03 Agosto 2022, 09.33
Idro Valsabbia Val del Chiese
Ambiente

Le associazioni per il Chiese e l'Eridio in commissione provinciale

di redazione

In Terza commissione, nell’incontro di martedì, si è parlato della situazione del fiume Chiese e del Lago d’Idro con l’audizione dei rappresentanti della Federazione delle associazioni che operano in difesa del corso e dello specchio d’acqua


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...


 
Il presidente della federazione, ha rammentato come primo aspetto che sin dal  2020, sono ben 26 i gruppi, che composti da persone innamorate della cultura e dell’ambiente del Chiese e del Lago d’Idro, si battono per la salvaguardia dell’ambiente.
 
«Sebbene, il no alla concessione di ulteriori quantità d’acqua espresso dalla governo provinciale a favore dell’agricoltura della pianura lombarda che, continua ad andare avanti con i dispendiosi sistemi di irrigazione di 100 anni fa, sia stata una mossa apprezzata, non la riteniamo sufficiente» commenta il presidente Bordiga.
 
«La vittima di questa situazione, è il Lago d’Idro, ma i cittadini hanno alzato la testa e per questo la Provincia deve continuare ad agire sulla Regione Lombardia perché si imponga un bilancio idrico e il deflusso ecologico, facendo pressioni per l’ammodernamento dei sistemi di irrigazione di ben 21 mila ettari coltivati a mais che vengono trinciati e usati per alimentare i maiali, che ormai sono più numerosi degli umani, e come biomassa».
 
«La Federazione» prosegue Bordiga, ha promosso un’impugnativa contro la Conferenza dei servizi che ha dato il via libera alla decisione del commissario straordinario della depurazione del Garda, nominato dal Governo, di realizzare a Gavardo e Montichiari due mega depuratori per la sponda bresciana del Garda. Un intervento pericoloso e dal costo esorbitante».
 
Un tema ricorrente e sempre attuale, considerato che sulla base di uno studio promosso dalle Federazione stessa, invece di sostenere costi elevati per il sistema di pompaggio, trasporto e depurazione oltre che di costruzione del nuovo impianto, sarebbe più efficiente ed economico ristrutturare il depuratore di Peschiera che da tempo non funziona perché «gestito male» afferma la Federazione.  
Inoltre, una critica mossa nei confronti della scelta di usare il fiume Chiese è la palese dimostrazione che un lavoro di tale peso costituirebbe uno sforzo enorme per il Fiume, già provatissimo in stagioni di scarse precipitazioni come quella attuale.
 
Su questo tema, e su quello dello sfruttamento esasperato delle risorse idriche trentine e dell’Eridio, il presidente del gruppo di associazioni ha chiesto l’appoggio della Provincia nella difesa del bacino del Chiese perché venga invertita la rotta mettendo la tutela dell’ambiente al primo posto. Una tutela che va però estesa dall’Adamello alle foci del fiume.
 
A convenire con il presidente Bordiga e con le idee e proposte della Federazione i rappresentanti sia di Europa Verde che Lega, ma anche di M5S, che hanno espresso appoggio alle battaglie della Federazione, nonché necessità di intervenire in difesa dell’ecosistema e della fauna anche modernizzando i sistemi irrigui della pianura. 
 
Interessante anche l’intervento di Marini, M5S «Oggi il biotopo del Lago d’Idro, , è secco e quindi la Pat dovrebbe fare qualcosa di più: prima di tutto esigere da Aipo (l’Agenzia interregionale per il Po) il rispetto della legge e le direttive Comunitarie, come la habitat che c’è da 29 anni».
 
Concorde anche l’assessore all’agricoltura e ambiente, Zanotelli, che ringraziando le associazioni ricorda: «Il Trentino non può supplire alla sete dell’agricoltura della Pianura Padana. Sete aggravata da una situazione climatica che sta sotto gli occhi di tutti, ma che richiede un deciso cambio di rotta. Cioè, investimenti, come ha fatto il Trentino, sui sistemi di irrigazioni moderni; la necessità di passare dai canali alla goccia. E questo cambio di rotta, può essere favorito proprio dalla crisi che stiamo vivendo».
 
