24 Dicembre 2021, 06.39
Valsabbia
Natale

Duemila scatole colorate

di val.

Sono i pacchetti solidali raccolti in Valle Sabbia e distribuiti in questi giorni da un gruppo spontaneo che si è accordato con le istituzioni. Connubio virtuoso fra due reti: quella virtuale e quella sociale


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



L’iniziativa è nata spontanea, sulla falsariga di quanto avvenuto l’anno precedente: «Le raccogliamo ancora le scatole di Natale?», la domanda affidata ai social.

La risposta è arrivata coinvolgendo le istituzioni ed in particolare i Servizi sociali della Comunità montana e le realtà che sul territorio valsabbino si occupano di gestire le fragilità: nonni, disabili, famiglie in difficoltà...

Due reti che per l’occasione hanno imparato a dialogare, insomma: quella virtuale di Facebook che si è occupata della raccolta e quella capillare sul territorio dei Servizi e delle cooperative sociali, perché la solidarietà potesse arrivare precisa a destinazione.
Nel mezzo un volontario con un furgone, necessario per i vari trasferimenti.

Scatole di Natale dicevamo ed il messaggio era chiaro.
Ognuna avrebbe dovuto contenere una cosa calda, una cosa golosa, un passatempo, un prodotto di bellezza e la cosa più importante: “un biglietto gentile che più di altro scalderà il cuore di chi aprirà la scatola”.
Sulla stessa doveva essere indicato a chi era destinata: età e sesso.

Donne soprattutto, bisogna dirlo, quelle che si sono date da fare. Perché è vero che in molte occasioni i mariti hanno dato una mano, ma in prima linea ci sono state sempre loro.
Donne che hanno messo a disposizione case, negozi e spazi in oratorio come centri di prima raccolta.
Donne che si sono prodigate per confezionarle queste scatole: a casa, nelle scuole come unità didattica coinvolgendo i ragazzini e via sensibilizzando.
Qualche associazione ha persino promosso una raccolta di denaro per poi acquistare il materiale necessario e riunirsi a confezionare scatole.

Nella vecchia centrale di Barghe, ora a disposizione di mille iniziative pubbliche, dove tutto quanto è stato alla fine convogliato per poi procedere allo smistamento, di scatole ne sono così arrivate quasi duemila: dedicate a nonne e nonni, a bimbi, bimbe, ragazzi e ragazze.

In questi giorni i volontari stanno provvedendo alla distribuzione: «È la Valle Sabbia generosa che ha pensato anche a te» questo il messaggio diretto a ciascuno dei destinatari.

Un dono disinteressato ed assolutamente “anonimo”.
L’idea dei promotori, infatti, era che chi ha donato non dovesse avere nessun contatto diretto con chi riceveva il dono, nel vero spirito del Natale.

.in foto: la consegna a Gavardo, a Bagolino e a Ponte Caffaro; il "prelievo" in uno dei centri di raccolta, quello di Gavardo.





Vedi anche
03/04/2021 09:14

I pacchi solidali di Coldiretti Sono tornati anche in Valle Sabbia i “Pacchi solidali” di Coldiretti, consegnati dai delegati di zona ai sindaci e da questi attraverso i Sevizi sociali ai più bisognosi

24/12/2008 00:00

Successo per i panettoni solidali pro scuola Tra le iniziative di solidariet di questo periodo nella zona del Garda e della Valle Sabbia vi quella a sostegno della Fondazione di Tegla Loroupe, che sta coinvolgendo alcune istituzioni scolastiche in progetti di scambio culturale.

28/06/2018 16:55

In costruzione la Mappa di Comunità Più di 500 questionari raccolti in meno di due mesi, altri che ancora verranno distribuiti, raccolti e tabulati: coi valsabbini alla ricerca dell'identità di Valle, perchè possa essere meglio riconosciuta anche da chi viene da fuori

12/12/2020 16:46

Scatole a furgonate per chi è solo Successo clamoroso per l’operazione “Pacchi di Natale”. Un progetto milanese rilanciato dalle Sardine di Brescia e del Garda, che sta coinvolgendo centinaia di persone e numerose associazioni

28/12/2015 14:46

Il Natale e i vecchi ricordi Oltre a grandi abbuffate, questi giorni ci permettono anche di passare del tempo in più con le nostre famiglie, non solo con genitori e fratelli, che magari vediamo tutti i giorni, ma anche con quella parte di parenti che frequentiamo meno: nonni e zii anziani




Altre da Valsabbia
15/08/2022

Per le scuole in arrivo i fondi del Pnrr

La scuola italiana prova a vincere la sfida della «digitalizzazione» e anche per gli Istititi comprensivi e superiori valsabbini sono in arrivo le risorse per realizzarla

14/08/2022

In volo sulla valle

Anche in Valle Sabbia ci sono alcuni punti dai quali partire e librarsi nel cielo col parapendio.

14/08/2022

Dalla Cisgiordania lo zafferano... made in Valsabbia

Un'idea tutta valsabbina quella di provare a coltivare, prima a Treviso Bresciano e Villanuova, poi anche in Medio Oriente, il crocus sativus, dal quale estrarre il prezioso zafferano. Ecco chi e come

(1)
14/08/2022

Non solo zafferano

Che fare di ciò che rimane dalla produzione di zafferano, vale a dire la montagnetta di fiori senza più stami? Chiodo e Matteo hanno pensato anche a questo

13/08/2022

Livemmo: si comincia per davvero

Con un'assemblea pubblica in piazza, la prima di una lunga serie, è iniziata la fase dela progettazione partecipata, per spendere al meglio i 18 milioni di euro e passa "caduti" sul borgo valsabbino

12/08/2022

Il Consorzio del Chiese dà il via libera all'irrigazione

Dopo  quasi  un mese di stop forzato a causa della forte siccità, il consorzio riapre la possibilità di prelevare acqua dal Chiese per irrigare ma «solo per le colture maggiormente bisognevoli»

12/08/2022

Banca Valsabbina, performance positive: utile primo semestre a 18,2 milioni

Si consolidano le masse, i nuovi business e la redditività, nonostante gli effetti di un contesto ancora incerto e volatile. Superati i 100 mila conti correnti (+4,5%)

12/08/2022

Banca Valsabbina, rete in espansione

Prosegue nel processo di razionalizzazione e rafforzamento della propria rete territoriale che attualmente conta 70 filiali. Allo studio ulteriori due aperture in capoluoghi di provincia del Nord-Ovest

10/08/2022

«Fine settimana all'Ecomuseo»: i musei della Valvestino visitabili liberamente

Nell’ambito del progetto “I fine settimana dell’Ecomuseo”, i musei disseminati in Valvestino, tra il Garda e l’Eridio, apriranno le loro porte gratuitamente ogni fine settimana a partire dal prossimo fino all’11 settembre

10/08/2022

«È l'occasione buona per un cambio di passo»

Gentile direttore, con l'odierno sequestro della discarica di Vergomasco, ancora una volta, e questa in modo assai eclatante, Odolo finisce sulle pagine dei giornali per il non invidiabile primato che detiene nell'inquinamento industriale...