17 Settembre 2021, 10.48
Val del Chiese
Compleanno

Placidamente fino ai cent'anni

di Gianpaolo Capelli

"Nomen omen" direbbero i latini, conoscendo Placida Ferrari, che lo scorso 15 settembre ha raggiunto la veneranda età dei cento anni


Perché scrivere “Placidamente ai 100 anni”, perché è cosi, il carattere buono e socievole, la sua bontà verso tutti, il suo prendere la vita dal lato migliore nonostante le difficoltà, è il dna del carattere di Placida Ferrari, che il 15 settembre ha raggiunto i 100 anni.

Un traguardo importante, ma ulteriormente performante per la vitalità, l'interesse verso tutto quello che Placida ha.
Ella va con i ricordi al passato, ma vuol vivere il presente con intensità e vigore.
Fino a circa due anni fa la si vedeva passeggiare da sola, un sorriso, una battuta allegra, interessarsi della persona che aveva di fronte era il suo modo di fare.

Ora che le gambe fanno quello che vogliono, come dice lei, riposa sul divano della sua cucina, guarda la televisione commentando i programmi che vede e se qualcuno va a trovarla ne è contenta e grata.
“Su en po’ surda”...sono un po’ sorda dice, ma se non riesce ad afferrare quello che l'interlocutore dice, vuole arrivare alla fine del discorso intrapreso.

E' accudita e servita con immenso amore dalla figlia Cecilia.
Simpatici i loro battibecchi quotidiani, che rivitalizzano le loro giornate.

Scrivere di Placida è presto fatto.
Nasce il 15 settembre 1921, a Baitoni, allora piccola frazione di Bondone, con pochi abitanti.
Ora le cose si sono invertite.

La sua vita trascorre “placidamente”
, svolgendo le semplici mansioni che il mondo contadino di allora richiedeva.
Si sposa con Carlo Cimarolli “Dolcini” nel febbraio del 1947 e dalla sua casa natia vicino alla piazza delle “Plane”, si trasferisce al “Fratì” in una delle ultime case verso il lago di Idro, che costeggia il torrente “Re”.
Vita da casalinga, allietata dall'arrivo della figlia Cecilia, ma non dimenticandosi mai della sua campagna da coltivare.
Nel 1999 muore il marito Carlo, ma la presenza della figlia Cecilia è sempre costante e amorevole e Placida trova nell'amore della figlia e del genero Guerrino armonia e serenità.

Placida è stata sempre molto attiva in parrocchia.
Ha fatto parte del coro parrocchiali per anni, anche dei numerosi presepi viventi realizzati dal 1990 al 2000 a Baitoni e Bondone.
Nelle tante belle feste degli anziani di alcuni anni fa, Placida non disdegnava qualche bel canto e qualche ballo in allegria, la sua simpatia era contagiosa.

Il suo compleanno è caduto purtroppo nel giorno dei funerali di Angelo Cimarolli, cugino del marito Carlo e fraterno amico di tutta la famiglia.
Angelo tutte le settimane passava a trovare Placida, interessandosi della sua salute, altrettanto faceva la moglie Anna.
Per lei e per la figlia Cecilia la dipartita di Angiolino è stata un grande dolore e i festeggiamenti sono stati in tono minore, anche se la gente che ha bussato e bussa alla porta di Placida è tanta.

Il pomeriggio del giorno 15 il commissario del comune di Bondone e Baitoni Carlo Bertini con il parroco don Andrea Fava si sono recati alla casa di Placida per gli auguri consegnando una targa ricordo per l'importante traguardo raggiunto.

Davanti a lei e alla figlia Carlo Bertini ha letto quanto scritto:
“Alla signora Maria Placida Ferrari nata il 15 settembre 1921, l'amministrazione comunale e la parrocchia di Bondone e Baitoni, augurano per i tuoi 100 anni tanta felicità. Il tuo sorriso e il tuo coraggio di centenaria sia un augurio di serenità e benessere per la tua famiglia e per tutta la comunità di Bondone e Baitoni. Il commissario Carlo Bertini e don Andrea Fava.”