«Infatti, Regione Lombardia non può pensare ad andare avanti con sistemi di irrigazioni obsoleti mentre il Trentino ha fatto passi avanti con l’irrigazione a goccia e la creazione di bacini. Perché l’acqua, ha sottolineato, non può essere sprecata. Ci sono i fondi Pnrr che in Trentino che si stanno usando e che anche le altre regioni dovranno utilizzare».


Foto di Gianpaolo Capelli
 
 



Vedi anche
01/03/2021 10:35

Tavolo delle Associazioni, lo studio legale e la raccolta fondi La Federazione del Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il suo Lago d'Idro si organizza concretamente per difenderne le acque, anche a fronte dei progetti in corso di valutazione per la depurazione dei reflui gardesani

06/07/2020 11:27

Una federazione per la tutela del Chiese e del lago d’Idro Le 17 associazione del “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d’Idro” hanno dato vita a una federazione per meglio incidere sulle questioni ambientali del territorio: priorità il no al maxi depuratore a Gavardo e Montichiari

18/03/2019 11:14

Il «no» al doppio depuratore è corale L’incontro pubblico indetto sabato scorso dal “Tavolo delle associazioni che amano il fiume Chiese e il lago d’Idro” ha raccolto gli interventi di numerosi amministratori locali e rappresentanti delle associazioni ambientaliste. Organizzate le prossime tappe della protesta. VIDEO

12/07/2021 11:38

«Stop inquinamenti nel fiume Chiese» Dopo l'incontro in Prefettura la Federazione del Tavolo delle Associazioni che amano il fiume Chiese e il suo lago d’Idro è pronta ad un presidio di protesta

16/05/2022 08:00

«Bisogna mantenere il deflusso ecologico lungo tutto il fiume» In merito al Contratto per la “salvaguardia” del fiume Chiese, fra Regione e Comuni, dice la sua la Federazione del Tavolo delle Associazioni per evidenziare le problematiche del lago d'Idro




Altre da Valsabbia
30/09/2022

Fondi per i Comuni di confine

Un maxi assegno dal fondo ex Odi da 63,3milioni per i Comuni bresciani confinanti col Trentino dell’Alto Garda, Valcamonica e Valsabbia

(1)
28/09/2022

Pavimento pelvico femminile: prevenzione e cura

Ne abbiamo parlato con gli esperti del Centro Medico e Fisioterapico Equilibrio di Salò

25/09/2022

Al voto per il rinnovo del Parlamento

Seggi aperti anche in Valle Sabbia questa domenica dalle 7 alle 23 per le elezioni dei deputati e dei senatori

23/09/2022

Appuntamenti del weekend

 Un weekend ricco di appuntamenti disseminati su tutta la provincia per gli appassionati di arte e musica

23/09/2022

Valsabbini a Roma

Due sono i candidati valsabbini alle Politiche, entrambi alla Camera, entrambi per il PD: Gianantonio Girelli addirittura capolista, Michele Zanardi al terzo posto

23/09/2022

Sostenibilità e risparmio energetico, il caso Raffmetal

Dalla Valsabbia, ancora una volta, un esempio virtuoso su come, con lungimiranza, si è data risposta alla crisi energetica che oggi attanaglia le aziende

22/09/2022

Da Villanuova un ponte per il Pakistan

Impegnata nella ricostruzione di una scuola in Pakistan, distrutta nel 2010 da un’alluvione, Aid For Education oggi fa i conti con un nuovo disastro, invitando tutti a contribuire con pacchi d'emergenza. Un progetto da 35 mila euro

22/09/2022

Vanessa Run

Vanessa Gabusi la conosciamo tutti in Valsabbia e l'ammiriamo per la tenacia con la quale persegue i suoi obiettivi, sempre un po' più in là. Ci scrive dell'ultima sua esperienza e pubblichiamo volentieri

21/09/2022

La Dall'Era Valerio riconverte l'ex Pasotti

Un piano di ben undici milioni di euro, questo quanto messo in campo dall’azienda di Sabbio Chiese per il recupero e l’ammodernamento del complesso industriale ex Industrie Pasotti

21/09/2022

Welfare aziendale, stasera l'incontro

Lo showroom Valsir di Roè Volciano apre alla salute: incontro tra dipendenti ed esperti di stili di vita e prevenzione