14 Novembre 2021, 15.47
Val del Chiese Storo
Mondo contadino

A Baitoni la festa del Ringraziamento

di Gianpaolo Capelli

Baitoni, domenica 14 novembre, ore 9.30: tutti nella chiesa della Madonna del Rosario per la Festa del ringraziamento 2021, con la Santa Messa officiata da don Andrea Fava


Il mondo agricolo di Storo e dintorni come da tradizione, interrotta per un anno causa pandemia, ha portato i suoi prodotti agricoli davanti all'altare della chiesa in segno di riconoscenza verso Dio.

Andando a riprendere quanto recitato nella “Preghiera del Coltivatore”, significative queste parole:

”Tu, o Padre, guarda con amore questa grande famiglia di Coltivatori... i Tuoi figli chiedono ogni giorno il tuo“pane quotidiano”e Tu, per mezzo nostro continui a nutrirli su tutta la terra... grazie per coloro che hai posto vicino a noi per guidarci e sorreggerci, nel nostro duro cammino”.

La festa “del Ringraziamento” prima dell'unità pastorale “Madonna dell'Aiuto”, istituita da don Renato Tomio, veniva celebrata sempre a Storo, poi negli ultimi anni a rotazione nei 6 paesi che ne fanno parte.

Presenti in chiesa il presidente di Agri 90 Vigilio Giovanelli, il sindaco di Storo Nicola Zontini con l'assessore alla agricoltura e foreste Massimiliano Luzzani e il nuovo sindaco di Bondone Chiara Cimarolli con la sua giunta al completo rappresentata dal vicesindaco Patrik Lorenzi e dall'assessore Rosanna Cimarolli.

Don Andrea nella sua omelia ha rimarcato l'importanza degli agricoltori in tempi difficili come questi, nella difesa dei loro territori agricoli vigilando dando spazio ad una agricoltura sempre più biologica in barba di chi bada solo al profitto,  fregandosene della salute dei consumatori.

Alla fine della santa messa, la padrona di casa, il sindaco Chiara Cimarolli nel suo primo discorso ufficiale, molto emozionata, ha salutato tutte le autorità presenti.
E' stata quindi la volta dell'assessore all'agricoltura e foreste di Storo Massimiliano Luzzani, che ha rimarcato che gli agricoltori non devono essere lasciati solo, ma che anche la politica locale e provinciale deve essere loro vicina.

Intervento ad ampio raggio del presidente di Agri 90, che con dati alla mano, senza trionfalismi, ha esposto brevemente i risultati di Agri 90, sottolineando l'impegno in crescendo dei 120 soci a cui per i loro conferimenti sono stati distribuiti ultimamente ben 2 milioni e ottocentomila euro.

Allo storico “Nostrano di Storo”, si sono aggiunti altri prodotti come il frumento dove Agri 90 con il nuovo mulino ha investito oltre un milione e mezzo di euro.
Altri prodotti come il grano saraceno le castagne i piccoli frutti, ma sopratutto l'impegno di tutti ha portato Agri 90 ha risultati inaspettati.

Proprio in tempo di pandemia, grazie alla farina di Storo, il fatturato di Agri 90 ha fatto un balzo in avanti di alcune centinaia di migliaia di euro.
Da ultimo ha parlato il Vicepresidente della provincia Mario Tonina, che come ha rimarcato il Presidente di Agri 90 Vigilio Giovanelli è molto sensibile al mondo agricolo della valle, ma anche alle tante esigenze della gente.
Mario Tonina portando il saluto della giunta provinciale ha ringraziato tutto il mondo agricolo trentino, a cui da anni va il merito della difesa del territorio in generale.

Se il territorio è sano e non ci sono inquinamenti tanto va dovuto agli agricoltori e alle forze dell'ordine presenti sul territorio.
In chiusura il Vicepresidente ha rivolto una domanda o meglio una riflessione:
Cosa sarebbe il mondo agricolo in Val del Chiese senza Agri 90?

Ha parlato non solo di Storo ma del risveglio agricolo in valle grazie alle tante culture proposte da Agri 90.
In valle alcuni decenni fa si vedeva lo sviluppo locale solo nell'industria, le campagne venivano abbandonate o coltivate per i bisogni famigliari.

