04 Ottobre 2020, 15.35
Casto
Corsa in montagna

La Nasego 2020 incorona Cachard e McCormack

di Redazione

I titoli Italiani per Puppi e Ghelfi ma la Nasego si conferma una via imprescindibile per i top runner internazionali che anche nell'anno della pandemia non hanno voluto far mancare la propria presenza sulle alture del Savallese


Gare spettacolari con le emozioni del trofeo under 20 che ha visto grandi protagoniste Italia e Repubblica Ceka.

Seconda giornata di gare a Casto, a concludere un week end di grande corsa in montagna. Il Mountain Running possiede una propria atmosfera, una propria mistica e tradizione, con le proprie cattedrali, luoghi dove queste tradizioni vengono portate al massimo perché condivise con il tessuto sociale del luogo, la comunità e le attività produttive.

In tal senso oggi il Savallese con Casto capoluogo e le proprie frazioni è degna esponente di questa categoria, qui la corsa in montagna è di casa ed i campioni come gli appassionati sono accolti con calore ed affetto. Così è stato in questa edizione 2020, minata dalla situazione mondiale di grande difficoltà ma che non ha fermato la passione e la voglia di Mountain Running.

Grande impegno ed attenzione da parte degli organizzatori di Atletica Valli Bergamasche Leffe e di ABCF Comero per disporre un protocollo adeguato: mascherine e distanziamento, le parole d'ordine di questa edizione. Ma al centro c'erano le gare e le tre non hanno tradito: spettacolo puro con la prima parte come di consuetudine lanciata a tutta nelle vallate laterali di Casto con il Parco Fucine, le Ferrate, i Piani di Alone. Poi la scalata al Nasego, il simbolo ed icona di questa gara giunta alla 19^ edizione.

Al Maschile un plateau di campioni clamoroso che ha dato vita ad una sfida emozionante, ed all'interno una sfida che si rinnova, quella tra Sylvain Cachard e Francesco Puppi, che già al FlettaTrail di Malonno avevano dato vita ad un duello appassionante.

Nella primissima parte si fanno vedere Chevrier e Maestri in un gruppetto che comprende Cachard, Puppi, Douglas e Rancon. I cinque insistono e sono insieme anche a metà gara. La gara gira al km 14 quando la salita più dura è al suo inizio e Cachard e Puppi riescono a fare la differenza e a mettere quasi un minuto sugli inseguitori.

Puppi fa il forcing in discesa ma Cachard non si stacca e con sagacia tattica attende la riesca finale per l'attacco che risulterà decisivo. Certo il copione poco si discosta da Malonno ma questa volta a Puppi non riesce il miracolo. Cachard vola letteralmente e polverizza il record di Douglas. Nuovo primato del tracciato: 1h34'11".

Podio completato da Puppi 2° che si laurea tricolore di lunghe distanze e da Xavier Chevrier, super atteso al rientro non ha deluso e dopo tanto tempo conferma intatta classe e talento di uno dei più grandi interpreti del mountain running europeo degli ultimi 10 anni.
Gran top ten, con il gotha europeo della specialità: Andy Douglas (Sco) 4°, un immenso Julien Rancon (Fra) 5°, Cesare Maestri 6°, Henri Aymonod 7° (vincitore della combinata con il Vertical), lo sloveno Beçan 8°, Alberto Vender 9° e Jean Baptiste Simukeka (Rwa) 10°.

Nella gara Femminile assolo stupendo di Sarah McCormack che dopo l'argento dello scorso anno trionfa alla Nasego mettendo in bacheca un altro Trofeo Internazionale di grande prestigio. La vincitrice dell'ultima World Cup è irresistibile per tutte le avversarie, spinge sull'acceleratore e scava un divario di oltre 1 minuto sulle avversarie che danno vita invece ad un continuo avvicendarsi alle sue spalle. Il duello premia alla fine la portacolori della Pod. Valle Varaita Francesca Ghelfi, 2^ nella generale e nuova campionessa italiana di lunghe distanze. Terzo gradino del podio per Elisa Sortini, autrice di una prova coraggiosa dopo una vigilia segnata dalle incertezze per un infortunio muscolare.

Il podio italiano saluta il bronzo di Alessia Scaini, al suo esordio in una gara così lunga e dura dal punto di vista fisico la giovane e talentuosa promessa dell'Atletica Saluzzo si presenta anche nella top 10 di giornata con il 4° posto finale e con il titolo italiano under 23.
La top 10 femminile generale del Trofeo Nasego 2020 vede al 5° posto Primitive Niyirora (Rwa), 6^ Lorenza Beccaria, 7^ Alice Gaggi, 8^ Tegegn (Eth), 9^  la promessa francese Jade Rodriguez, 10^ la detentrice del titolo Lucy Wambui Murigi (Ken).

La mattinata si era aperta con la grande novità di questa edizione 2020: il Trofeo Nasego Junior, una manifestazione internazionale under 20 voluta con forza dai vertici Federali dell corsa in montagna per dare un minimo di senso ad una stagione che ha visto la cancellazione dell'intero programma internazionale giovanile con Europeo, Youth Cup e mondiale che non si disputeranno.
Nella cornice splendida del Parco delle Fucine, dove è racchiusa la storia stessa di Casto e della sua comunità, i giovani atleti di Italia, Repubblica Ceka e Slovenia si sono dati battaglia per festeggiare poi con i grandi all'arrivo di Famea.

Vittoria netta al maschile dell'azzurrino Alain Cavagna che ha messo in fila i connazionali Alessandro Crippa ed Alessandro Rossi. Al femminile la ceka Adela Kolackova mette in fila la slovena Nusa Mali e Sona Kourilova (Cze).
Nella classifica per nazioni Italia d'oro al maschile e Rep. Ceka al femminile.

