01 Maggio 2017, 07.42
Vobarno Roè Volciano
Aggressione

In rianimazione dopo il pestaggio

di Val.

Braccato dal branco, raggiunto e picchiato, con tale violenza da finire in Rianimazione al Civile. E' successo nella notte fra sabato e domenica al Plaza di Roè Volciano

 
Non una rissa, ma una vera e propria aggressione preceduta da una caccia all’uomo, anzi al ragazzo.
Sarebbe questa la scena di fondo di una vicenda che nella notte fra sabato e domenica ha portato in ospedale prima a Gavardo, poi per l’aggravarsi delle sue condizioni al Civile di Brescia, un ventenne di Vobarno.

Il giovane sarebbe stato preso di mira da almeno tre coetanei all’interno della discoteca Plaza, in via Domenico Signori a Roè Volciano, a due passi da Salò, dove si trovava per una trascorrere una serata in compagnia.

Con lui un fratello ed alcuni amici,
che non sarebbero però riusciti ad intervenire in tempo per evitare il violento e veloce pestaggio.
Sconosciuto il motivo della discordia che ha innescato la reazione violenta e portato la gang ad individuare la vittima, seguirla e poi passare senza esitazione alcuna alle vie di fatto.

I contorni della vicenda sono ancora poco chiari e il condizionale è d’obbligo.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Radiomobile e della Compagnia di Salò, che sarebbero sulle tracce degli aggressori, pronti a chiudere il cerchio sui responsabili.

Dagli investigatori però non trapela nulla e non siamo riusciti ad ottenere né conferme né smentite.
Si sa che al momento dell’aggressione erano già passate abbondantemente le tre di notte: il sito dell’Azienda regionale Emergenza e Urgenza ha registrato alle 3:41 la chiamata da parte di qualcuno che avrebbe assistito da vicino alla scena di violenza.

Sul posto sono intervenuti i volontari dell’Anc di Roè Volciano che hanno proceduto a ricoverare il ferito con codice di gravità giallo al Pronto soccorso di Gavardo.

Le condizioni di salute del ventenne sarebbero poi peggiorate: ad impensierire i medici, oltre ad alcune fratture da reparto maxillofacciale, l’evidenza di un preoccupante trauma cranico.
Così il giovane vobarnese è stato trasferito d’urgenza al Civile di Brescia e ricoverato nel reparto di Seconda Rianimazione, dove si troverebbe tutt’ora sotto stretta osservazione.

Non è escluso che le particolari circostanze in cui si è consumata la vicenda, una vera e propria quanto deliberata aggressione, possano configurare a carico dei responsabili non tanto le lesioni personali gravi, quanto il tentato omicidio, in concorso.

.foto di repertorio



Commenti:
ID71861 - 01/05/2017 12:51:05 - (minkia) - La solita storia: Immigrati, linfa vitale per l'Italia

Il tano di Napoli

ID71863 - 01/05/2017 13:07:13 - (Venturellimario) -

Ancora risorse, non c'era dubbio

ID71866 - 01/05/2017 15:47:55 - (Effemme) - QUESTA LINFA...

QUESTA LINFA E', MA SOPRATTUTTO SARA' LA DISTRUZIONE DELLA NOSTRA CIVILTA'... POVERI GIOVANI, POVERI I NOSTRI FIGLI CHISSA' CHE FINE FARANNO E COME CI MALEDIRANNO PER AVER PERMESSO TUTTO QUESTO..!!

ID71870 - 01/05/2017 18:09:34 - (Giacomino) - Se il giorno

si vede dal mattino,

ID71871 - 01/05/2017 18:32:07 - (cropao) -

Forse non saprò leggere, la l'articolo non parla di quale nazionalità siano gli aggressori. Sempre bravi a criticare

ID71872 - 01/05/2017 18:40:34 - (ubaldo) - I problema è un altro cropao

Cosa c'entra con questa notizia l'origine dei protagonisti? Tanto più che se fossero tutti stranieri, a quell'età, è comunque assai probabile che siano nati in Italia?

