29 Luglio 2021, 12.00
Provincia
AIB Confindustria Brescia

Industria, quasi recuperati i livelli pre Covid

di Redazione

Tra aprile e giugno 2021 a Brescia - 4% rispetto al 2° trimestre 2019. Record storico positivo sul 2° trimestre 2020 (+29,1%)


Nel 2° trimestre 2021, la variazione della produzione delle imprese manifatturiere bresciane rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente (tendenziale) è risultata pari a +29,1%: si tratta del valore positivo più alto di tutta la serie storica, cioè dal primo trimestre 1997.

Il risultato consente alla provincia di Brescia di recuperare quasi per intero quanto perso durante la pandemia: il confronto con il 2° trimestre 2019, prima dell’impatto del Covid, è pari al -4%.

In generale, l’evoluzione complessiva è la sintesi di dati aziendali fortemente eterogenei. A evidenziarlo è l’indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia sui dati relativi al secondo trimestre 2021.

Nel dettaglio, la produzione industriale rileva un aumento sul trimestre precedente (congiunturale) di +6,3%. Il tasso acquisito, ovvero la variazione media annua che si avrebbe se l’indice della produzione non subisse variazioni fino alla fine del 2021, è pari a +15,1%.

Dopo aver toccato i minimi storici nel secondo trimestre dello scorso anno, i livelli produttivi realizzano quindi un netto recupero, riportandosi intorno ai volumi del 2019. Le previsioni a breve termine sono positive: le aziende che stimano un miglioramento della situazione nei prossimi tre mesi sono il 51%; quelle che prevedono di mantenere i livelli attuali sono il 41%, mentre l’8% stima un calo dell’attività.

Le aspettative sono favorite dal recupero della domanda interna. La fiducia degli imprenditori manifatturieri in giugno è salita ai massimi dall’autunno del 2000. Permangono alcune preoccupazioni dovute all’incremento dei prezzi delle materie prime e, in alcuni casi, alla carenza di materiali, fattori che stanno generando un aumento dei tempi medi di consegna e una riduzione dei margini delle imprese.

Le prospettive restano anche condizionate dai timori che la “variante Delta” possa frenare i progressi ottenuti nella lotta alla diffusione del virus. L’avanzare della campagna vaccinale senza intoppi è la precondizione principale affinché non si interrompa sul nascere una ripresa che si sta manifestando in questi mesi, ma che va consolidata.

- La disaggregazione della variazione della produzione per classi dimensionali mostra incrementi superiori alla media nelle piccole imprese (+8,2%), nelle medie (+7,8%) e nelle grandi (+9,4%). La produzione è diminuita nelle micro imprese (-0,7%).

- Con riferimento alla dinamica congiunturale per settore, l’attività produttiva è aumentata: oltre la media nel comparto chimico, gomma, plastica (+9,0%), legno e minerali non metalliferi (+6,5%), meccanica (+6,5%), metallurgia (+7,9%); sotto la media nell’alimentare (+5,5%); è diminuita nel sistema moda (-0,9%).

- Il tasso di utilizzo della capacità produttiva, che si è attestato all’81%, è aumentato nei confronti della rilevazione precedente (78%) e risulta superiore a quello del secondo trimestre del 2020 (62%).

- Le vendite sul mercato italiano sono aumentate per il 61% delle imprese, rimaste invariate per il 23% e diminuite per il 16%. Le vendite verso i Paesi comunitari sono cresciute per il 44% degli operatori, calate per il 13% e rimaste stabili per il 43%; quelle verso i Paesi extra UE sono aumentate per il 40%, diminuite per il 15% e rimaste invariate per il 45% del campione.

- I consumi energetici sono cresciuti per il 57% degli operatori, con una variazione media di +4,9%. Le giacenze di prodotti finiti sono ritenute adeguate alle necessità aziendali dal 73% delle imprese; le scorte di materie prime sono giudicate normali dal 66% del campione.

- I costi di acquisto delle materie prime sono cresciuti per il 77% delle imprese, con un incremento medio del 13,0%. I prezzi di vendita dei prodotti finiti sono aumentati per il 62% degli operatori, per una variazione media pari a +4,4%.

- Tra i fattori che limitano la produzione, le aziende hanno segnalato: per il 34% la scarsità di materie prime/macchinari; per il 19% la domanda insufficiente a causa del Covid-19; per il 5% la scarsità di manodopera; per il 31% nessuno.

