30 Ottobre 2015, 10.30
Garda Salò
La candidatura

Il Garda patrimonio dell'Unesco

di Jessica Freddi

Caratteristica fondamentale dell’Italia, e soprattutto degli italiani, è sempre stato e sempre sarà un sentimento che oscilla tra l’orgoglio e l’amore viscerale per la nostra terra e il dare per scontato la sua bellezza e ciò che di meraviglioso ci circonda.


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Ci basta ricordare che l’Italia è la nazione che detiene il maggior numero di siti inclusi nella lista del patrimonio dell’umanità.
Dal 1972 l’Unesco, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, tramite la Convenzione sul patrimonio dell’Umanità, si impegna a identificare e mantenere la lista di quei luoghi che rappresentano particolarità eccezionalmente importanti dal punto di vista culturale e naturale.

Qualche settimana fa sul Garda l’orgoglio italiano si è di nuovo mosso per valorizzare al massimo i nostri luoghi: il desiderio di far conoscere la bellezza di questo territorio a tutto il mondo ha spinto alcuni comuni a riprendere i lavori per presentare la proposta di candidature del Lago di Garda tra i siti del patrimonio naturale e culturale dell’Unesco.

Il Lago di Garda sarebbe qualificato nella categoria dei paesaggi culturali, cioè dei luoghi in cui sia l’uomo che la natura hanno apportato elementi rilevanti.

La procedura non è semplice: oltre a dover soddisfare almeno uno dei dieci criteri stabiliti dall’Unesco e cercare di entrare nell’elenco dei candidati ammissibili, bisogna anche tenere conto della lunga lista di candidature italiane che vengono presentate e dei tempi, in quanto l’iter per la candidatura durerà 3 anni.

Questo è un progetto di cui si parla da tempo: ora si tratta di formalizzare l’opera dei Comuni interessati e seguire la trafila obbligatoria dell’Unesco in attesa di una risposta positiva.

Nota davvero positiva: questo sogno unisce tutte e tre le sponde, quindi coinvolge le tre regioni che si affacciano sulle rive del Lago di Garda; sono infatti diversi i sindaci che si sono uniti da tempo per questo progetto: da Manerba a Sirmione, da Lazise fino alla punta di Riva del Garda.

Ciò farebbe ben supporre, perché gli aiuti istituzionali necessari verrebbero da più fronti, ed è molto importante che tutti si interessino a questa iniziativa: per presentare la candidatura, correlata da un dossier descrittivo, bisogna infatti coinvolgere tutti, dalle comunità gardesane ai ministeri.

Tale riconoscimento sarebbe una spinta davvero significativa alla valorizzazione del Garda: un’occasione da non perdere e sfruttare al massimo per favorire una gestione più unitaria del territorio benacense, anche e soprattutto per gli sviluppi futuri sia a livello turistico che di urbanizzazione.



Vedi anche
27/06/2017 15:34

Candidatura del Garda a Patrimonio dell'Unesco Questo venerdì 30 giugno, nell'ambito del progetto "Storia di Salò e dintorni", una serata di approfondimento e confronto organizzata dall'Ateneo di Salò per fare il punto su questa istanza

11/10/2014 12:46

Presentata la candidatura È stata presentata negli ambienti di Agri 90 a Storo, la candidatura del territorio fra le Dolomiti del Brenta e il lago di Garda a "Riserva della Biosfera Unesco"

12/12/2019 11:42

Unesco, la transumanza è Patrimonio dell'umanità L'antica pratica della pastorizia che consiste nella migrazione stagionale del bestiame lungo le rotte migratorie nel Mediterraneo e nelle Alpi è stata proclamata Patrimonio culturale immateriale dell'umanità

08/05/2022 08:00

San Romedio patrimonio dell'umanità Il santuario di san Romedio potrebbe diventare patrimonio UNESCO: iniziato l'iter per il riconoscimento
VIDEO

30/09/2011 07:00

Patrimonio dell'Unesco Quella che interessa le palafitte di Peschiera del Garda, senza dubbio una buona notizia e sotto numerosi aspetti a partire da quello culturale.




Altre da Garda
25/05/2022

Ictus o infarto celebrale

Cos'è l'ictus, i sintomi, perchè arriva? Quali comportamenti adottare? Abbiamo cercato di capirlo chiedendo agli specialisti del Centro Medico Fisioterapico Equilibrio di Salò

22/05/2022

Endometriosi

Insieme agli specialisti del Centro Medico Fisioterapico Equilibrio di Salò cerchiamo di capire come alleviare il dolore con l'osteopatia

21/05/2022

I comitati incontrano il consigliere Apostoli

I comitati La Roccia, Gaia Gavardo, Visano Respira, Mamme del Garda sono stati ricevuti in Provincia dal consigliere delegato al Ciclo idrico per parlare dell’attuale progetto di depurazione del Garda e di altre questioni ambientali

20/05/2022

Cercasi artisti per creare opere estemporanee sul Monte Pizzocolo

L'idea è di dare vita ad una mostra temporanea di opere di land art e dare visibilità ad artisti locali

19/05/2022

Artrosi: come l'attività fisica adattata può aiutare

L’artrosi è una malattia articolare degenerativa causata dalla consumazione della cartilagine che ricopre l'estremità delle ossa a livello delle articolazioni. Da Centro Medico Fisioterapico Equilibrio di Salò tecniche e metodologie differenti per un approccio flessibile

19/05/2022

Colnago Cycling Festival: una festa su due ruote

Tre giorni di ciclismo per tutti a favore dell'inclusione e dell'accoglienza

19/05/2022

Michelle Marly tra Coco Chanel e Romy Schneider

Due icone universali e senza tempo, due leggende che tutti conoscono: a Coco Chanel e Romy Schneider la scrittrice Michelle Marly ha dedicato due dei suoi libri più intensi e felici

 

17/05/2022

Salò e la Magnifica Patria

Nel Salotto della Cultura la presentazione del terzo volume di “Storia di Salò e dintorni”, curato da Liliana Aimo e Giuseppe Piotti sulla storia della città di Salò, e nello specifico allo studio della società salodiana in Età Moderna

14/05/2022

Sostegno garantito al territorio

Quasi cinque milioni e mezzo di utile, con la decisione di destinare un intero milione a fondo "mutualità e beneficenza". È quanto è emerso dall’assemblea per l’approvazione del bilancio 2021 della Cassa Rurale

13/05/2022

Arrivano i bandi

160mila euro. É il budget che la Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella mette a disposizione delle associazioni del territorio per investimenti su materiali e progetti formativi. Entro il 27 maggio