14 Gennaio 2022, 11.47
Valsabbia
Lettere

Lettera aperta al mio Parroco NO VAX

di Lettera firmata

Mai avrei pensato di scrivere un lettera pubblica ad un Parroco


Da alcuni giorni, casualmente, sono venuto a conoscenza che lei, guida spirituale cristiana del mio paese è un No Vax, convinto.
Al primo impatto non volevo crederci, ho comunque dovuto ricredermi quando, durante un nostro colloquio, lei stesso mi ha confermato la propria scelta affermando che gli attuali vaccini hanno come base cellule provenienti da feti morti.

Questa affermazione è supportata dalla ricerca scientifica? La cosa è vera?
Dalle mie ricerche non risulta tutto ciò.
Non voglio addentrarmi nei meandri della scienza, in quanto non ho preparazione né tantomeno competenza a riguardo.

Però tenga sempre presente un principio: “la libertà di una persona finisce dove inizia la libertà dell’altra”, quindi lei è libero di fare la sua scelta, ma nello stesso tempo, si ricordi, che con il suo comportamento può danneggiare altre persone.

Mi risulta che quando una persona viene ordinata sacerdote, pronuncia una totale promessa di obbedienza al vescovo ed ai suoi successori, nel nostro caso, nonostante le pressioni fatte da parte della gerarchia cattolica bresciana, compreso il vertice, lei sta dando un brutto esempio ai suoi fedeli e non.

Vorrei farle inoltre notare che in terapia intensiva, oltre il 70% di ricoverati è “No Vax” (tra questi alcuni miei compaesani) creando situazioni critiche per molti ammalati con gravi patologie, i quali non vengono operati perché poi non possono usufruire delle terapie intensive, intasate da chi non crede nei vaccini.

Voglio ricordarle, quante volte Papa Francesco con viso “truce” e molto preoccupato, ha detto “VACCINATEVI”.
Che decisione intende prendere la C.E.I. o l’Episcopato lombardo nei confronti del personale ecclesiastico che si professa “No Vax”?
Avrà il coraggio di confermare le stesse misure del Governo italiano nell’ultimo decreto riguardante i cinquantenni?
Chi lavora al contatto del pubblico e non è vaccinato, va a casa senza stipendio!

Ora sta a Lei prendere la più “saggia” delle decisioni, per non far perdere ulteriore credibilità alla Chiesa ed ai suoi parrocchiani.
Cordialmente

Lettera firmata




Commenti:
ID82809 - 15/01/2022 13:45:03 - (Orsomansueto) -

Non sono un frequentatore , pertanto il fatto non dovrebbe interessarmi/ preoccuparmi , ritengo comunque che tutti debbano osservare le disposizioni di legge ,ossia : chi ha più di 50 anni e non è vaccinato NON DEVE ANDARE a contatto con chicchessia! Il parroco dovrebbe dare il buon esempio , oppure si astenga da tutti i suoi impegni pastorali.

ID82810 - 15/01/2022 15:31:45 - (classe74) - classe74

sarebbe utile sapere di quale parrocchia si tratta per non gettare critiche genericamente e ingiustamente.Certo è che se non è una fake-news la cosa mi parrebbe piuttosto grave. ogni co na crapa!!!!

ID82811 - 15/01/2022 15:51:18 - (ubaldo) - Per classe74

I lettori di fake news, fino a prova contraria, sono pregati di cercarle da un'altra parte, non su Vallesabbianews.it. Detto questo dalla lettera si evince chiaramente che il parroco in questione non ha violato nessuna legge. Ad essere opinabili, semmai, sono la sua opinione in merito ai vaccini ed il suo modo di professare la fede (da parte di chi è in grado di farlo). E per fare questo non c'è bisogno di additare nessuno, di metterlo alla gogna. Quanto al fatto che la lettera possa coinvolgere ingiustamente altri parroci non ho dubbi: quanto apparso su Vallesabbianews non ha svelato nè nascosto nulla. Chi sa, lo sapeva anche prima; chi non sa non ha a che fare con questo parroco.

ID82820 - 19/01/2022 21:08:36 - (tiger68) - solidarietà al parroco

Con la presente voglio esprime la mia piena solidarietà al parroco che ha avuto il coraggio di rendere pubblica la sua decisione di non vaccinarsi, cosa non da poco al giorno d'oggi. Io che non vado quasi mai a messa, non posso sapere di che paese è il sacerdote in questione, ma se fosse del mio paese avrebbe destato in me la voglia di cominciare a frequentare la chiesa. Al signore che ha scritto questa lettera, vorrei dire che la ritengo una una persona cattiva ed ingiusta e provo ribrezzo per quanto contenuto in essa. Ha ripetuto alla lettera tutto quanto i media continuano a propinarci ogni giorno ,da mesi e mesi, attenendosi alle disposizioni governative di uno stato dittatoriale dove il diverso non può mai aver parola, anche se i tanto decantati sieri hanno pienamente dimostrato la loro inefficacia. Il risultato e talmente evidente visto l'altissimo numero di contagi nelle persone vaccinate. Ed essere contenti che la gente rimanga senza stipendio e

ID82821 - 19/01/2022 21:10:07 - (tiger68) - solidarietà al parroco SEGUITO

PROPRIO DA VIGLIACCHI.

