06 Novembre 2014, 08.00
Valsabbia
Lions Club Valsabbia

Microcredito responsabile

di Cesare Fumana

Grazie a un accordo con la Banca Valsabbina, il Lions Club Valsabbia promuove un’iniziativa di microcredito “di merito” rivolto a famiglie in difficoltà finanziarie


In considerazione del particolare momento socio economico italiano e locale, oltre che della mission associativa, il Lions Club Valsabbia ha deciso alla fine del 2013, su proposta del suo presidente Donato Fontana, di promuovere un service sul microcredito. Questa iniziativa si pose come obiettivo di raccogliere fondi destinati a rendere disponibile un credito agevolato alle famiglie in difficoltà, sia nella zona della Valsabbia sia nel territorio limitrofo, come il Garda Occidentale e l'interland a est di Brescia.

«Nel mese di giugno scorso – spiegano dal sodalizio valsabbino –, al termine dell'annata lionistica 2013-14, sono stati accantonati 10.000 euro destinati al service denominato “Microcredito responsabile” e si è chiesto alla Banca Valsabbina, il più rappresentativo istituto bancario del territorio, di lavorare insieme su un progetto concreto in grado di realizzare quanto prospettato dal Consiglio Direttivo del Lions Club Valasbbia».

Dopo alcune settimane di lavoro, si è così giunti a stilare un accordo che, grazie all'impegno congiunto della Banca e del Lions Club, investirà nella direzione di un microcredito “di merito”, consentendo a famiglie in difficoltà e con caratteristiche predefinite di accedere a un prestito agevolato, avendo il supporto della banca per l'erogazione del capitale (per un massimo di 5.000 euro ciascuno, fino a 200.000 euro complessivi) e del Lions Club per il pagamento degli interessi (per i 10.000 euro stanziati).

Nella pratica, fra poche settimane ciascuna delle 61 filiali della Banca Valsabbina, disposte su tutto il territorio di Brescia e Provincia, sarà operativa nell’accettare richieste di prestito da parte di famiglie su lettera di presentazione del Lions Club Valsabbia, per un importo fra 1.000 e 5.000 euro, da restituire in 36 mesi a interessi zero su un conto corrente in convenzione “zero spese” e senza alcun costo di istruttoria o di incasso rata, in quanto sovvenzionati a titolo di sostegno da parte del Lions Club, mentre la banca si accollerà il rischio in caso di mancata restituzione del prestito stesso.
Il plafond di 200.000 euro complessivi, messo a disposizione dalla Banca Valsabbina, verrà inoltre costantemente rinnovato mano a mano che saranno disponibili sovvenzioni per gli interessi e saranno distribuiti i prestiti alle persone e famiglie bisognose.

«L’idea – fanno sapere dal Lions Valsabbia – ha lo scopo di creare un meccanismo virtuoso in grado di portare beneficio soprattutto alle famiglie, per proporlo all’attenzione di altri in modo che possa venire seguito con grande utilità per una parte rilevante del tessuto sociale. Facendo le opportune proporzioni, basti pensare che se i Lions Club trovassero risorse per 100.000 euro e un partner bancario disponibile a sostenere l’iniziativa, sarebbero da subito disponibili a interessi zero 2 milioni di euro per le famiglie meritevoli e bisognose, così da realizzare un servizio unico in termini di semplicità e concretezza, in grado di offrire un’opportunità di sostegno secondo criteri di effettiva necessità a persone serie che si trovano in un momento di difficoltà finanziaria.

«Il Lions Club Valsabbia e la Banca Valsabbina hanno quindi operato in linea con la finalità sociale e la volontà di tenere fede al proprio ruolo di riferimento del territorio in cui principalmente operano. Il progetto sul “microcredito”, quindi, è solo un piccolo esempio di come poter fare servizio per il bene della società, coniugando la dimensione territoriale a una visione molto più ampia di servizio: fare “bene il bene” in modo da creare beneficio a tutte le parti del sistema».

Questo service, promosso dal past presidente del LC Valsabbia Donato Fontana, è stato ideato nel dettaglio da Renato Barbieri, direttore della Banca Valsabbina, e Filippo Manelli (socio del Lions Club Valsabbia e Presidente della Circoscrizione 3 Brescia Lago), infine condiviso e sottoscritto il 31 ottobre scorso dal Presidente del Club valsabbino Paolo Faustini presso la sede di Brescia della banca stessa, nella speranza possa rappresentare un progetto pilota per iniziative analoghe in altre zone e territori.
Per il Distretto 108Ib2 si tratta di un progetto di grande impatto anche mediatico che potrà essere valutato in prospettiva anche come “service permanente” aperto a tutti i Club interessati.
 
