verdure che non conoscevo troppo sperimentando nuove ricette o abbinamenti. Pian piano ho eliminato i latticini (mi concedo un pezzo di formaggio stagionato ogni tanto) con risultati sorprendenti. I problemi di digestione sono letteralmente scomparsi! Il prossimo obiettivo è eliminare le farine lavorate... Se volete provare vi consiglio di farlo adesso, in estate c'è una vastità di verdure e frutta da non riuscire a provarle tutte in un mese! Quoto Tc per il discorso acqua e aggiungo il dubbio sulla carne da allevamento intensivo... quella che si restringe in padella o.O



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
01/06/2016 07:59:00
Il vegetarianesimo Negli ultimi anni si sta assistendo a una crescente attenzione nei confronti del cibo e degli stili di vita ad esso collegati. Potrebbe essere una manifestazione di superficie di trasformazioni socio-culturali ben più ampie

09/10/2017 12:00:00
Dimagrisci mangiando a sazietà Vuoi perdere peso e sentirti in forma senza sottostare ad una dieta rigida e demotivante? Basta mangiare in modo intelligente e MetodoBianchini te lo insegna


25/01/2014 09:06:00
Dieta vegana: pro e contro Che sia una scelta basata su principi etici o sulla voglia di cambiare alimentazione e stile di vita, la dieta vegana presenta vantaggi e svantaggi che vanno soppesati. Escludere non solo i cibi animali diretti, ma anche quelli indiretti, infatti, potrebbe non essere una scelta sana per tutti

05/03/2014 11:03:00
Ecologia e salute nell’alimentazione vegana Si terrà nell’intera giornata di domenica nella Sala dei Provveditori del municipio di Salò un convegno sui segreti della cucina vegana


22/12/2017 08:00:00
Mangiare insetti Uno dei segnali più evidenti della globalizzazione che segna il nostro tempo è la diffusione di abitudini alimentari proprie di culture “altre” che vengono riscoperte in aree diverse del pianeta



Altre da Glocal
24/09/2018

Imparare a essere cittadini

E’ in corso la raccolta firma di ANCI per reintrodurre l’Educazione alla cittadinanza a scuola. Tra Valle Sabbia e Garda alcuni Comuni hanno già aderito  (1)

12/07/2018

Il ritorno dei boschi

Negli ultimi anni, anche nelle valli bresciane, si è registrata una forte crescita dei boschi naturali. E’ un fenomeno positivo o negativo?  (3)

14/05/2018

Come si vive in montagna?

Come si vive oggi nei territori montani? Quali sono i vincoli e i fattori d’innovazione? Un convegno offre l’occasione per confrontare la Valle Sabbia con altre aree  (3)

09/05/2018

Coltivare tartufi

La coltivazione di tartufi può essere un fattore di sviluppo delle aree interne? La Valle Sabbia è un territorio favorevole alla tartuficoltura? 

23/03/2018

Autismo, un piccolo gesto di grande valore

È in corso una raccolta fondi per sostenere Spazio A, servizio per bambini con autismo. Ogni aiuto concreto fa la differenza

18/02/2018

Mense scolastiche e spreco di cibo

Quanto cibo viene sprecato nelle mense scolastiche? E in famiglia? Uno studio ha cercato risposte 

12/02/2018

Ritornare al servizio militare obbligatorio?

Alpini, Bersaglieri e Fanti lanciano un appello alle forze politiche per ritornare al servizio di leva obbligatorio (8)

10/01/2018

Cronache di ordinarie paure... e di speranze

Periodo di Natale, sto visitando un bellissimo borgo in Trentino. Nella affollata via principale un giovane italiano incrocia un coetaneo di colore, ben vestito, forse uno studente, e si lascia sfuggire: "vattene al tuo paese negro"... (5)

22/12/2017

Mangiare insetti

Uno dei segnali più evidenti della globalizzazione che segna il nostro tempo è la diffusione di abitudini alimentari proprie di culture “altre” che vengono riscoperte in aree diverse del pianeta (11)

02/12/2017

La Val Sabbia e la nuova agricoltura di montagna

“Montanaro”, “campagnolo”, “provinciale” sono solo alcune delle espressioni che in un tempo non molto lontano venivano utilizzate dall’uomo urbano per apostrofare e stigmatizzare coloro che provenivano da aree periferiche e rurali o che erano impegnati nel settore primario. Ora invece...

Eventi

<<Ottobre 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia