Skin ADV
Lunedì 22 Aprile 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 
 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Giuliana Franchini, psicologa psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene.
Giuseppe Maiolo,  psicoanalista junghiano, scrittore e giornalista, si occupa di formazione dei genitori e di clinica dell’adolescente.
Officina del Benessere, Puegnago tel. 0365 651827


20.04.2019

20.04.2019 Idro Vallio Terme

20.04.2019

21.04.2019 Bagolino

20.04.2019 Garda

20.04.2019 Val del Chiese Storo

20.04.2019 Anfo

21.04.2019

21.04.2019 Villanuova s/C Valsabbia

21.04.2019 Vobarno






04 Marzo 2019, 09.06

Blog - Genitori e figli

Fare i genitori al tempo dei social

di Giuseppe Maiolo
I bambini e gli adolescenti di oggi sono immersi nel mondo tecnologico e vivono come una “doppia vita” che influenza il processo di sviluppo e di individuazione: una reale dove fanno le esperienze comuni e si confrontano con il principio di realtà, e una virtuale che consente altre esperienze e rapporti con se stessi e con gli altri

I “pollicini”, cioè quelli che digitano solo con i pollici, altrimenti chiamati “nativi digitali”  e nati dalla fine degli anni Novanta in poi, sono cresciuti con Internet e il nuovo modo di interagire.
 
Comunicano, scrivono e parlano, hanno gesti e ritualità che le generazioni precedenti non conoscevano e che i gli adulti di oggi, i “tardivi digitali” non comprendono. In particolare quelli con funzioni educative, genitori e educatori, spesso sembrano disorientati o colti da un forte disagio in quanto chiamati ad aggiornare il loro stile educativo alla nuova era tecnologica che sta cambiando praticamente tutto. 
 
Riflettere su questi aspetti è la prima necessità. Perché è importante cercare di capire cosa sta accadendo a noi e ai nostri figli e interrogarci su cosa serve sapere e fare oggi dove “on line” e “off line” non sono mondi separati e distinti come rette parallele ma, per i nativi digitali, realtà sovrapposte. 
 
La seconda necessità è studiare ed essere curiosi. Cioè sforzarsi di conoscere i nuovi codici di comunicazione cercando di superare i pregiudizi e la nostalgia del passato, quella che fa dire “Un tempo... ”. Frase che interrompe la comunicazione tra le generazioni o la rende estremamente difficile compromettendo anche la funzione educativa. 
 
Per educare oggi serve un’attrezzatura nuova o meglio una “cassetta degli attrezzi” rinnovata e forse arricchita di strumenti specifici. Serve aggiungere i nuovi linguaggi o quanto meno saper riconoscere le nuove espressioni comunicative, i vocaboli e i comportamenti che stanno emergendo, perché altrimenti la forbice che divide i nativi dai tardivi digitali, si fa sempre più ampia. 
 
Essere genitori in questo tempo dominato dai social non significa nient’altro che saper valorizzare le opportunità e le enormi potenzialità del mondo tecnologico, ma soprattutto saperlo governare e non esserne governati. Serve anche per evitare un’inversione di ruoli che rischia di essere negativa, perché non è funzionale alla crescita che i più piccoli educhino i più grandi. 
 
Sapersela cavare, e ancora di più essere competenti nell’utilizzo della tecnologia, vuol dire evitare che i “pollicini” si perdano nel bosco e si debbano arrangiare da soli a uscirne o a difendersi dai lupi. Se non ci siamo alla guida di questo viaggio è partita persa per loro e per noi! 
 