In foto: il Direttore Generale della Banca Valsabbina Renato Barbieri e il presidente del Lions Club Valsabbia Paolo Faustini dopo la firma della convenzione sul “microcredito”


Aggiungi commento:
Vedi anche
11/01/2017 10:58

Valsabbini riferimento per il service nazionale del Lions International Sarà il dott. Filippo Manelli, del Lions Club Valsabbia, il referente nazionale dell’importante convegno organizzato dai Lions in programma sabato prossimo a Mantova, dedicato al primo soccorso

26/11/2015 08:00

Riforma delle Camere di Commercio, microcredito e territorio Ospite quest'anno del tradizionale meeting del Lions Club Valsabbia Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia, giunto in qualità di vicepresidente della Camera di Commercio, per illustrare la recente riforma dell'ente camerale voluta dal Governo

13/07/2017 17:45

Lions Club Valsabbia «Top Club Donors» Al sodalizio valsabbino un riconoscimento mondiale in occasione della convention del centenario di Chicago

09/02/2017 10:38

Concerto per Amatrice Andrà a finanziare il progetto di ricostruzione “Borgo Lions dell’Amicizia”, a cui aderisce anche il Lions Club Valsabbia, il concerto in programma sabato sera nel Salone Pio XI a Gavardo

07/03/2009 00:00

Una serata di solidarietà per l’Africa “Acqua per la vita - obiettivo Africa”. Questo il titolo scelto per la serata conviviale del Lions Club Valsabbia, tenutasi gioved sera al ristorante “Le Trote”, durante la quale sono stati consegnati i due maggiori Services di quest'anno.



Altre da Valsabbia
24/01/2021

Rigenerazione urbana e borghi antichi, pubblicati i bandi

È di ben 130 milioni di euro lo stanziamento di Regione Lombardia a favore della riqualificazione territoriale e della ripresa economica post emergenza, anche in prospettiva turistico - culturale

23/01/2021

La Lombardia torna in zona arancione

La Lombardia passa da zona rossa a zona arancione a partire da domani, domenica 24 gennaio, dopo la correzione dei dati relativi all'Rt. Ecco cosa si può fare e cosa no

23/01/2021

Due milioni di euro per recuperare le miniere

Approvati dalla Regione i criteri di accesso al finanziamento. Il consigliere regionale Massardi: “Le miniere sono parte della nostra storia e della nostra cultura, vogliamo valorizzarle”

22/01/2021

L'impatto dell'epidemia sulla mortalità

Sono dati ancora parziali, riferiti ai primi dieci mesi del 2020 quelli forniti dal rapporto Istat e Istituto Superiore di Sanità, ma forniscono un’analisi su dove il Covid ha colpito maggiormente

22/01/2021

I lunedì della salute

Anche Paitone, Prevalle e Serle hanno fornito il patrocinio ad una serie di incontri online dedicati al benessere psicofisico, tenuti da esperti nel campo della salute

22/01/2021

Punti Acqua presto a pagamento?

Un servizio finora gratuito e presente in diversi Comuni valsabbini che potrebbe a breve diventare un'erogazione a pagamento. Le modifiche proposte ai sindaci dall'Ufficio d'Ambito

21/01/2021

Traversa del lago d'Idro, arriva il commissario

L'opera, già a lungo progettata, è stata commissariata per accelerarne la realizzazione. Obiettivo la creazione di una galleria che permetta l'evacuazione delle portate anche in caso di frana

20/01/2021

Perchè così tanti morti?

«Perché anche nella seconda ondata in Lombardia letalità così alta? Invito Moratti ad approfondire il perché di questa anomalia». Così il valsabbino Gianantonio Girelli, consigliere regionale e presidente della Commissione d'inchiesta Covid-19

20/01/2021

Gaia: «Depuratore, scelta tecnica o politica?»

I due aspetti si scontrano e si sovrappongono nella decisione da prendere che deve giungere dai gardesani, ma sul fronte Chiese le sentinelle sono sempre all’erta

19/01/2021

Una nuova sede per i «professionisti» dell'emergenza

I 120 volontari dell'ambulanza di Storo, operativi 24 ore al giorno per soccorrere chi ne ha bisogno, inaugureranno la loro nuova base in estate