15 Giugno 2020, 06.41
Gavardo
Ambiente

Fonderie Mora: diffida ed esposto

di red.

La diffida arriva dal Settore Ambiente e Protezione civile della Provincia, l’esposto è del Circolo “Brescia Est” di Legambiente. La causa «le reiterate inosservanze dell’AIA da parte dell’azienda»


«Il provvedimento di diffida adottato dal competente Ufficio della Provincia di Brescia a carico della Fonderia Mora di Gavardo descrive in modo esaustivo il perdurante e sistematico non rispetto dell'AIA rilasciata, confermando che l'esercizio dell'attività continua a violare le norme in vigore, i diritti dei lavoratori e dei cittadini residenti nel territorio».
Così scrive per il circolo Bresciaest di Legambiente il presidente Raffaele Forgione.

Che aggiunge:
«Ci permettiamo però alcune ulteriori considerazioni.

- Sono ben 4 i punti in cui la Provincia contesta il mancato rispetto dell'AIA rilasciata nell'ormai lontano luglio 2017; a questi si aggiungono ulteriori punti per i quali ARPA chiede modifiche e miglioramenti.

- Il rapporto ARPA dal quale nasce la presente diffida non ha considerato a nostro avviso tutte le criticità dell'impianto ed abbiamo motivo di credere che l'auspicata soluzione dei rilievi in diffida non basterà a risolvere alla radice le problematiche presenti.

- Abbiamo seri motivi per diffidare della volontà aziendale di rispettare le prescrizioni.
L'azienda non rispettava le regole prima del rilascio dell'AIA, non lo ha fatto nei tre anni di vigenza dell'AIA, non lo sta facendo nemmeno in presenza di questa diffida.
Tutte le emissioni denunciate (fumi, odori, rumori) continuano e vengono quotidianamente documentate e denunciate dai cittadini residenti.

- Per queste ragioni nel corso del Procedimento, abbiamo trasmesso alla Provincia un esposto nel quale sosteniamo che esistano tutti i presupposti per la sospensione dell'AIA e quindi dell'attività produttiva.

- Pare importante sottolineare la grave latitanza del competente servizio dell'ATS.
Sebbene ripetutamente richiesto di intervenire per importanti e gravi situazioni di rischio per lavoratori e cittadini, sia da ARPA che dalla Provincia, non risulta che l'ATS si sia mai occupata di questa realtà.

- Con rammarico segnaliamo anche che queste modalità operative della Fonderia stanno rendendo sempre più grave e conflittuale il rapporto con i cittadini e le attività presenti nel territorio circostante.
Oltre alle azioni legali già in corso, sono sempre più forti le istanze per iniziative di forte impatto sociale».



Vedi anche
10/04/2017 15:55

Diffida alla Provincia ed esposto alla Procura I comitati di cittadini e le associazioni ambientaliste si stanno muovendo in vista della chiusura della pratica di rilascio dell’Aia alle Fonderie Mora da parte della Provincia

14/07/2017 08:00

Fonderie Mora: terza diffida Botta e risposta fra Fonderie Mora e Arpa, con la Provincia di mezzo, per le inconguenze registrate in merito ai rumori prodotti dall'azienda

23/09/2015 07:03

Fonderie Mora: diffida dalla Provincia Legambiente: «Tante chiacchiere smentite dai fatti, l'ultima relazione Arpa denuncia una situazione in fonderia, se possibile, ancora peggiore della precedente».

25/10/2020 09:00

Fonderie Mora, diffida per troppo rumore Il Broletto ha diffidato l'azienda, che ora ha 60 giorni di tempo per fornire all'Arpa i chiarimenti richiesti a seguito dei controlli effettuati

25/06/2016 06:37

«Denunciate quelle fonderie» In vista della Conferenza dei Servizi sul rinnovo dei permessi alle Fonderie Mora, attesa per il 5 luglio, Legambiente attacca e con una diffida chiede alla Provincia di denunciare l'azienda per il reato, continuato, di emissione di sostanze nocive nell'ambiente



Altre da Gavardo
30/11/2020

Focolai nelle Rsa di Gavardo

Il virus si è aperto una breccia anche nelle due case di riposo gavardesi: la Fondazione La Memoria e il Cenacolo Elisa Baldo. Situazione monitorata e sotto controllo

29/11/2020

Il senso di ogni cosa

Mercoledì ho vissuto una giornata piena di emozioni: tristezze, riflessioni e felicità. Provo a raccontarvela. Ma poiché la mia attuale moglie quando scrivo mi sgrida sempre: “Te set tròp longh, taja, taja!”, mi sforzerò di essere breve

29/11/2020

Tavolo delle Associazioni: «La politica deve risolvere i problemi, non complicarli»

Anche la federazione delle associazioni ambientaliste del Chiese appoggia la mozione Sarnico “basata sulla logica della circoscrizione territoriale”. Pronti a un’opposizione anche per le vie legali

28/11/2020

Gaia dice la sua sulla mozione Sarnico

Il comitato ambientalista in attesa della votazione in consiglio provinciale di lunedì 30 novembre si scaglia contro i politici con la "p" minuscola: «sanno tutti benissimo che questo è un progetto sbagliato dal punto di vista economico, gestionale e ambientale, senza alcun fondamento e che non farà alcun bene al lago di Garda, non risponde a nessuna “emergenza” e chiede un inutile sacrificio al fiume Chiese»

27/11/2020

Depuratore, i sindaci chiedono trasparenza

In una lettera inviata all'Ufficio d'Ambito, alla Provincia e al Prefetto i sindaci di Gavardo, Muscoline, Prevalle e Montichiari chiedono l'accesso alla documentazione completa relativa al piano d'ambito

24/11/2020

Asst Garda in prima linea contro il Covid-19

In questa seconda fase di diffusione dell’epidemia ampliati i posti letto, accolti pazienti da altre province e assegnati temporaneamente medici e infermieri ad Asst Spedali Civili

22/11/2020

Barba o capelli? Osvaldo!

Proprio come in una celebre battuta del film “Bulldozer” con Bud Spencer, barba, capelli e Osvaldo sono legati tra loro, anche nel mondo delle due ruote bresciane.

20/11/2020

Un paese più bello e pulito

Un interessante progetto di cittadinanza attiva quello avviato dall’amministrazione comunale con i Patti di collaborazione: l’applicazione pratica del principio costituzionale della “sussidiarietà orizzontale”

20/11/2020

«Deliver-Read», prestiti a domicilio

Sono sempre di più le biblioteche valsabbine che, grazie anche ai volontari, continuano ad offrire il servizio di prestito libri con consegne a domicilio

20/11/2020

«La politica bresciana deve trovare la soluzione»

I sindaci di Gavardo, Prevalle, Muscoline e Montichiari scrivono ai segretari di partito, ai parlamentari e ai sindaci bresciani perché si discuta della questione e si facciano scelte senza demandare ai tecnici

(1)