10 Settembre 2020, 16.32
Animali

Bastardi

di Ubaldo Vallini

Non loro, quelli della foto, ma gli umani: quelli che hanno lasciato 5 cuccioli appena nati in una cassetta lungo la “intercomunale” fra Bione e Casto


Forse quella cassetta l’hanno notata in molti e certo era lì da qualche ora quando mio cugino, intelligentemente curioso, si è fermato per vedere cosa c’era dentro.

«Ci sono dei cagnolini, sono tutti morti, coperti di mosche. Chi bisogna avvisare per queste cose? Io sto andando al lavoro…».
Mi sono fatto spiegare il posto (lungo la strada fra Bione e Casto, alla prima curva a destra scendendo verso Bione) e ci sono andato io.

I cagnolini erano cinque e quando sono arrivato ne ho visto uno che si muoveva. Ho preso dalla moto una busta di plastica ed ho cominciato ad allontanare le mosche e ne ho visto un altro che apriva la bocca. Poi un altro ancora.
Alla fine ho potuto vedere che si muovevano tutti, anche se erano stremati.

Ho chiamato il 112 che erano le 14:48 di oggi.

Sapete come funziona: ti rimpallano da un telefono all’altro con in mezzo risponditori automatici multilingue, ma tu sei tranquillo perché sai che dall’altra parte intanto qualcuno si è già attivato.

Ed ecco che mi passano i carabinieri: «Il servizio pubblico di veterinaria a quest’ora non risponde» mi dicono. Io ero impossibilitato a spostarmi di lì coi cagnolini perché ci ero arrivato con la moto.
«Le mandiamo una pattuglia allora». 

La pattuglia è arrivata alla svelta, da Vestone
, ma anche i militari potevano poco e i veterinari di loro conoscenza aprivano i loro ambulatori non prima delle 16. Da Brescia l’Ats aveva detto che sarebbe stata in loco non prima di un paio d’ore: troppo per pensare che quei cuccioli, già allo stremo, potessero nel frattempo sopravvivere

E’ successo che nella prima attesa avevo postato una foto su facebook e, potenza dei social soprattutto quando si tratta di animali e per giunta cuccioli, si era mosso un bel dibattito.
A trasformarlo da virtuale in concreto ci ha pensato Nadia Leali, volontaria che quando si tratta di cuccioli non ha mezze misure: da Agnosine, dove vive, si è infilata nell’auto e ha raggiunto la “strada della Selva”, arrivando poco dopo i carabinieri.

Mettendo a disposizione i suoi canali poco ufficiali, ma efficienti, Nadia ha permesso ai militari di raggiungere telefonicamente il dottor Andrea Bettinsoli, veterinario a Vestone, ha caricato i cuccioli in auto dopo averli sistemati in una cesta e a Vestone ce li ha portati lei.   

Sono tre maschi e due femmine
, il veterinario certo ne ha avuto cura fino all’arrivo dei colleghi dell’Ats.
Occhi chiusi ancora, cordone ombelicale rinsecchito ma ancora attaccato, hanno probabilmente meno di due giorni.
Prima delle 16 il recupero era stato portato a termine.

Bravi tutti, quasi ...come si fa ad abbandonarli a quel modo?  

PS - Ho fatto anche un breve video, si vedono i cagnetti assaliti dalle mosche e dalle vespe e li si sente guaire disperati. Non me la sento di divulgarlo. Però ce l'ho.

in foto: i cinque cagnolini assaliti dalle mosche; coi carabinieri; Nella cesta portata da Nadia; il luogo esatto del ritrovamento.




Vedi anche
12/09/2020 07:14

Ne sono morti due Dei cinque cagnolini salvati a Bione lungo la strada della Selva ne sono morti due. Ci vorrà ancora qualche giorno prima di poter dichiarare fuori pericolo gli altri

23/09/2020 07:55

Ne sono rimasti due Dalla pagina facebook dell’associazione “Laica” di Erbusco, un aggiornamento sullo stato di salute dei cagnolini rimasti, fra i cinque ritrovati qualche giorno fa a Bione

28/01/2010 20:40

Fusti abbandonati, il Comune paga. Quattordici fusti da 200 litri ciscuno di materiale "speciale" abbandonati in riva al fiume a Sabbio Chiese. Fenomeno inquietante.

14/04/2019 11:02

Inerti abbandonati Stavolta si tratta di materiali di cantiere lasciati lungo una strada di Lodrone, in Comune di Storo

28/04/2019 07:00

Due liste per Bione Per la prossima tornata elettorale per il Comune di Bione sono state presentate due liste: quella della maggioranza uscente di Vivere Bione, che ricandida il sindaco Franco Zanotti, e la lista Bione Che Cresce, con capolista Ubaldo Vallini