Skin ADV
Domenica 21 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


Valerio Corradi, sociologo territorialista, nell'ambito di progetti europei, nazionali e locali si occupa di modelli di sviluppo locale; innovazione organizzativa e formazione al lavoro; buone pratiche di qualità della vita e bilanci di sostenibilità sociale.  

Tra le sue pubblicazioni:
Per uno sviluppo locale sostenibile (Milano, 2009);
Le incerte vie della sostenibilità (Milano 2011);
Nuove società urbane (Milano, 2013);
Solo chi sogna può volare (Mantova, 2016)
Il blog si propone di riflettere su alcuni temi emergenti che rendono evidente l’intreccio tra spazio dei flussi e spazio dei luoghi ovvero tra globalismo e localismo.
In un quadro segnato da crescenti squilibri sociali, effetti ecologici negativi, crisi di sviluppo, ma anche da nuove opportunità di “crescita” e da forme sociali emergenti diventa fondamentale saper coniugare l’azione locale con un modo di pensare globale.

MAGAZINE


LANDSCAPE






05 Giugno 2017, 10.18

Blog - Glocal

Il valore dei voti scolastici e delle competenze

di Valerio Corradi
Si avvicina il momento delle pagelle, ma qual è il valore effettivo dei voti scolastici oggi? In che direzione deve andare la scuola per preparare i giovani alla vita e al lavoro?
 
E’ ancora diffusa in molti genitori la tendenza a considerare lo studio come un’attività volta all’acquisizione di un voto espresso in numeri e di una buona pagella finale.
Malgrado la formale abolizione dei programmi ministeriali e l’adozione del modello per curricoli, è altrettanto forte la tendenza in molte scuole a riproporre contenuti in una logica disciplinarista che scompone il sapere, separa le materie e dentro la quale l’allievo viene valutato ricorrendo a scale numeriche e in alcuni casi ad algoritmi.

Tuttavia, oggi questo modello appare sempre meno in grado di preparare i giovani a vivere in una società complessa e a rispondere alle richieste del mondo del lavoro. In particolare risultano carenti una valutazione scolastica che utilizza i voti in maniera slegata da una riflessione sulle competenze dell’allievo e un insegnamento ridotto al trasferimento di nozioni slegate dalla realtà e dalla vita concreta.

Una delle sfide cruciali per la scuola di oggi è quella di transitare verso una valutazione orientata alla certificazione delle competenze.
Del resto l’acquisizione di competenze di base, professionali e trasversali è sempre più centrale per l’istruzione, l’educazione, la formazione permanente e il lavoro. In molte scuole, negli ultimi anni, si sta adottando una visione sintetica delle competenze che riunisce i tre elementi fondamentali del sapere, saper fare e saper essere nell’unico “saper agire”.

In quest’ottica, la competenza viene intesa come la mobilitazione di conoscenze, abilità e risorse personali, per risolvere problemi, assumere e portare a termine compiti in contesti professionali, sociali, di studio, di lavoro, di sviluppo personale. In altri termini diviene un sapere “in azione” che chiama in causa il modo di misurarsi con la realtà e di reagire ai problemi degli allievi.

Il punto di svolta è allora quello di costruire situazioni di apprendimento che portano gli allievi ad apprendere attivandosi in contesti reali o simulati e gli insegnanti a valutare gli esiti di questo coinvolgimento.
Ad esempio, invece di insegnare in classe come si svolge l’attività di fatturazione è più utile andare sul campo con l’allievo per vedere chi, come, dove, perché nella realtà prepara fatture e l’utilità/necessità di tale operazione.
Questi aspetti potranno poi essere ripresi in aula e completati sul piano teorico e dare luogo ad attività laboratoriali o a prove sul campo in grado di generare prodotti.

