21 Ottobre 2022, 06.57
Vobarno Barghe Pertica Alta Valsabbia
Dalla Regione

14 milioni contro lo spopolamento

di Ubaldo Vallini

Il presidente Attilio Fontana ha visitato la Valsabbia e il Garda, presentando il piano "Aree interne" che intende fornire servizi adeguati e più vicini per contrastare lo spopolamento della montagna


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Ventotto Comuni fra Valle Sabbia e Alto Garda, escludendo quelli che trovandosi al confine col Trentino, da Bagolino a Limone, per realizzare progetti strategici e di sviluppo da anni godono di altre forme di finanziamento. In tutto poco più di 84mila abitanti che risiedono in una delle aree più marginali del territorio lombardo.

È questa una delle “aree interne” individuate da Regione Lombardia: ciascuna destinataria di 14 milioni di euro che devono servire alla realizzazione di progetti di sviluppo che mirino a fermare lo spopolamento della montagna da una parte e a garantire lo stesso trattamento in servizi essenziali alla cittadinanza dall’altra.
Due obiettivi per altro fortemente interconnessi.

Le comunità della Valle Sabia e dell’Alto Garda, sono state oggetto ieri della visita del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.
Con lui gli assessori Massimo Sertori (Enti locali, Piccoli comuni e Montagna), Davide Caparini (Bilancio e Finanze) e Stefano Bruno Galli (Autonomia e Cultura).

«Il progetto “aree interne” è molto articolato
, così come è complesso trovare soluzioni allo spopolamento della montagna – ha detto il presidente Fontana -. Servono infatti tante azioni. Ma la cosa fondamentale è iniziare: cercare di innescare quegli interventi in grado di dare continuità alla storia e alla tradizione di questi luoghi.
Con il progetto di rigenerazione culturale, sociale ed economica di questo borgo siamo sulla strada giusta».

Il riferimento è al piccolo borgo di Livemmo, da cui è partita la visita di ieri, scelto ad esempio in quanto figura tra le 21 realtà, una per regione, candidate per ricevere attraverso il Ministero della Cultura un maxifinanziamento da 20 milioni di euro:
«Una piccola realtà che fa comprendere con quanta attenzione e concretezza guardiamo all’intero territorio lombardo – ha aggiunto Fontana -. Livemmo deve essere il modello per contrastare lo spopolamento».

Nella ex Centrale di Barghe l’incontro con tutti i sindaci e con gli altri soggetti coinvolti nel rilancio territoriale dal punto di vista economico, sociale e culturale.
«Siamo nella prima fase del progetto e ora dobbiamo, tutti insieme, senza campanilismi o distinzione di schieramento politico, pensare al bene del territorio ed individuare delle azioni che permettano a Valle Sabbia ed Alto Garda di raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti con questo progetto» ha affermato a questo punto Attilio Fontana.

«Siamo alle prese col caro energia, con gli aumenti delle materie prime – ha detto l’assessore Caparini -. Il nostro maggior impegno, in questo momento particolare, è quello di mettere a sistema tutte le risorse che si possono recuperare, dall’Europa o dallo Stato, per garantire continuità negli investimenti: ricchezza di cui la montagna ha bisogno per lo sviluppo delle comunità».

«Non sono certo mancate le “strategie del controesodo”, con i fondi per i Comuni confinanti, la Legge 9 e ora il progetto “aree interne”» ha affermato Sartori, che ha rivendicato anche i successi riscontrati nella battaglia che ha portato i Comuni a ricevere i proventi per lo sfruttamento delle risorse locali: ad esempio i canoni per lo sfruttamento dell’acqua che ha portato nelle casse comunali dei Comuni bresciani 630 mila euro, più 800 mila euro in energia gratuita per quei Comuni sui quali ci sono le dighe di accumulo.

Per gli amministratori locali sono intervenuti i due presidenti di Comunità montana.

Giovanmaria Flocchini per quella valsabbina ha indicato nella ciclabile di fondovalle, nei servizi sociali e nella formazione gli ambiti di intervento in cui ci si potrebbe muovere, auspicando che lo si possa fare più velocemente di come è stato fatto per la strada di fondovalle, con un accordo di programma interregionale siglato nel 2013 ed ancora un nulla di fatto.

