12 Giugno 2016, 08.05
Idro
Incidente

Ribaltamento e fuga di gas

di val.

Momenti di forte apprensione a Idro, dove una vettura si è ribaltata fuoristrada rompendo le tubature del gas che ha soffiato violento per più di un quarto d'ora, prima dell'arrivo dei vigili del fuoco


E' andata bene, ma solo grazie ad una serie di circostanze fortuite.

L'incidente è avvenuto lungo via Vittorio Veneto poco prima delle 22 di ieri sera.
A quell'ora, il conducente 38enne di una Suzuki Jimny, valtrumplino di Villa Carcina, dopo aver oltrepassato il ponte sul canale di approvvigionamento della centrale Enel che separa Crone da Lemprato, diretto verso il fondo del lago, ha perso il controllo dell'auto che stava guidando.

Saranno gli agenti della Stradale di Desenzano, intervenuti sul posto con una pattuglia per i rilievi, a stabilire come e perchè sia successo.
Fatto sta che nell'uscire di strada, il piccolo fuoristrada si è ribaltato e prima di finire nel giardino di una palazzina ha "spianato" la cassetta dei contatori del gas.

Il tubo principale, tranciato alla base, a quel punto ha cominciato a soffiare combustibile con violenza, tanto che il fischio era udibile distintamente a più di cento metri di distanza.

Ad osservare la scena, un quarantenne appiedato
, Cristian, che è corso sul posto ed incurante del pericolo, col tubo che gli soffiava gas a pochi centimetri, ha aperto la portiera del fuoristrada cappottato, ha tirato fuori in conducente stordito e lo ha trascinato al sicuro.

Intanto gli abitanti delle case intorno sono corsi a spegnere i contatori elettrici ed hanno sbarrato le finestre, per evitare ogni possibile scintilla.

E' andata avanti così per un buon quarto d'ora: con la gente che si radunava sul posto tenendosi però a debita distanza.
Anche l'ambulanza dei volontari di Vestone e l'Infermierizzata si sono trovate in un momento di impasse, fino all'arrivo dei vigili del fuoco vestonesi che hanno individuato il tombino giusto, per altro vicinissimo ai contatori diveltio, per porre fine alla situazione di estremo pericolo che tutti, lì attorno, stavano in quel momento vivendo.

Sul posto per completare la messa in sicurezza dell'area e ripristinare l'erogazione del gas, è poi intervenuta una squadra di A2A.
Il 38enne di Villa Carcina, invece, è stato ricoverato all'ospedale di Gavardo.
Non sarebbe grave: i danni fisici sono stati classificati con una codice giallo.



Commenti:
ID66745 - 12/06/2016 13:14:05 - (snaf) -

capire perchè ha perso il controllo. Troppa gente che perde il controllo sulla nonstre strade...

ID66761 - 13/06/2016 12:50:20 - (mark) - bravi tutti

Grande esempio di collaborazione "globale" che ha minimizzato i rischi di una vera e propria tragedia.bravi ancora

Aggiungi commento:

Vedi anche
05/12/2016 06:48

In fuga da un posto di blocco Il 38 enne in fuga a Gavardo con una Seat Ibiza, poi finito fuori strada in via Quarena a Gavardo, ne abbiamo già scritto qui, stava fuggendo ai carabinieri dopo aner eluso un posto di blocco a Villanuova

11/09/2016 08:44

Si ribalta alla Grotta Brutto incidente nella notte lungo la 237 del Caffaro in territorio di Idro. Due gli occupanti dell'utilitaria, finiti negli ospedali di Brescia e di Gavardo con codice giallo

28/01/2017 14:12

Billy è stato ritrovato Billy è scappato domenica scorsa mentre si trovava nella zona della Paul, alle spalle di Lemprato di Idro. I proprietari lo stanno cercando. Aggiornamento ore 19

07/12/2017 14:07

Si ribalta col furgone Eliambulanza in azione a Idro, per soccorrere l’autista di un furgone che si è ribaltato lungo la 237 del Caffaro. Per fortuna il ferito non è grave

05/03/2019 08:14

A Idro e a Roè Scontro quasi in contemporanea lungo la 237 del Caffaro in località Tre Capitelli e alla “solita” curva della Provinciale IV in quel di Roè Volciano. Pochi danni alle persone




Altre da Idro
15/01/2022

Scontro all'uscita dal parcheggio

Tanta paura, una gran botta e per fortuna pochi danni per le persone coinvolte, nell’incidente avvenuto alla Pieve di Idro

15/01/2022

La cucina: un mondo senza pareti e pieno di ponti

All’istituto Alberghiero “Perlasca” di Idro va in scena “Il sapore del mondo”: un buffet colorato e speziato, frutto di ricette multietniche predisposte dagli studenti di cucina e di sala bar.

06/01/2022

Fuoco nel cassonetto

L’intervento tempestivo dei Vigili del fuoco volontari di Vestone, ha impedito che le fiamme distruggessero un cassonetto della “indifferenziata” a Crone di Idro

27/12/2021

Addio a Albert Vogelezang, pioniere del turismo sull'Eridio

Si terranno questo martedì a Idro i funerali dell’imprenditore olandese che ha dato il via al primo campeggio turistico sul lago

27/12/2021

Canto della Stella? Sì, no, forse

A Idro e attorno al lago, il tradizionale canto di questua è "in forse" anche quest'anno

22/12/2021

Giulia, dottoressa da 110 e lode

Congratulazioni a Giulia, di Idro, che si è brillantemente laureata alla Cattolica di Brescia in Scienze della formazione primaria con il massimo dei voti

21/12/2021

Viaggiare comodamente dal divano

Da quando la pandemia è entrata nelle nostre vite, viaggiare è diventato sempre più difficoltoso, ma nessuno ci vieta di farlo con… una bella storia

12/12/2021

Ciao Renato

Renato Albertini è un’istituzione in Cogess, la cooperativa sociale che in Valle Sabbia si occupa di gestire le disabilità, in particolare del Css di Idro. Da lunedì sarà ospite della Fondazione Passerini di Nozza

11/12/2021

Veronica e la neve

Tantissimi giovani ad accompagnare Veronica Tarchini nel suo ultimo viaggio, in San Michele a Idro. Struggente l'abbraccio alla famiglia

10/12/2021

L'ultimo saluto a Veronica

«Non si può morire a 19 anni a quel modo, non è giusto». La Valle Sabbia intera non si rassegna alla perdita di Veronica Tarchini, strappata alla vita da un incidente stradale nel momento in cui si affacciava da adulta a vivere la sua esistenza