- Le aspettative a breve termine appaiono positive. La produzione è prevista in aumento da 51 imprese su 100, stabile dal 41% e in calo dal rimanente 8%. Tutti i comparti produttivi sono attesi in crescita.

- Gli ordini provenienti dal mercato interno sono in aumento per il 41% degli operatori, stabili per il 43% e in diminuzione per il 16%; quelli dai Paesi UE sono in crescita per il 34% degli operatori del campione, invariati per il 60% e in calo per il 6%; quelli provenienti dai mercati extracomunitari sono in aumento per il 36% delle imprese, stabili per il 57% e in calo per il 7%.

L’Indagine viene effettuata trimestralmente su un panel di 250 imprese associate appartenenti al settore manifatturiero.




Vedi anche
14/11/2020 10:00

Produzione industriale, si attenua la caduta su base annua La produzione industriale bresciana evidenzia un aumento sul trimestre precedente di +10,6%. Lo evidenzia l’indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia al terzo trimestre 2020

11/05/2019 11:07

Produzione industriale, la crescita è debole Nel primo trimestre del 2019 la crescita tendenziale della produzione nelle imprese manifatturiere bresciane si è attestata al +1,6% rispetto allo stesso trimestre del 2018. E’ il dato più basso degli ultimi 4 anni

23/02/2021 11:02

Terziario, nel quarto trimestre si assesta la fiducia Il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attesta a 102, confermando il livello registrato nel periodo precedente. Rilevante il “fattore smart working”

04/05/2021 08:00

Brescia, la variazione della produzione industriale torna positiva Nel primo trimestre del 2021 la variazione è pari al +5,2% rispetto al 2020. Si tratta del primo valore tendenziale positivo dopo quasi due anni

03/08/2021 11:10

Settore Terziario, fiducia vicino ai massimi della serie storica Nel secondo trimestre del 2021, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si è attestato a 149, con un deciso aumento rispetto al livello registrato nel periodo precedente (133).




Altre da Provincia
17/09/2021

Depositata l'interpellanza al ministro Cingolani

Al centro i costi dell'opera e le sue conseguenze sul fiume Chiese. Nel frattempo il presidio al Broletto prosegue, e questa domenica si terrà un'assemblea pubblica dei volontari

17/09/2021

Uno sportello anti violenza anche in Valle Sabbia

E’ stato inaugurato a Sabbio Chiese, la cui comunità è in lutto per la scomparsa di Giusi, uccisa dal marito mentre usciva di casa. Sarà un aiuto concreto per le donne vittime di violenza, anche nella prevenzione

13/09/2021

Il fronte del Chiese prepara il ricorso

Nel frattempo i comuni di Gavardo, Prevalle, Muscoline e Montichiari predispongono il ricorso contro la nomina del Commissario straordinario. Obiettivo ottenere a breve una sentenza di sospensiva

13/09/2021

Il caso del depuratore approda a Bruxelles

Sollevata dall’europarlamentare dei Verdi Eleonora Evi, la questione della realizzazione del doppio depuratore a Gavardo e Montichiari è giunta in Commissione Europea

12/09/2021

In duemila in piazza contro il depuratore

Una protesta stanziale, ma solidale e piena di vita quella di ieri pomeriggio in città. Striscioni, canti e slogan per difendere il Chiese dal “deturpatore”. E il Presidio non si ferma

12/09/2021

«Qui nessuno ce lo Chiese»

Il titolo della canzone di Luca Rassu ben si addice a riassumere le posizioni espresse dai partecipanti alla protesta contro il depuratore. Il territorio continua a sentirsi escluso da una decisione che lo riguarda così da vicino

11/09/2021

Export per la prima volta sopra i 5 miliardi

A Brescia nel secondo trimestre del 2021 esportazioni in rialzo anche rispetto al pre-Covid

11/09/2021

Sostegno al Presidio anche dai gruppi di acquisto solidale

Anche la rete dei G.A.S. bresciani si unisce alla protesta delle associazioni contro il depuratore del Garda sul Chiese. Oggi, sabato, in piazza Duomo la manifestazione pubblica

10/09/2021

10 mln di euro per le scuole dell'infanzia autonome

Da Regione Lombardia un bando per le spese di gestione ordinaria e di sostegno didattico agli alunni disabili

09/09/2021

Lavoro in somministrazione, importante incremento nel secontro trimestre

Secondo i dati forniti dalle Agenzie per il Lavoro, la domanda di lavoratori in somministrazione nel bresciano mostra un deciso e inedito incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al +106%.