ID82822 - 19/01/2022 22:14:10 - (ubaldo) - Per tiger68

Mi sfugge il motivo per cui uno spazio possibile di confronto debba essere utilizzato per inanellare una serie di parole offensive sulla persona, non sulle idee che legittimamente si possono avere e confutare. Caro lettore, non posso non notare che lei è andato poco oltre un 'mi piace' e una 'pernacchia', come si fa sui social.

ID82823 - 20/01/2022 08:47:54 - (tiger68) -

Ubaldo lei può anche aver ragione, ma io sono veramente stufo di leggere da ogni parte sempre ed immancabilmente le stesse cose, ... riguardo all'oggetto della lettera sono convinto che in uno stato libero ognuno possa fare le proprie scelte, ....il signore che la scritta si è fatto inoculare il vaccino perchè lo riteneva utile? ..ha fatto bene! ma dovrebbe anche rispettare la scelta del parroco che non ha voluto e che io condivido pienamente, senza andare a divulgare la notizia su questa testata come se fosse un atto da terrorista. La saluto e le auguro una buona giornata.

ID82824 - 20/01/2022 09:08:00 - (ubaldo) -

tiger68, sono perfettamente d'accordo con queste sue ultime affermazioni. Aggiungo che ho deciso io di togliere i riferimenti perchè il suddetto parroco non potesse essere identificato, proprio perchè ritengo la sua posizione assolutamente legittima. In questo modo non si è trattato di mettere qualcuno alla gogna, ma aprire sulle posizioni di un parroco "no vax" (mi si passi il termine anche se so perfettamente che ci possono essere su questo molti distinguo), un possibile spazio di dialogo, senza preconcetti e senza ergersi a depositari di qualche verità che non ci compete (Oggi sono tutti costituzionalisti, scienziati, esperti di statistica, pastori di anime e chi più ne ha più abbia a giudicare). Buona giornata anche a lei

Aggiungi commento:

Vedi anche
16/01/2022 17:02

In risposta a: «Lettera aperta al mio parroco NOVAX» Mai avrei pensato di scrivere una lettera pubblica in difesa di un parroco

17/05/2015 07:00

Scuse senza riserve Riportiamo la lettera di scuse che ci ha inviato il parroco di Roè Volciano, don Gianpietro Forbice, in merito all’omelia pronunciata durante un funerale e criticata su queste pagine dai familiari della defunta. Pubblichiamo volentieri

18/01/2022 06:33

Ancora sulla lettera «Al parroco di...» Nessun mostro in prima pagina, bensì qualche riflessione ad alta voce. Il parroco, non si sa di quale paese della Valle, è tirato in ballo da un cittadino per le sue posizioni No-Vax

20/12/2015 10:40

«Non ci posso credere...» Lettera aperta a don Giuseppe, parroco a Serle, che nei giorni scorsi sembra abbia imposto un tariffario per l'utilizzo del teatro dei serlesi da parte delle scolaresche

22/12/2015 16:52

Teatro di Serle: «Mantenerlo è doveroso per tutti» In risposta alla lettera aperta di Guglielmo Mosca al parroco di Serle, pubblicata domenica scorsa, giunge in redazione quella di Vanni Massari. La pubblichiamo volentieri




Altre da Valsabbia
27/01/2022

Appuntamenti del weekend

Ecco una selezione di eventi, concerti, spettacoli in cartellone questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e provincia

27/01/2022

Stanziamento per il funzionamento delle Comunità montane

Anche la Comunità montana di Valle Sabbia fra i destinatari dei fondi regionali per la gestione degli enti comprensoriali montani

27/01/2022

Al nuovo Prefetto l'appello dei comitati

Il Presidio “9 Agosto”, prossimo al compimento dei sei mesi di protesta contro il depuratore del Garda sul Chiese, spera che Maria Rosaria Laganà – neo insediata come Prefetto e Commissario – accolga le istanze del territorio

26/01/2022

Smart Working: dolori articolari e soluzioni

Lo smart working può favorire l’insorgenza di dolori posturali, dolori alla schiena e cattive abitudini. Viene approfondito l’argomento in questo articolo del Centro Medico Fisioterapico Equilibrio di Salò

25/01/2022

Le vostre foto più belle

Tante ce ne avete inviate, ma tante altre ne aspettiamo ancora per la rubrica della “Foto del giorno”

25/01/2022

«Parola di bambino», ridisegnare la bussola emotiva

Come rispondere ai traumi causati ai bambini dalla pandemia? Per genitori, educatori ed insegnanti arriva un percorso di otto incontri per approfondire il tema

25/01/2022

E c'è anche una raccolta fondi

«Ho pensato che non era sufficiente starmene qui a piangere disperato per i miei amici scomparsi, che bisognava fare qualche cosa»

25/01/2022

«Ricordiamoli per com'erano: bravi ragazzi»

Mille in piazza a Nozza, coi sindaci, il parroco e l'imam, per piangere le sorti di Irene Sala, Imad El Harram, Imad Natiq, Salah Natiq e Dennis Guerra

25/01/2022

Un nuovo tratto della Greenway della Valle Sabbia

Individuato il tracciato della pista ciclabile nel tratto che collega Nozza a Sabbio Chiese, con una nuova passerella che attraverserà il fiume

24/01/2022

Calo dei contagi

Prima settimana con un calo dei positivi anche in Valsabbia. Nelle terapie intensive dell’Asst del Garda solo non vaccinati