28 Aprile 2008, 00.00
O
Economia Bresciana

Produzione industriale stagnate

La produzione industriale bresciana, rispetto al primo trimestre del 2007, ่ rimasta stabile mostrando una tendenza sostanzialmente stagnante del ciclo industriale.

Nel primo trimestre del 2008 la produzione industriale delle imprese manifatturiere bresciane รจ cresciuta rispetto al quarto trimestre dello scorso anno, che perรฒ aveva risentito negativamente dei blocchi produttivi causati dallo sciopero degli autotrasportatori in dicembre.

Nei primi mesi di questโ€™anno sono stati quindi recuperati quei vuoti e ricostituite le scorte, e ciรฒ ha influenzato positivamente lโ€™andamento congiunturale della produzione.

Tuttavia, rispetto al primo trimestre del 2007, la produzione รจ rimasta stabile mostrando una tendenza sostanzialmente stagnante del ciclo industriale. Dโ€™altra parte, le previsioni per il secondo trimestre appaiono quanto mai incerte per il protrarsi della debolezza degli ordini unita alla crescente tensione sui prezzi delle materie prime e al persistente apprezzamento dellโ€™euro che minacciano seriamente la competitivitร  dei nostri prodotti sui mercati esteri. Tale tendenza รจ al momento contrastata con la riduzione dei margini che perรฒ mina la redditivitร  aziendale e quindi la capacitร  di autofinanziamento delle imprese.

Tornando ai risultati del primo trimestre, lโ€™indice grezzo della produzione industriale รจ aumentato dellโ€™1,81 per cento rispetto allโ€™ultimo trimestre del 2007, mentre rispetto allo stesso periodo dello scorso anno lโ€™indice รจ rimasto sostanzialmente invariato.

La disaggregazione dellโ€™indice grezzo della produzione per classe dimensionale delle imprese mostra un aumento dellโ€™attivitร  superiore alla media nelle imprese medio-piccole, medio grandi e maggiori; sotto la media risulta invece la crescita della produzione nelle altre classi, con un minimo sotto il mezzo punto percentuale nelle micro imprese.

Lโ€™andamento per settore evidenzia: un incremento dei volumi produttivi sopra la media nei settori: meccanica di precisione e apparecchiature elettriche (+5,24%), metallurgico e siderurgico (+3,13%), calzaturiero (+2,97%), materiali da costruzione ed estrattive (+ 2,85%), meccanica tradizionale e mezzi di trasporto (+2,19%); un aumento sotto la media nei settori carta e stampa (1,51%), agroalimentare e caseario (+1,48%); una riduzione della produzione nei settori legno e mobilio (-8,46%), maglie e calze (-1,79%), tessile (-0,39%), chimico, gomma e plastica (-0,38%), abbigliamento (-0,24%),

Il tasso di utilizzo degli impianti si รจ attestato intorno ad una percentuale dellโ€™82,1 per cento, 1,4 punti in piรน rispetto al trimestre precedente ma 4 punti piรน basso del primo trimestre 2007.

Le vendite sul mercato italiano sono aumentate per il 30 per cento delle imprese, diminuite per il 23 per cento e rimaste invariate per il restante 47 per cento delle aziende.

Le vendite sui mercati esteri hanno avuto un andamento piuttosto piatto: quelle verso i Paesi dell'UE sono aumentate per il 25 per cento delle aziende, diminuite per il 17 per cento e rimaste invariate per il 58 per cento; quelle verso i Paesi extra UE sono aumentate per il 19 per cento delle aziende, diminuite per il 16 per cento e rimaste sul livello del trimestre precedente per il 65 per cento delle imprese.

Le giacenze di prodotti finiti sono ritenute adeguate alle esigenze dallโ€™81 per cento delle imprese, alte dal 13 per cento e basse soltanto dal 6 per cento.

Le scorte di materie prime sono considerate normali dallโ€™88 per cento delle imprese, alte dal 7 per cento e basse dal 5 per cento.

I costi delle materie prime sono cresciuti per il 60 per cento delle imprese, calati per il 10 per cento e rimasti invariati per il 30 per cento. I prezzi delle materie prime sono aumentati mediamente del 2,84 per cento.

I prezzi di vendita dei prodotti sono stati aumentati dal 26 per cento delle aziende, ridotti dal 15 per cento e lasciati invariati dal 59 per cento. La variazione in aumento รจ stata mediamente dello 0,34 per cento.

La manodopera รจ rimasta invariata per il 73 per cento delle aziende, รจ diminuita per lโ€™11 per cento e aumentata per il 16 per cento.

Il costo del lavoro รจ aumentato per il 55 per cento delle imprese e non รจ variato per il 45 per cento.

Gli investimenti effettuati nel trimestre sono aumentati per il 13 per cento delle aziende, sono diminuiti per il 19 per cento e rimasti stabili per il 68 per cento.