La valutazione di queste esperienze non può essere un voto riassunto in un numero ma deve considerate la capacità dimostrata dalla persona di mobilitarsi per affrontare compiti-problema reali.
La nuova valutazione saprà cogliere la capacità di mobilitare il sapere, il saper fare (adempimento di compiti) e il sapere essere (ricoprire e svolgere un ruolo).
La scuola e le famiglia  sono chiamate ad accogliere questa nuova impostazione da cui dipende buona parte del successo formativo dei giovani. 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
27/07/2015 18:17:00
Altre novità sui dirigenti scolastici I trasferimenti interregionali dei dirigenti scolastici hanno portato non poche novità nel panorama tanto della scuola gardesana quanto di quella valsabbina

25/04/2013 12:00:00
Giovani e sport...per allenarsi alla vita Giovedì prossimo, due maggio, alle 20, il Fermi di Salò apre ai campioni per una riflessione sul valore dello sport come scuola di vita

20/08/2012 09:00:00
Borse di studio C'è tempo fino al 15 ottobre per gli studenti delle medie e delle superiori di Paitone per presentare domanda per i contributi scolastici.

05/05/2017 10:11:00
Un patto scuola-lavoro per i giovani valsabbini Le interessanti esperienze di collaborazione tra scuola e impresa presenti anche in Valle Sabbia dimostrano che questa è una strada da percorre per sostenere un nuovo protagonismo giovanile

08/08/2017 08:14:00
Giovani e religiosità: il monoteismo del sé Qual è il rapporto tra giovani e tradizione religiosa? Perché si allontanano o avvicinano ai riti comunitari? Una ricerca sui giovani gardesani ha fornito alcune risposte



Altre da Glocal
10/01/2018

Cronache di ordinarie paure... e di speranze

Periodo di Natale, sto visitando un bellissimo borgo in Trentino. Nella affollata via principale un giovane italiano incrocia un coetaneo di colore, ben vestito, forse uno studente, e si lascia sfuggire: "vattene al tuo paese negro"... (5)

22/12/2017

Mangiare insetti

Uno dei segnali più evidenti della globalizzazione che segna il nostro tempo è la diffusione di abitudini alimentari proprie di culture “altre” che vengono riscoperte in aree diverse del pianeta (11)

02/12/2017

La Val Sabbia e la nuova agricoltura di montagna

“Montanaro”, “campagnolo”, “provinciale” sono solo alcune delle espressioni che in un tempo non molto lontano venivano utilizzate dall’uomo urbano per apostrofare e stigmatizzare coloro che provenivano da aree periferiche e rurali o che erano impegnati nel settore primario. Ora invece...

01/11/2017

Buona e cattiva accoglienza

L’articolato progetto Sprar illustrato il 19 ottobre a Serle, promosso dal Comune e da attori della cooperazione sociale, fornisce l’occasione per riflettere su come fare “buona accoglienza” (3)

09/10/2017

Cucire la speranza nel mondo

Si terrà a Brescia il 1° Festival della Missione. Riportiamo le riflessioni su Africa, missioni e migrazioni di sr Rosemary Nyirumbe, nota religiosa ugandese

21/08/2017

Missionari Fidei Donum nel mondo

Dedicare la propria vita all’ideale della missione in una terra lontana. E’ una scelta ancora attuale che riguarda sacerdoti della diocesi di Brescia; alcuni di loro sono anche valsabbini

08/08/2017

Giovani e religiosità: il monoteismo del sé

Qual è il rapporto tra giovani e tradizione religiosa? Perché si allontanano o avvicinano ai riti comunitari? Una ricerca sui giovani gardesani ha fornito alcune risposte

11/07/2017

Camminare con gli altri nella natura

Tra Garda e Valle Sabbia sono molti i gruppi che nei mesi estivi organizzano camminate collettive in zone rurali o montane per stare insieme nella natura. Vediamone alcuni

22/06/2017

I colori e i suoni delle emozioni

Quanto è importante riconoscere le proprie emozioni ed imparare ad esprimerle? Ha provato a rispondere un percorso di arte terapia per adolescenti della coop. Area

11/06/2017

Onnivoro, vegetariano o vegano?

“Nulla darà la possibilità di sopravvivenza sulla Terra quanto l’evoluzione verso una dieta vegetariana”, così Albert Einstein. Oggi, a che punto siamo? Qual è il significato degli stili alimentari emergenti? (2)

Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia