09 Novembre 2019, 06.51
Gavardo
Ambiente

In 42 sul Pedibus di Gavardo

di red.

Attivo da qualche anno, innovativo, economico, educativo ed ecologicamente sostenibile, il sistema di trasporto gavardese si avvale di cinque “fermate”


L’amministrazione comunale di Gavardo, giovedì scorso ha predisposto cinque cartelli Pedibus, per soddisfare la richiesta da parte delle famiglie che è in continuo aumento.
Ad oggi, infatti, sono ben 42 i bambini che usufruiscono di questo servizio.

Ad accompagnare i piccoli alla scuola primaria sono i volontari del Gruppo di Cammino di Gavardo, insieme a dei nonni e a qualche genitore che si è messo a disposizione.

«Un servizio che viene incontro alle famiglie
che di primo mattino devono andare al lavoro e hanno bisogno di lasciare i figli in sicurezza - afferma Ombretta Scalmana, assessore all’Istruzione di Gavardo -. Permette di evitare il transito in automobile per giungere alle scuole attraverso il paese, le cui strade sono già intasate e trafficate in un orario di punta. L’andare a piedi attraverso il paese è anche un’ottima occasione per i bambini di fare movimento e di apprendere l'educazione stradale sul campo e diventare più autonomi. Non da ultimo, si crea complicità e relazione tra i bambini, per cui l’andare a scuola non è più solo uno spostamento da casa ma un “fare un pezzo di strada insieme”».

Durante il tragitto
i bambini indossano il gilet e, in caso di pioggia, la mantellina gialla del Pedibus, così da essere visibili e riconoscibili.
Gli accompagnatori non sono mai improvvisati, seguono infatti delle lezioni preparatorie tenute dalla polizia Locale e durante l’anno partecipano a dei momenti di verifica per migliorare il servizio stesso.

Le fermate sono cinque, ora riconoscibili.

Il Pedibus parte dalla Biblioteca per passare poi in piazza Marconi, all’inizio di via S.Maria nei pressi dell’ ex scuola elementare, via Dossolo per giungere infine all’Istituto Comprensivo.

I responsabili del Pedibus ricordano che i bambini possono usufruire del servizio esclusivamente a seguito dell’adesione formale tramite il modulo specifico che viene distribuito nelle scuole ad inizio anno scolastico e che si può chiedere agli accompagnatori in qualsiasi momento dell’anno.

E’ totalmente gratuito ed è attivo da ottobre a giugno.
Ad oggi il servizio è di sola andata e si effettua in tre mattine, il martedì, il mercoledì e il venerdì. Gli accompagnatori purtroppo non sono molti e il servizio non sarebbe possibile senza il generoso supporto del Gruppo di cammino; da qui l’appello per trovare nuovi volontari, anche tra gli stessi genitori.

Chi volesse aderire come volontario si può rivolgere direttamente agli accompagnatori.
Una partecipazione maggiore da parte degli adulti permetterebbe non solo di effettuare il servizio per tutte e cinque le mattine della settimana, ma anche di attivare altre linee che possano coprire aree diverse del paese, soddisfare le numerose richieste e rendere Gavardo in linea con un modello di sviluppo sempre più sostenibile.

.foto di repertorio




Vedi anche
09/06/2018 08:00

Un anno con il Pedibus a Gavardo Un grazie agli organizzatori e ai volontari per il servizio che, fra l’altro, insegna ai più piccoli a fare attenzione quando camminano per le strade

20/10/2010 08:00

In 102 col Pedibus In tanti a Villanuova hanno aderito all’iniziativa del Pedibus per andare a scuola a piedi in sicurezza due giorni a settimana.

29/11/2014 09:21

Anche a Odolo a scuola col Pedibus Una trentina di bambini percorrono il tragitto casa-scuola e viceversa a piedi, sorvegliati da una trentina di volontari che li accompagnano lungo tre percorsi, con benefici per la loro salute e per le casse comunali

07/05/2008 00:00

A scuola col “Pedibus” Sar sperimentato negli ultimi sabati di quest’anno scolastico, a Villanuova sul Clisi, il servizio Pedibus, per permettere agli alunni di andare a scuola a piedi in sicurezza, che partir in forma definitiva all’inizio del prossimo anno.

19/09/2019 10:45

Volontari per il Pedibus cercansi Il Comune di Vobarno rivolge un appello a genitori, nonni, zii e persone di buona volontà per accompagnare a scuola a piedi i bambini il sabato mattina



Altre da Gavardo
27/01/2021

Si allenta la pressione sugli ospedali

Con il miglioramento dei dati sui contagi, diminuiscono anche i pazienti ricoverati negli ospedali dell’Asst del Garda

25/01/2021

Tra Memoria, Ricordo e bombardamento

Le ricorrenze civili nazionali del Giorno della Memoria (27 gennaio) e del Giorno del Ricordo (10 febbraio) si intrecciano con l’anniversario del bombardamento (29 gennaio) con tre iniziative quest'anno trasmesse in streaming

20/01/2021

Gaia: «Depuratore, scelta tecnica o politica?»

I due aspetti si scontrano e si sovrappongono nella decisione da prendere che deve giungere dai gardesani, ma sul fronte Chiese le sentinelle sono sempre all’erta

17/01/2021

Il presidente Mora: «Un grazie al consigliere per il suo contributo»

«Dispiaciuto della scelta, lo ringrazio per le idee e i confronti emersi in questo periodo tra consiglieri». Intanto nella casa di riposo sono inziate le vaccinazioni antiCovid

17/01/2021

I «ragazzi» del coro

Magari qualcuno ha i capelli bianchi, magari ci sono anche brave ragazze, ma tutti i cori hanno in comune due grandi passioni: la bellezza del canto e l’amicizia

17/01/2021

Rsa «La Memoria», dimissioni dal Cda

Un altro scossone all’interno dell’amministrazione della casa di risposo gavardese: un consigliere, già vicepresidente, si è dimesso

15/01/2021

Come «premio» una gran multa

Aveva regolarmente pagato l’assicurazione, ma è stato truffato. Se ne sono accorti i Vigili, che l’hanno fermato

14/01/2021

«Stanze degli abbracci», obiettivo raggiunto

Sono già stati consegnati alle due case di riposo gavardesi i fondi raccolti con l’iniziativa natalizia per consentire agli ospiti di riabbracciare i loro familiari in sicurezza

14/01/2021

Asst del Garda, resta alta la pressione sugli ospedali

Rispetto a dicembre, sono aumentati i ricoveri nelle strutture ospedaliere con pazienti del territorio. Intanto si avvia a conclusione la prima fase della vaccinazione degli operatori sanitari

13/01/2021

Cabina di regia «frenata» dalla mozione

L'incontro convocato stamani dal Ministero dell'Ambiente dovrà necessariamente tenere conto dell'avvenuta approvazione della mozione Sarnico a livello provinciale. I sindaci del Chiese: “No ai balzi in avanti”