PROSPETTIVE

Le previsioni per il secondo trimestre sono orientate a un sostanziale mantenimento dei volumi produttivi. La produzione รจ infatti prevista in aumento dal 24 per cento delle aziende, in diminuzione dal 22 per cento e stabile dal 54 per cento. I settori con aspettative di crescita sono: calzaturiero, meccanica di precisione e apparecchiature elettriche, meccanica tradizionale e mezzi di trasporto; negative invece le prospettive per i settori abbigliamento, agroalimentare e caseario, carta e stampa, maglie e calze, materiali da costruzione ed estrattive.

A livello dimensionale, la produzione รจ prevista in aumento dalle imprese medio-grandi, grandi e maggiori, in calo dalle imprese micro, piccole e medio-piccole.

Gli ordini provenienti dal mercato interno sono previsti in aumento dal 21 per cento delle aziende, in calo dal 18 per cento e stabili dal 61 per cento. Per quanto riguarda gli ordini dallโ€™estero: quelli dai Paesi dellโ€™UE risultano in aumento per il 19 per cento delle aziende, in calo per lโ€™11 per cento e stazionari per il 70 per cento; quelli dai Paesi extra UE dovrebbero aumentare per il 18 per cento, diminuire per lโ€™11 per cento e rimanere stabili per il 71 per cento.

La manodopera non dovrebbe subire variazioni per il 73 per cento delle imprese, diminuire per lโ€™11 per cento e aumentare per il 16 per cento.

Fonte: Aib, Brescia


Aggiungi commento:

Vedi anche
23/03/2008 00:00

Quasi ferma la produzione a febbraio In febbraio la produzione industriale ่ rimasta sostanzialmente stabile sul livello del mese precedente.

23/07/2011 08:00

Produzione industriale: ulteriore recupero nel secondo trimestre Ha segnato un incremento del 2,5% la produzione industriale bresciana rispetto al trimestre precedente.

03/05/2016 15:03

Bene la produzione industriale, meno l'artigianato I dati del primo trimestre 2016 dell'economia bresciana mettono in evidenza un ulteriore recupero della produzione industriale, mentre lโ€™attivitร  nellโ€™artigianato manifatturiero subisce una battuta dโ€™arresto

14/11/2020 10:00

Produzione industriale, si attenua la caduta su base annua La produzione industriale bresciana evidenzia un aumento sul trimestre precedente di +10,6%. Lo evidenzia lโ€™indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia al terzo trimestre 2020

11/05/2019 11:07

Produzione industriale, la crescita รจ debole Nel primo trimestre del 2019 la crescita tendenziale della produzione nelle imprese manifatturiere bresciane si รจ attestata al +1,6% rispetto allo stesso trimestre del 2018. Eโ€™ il dato piรน basso degli ultimi 4 anni




Altre da O
26/10/2010

La zucca

Utilizzata non solo in cucina, ma anche in cosmesi e in medicina, la zucca viene persino usata come contenitore e come utensile.

18/10/2010

Cucina regionale della Basilicata

La Basilicata (chiamata anche Lucania) ha il notevole pregio di conservare intatto buona parte del proprio patrimonio ambientale e boschivo.

18/10/2010

Attese

Tornando indietro con la moviola dei ricordi mi trovo sovente ingarbugliata dentro quel filo sottile e resistente che tiene insieme lโ€™ansia per raggiungere nuovi traguardi di crescita.

(4)
14/10/2010

ยซIndian takewayยป

Per ogni figlio di immigrati cโ€™่ sempre un momento di consapevolezza che mette a disagio.

13/10/2010

Cucina regionale dell'Umbria

Lโ€™Umbria ่ una regione dove tradizione e semplicitเ dominano la gastronomia.

11/10/2010

Lรขย€ย™omaggio degli alpini alla Madonna del Don

Ieri a Mestre il dono degli alpini bresciani dellโ€™olio per la lampada votiva per lโ€™icona della Vergine portata dal fronte russo da un cappellano militare, per ricordare i caduti della campagna di Russia.

11/10/2010

Bando per progetti sperimentali

Tempo fino al 18 ottobre per presentare domanda. Sono a disposizione 2 milioni e 300 mila euro.

11/10/2010

Piccoli uomini crescono

ALBUM: Piccoli uomini crescono.
ARTISTA: Jet Set Roger.
SITO UFFICIALE: www.jetsetroger.it

11/10/2010

Il mito si trasforma: arriva la Mini SUV

Rivoluzione in casa Mini: arriva infatti la Countryman, la prima Mini a trazione integrale e 5 porte.

07/10/2010

Colori e ritmi della creativitร 

La vera molla che fa scattare la vita ่ sicuramente la creativitเ.