ID71876 - 01/05/2017 20:10:31 - (Venturellimario) -

Cropao, non esiste solo vallesabbianews come fonte di notizieVai a vedere giornale di Brescia o altri e ti si apriranno nuovi scenari

ID71878 - 01/05/2017 21:09:00 - (Sons) - Risorse

Litigavano per le Primarie del Pinocchio

ID71888 - 02/05/2017 10:10:20 - (sonio.a) -

Il ragazzo in ospedale di origini marocchine.il picchiatore albanese...tutte risorse che ci pagheranno la pensione

ID71892 - 02/05/2017 13:51:10 - (piccoli) - Litigavano per pagarci la pensione in futuro

Risorse infinite

Aggiungi commento:

Vedi anche
03/05/2017 07:30

«Si è vero, sono stato io» Dopo l'ammissione di colpa è finito agli arresti domiciliari, l'albanese che con un pugno ha mandato in rianimazione un 23enne marocchino al Plaza. «Non credevo di fargli così male». 

01/06/2016 18:19

Rapina in corso, ma è una rissa A prendersi a scapaccioni due "amici" che nel primo pomeriggio di oggi erano già per strada ubriachi. E’ finita con lievi lesioni personali

13/04/2017 23:37

Doppio pestaggio a Sabbio Nel giro di due ore soccorritori dell'ambulanza e carabinieri, sono dovuti intervenire due volte, a Sabbio Chiese, a causa di pestaggi. Due episodi che sarebbero collegati fra loro

20/10/2014 14:18

Botte da orbi in Fossa, nei guai un salodiano e due valsabbini I tre si sarebbero presi a bottigliate in piazza, sembra, per contendersi una ragazza. Sono stati arrestati per rissa, uno subito liberato perché era in realtà vittima dell'aggressione

01/07/2015 18:15

Rissa a Gavardo, manette per cinque Ad intervenire i carabinieri gavardesi al comando del maresciallo Santonicola. Fra gli arrestati anche l’albanese che ad aprile dello scorso anno aveva aggredito il sindaco Emanuele Vezzola




Altre da Vobarno
27/07/2021

Si comincia da piccoli

Una bella opportunità per i bimbi del Grest di Carpeneda quella offerta dal Comune di Vobarno, con una lezione di educazione stradale tenuta dagli agenti della Polizia Locale

21/07/2021

Silmar Group, strategie di crescita

Nonostante il calo di fatturato nel 2020, l’utile consolidato del gruppo della famiglia Niboli è aumentato e le prospettive per il 2021 sono promettenti

20/07/2021

Rollershow protagonista agli Italian Roller Games

La società con atleti valsabbini e gardesani è in vetta al medagliere della più grande manifestazione italiana di pattinaggio

20/07/2021

Da muri ad opere d'arte, Ericailcane a Vobarno

Le pareti del Campo Sportivo di Vobarno sono state trasformate in un’opera d’arte grazie al noto street artist. Tema centrale l'emergenza climatica
•VIDEO

17/07/2021

«Modificatelo così»

Alla luce delle intenzioni dell'attuale Cda della Fondazione Irene Rubini Falck di modificare prossimamente lo Statuto, Giovanni Scalora ci scrive ed elenca quelli che secondo lui potrebbero essere gli aggiustamenti

14/07/2021

In Valle Duppo il 1° Memorial «Gianni Amolini»

Una bella iniziativa solidale, il cui ricavato è stato devoluto alla Scuola dell'Infanzia “Pio XII” di Carpeneda. Il ringraziamento della scuola a Imelda, moglie del compianto Gianni e mamma di Massimiliano, entrambi venuti a mancare di recente

13/07/2021

Dieci candeline per Patrick

Tanti auguri a Patrick di Collio Vobarno, che oggi, 13 luglio, compie 10 anni

(1)
09/07/2021

Fondazione Falck, finalmente la tanto attesa riapertura del Centro Diurno

Dal 1 luglio, dopo mesi di forzata chiusura per via del lockdown, il Centro Diurno integrato della Fondazione “I. R. Falck Onlus” di Vobarno ha riaperto le porte agli ospiti

06/07/2021

Riconoscere la malattia da Covid sin dai primi giorni

Sarà possibile grazie ad una nuova prestazione offerta dal Poliambulatorio Synlab Santa Maria di Vobarno per individuare precocemente un'eventuale polmonite virale o i suoi esiti

05/07/2021

Giulia diventa maggiorenne

Tanti auguri a Giulia Giacomini, di Collio di Vobarno, che oggi, 5 luglio, compie 18 anni