13 Maggio 2022, 11.00
Eco del Perlasca

Gardacon 2022

di Filippo Vanzani

É tornata anche quest’anno la corposa fiera “di zona” dedicata alla cultura pop e nipponica fra numerosi stand e pittoreschi personaggi


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



A primavera iniziata, oltre alla fioritura dei ciliegi, non mancano ferie e raduni. Da un anno a questa parte ha ripreso l’organizzazione del Gardacon, che era stata interrotta a causa pandemia, la fiera fumettistica e videoludica che riscuote sempre molto successo.
Esatto, non serve andare fino a Lucca per poter partecipare a eventi di questo tipo, e adesso che sono tornati non si hanno più scuse. Vediamo cosa il Gardacon ci ha offerto quest’anno.

Fin dal mattino, ancor prima dell’orario di apertura
, era visibile una copiosa affluenza che, anche se non paragonabile a quella della controparte centro-italiana, è comunque riuscita ad affollare il centro fiera di Montichiari.

Subito si era accolti dal primo padiglione, ove erano presenti tutti gli stand e le “bancarelle” dove era possibile acquistare la merce desiderata. Era possibile trovarvi fumetti, videogiochi, giochi da tavolo, statuine (di dimensioni sia piccole che grandi), carte collezionabili, stampe e poster, model kit da assemblare, modellini e così via...

Un buon consiglio era quello di
puntare l'attenzione sulle cose che non si trovano facilmente in giro, come prodotti che in Italia non sono ancora arrivati o “glorie passate” che, avendo fatto il loro tempo, sono particolarmente difficili da reperire. Aguzzando la vista e con un po’ di fortuna si potevano sicuramente fare dei buoni affari.
Ovviamente c'erano anche le ultime uscite e i titoli più famosi. Inoltre non meno importanti sono stati gli artisti che si potevano osservare lavorare dal vivo o promuovere e vendere le loro opere e creazioni. Questi eventi rappresentano infatti un’ottima occasione per farsi conoscere e condividere la propria arte.

Passando per il secondo padiglione presenziavano palchi dove avvenivano presentazioni e discussioni e numerose aree dedicate alle attività, in particolare legate ai giochi da tavolo e di ruolo. Inoltre erano presenti anche dei tavoli liberi dove ci si poteva riposare o si disputavano partite “amichevoli” con i propri amici.
Non mancavano aree dedicate al K-pop dove gli appassionati hanno potuto ritrovarsi per fare un po’ di “musica dal vivo”. Il terzo padiglione conteneva in gran parte una mostra di Lego, i mattoncini più famosi del mondo, e anche un ring dove si esibivano spettacoli di wrestling (strano ma vero).

Erano presenti anche stand di alcune delle icone cinematografiche degli anni '80-'90 come Ritorno al futuro, Star trek, Star wars ecc.… passando al successivo padiglione si potevano notare spazi dedicati all’apprendimento dell’arte della spada (sia laser che non).

L'ultimo padiglione era dedicato agli svaghi videoludici, con la presenza di vari agglomerati di postazioni dove si poteva usufruire delle attrazioni più giocate, senza nulla togliere ai giochi più “anziani” che trovavano anch’essi largo spazio all’interno del padiglione, di cui circa la metà era occupata da file e file di computer a tubo catodico con le console che appartengono alle generazioni passate.
Era così possibile giocare a grandi classici come Super Metroid, Super Mario e addirittura Pong. Sempre molto apprezzati anche i cabinati.

Girando la fiera era impossibile non notare la moltitudine di cosplayer che popolavano le vie del trafficato evento: un esercito di persone vestite e agghindate come i loro personaggi preferiti che contribuivano enormemente all’allegria dell’evento.

E se non avevo nessuno con cui andare?
Nessun problema, era matematicamente impossibile che sedendosi a un tavolo passassero più di  5 minuti prima che si avvicinasse un giovine in cerca di qualcuno con cui giocare a Yu-Gi-Oh. Ovviamente era anche possibile provare ad aggregarsi ad altri tavoli.

