28 Marzo 2020, 08.00
Valsabbia
Coronavirus

Il contagio in Valle Sabbia, un'analisi statistica

di Stefano Simoni

È quella che ci propone Stefano Simoni, ingegnere gavardese, che ha raccolto i dati pubblicati quotidianamente da Vallesabbianews


L’idea di analizzare i dati di contagio del CoViD-19 pubblicati quotidianamente da Vallesabbianews nasce per rispondere all’impatto emotivo del “bollettino” serale: troppo spesso, infatti, soprattutto in questo periodo, ci si lega al valore assoluto di un numero e si perde di vista il contesto in cui questo numero si colloca, che però è fondamentale.

A questo proposito, prima del breve commento ai dati, sono necessarie alcune precisazioni:

•    È già stato ripetuto, ma è bene sottolinearlo: i dati che aspettiamo ogni giorno, e su cui si basano tutte le analisi, questa inclusa, sono parziali, perché la scelta fatta fino a ieri (26.03.2020) in Lombardia era di fare i tamponi solo alle persone ospedalizzate e con diversi sintomi, per cui i dati disponibili molto probabilmente sottostimano il reale numero di contagiati. La conseguenza è che se i dati di partenza hanno delle incertezze anche tutte le analisi che ne derivano ne hanno.

•    Se è vero quanto sopra, è altrettanto vero che l’andamento dei dati nei giorni, a parità di condizioni con cui vengono raccolti, se non fornisce un risultato “vero” in termini assoluti, fornisce in ogni caso un riscontro dell’andamento del contagio: ecco perché comunque è importante analizzare i dati in modo critico e oggettivo, perché per quanto parziali forniscono comunque informazioni utili.

•    L’analisi fatta e qui descritta non consiste in alcuna previsione o modellazione dell’andamento del contagio, ma semplicemente si è cercato di capire un po’ meglio cosa i dati dei contagiati possano dire dell’andamento del contagio nel nostro territorio.

A questo proposito, ecco le fonti dei dati:
-    Numero di contagiati in Valle Sabbia: ATS tramite la pagina dedicata di Vallesabbianews la pagina dedicata di Vallesabbianews
-    Numero di contagiati in Provincia di Brescia e Bergamo: Ministero della salute tramite https://lab24.ilsole24ore.com/coronavirus/
-    Numero di abitanti: https://www.tuttitalia.it/lombardia/provincia-di-brescia/61-comuni/

Veniamo ai risultati:

-    Grafico 1: il grafico mostra il numero di contagiati rilevati per ciascun paese della Val Sabbia. Il confronto è impietoso: Gavardo spicca in vetta, seguito dal gruppo Villanuova, Vobarno e Vestone, e a seguire Serle, Prevalle e gli altri paesi.

-    Grafico 2: qui è riportato il numero di contagiati rilevati al totale della popolazione di ciascun paese della Valle Sabbia. Questo perché il numero assoluto di contagiati per paese fornisce informazioni limitate, mentre la percentuale di contagiati è un numero che per lo meno è paragonabile tra i diversi paesi. Il quadro, rispetto al grafico 1, cambia significativamente: si scopre che nonostante Gavardo abbia il record di contagi totali della Valle Sabbia, in percentuale non sia uno dei paesi più critici. Va però anche detto che, anche in percentuale di contagi, risulta difficile confrontare un paese di 12000 abitanti, con numerose attività produttive, molti supermercati, un ospedale, con paesi dell’alta Valle Sabbia di qualche centinaio di abitanti, proprio per la diversa struttura delle due realtà. In ogni caso, rispetto al primo grafico, questo fornisce una visione più oggettiva dell’andamento del contagio per paese. Inoltre, per puro confronto, nel grafico sono riportate la media della percentuale di contagiati su abitanti totali della Valle Sabbia (riga tratteggiata verde), la stessa media della provincia di Brescia (riga tratteggiata arancione) e la media della provincia di Bergamo (riga tratteggiata rossa). Come si vede la Valle Sabbia in media è inferiore alla media provinciale, anche se in alcuni paesi questa media provinciale è superata abbondantemente.

-    Grafico 3: questo grafico, invece, riporta l’andamento per data della percentuale dei contagi rilevati rispetto al totale degli abitanti della Provincia di Brescia e della Valle Sabbia. Questo è servito per poter confrontare la velocità di crescita del numero di contagiati: come si vede, nonostante la tendenza di crescita sia simile, la Valle Sabbia tende ad essere più bassa della media provinciale.

-    Grafico 4: questo grafico è simile al grafico 3 ma la curva della Valle Sabbia è stata spostata di qualche giorno indietro per poter considerare il ritardo temporale di diffusione del virus, che come sappiamo in provincia di Brescia ha iniziato ad espandersi da sud-ovest. L’espediente di spostare la curva per meglio confrontare i ratei di crescita è fatto, nei grafici che ci stiamo abituando a vedere, quando ad esempio si confrontano le curve di crescita del contagio tra Nazioni: per sovrapporre le curve di due Nazioni interessate dall’inizio dell’epidemia in momenti diversi (esempio, Italia e Cina) si centrano le curve nei giorni in cui negli Stati si è registrato il 100° o il 200° caso. Non potendo usare questo espediente, visto il diverso numero di abitanti totali, si è scelto (ma è una scelta puramente arbitraria, non giustificata da alcun fatto se non dall’evidenza che così le due curve si sovrappongono bene) di centrarle nel giorno in cui entrambe hanno registrato lo 0.014% di contagi (pallino rosso e triangolo azzurro nel grafico 4). In questo modo si riduce il distacco delle due curve, ma la curva valsabbina è sempre inferiore a quella provinciale, ulteriore riprova che da noi il contagio è, per ora, più basso rispetto alla media provinciale.