Davide Pace, per l’Alto Garda, ha ringraziato la regione per quanto è stato fatto fino ad ora e ricordato le differenze fra due territori comunque complementari. Entrambi sono ad ogni modo convinti che Alto Garda e Valle Sabbia, già abituati a lavorare insieme per la crescita delle rispettive comunità, sapranno farlo, e bene, anche in questa occasione.




Vedi anche
17/03/2022 06:55

18 milioni per la montagna lombarda Contro l’abbandono e lo spopolamento anche il bando regionale che prevede “indennità compensative per le aree svantaggiate di montagna”

20/06/2016 10:00

Piccoli borghi, un bando contro lo spopolamento Potrebbe interessare a parecchi paesi della Valle Sabbia il bando «Attiv-aree» di Fondazione Cariplo dedicato ad evitare lo spopolamento dei piccoli borghi

22/03/2020 08:00

Nuova stretta sulla Lombardia L'ordinanza del presidente della Regione Attilio Fontana - in vigore a partire da oggi, 22 marzo - contiene misure ancora più stringenti per fermare il contagio da coronavirus. L'imperativo è agire nel minor tempo possibile

22/05/2008 00:00

Acqua ed energia per la montagna Tutelare la montagna, creare opportunit economiche e posti di lavoro, combattere lo spopolamento: sono gli obiettivi perseguiti dalla Provincia con tre progetti che saranno avviati gi questa estate entro agosto. Uno riguarder la Valsabbia.

21/07/2022 09:00

Fontana inaugura la Casa delle Associazioni Il presidente di Regione Lombardia interverrà sabato all'inaugurazione del nuovo edificio che l'amministrazione comunale di Vallio Terme metterà a disposizione dei sodalizi del paese




Altre da Barghe
23/10/2022

Scontro all'incrocio

Brutto incidente poco dopo mezzogiorno di questa domenica sul ponte vecchio di Barghe dove un motociclista si è scontrato frontalmente con un’auto

13/10/2022

Un nuovo deputato valsabbino

Erano diversi anni che la Valle Sabbia non esprimeva un parlamentare. Oggi inizia la legislatura per il neodeputato Gian Antonio Girelli

(1)
27/09/2022

I coscritti

Anche quest'anno i coscritti del 1976 di Sabbio Chiese, Barghe e Provaglio Val Sabbia si sono ritrovati per la cena di classe

14/09/2022

«Propedeutico» alla ciclabile

A Ponte Re di Barghe sono iniziati i lavori di regimazione idraulica per un torrente e di messa in sicurezza di un versante. Torneranno utili anche per il prosegumento della Greenway della Valle Sabbia

05/09/2022

Avis al Trofeo auto storiche di Lumezzane

Gli avisini valsabbini volontari per il posto di controllo della manifestazione motoristica in quel di Barghe

02/09/2022

Calabroni in chiesa a Barghe

Si moltiplicano le segnalazioni in merito alla presenza di calabroni che quest’anno in particolare sembrano proliferare a dismisura. Questa volta addirittura sull’ingresso di una chiesa

26/08/2022

Il 1000 Miglia arriva in Valle Sabbia, ma attenzione alle strade

Tra oggi e domani il Rally 1000 Miglia, ormai storico appuntamento che percorrerà le strade valsabbine: attenzione alle chiusure per evitare di restare bloccati

22/08/2022

Formazione assistenti ad personam

Nell’ex centrale elettrica di Barghe, al via i nuovi corsi per assistenti ad personam, figura professionale molto richiesta in scuole ed istituti ma dalla difficile reperibilità

15/07/2022

Avviso pubblico Comune di Barghe

Pubblichiamo a norma di legge un avviso pubblico di avvio del procedimento relativo alla proposta di Sportello Unico attività produttive (Suap) in variante al Pgt, per la reaqlizzazione di un deposito a Ponte Re

29/05/2022

Con BiùCultura ecco che arriva il Cult-Cura Festival

L'associaizone culturale bionese organizza una nuvola di eventi nella Conca d'Oro. Si parte domenica 5 con Tony Capuozzo