Insomma, quest’anno i due giorni del Gardacon si sono conclusi domenica 27 marzo, se ve lo siete perso non disperate, vi rimane lo sprone di quest’articolo a farci un salto l’anno prossimo.

Filippo Vanzani





Vedi anche
01/05/2014 15:00

Venite a trovarci in fiera Anche quest’anno la redazione di Vallesabbianews si è trasferita alla fiera di Gavardo. Venite nel padiglione dedicato alla Valle Sabbia e passate a salutarci.
Ci saremo di nuovo da sabato pomeriggio

01/10/2011 08:32

Risparmiare sì ...non in cultura Fra gli stand della fiera vestonese, aperta questo fine settimana, anche l’Associazione Culturale Legno e Identit.

05/05/2008 00:00

Tanti visitatori per l'ultimo giorno Va in archivio anche la 52a edizione della Fiera di Gavardo e Valle Sabbia. Anche ieri numerosi sono stati i visitatori sia degli stand sia delle bancarelle che sono ricomparse nell’ultimo giorno lungo il viale Orsolina Avanzi.

03/05/2014 15:30

Rieccoci E' sabato e, come promesso, rieccoci in Fiera a Gavardo a incontrare i nostri lettori. Venite a trovaci allo stand aperto all'inizio dello spazio dedicato alla Vallesabbia

29/04/2014 09:00

Grande attesa per la Festa di Maggio Domani pomeriggio aprono gli stand della fiera campionaria gavardese. Giovedì mattina l’inaugurazione ufficiale con le autorità. Tante le novità della kermesse fieristica




Altre da Eco del Perlasca
24/05/2022

Dormiremo anche domani?

Durante il convegno 2022 della Commissione scuola ANPI “Dolores Abbiati”, intitolato “Obiettivo ambiente: la Terra in primo piano”, gli studenti della classe seconda A Finanza e Marketing hanno presentato il loro progetto

19/05/2022

Colnago Cycling Festival: una festa su due ruote

Tre giorni di ciclismo per tutti a favore dell'inclusione e dell'accoglienza

17/05/2022

L'anfiteatro di Pompei

Tra i molti progetti che il nostro istituto porta avanti, oggi vi parleremo di quello degli studenti del Liceo scientifico di Idro che, insieme al professor Fabio Dattilo, hanno deciso di promuovere la cultura parlando di diverse opere d'arte del nostro patrimonio nazionale

15/05/2022

Riflessioni sulla guerra

Rispetto e libertà: due valori cui non si può rinunciare per costruire una società inclusiva in cui tutti possono stare bene

09/05/2022

Luna

L’astro più comune del cielo notturno, vive solo di notte poiché il giorno è regnato dal Sole. Eppure lei è sempre lì, in attesa, per ritornare. Sull'Eco del Perlasca, oggi, ecco una poesia

03/05/2022

DSA Quando un disturbo non è una malattia!

Essere un genitore di un bambino/ragazzo DSA è come essere su una giostra che ad ogni giro cambia velocità e direzione.
Non esistono giornate uguali o ripetitive, ogni giorno è unico ed ineguagliabile

19/04/2022

Viaggiando si impara

Intervista a Sofia Pederzoli, una ragazza di 5A Liceo che, nonostante il Covid, è riuscita a partire per un’esperienza all’estero

13/04/2022

Un arcobaleno di sapori

La natura si è divertita parecchio a dare colore a frutta e verdura, dal momento che esistono melanzane bianche come la neve e banane… azzurre come un puffo!

06/04/2022

«Slut-shaming»

Lo slut-shaming, in italiano lo stigma della “puttana”, è una maniera di esprimersi verso le donne ritenute colpevoli di comportamenti inopportuni e disdicevoli

04/04/2022

La Disney è solo per femmine?

Sin dal 1938 la celebre casa di animazione Disney propone eroine, principesse e, più in generale, protagoniste femminili. Quindi i classici di Walt Disney sono rivolti soltanto alle femmine?