Gli interventi sono stati seguiti attentamente da tutti i presenti e applauditi.
Alla fine della santa messa tutti sul piazzale antistante la chiesa dove don Andrea Fava ha benedetto le macchine agricole battezzate da una pioggia insistente.
Agri 90 ha invitato poi tutti ad un piccolo rinfresco dove alcuni dolci prodotti con il nostrano di Storo, sono stati consegnati per la degustazione in piccole confezioni a tutti.

“Scarpe grosse, cervello fino, non mi vergogno son contadino”, recitava la canzone del compianto maestro Carlo Favalli.
Ora le scarpe grosse sono state sostituite da tanti mezzi agricoli, ma il cervello fino ci vuole sempre per fare prodotti sempre più buoni e genuini: GRAZIE COLTIVATORI.

Nelle foto:
- L'intervento delle autorità presenti, il sindaco Chiara Cimarolli, l'assessore Massimiliano Luzzani, il Presidente di Agri 90 Vigilio Giovanelli e il Vicepresidente della Provincia di Trento Mario Tonina
- Benedizione automezzi agricoli di don Andrea Fava
- Autorità' presenti alla festa del ringraziamento
- Don Andrea Fava benedice i frutti della terra dono dei coltivatori locali



Aggiungi commento:

Vedi anche
16/11/2020 08:00

Contadini in festa per il Ringraziamento La giornata del Ringraziamento è stata festeggiata la scorsa domenica, con le dovute restrizioni, con una Messa dedicata ai frutti del prezioso lavoro di campagna

20/11/2017 15:55

Il Ringraziamento dei contadini di Borgo Chiese Grande e orgogliosa partecipazione da parte di tutti alla ricorrenza novembrina organizzata dai Radoani a Condino per ringraziare Dio dei frutti del raccolto

24/11/2018 09:00

Festa del ringraziamento contadino La tradizionale ricorrenza è stata celebrata qualche giorno fa a Condino. Lodate per il lavoro svolto in alpeggio, in particolare, tre contadine, una delle quali gavardese 

23/11/2021 10:21

A Borgo Chiese la Festa del Ringraziamento Il tradizionale raduno di mezzi agricoli ha preceduto la celebrazione dell’annuale appuntamento del mondo agricolo di fondovalle

09/12/2019 08:55

«Grazie per il Ringraziamento» Una trentina di trattori quelli hanno sfilato dalla sede del Caseificio Valsabbino di Sabbio Chiese fino alla parrocchiale di Provaglio Valsabbia, benedetti da don Alberto Cabras alla fine della messa.




Altre da Storo
14/01/2022

Addio alla decana di Storo

Nonna Fiore ci ha lasciato a 100 anni: era la più anziana del fondovalle

14/01/2022

Addio a Pietro Cortella

Storico giocatore della Settaurense di un tempo, è venuto a mancare all'età di 84 anni. Domani – sabato – i funerali

12/01/2022

Frontale lungo la 237

Violentissimo l’incidente che ha coinvolto due autovetture nei pressi dell’abitato di Darzo. Grave un uomo di 80 anni

11/01/2022

Raccontando i novant'anni di Gianfranco Miglio

Esattamente un mese fa, l'11 dicembre 2021, Gianfranco Miglio “el Sapes” ha raggiunto il traguardo dei novant'anni

02/01/2022

Se è uno scherzo costerà caro

Le ripetute telefonate nel giorno di Capodanno ad una struttura religiosa fra Borgo Chiese e Storo sono finite nelle indagini dei carabinieri

29/12/2021

L'ultimo saluto a Elvio Balduzzi

Per 61 anni era stato sagrestano e poi anche gestore della cantieristica comunale. Oggi, mercoledì, i funerali

24/12/2021

Frontale contro un pullman

Ancora da chiarire le dinamiche del violentissimo incidente che ha avuto luogo lungo la 237 del Caffaro fra gli abitati di Lodrone e Darzo. Tre i feriti, due in gravi condizioni

13/12/2021

Classe in isolamento preventivo

Anche una classe dell'Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani di Storo da venerdì ha attivato la didattica digitale integrata

13/12/2021

Panettoni per anziani e bambini

Grazie alla generosità di uno storese anche quest’anno il tradizionale dolce natalizio arriverà alla casa di riposo e alla scuola dell’infanzia

06/12/2021

Le partite del weekend

Nel derby delle Giudicarie la Settaurense prevale sul Pinzolo. Vittoria della Condinese sul Calcio Blessio e pareggio a Ponte Caffaro tra Castelcimego e Pieve di Bono