Conclusioni: cosa dicono di nuovo questi grafici? Di base nulla che già non sappiamo. Confermano che la nostra zona, per quanto colpita – e anche duramente – al momento è sotto la media provinciale. Chiaramente questo è un discorso prettamente numerico e statistico, non ci si addentra qui sulla difficoltà che il personale sanitario (e non solo) affronta quotidianamente nei nostri ospedali, tra cui quello di Gavardo, paese da cui scrivo. Il loro impegno, il loro lavoro e il loro sacrificio superano qualsiasi numero e a loro va il nostro grazie dal più profondo del cuore.

Qual è allora lo scopo di questa elaborazione? Mostrare che non ci deve solo basare sui numeri che ci vengono forniti, ma prima di trarre conclusioni affrettate questi numeri vanno letti, capiti, anche analizzati, e solo allora si può provare a trarre qualche “piccola” conclusione, come quella qui riportata. Da questo periodo di emergenza tutti dovremo trarre diversi insegnamenti, e un punto fondamentale di cui dobbiamo far tesoro è che mai come nella nostra epoca è fondamentale imparare ad analizzare le informazioni che riceviamo, essere critici, porsi domande e cercare con interesse, serietà e cure le risposte o i mezzi per provare a rispondere, perché solo così potremo migliorare come individui e come società.

Può essere che nei grafici elaborati vengano trovate inesattezze, in tal caso sarò grato a quanti faranno segnalazione alla redazione di Vallesabbianews in modo che si possa prontamente correggere quanto rilevato.


Vedi anche
04/04/2020 08:00

Il contagio in Valle Sabbia, l'evoluzione dell'ultima settimana Prosegue l'analisi statistica dell'andamento del contagio di coronavirus in Valle Sabbia nell'ultima settimana curata dall'ingegnere gavardese Stefano Simoni

25/04/2020 08:30

Il contagio in Valle Sabbia, l'evoluzione dell'ultima settimana Prosegue l'analisi statistica dell'evoluzione dell'epidemia da Covid-19 nel nostro territorio realizzata per noi dall'ingegnere gavardese Stefano Simoni

09/05/2020 08:00

Coronavirus e analisi dei dati: qualche chiarimento Nelle ultime settimane il cambiamento nella rilevazione dei dati del contagio ha generato un po’ di confusione e difficoltà di analisi per la disomogeneità dei numeri. Ecco una spiegazione

11/04/2020 08:40

Il contagio in Valle Sabbia, l'evoluzione dell'ultima settimana Prosegue l'analisi statistica dell'evoluzione dell'epidemia da Covid-19 nel nostro territorio realizzata per noi dall'ingegnere gavardese Stefano Simoni

29/02/2008 00:00

Su Vallesabbianews i dati in tempo reale Su Vallesabbianews possibile vedere in tempo reale i dati atmosferici di due localit valsabbine. Presto sar attivato un servizio di previsione del tempo in Valle Sabbia grazie alla partnership con il Centro Meteorologico Lombardo.



Altre da Valsabbia
17/01/2021

Contagi ancora alti

Lieve flessione dei positivi rispetto al picco della scorsa settimana in Valle Sabbia. Cambia la distribuzione all'interno dei paesi valsabbini: colpiti anche centri minori

17/01/2021

Nel 2020 forte inasprimento della repressione in Russia

Lo denunciano i Testimoni di Geova, oggetto di intolleranza religiosa, «colpevoli solo di professare, in casa propria, una religione ritenuta 'sbagliata'».

16/01/2021

Zona rossa, Girelli: «Polemiche sui dati pretestuose»

Per il consigliere regionale valsabbino del Pd critica la posizione della maggioranza in consiglio regionale: «Dopo quasi un anno manca ancora trasparenza sui numeri»

16/01/2021

La «Ciclabile alta» per unire il Garda all'Eridio

Il progetto messo in campo dalla Comunità montana del Parco Alto Garda è finanziato con i fondi dei Comuni di confine e recupererà sentieri escursionisti per collegare il Garda con la Valsabbia

16/01/2021

Zona rossa, Massardi: «Bene ha fatto Fontana a chiedere una revisione»

Il consigliere regionale valsabbino della Lega: «Il sistema dell’indice RT si basa su dati vecchi, sembra che vogliano punire la Lombardia»

(4)
16/01/2021

Lombardia in zona rossa

Da domenica 17 gennaio scattano le nuove restrizioni per spostamenti e aperture negozi e bar. Eccole nel dettaglio

(6)
15/01/2021

Nuove opportunità di lavoro per lo sviluppo e la valorizzazione turistica della Valle Sabbia

Comunità Montana Valle Sabbia investe in risorse umane con il bando di assunzione per il coordinatore del turismo

15/01/2021

Le sorelle di Mozart

La musica: nome comune femminile singolare.
Ma nella storia la musica è maschile.

15/01/2021

Zanardi: «Regione Lombardia inadeguata nella gestione delle scuole»

Il segretario provinciale del Pd, nonché sindaco di Villanuova: «È l’ennesima conferma di quanto Regione Lombardia non riesca a connettersi con le reali esigenze del cittadino»

15/01/2021

Il Tar boccia l'ordinanza regionale sulla rientro in classe

Da lunedì 18 gennaio la Lombardia potrebbe riaprire le scuole superiori, ma solo se non verrà dichiarata zona rossa per via del diffondersi della pandemia