Alla fine, con invito più volte rimarcato da Placida, tutti i presenti a mangiare la torta, nel piazzale davanti alla casa dove l'amico fraterno vicino di casa Tullio Malcotti aveva allestito un bel gazebo per i brindisi bene augurali della festeggiata.

Auguri Placida per tanti futuri anni da passare ancora tra la tua gente.
Ciao Placida “Regina del Fratì”.

Il breve video allegato mostra la vitalità di Placida





Aggiungi commento:

Vedi anche
13/12/2019 07:05

L'è Nadal ...è Natale Gianpaolo Capelli, attento osservatore nonchè appassionato cultore delle tradizioni, corrisponde col nostro giornale dalla Valle del Chiese. Questa volta in redazione sono arrivati gli auguri di Natale, che estendiamo volentieri a tutti i nostri lettori

25/02/2019 14:34

Una canzone per Bondone “Il mio paese” è il titolo di un “pezzo” firmato da Fausto Fulgoni, accompagnato in video da un video fotografico composto da Gianpaolo Capelli. VIDEO

24/09/2021 00:00

Fai crescere una treccia fino alla vita! Scopri 10 segreti per accelerare la crescita dei capelli

07/09/2018 09:16

Vita d'alpeggio

Una suggestiva “finestra” sul mondo contadino degli anni '50 in Valle del Chiese e in Valle Sabbia quella che ci fornisce questo articolo storico a firma di Gianpaolo Capelli e Angelo Cimarolli

31/08/2019 08:00

Vita a Bondone negli anni 50 nei ricordi della mia gioventù Si avvicinano le Feste della Madonna di Settembre ed è l’occasione per il “nostro” Gianpaolo Capelli di ricordare a chi non ha vissuto in quegli anni com’era la vita di paese per paragonarla a quella dei giorni nostri




Altre da Val del Chiese
24/10/2021

Tragedia in Val Daone

Una ragazza di 26 anni, residente a Maranello in provincia di Modena, ha perso la vita nei pressi del lago di Malga Boazzo in Val Daone, dopo essere scivolata per diversi metri finendo nel greto del fiume Chiese

23/10/2021

Nuova sede per la Comunità Murialdo

L’ente di riferimento del Distretto famiglia per la Valle del Chiese ha inauturato la nuova sede a Palazzo Gelani, con l’intitolazione a Paolo Fiorile

22/10/2021

L'ultimo saluto al dottor Ollapally

Medico molto apprezzato, in servizio da decenni nelle Giudicarie, il dottor Philip Ollapally si è spento a Padova. Questo sabato, 23 ottobre, i funerali

22/10/2021

Borgo Chiese festeggia il Cobra

Il campione valsabbino, fresco vincitore della Parigi- Roubaix, sarà ospite di un evento questo sabato pomeriggio nella Valle del Chiese

(1)
19/10/2021

Il riposo dell'Idra

Idra riposa sul lago d’Idro, in attesa della prossima primavera, soddisfatto per come è andata la stagione estiva con la sua appendice autunnale

13/10/2021

L'arcivescovo Lauro Tisi a Storo

La visita in occasione dei 500 anni dalla consacrazione della chiesa di San Floriano

11/10/2021

Bondone e Baitoni: Chiara è sindaco

La giovane Chiara Cimarolli, già assessore nella precedente giunta guidata da Gianni Cimarolli, è stata eletta Sindaco di Bondone e Baitoni con 382 voti, più che sufficienti per sconfiggere il quorum

07/10/2021

Avvicendamenti nella Fanfara

Domenico Spada succede a Mario Castellini alla presidenza del sodalizio di Pieve di Bono, e c'è anche un nuovo direttore

06/10/2021

Bondone al voto contro il quorum

Gli abitanti di Bondone e Baitoni, domenica prossima 10 ottobre, ritorneranno alle urne per le elezioni del nuovo sindaco e dei consiglieri

05/10/2021

Al Festival vincono volontariato e solidarietà

Proprio così. Onore e merito a tutti i polenter e alle polente presentate al tradizionale Festival di Storo. E un premio speciale va all'organizzazione perfetta di questa sesta edizione 2021