14 Luglio 2011, 07.00
Provincia
New media

Sul web l’informazione più credibile

di red.

quanto emerge dal Nono Rapporto sulla comunicazione Censis-Ucsi che nel 2011 registra il superamento la soglia del 50% della popolazione italiana che naviga su internet.

Gli internauti in Italia nel 2011 superano la soglia del 50% della popolazione italiana, attestandosi per l'esattezza al 53,1% (+6,1% rispetto al 2009). Il dato - fornito dal rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione - indica in particolare che l'87,4% sono giovani (14-29 anni) e il 15,1% anziani (65-80 anni); il 72,2% soggetti più istruiti e il 37,7% meno scolarizzati.

Internet è anche il mezzo di informazione più credibile per gli italiani: in un range che va da 1 a 10, televisione e carta stampata non raggiungano il punteggio della sufficienza in termini di reputazione, secondo l'opinione degli italiani: 5,74 è il voto medio registrato dalla credibilità delle informazioni tratte dalla televisione (solo i giovani di 14-29 anni assegnano un punteggio sopra la sufficienza, pari a 6,12) e 5,95 è il voto dato ai giornali (sono ancora i giovani a salvarli, con un punteggio di 6,65). Maggiormente credibili sono ritenute le informazioni date alla radio (6,28) e soprattutto quelle pubblicate su Internet (6,55).

Ancora una volta sono i giovani i più fiduciosi, che assegnano un 6,80 alla radio e un 6,78 al web, percepito come un mezzo più libero e "disinteressato".

I quotidiani a pagamento (47,8% di utenza) perdono il 7% di lettori tra il 2009 e il 2011 (complessivamente -19,2% rispetto al 2007). La free press cresce di poco (+1,8%, salendo al 37,5%). I periodici resistono, specie i settimanali (28,5% di utenza), grazie agli sforzi di innovazione e di marketing, a cominciare dagli allegati venduti unitamente ai rotocalchi. Si tratta di media soprattutto per donne: più di una su tre legge i settimanali (il 36,4% del totale), mentre solo un uomo su cinque fa altrettanto (il 20,4%).

Tengono anche i libri, con il 56,2% di utenza (ma il dato si spacca tra il 69,5% dei più istruiti che ha letto almeno un libro nel corso dell'ultimo anno, contro il 45,4% delle persone meno scolarizzate), mentre gli e-book non decollano (1,7% di utenza).

Stabile anche la lettura delle testate giornalistiche on line (+0,5%, con un'utenza del 18,2%), che però non si possono più considerare le versioni esclusive del giornalismo sul web, perché i diversi portali di informazione on line contano oggi un'utenza pari al 36,6% degli italiani.

Fonte agenzia Asca



Aggiungi commento:
Vedi anche
11/06/2008 00:00

Boom di internet fra i ragazzi italiani Giovani, nomadi e disincantati. questa la fotografia della “dieta mediatica” dei ragazzi italiani fra i 14 e i 29 anni scattata dal settimo Rapporto sulla comunicazione, realizzato da Censis/Ucsi.

15/10/2020 09:20

Covid, giornali, social e comunicazione: cosa non ha funzionato (e continua a non funzionare) La comunicazione e l'informazione in generale non sono semplicemente il racconto di una notizia (o “storytelling”, come va di moda dire ora) ma è la notizia stessa

11/06/2018 15:51

Valle Sabbia va veloce, anche su Internet Oggi Internet è letteralmente sulla bocca di tutti: sempre più spesso ne sentiamo parlare, soprattutto per quanto riguarda i suoi livelli di velocità

30/03/2015 07:01

Internet ancora sottovalutato dalle imprese in Valle Sabbia Sono  pochissime in Valle Sabbia le aziende che riconoscono il web come strumento di vendita comunicazione ed un reale valore aggiunto nelle strategie di comunicazione

30/11/2010 12:00

La coppia, l’arte di comunicare La comunicazione alla base del buon rapporto di coppia. Il dialogo va cercato, persino provocato. quanto ha affermato la dott.ssa Pelamatti nel terzo incontro di “Genitori in cammino”.



Altre da Provincia
30/10/2020

«La Conferenza dei Comuni va riconvocata»

Lo chiedono al presidente Coccoli quattro sindaci dell'asta del Chiese, in rappresentanza dei 59 firmatari della mozione precedentemente esclusa dall'ordine del giorno

30/10/2020

Pensione a domicilio

Anche in questa seconda fase dell'emergenza Covid-19 i Carabinieri sono disponibili a ritirare alle Poste la pensione degli anziani e a consegnarla loro a domicilio

29/10/2020

A Brescia crolla il lavoro in somministrazione

La richiesta, in provincia, segna una flessione del 54% rispetto al 2019. Lo evidenzia l'Osservatorio Confindustria Brescia, in particolare riguardo agli effetti dell'emergenza coronavirus

28/10/2020

Congratulazioni Johnny

Tante congratulazioni a Johnny Ponchiardi, che anni fa abitava a Sabbio Chiese e ora a Poncarale e il 26 ottobre si è laureato in Banca e Finanza all'Università degli Studi di Brescia

28/10/2020

Comitati e associazioni contro il depuratore

La lotta alla realizzazione del maxi depuratore a Gavardo e Montichiari continua. Organizzate una serie di conferenze stampa per ribadire il “no” allo scarico dei reflui del Garda nel fiume Chiese

28/10/2020

Gruppi industriali bresciani: cosa è stato e cosa sarà

Nel 2019 stabile il fatturato, ma meno investimenti e più patrimonializzazione, mentre nel 2020 cala il fatturato. Lo evidenzia lo studio del Centro Studi di Confindustria Brescia con Deloitte

27/10/2020

«Ci mancherà, umanamente e professionalmente»

Alfredo Buda, deceduto nello schianto con l'elicottero, viveva a Castel Mella con la compagna. Figlio unico, accudiva l'anziana madre. I colleghi e gli amici non si danno pace

26/10/2020

Il karate ponte fra Italia e Giappone

Un incontro a distanza quello fra gli allievi di karate bresciani e gli studenti di una scuola di Tokyo sulla cultura e le arti marziani giapponesi

26/10/2020

In semi-lockdown per un mese

A partire da oggi nuove restrizioni valide in tutta Italia per evitare il contagio da coronavirus e per evitare pressione sugli ospedali

26/10/2020

L'autunno in uno scatto

Aspettiamo in redazione tutte le vostre più belle foto autunnali per condividerle con i lettori nella rubrica della “Foto del giorno”