Giuseppe Maiolo
Università di Trento
www.officina-benessere.it 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID79839 - 05/03/2019 10:53:31 (Giacomino) E non aiuta certo
la tanto voluta e tenacemente perseguita distruzione della figura del padre.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/07/2018 08:27:00
Adolescenti e social I social sono buoni o cattivi? Servono agli adolescenti o sono dannosi?  Domande insistenti che oggi riecheggiano ovunque e che, soprattutto i genitori, si pongono preoccupati dei pericoli che i figli possano correre frequentandoli assiduamente

15/07/2018 08:00:00
Mancanza di educazione? Si dice che i bambini e gli adolescenti di oggi usino ormai comunemente un linguaggio da postribolo 

16/12/2018 09:41:00
Nell'educazione parlare non basta “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”. Questa frase, ripetuta spesso per definire chi è volutamente distratto e sentita e in particolare dalle madri che lamentano di non essere ascoltate dai figli, non è solo un’impressione, è una verità 

26/03/2018 10:05:00
L'odio online comincia dal cyberbullismo Lo chiamano Hate speech e vuol dire “incitamento all’odio”. La definizione abbastanza recente della giurisprudenza sta a indicare un fenomeno inquietante e allarmante, presente nelle chat e sui social  

02/03/2017 07:47:00
Il corpo dei nativi digitali I nuovi giovani, quelli digitali, in rete si cercano, si trovano, si incantano. O meglio si mostrano con mille volti o per lo meno con quegli Avatar che si possono impersonare



Altre da Genitori e Figli
21/04/2019

Identità e tecno-dipendenze nei nuovi adolescenti

Quando parlo con i ragazzi che incontro un po’ ovunque e mentre ascolto per motivi diversi i nuovi adolescenti che adesso chiamiamo “face down generation”, cioè generazione china sullo smartphone, mi capita spesso di chiedermi dove sta di casa la loro identità

15/04/2019

Comunicazione digitale e mondo capovolto

Il grande sviluppo della tecnologia che stiamo vivendo è rivoluzionaria perché ci fa intravvedere sconfinati orizzonti e ci offre una strana sensazione di onnipotenza

08/04/2019

Combattere il revenge porn

Da qualche giorno il revenge porn, la vendetta pornografica, è diventato un reato punibile. La Camera dei deputati, all’unanimità, ha approvato il testo sul Codice rosso e su questa nuova forma di violenza alle donne. Finalmente 

01/04/2019

Intervista ad Alberto Pellai

Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta, questo lunedì sera alle ore 20,30 presso la Sala del Consiglio comunale, per il ciclo Genitori in Formazione, affronterà il tema scottante della preadolescenza, epoca complessa e difficile sia per i figli che per i genitori. Gli abbiamo chiesto di anticiparci il suo intervento

31/03/2019

La famiglia adultescente

Al di là delle roboanti attenzioni per la famiglia che animano il dibattito di questi ultimi tempi, la famiglia e le sue funzioni rimangono al centro delle riflessioni da fare, soprattutto per ciò che concerne il progetto educativo e lo sviluppo della società 

26/03/2019

Giochi perversi online

Le prepotenze e le offese sul web aumentano. Aumentano i provocatori e chi si vanta delle proprie azioni perché la rete può ripagare in popolarità con i “like”, che possono anche rendere dal punto di vista economico  

17/03/2019

Le emozioni in rete

E’ tempo ormai di domandarsi dove stiano le nostre emozioni quando siamo in rete e come vengono espresse.

10/03/2019

Il cyberbullismo non è un gioco

Le prepotenze e le aggressioni, le derisioni e le minacce che si sviluppano grazie alle nuove tecnologie di comunicazione sono comportamenti ancora poco conosciuti
(1)

27/02/2019

Costruire l'umano per combattere il bullismo

Sarebbe bello se le azioni bulle avessero anche una minima motivazione e il bullo o la bulla fossero soggetti riconoscibili a distanza. Dietro molte aggressioni, invece, e dietro la violenza ci sono dinamiche complesse ma spesso prive di una qualche specifica ragione

11/02/2019

Quando il bullismo diventa normale

Ci sono storie che si raccontano e altre, spesso quelle che parlano di prevaricazioni e violenze, che vengono tenute nascoste sotto il velo perverso dell’omertà. VIDEO


Eventi

<<Aprile 2019>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia