22 Settembre 2013, 17.01
Bagolino
Spettacoli

Musica delle Giudicarie a Bagolino

di Marisa Viviani

Nell'ambito delle manifestazioni collaterali al Convegno "Incontri Tra/Montani" a Bagolino, si è svolto nella serata di venerdì 20 settembre un concerto di musica liturgica presso la Chiesa di San Giorgio

 
San Giorgio, la cattedrale da molti definita il Duomo di Bagolino per le sue grandi dimensioni (terza in provincia di Brescia dopo il Duomo di Brescia e la Parrocchiale di Santa Maria Assunta di Montichiari) e per la sua storia e il suo valore artistico.
Per iniziativa dello Studio d'Arte Zanetti di Bagolino e per l'organizzazione del Comune e dell'Ecomuseo di Bagolino, con il patrocinio della Provincia di Brescia e del Distretto Culturale di Valle Sabbia, un importante comparto musicale delle Giudicarie si è trasferito nella Valle del Caffaro per intrattenere il pubblico bagosso con una pregevole prestazione, di cui la Missa Brevis del compositore Jacob de Haan ha rappresentato il momento centrale del programma.
 
Interpreti musicali della serata sono stati la Corale San Barnaba di Bondo diretta da Gilberto Valenti, la Corale Santa Giustina di Pieve di Bono diretta da Cornelio Armani, l'organista Tiziano Armani, la Banda Musicale di Pieve di Bono diretta da Sandro Rota, che hanno singolarmente presentato brani musicali prima di eseguire insieme la Missa Brevis sotto la direzione del M° Sandro Rota.
Con chiaro riferimento al tema del Convegno*, anche i musicisti protagonisti del concerto si sono definiti Artisti Itineranti dell'Età Moderna, dato che spesso si trovano ad esibirsi in luoghi diversi per genti diverse, in montagna e altrove, là dove qualcuno ha voglia di ascoltare la loro musica.
 
Il palmares dei vari gruppi musicali è infatti ricco e prestigioso; si va dalla celebrazione del 30° di fondazione della Corale San Barnaba di Bondo con la grande Antonella Ruggero, all'accompagnamento della messa nella Basilica Superiore di San Francesco ad Assisi per la Corale Santa Giustina di Pieve di Bono, al primo posto nel Trofeo Internazionale per Bande Musicali a Barcellona assegnato alla Banda Musicale di Pieve di Bono; e per quanto riguarda l'organista Tiziano Armani, che si cimenta anche con fisarmonica, ottoni e canto corale, le partecipazioni non si contano.
 
Protagonista principale della serata musicale è stata dunque la Missa Brevis, una moderna composizione dell'olandese Jacob de Haan eseguita in prima assoluta nel 2002; ed eseguita dall'ensamble delle Giudicarie quattro volte e per la prima volta al di fuori del Trentino, con un prossimo appuntamento nel Duomo di Trento alla presenza del vescovo.
La messa, come composizione musicale, è formata da parti che accompagnano la celebrazione eucaristica nella liturgia cattolica; Kirie, Gloria, Credo, Sanctus, Benedictus, Agnus Dei sono state così interpretate dalle corali riunite con accompagnamento della banda musicale sotto la direzione del M° Sandro Rota; di grande suggestione l'insieme vocale delle due corali accompagnate dagli strumenti della banda, ben armonizzati, e ben valorizzati dall'ottima acustica della chiesa.
 
Il numeroso pubblico presente ha molto apprezzato il programma presentato attribuendo lunghi applausi ai musicisti.
Una iniziativa musicale di alto significato culturale dunque, per un ambiente predisponente ad un buon ascolto, che può accogliere favorevolmente manifestazioni musicali importanti e significative.
 
Il Serassi.
A questo proposito va sottolineata la presenza nella Chiesa di San Giorgio a Bagolino di un organo Serassi del 1839, costituito almeno da 1500 canne, collocato lateralmente all'altare maggiore secondo lo stile lombardo (a differenza dello stile nordico, già presente nella Valle del Chiese in Trentino, che lo colloca invece centralmente al di sopra del portale d'ingresso della chiesa).
Questo organo di tipo orchestrale è un raro esemplare nel suo genere; è di magistrale fattura e di ottima sonorità, ma versa purtroppo in uno stato di preoccupante precarietà e necessita di un restauro radicale; l'organista Tiziano Armani che si dedica con grande passione anche all'arte del restauro d'organi, ne raccomanda l'urgenza trattandosi di un vero gioiello da tutelare.
 
L'occasione di questa serata musicale in cui l'organo ha potuto far sentire il suo particolare suono e le sue grandi potenzialità musicali, giunge così a proposito per portare all'attenzione dei cittadini di Bagolino, fedeli o laici essi siano, il problema del restauro.
Un progetto finalizzato a reperire le risorse sarebbe quindi auspicabile e analoghe iniziative musicali potrebbero essere utili, oltre che per ascoltare della buona musica, anche per iniziare una raccolta fondi.
 
Marisa Viviani
 
*Incontri Tra/Montani – Artisti itineranti di montagna dal Medio Evo all'Età Moderna.
 
 


Aggiungi commento:

Vedi anche
23/07/2020 09:00

A solo e col basso Secondo appuntamento a Bagolino con "San Rocco in Musica" questo sabato sera, 25 luglio. Il concerto si terrà ancora presso la Chiesa Parrocchiale di San Giorgio, predisposta per il distanziamento sociale

29/12/2014 12:00

Concerto per il nuovo anno Martedì sera nella chiesa parrocchiale di San Giorgio a Bagolino, il concerto del Duo "Uht", con Daniele Richiedei al violino e Pierangelo Taboni all’organo

19/02/2015 08:00

Il Garda e la musica Nell'ambito delle iniziativa per il 450° anniversario dell'Ateneo di Salò, domenica pomeriggio nella sala dei provveditori un convegno e un concerto per ricordare i musicisti gardesani del passato

13/07/2020 10:19

«San Rocco in Musica» in San Giorgio, buona la prima È andata bene a Bagolino la prima serata della rassegna musicale "San Rocco in Musica", svoltasi in una sede più spaziosa per le note esigenze di distanziamento sociale

12/01/2017 15:02

La musica folk del mondo Sarà l’apprezzato violinista bagosso a tenere un seminario-workshop di musica moderna per strumenti ad arco venerdì 20 gennaio al Caffè Letterario di Brescia, seguito in serata da un concerto per violino solo, nell’ambito della rassegna “Armonie in Primo Piano”




Altre da Bagolino
25/11/2021

Nel dirupo col trattore

Ha rischiato seriamente di perdere la vita l'agricoltore 53 enne che è precipitato col suo trattore in un dirupo, poco sopra la Provinciale che unisce Bagolino a Riccomassimo. Fortunatamente per lui, il ricovero con l'eliambulanza ha potuto avvenire con codice giallo

18/11/2021

«Iconografia musicale in Valle Sabbia»

Sarà presentato presso l’Ecomuseo della Valle del Caffaro il libro di Giovanni Baronchelli dedicato agli strumenti musicali rappresentanti nell’arte in Valle Sabbia

15/11/2021

Si fa presto a dire Avis

L'AVIS di Bagolino ha festeggiato nei giorni scorsi il 40° della sua fondazione, anniversario comunque riferito al 2020, l'anno della massima emergenza Covid in cui ogni celebrazione era stata obbligatoriamente sospesa

11/11/2021

«Il terzo ponte non s'ha da fare»

Questa la posizione dell’Amministrazione comunale di Bagolino in merito all’annosa questione della rotonda quadrata sul fiume Caffaro, al confine col Trentino

(1)
07/11/2021

IV Novembre, ricordo di guerra, impegno di pace

È ripresa a Bagolino la celebrazione del 4 Novembre, la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, dopo la sospensione per pandemia del 2020

07/11/2021

IV Novembre a Ponte Caffaro

Anche nella frazione a lago di Bagolino si è tenuta la commemorazione della festa dell’Unità nazionale e delle Forze armate con la partecipazione delle scuole e delle associazioni d’arma

06/11/2021

Abbassamento dei livelli, Tonina: «Nessuna conseguenza per il biotopo»

Per la Provincia autonima di Trento non ci sono state conseguenze per l'habitat naturalistico di Baitoni. Non la pensa così il consigliere Marini

05/11/2021

Vaccinazioni alla popolazione, un servizio con il cuore

Sono state oltre mille le dosi di vaccino somministrate in totale dal piccolo Centro vaccinale attivato presso la Casa di Riposo di Bagolino, con il prezioso contributo di tutti. E ora si parte con la dose “booster”

05/11/2021

Arrivarci insieme: Gemma e Angelo 70 anni di matrimonio

Vengono definite “nozze di titanio”, con un'espressione che non è affascinante come “nozze d'oro o nozze di diamante”, ma che va dritta alla sostanza del suo significato, perché il titanio è in assoluto il metallo più resistente al mondo, e il più resistente alla corrosione.

31/10/2021

Fuori strada nel parcheggio

Arrivano “lunghe” in curva e picchiano contro un’auto ed una ruspa regolarmente parcheggiate. Due donne sono così finite in ospedale