Le dichiarazioni

Sylvain Cachard: "Al trofeo Nasego c'è sempre una battaglia durissima perché ci sono tanti top runner ed oggi con il campionato italiano il livello era incredibile. Ho provato a gestire lo sforzo nella prima parte, sono stato con Rancon, Chevrier e Puppi e poi all'inizio della salita più dura ho provato a spingere su Francesco. Pensavo fosse stanco dopo tante gare disputate ma Francesco è incredibile ed è una grande motivazione correre con lui e con gli altri italiani. Dopo lo scollamento ho provato ad aumentare ancora e sono davvero sceso come fosse l'ultima discesa della mia vita. Continuavo a girarmi perché ricordavo cosa è successo al Fletta, ma questa volta non c'era nessuno, ho spinto a tutta ed è arrivata la vittoria, con record, una settimana sola dopo il mio primo titolo nazionale è semplicemente incredibile. Grazie agli organizzatori ed ai tifosi italiani della corsa in montagna "

Sarah McCormack: "All'inizio ero terza, ho certo di rimanere li attaccata perché nella parte orribile sapevo di non essere l più forte. Poi quando il tracciato si è fatto più tecnico ed è arrivata la lunga salita ho deciso di spingere al massimo, una vittoria di grande importanza per me che sarà difficile da dimenticare. Sono felicissima."

I campioni italiani

Francesco Puppi: "Siamo uno a uno con Sylvain, è stata una gara molto simile al Fletta, condivisa come a Malonno. Sono contento per il titolo italiano ma per me contava molto la gara, e cosi un po' di rammarico c'è. Sylvain è stato bravissimo, si conferma una grande promessa a livello internazionale."
 
Francesa Ghelfi: "Sono molto sorpresa, non me lo aspettavo di certo. E' stata una bella gara. Il pezzo all'inizio era molto orribile e mi faceva paura. Sono riuscita a stare con Elisa e Alice e questo mi ha aiutato tanto. In salita stavo più bene e mi sono divertita. Correrla tutta e poi a crederci fino alla fine, tenendo duro. Gara splendida, esperienza unica."

Tutti i titoli italiani lunghe distanze assegnati oggi al Trofeo Nasego:

Master A femminile: Elisa Sortini
Master B femminile: Simonetta Menestrina
Master C femminile: Iole Ronchi
Promessa femminile: Alessia Scaini
Società Femminili: Atletica Saluzzo
Master A maschile: Emanuele Manzi
Master B maschile: Dario Martocchi
Master C maschile: Antonio Baroni
Promesse maschile: Roberto Cassol
Società maschili: Atletica Valli Bergamasche Leffe



In foto (di Damiano Benedetto e Marco Gulberti):
. il vincitore
Sylvain Cachard al traguardo
. podio maschile
. podio femminile
. un momento della corsa




Vedi anche
04/10/2016 15:46

Il Trofeo Nasego è ancora tricolore Anche per il prossimo anno il Trofeo Nasego assegnerà il titolo italiano del KM Verticale e delle Lunghe Distanze

15/05/2020 12:00

Nasego: senza coppa, ma col tricolore sul petto Annullata definitivamente la World Cup 2020 di cui Vertical Nasego e Trofeo Nasego facevano parte. Se ci saranno le condizioni a ottobre la Fidal intende svolgere a Casto i Campionati Italiani 2020 di Lunghe Distanze

30/04/2017 17:24

Maestri e Gaggi non sbagliano, è festa tricolore! Pubblico in delirio sulle alture del Savallese per la grande performance dei Campionati Italiani di corsa in montagna Lunghe Distanze

09/01/2019 14:26

La Nasego sarà di nuovo tricolore La Fidal si affida ancora ai ragazzi dell'Abcf Comero: per la 3ª volta nella sua storia la grande classica del Savallese è designata sede dei Campionati Italiani di Corsa in Montagna Lunghe Distanze e Km Verticale

07/05/2016 08:00

Serata speciale con Marco De Gasperi Un grande evento alla vigilia dei Campionati italiani di corsa in montagna lunghe distanze e Km verticale, previsti a Casto per il prossimo 14 e 15 maggio



Altre da Casto
24/10/2020

La Valsabbia oltreoceano

Viaggiando per l'Italia in cerca di ciclismo, durante la prima tappa del Giro d'Italia 2019, mi è capitato di conoscere una signora Venezuelana, Eskarne, moglie di un tecnico del suono al seguito della corsa...

21/10/2020

Investita in retromarcia

Una donna di 66 anni è stata colpita e buttata a terra da un’auto. Ha picchiato con violenza la testa: ricovero al Civile in “giallo”, dopo tanta apprensione

18/10/2020

I 95 di nonna Elda

Tanti auguri a Elda Maddalena, di Alone di Casto, che vive nella casa famiglia di Ponte Caffaro e che proprio oggi, domenica 18 ottobre, compie 95 anni

07/10/2020

Piccola ricettività diffusa, finanziati 9 progetti

Reso noto l’esito del bando per lo sviluppo di infrastrutture e di servizi turistici locali del Gal GardaValsabbia. Quattro su nove i progetti valsabbini

03/10/2020

Tris Belotti, Grande Slam Aymonod!

Alla Vertical Nasego di sabato conferme e prime volte, Belotti ed Aymonod più forti del diluvio

02/10/2020

La domenica col Trofeo

Grandi nomi al via per il Trofeo Nasego edizione 2020: Maestri, Chevrier, Puppi, Cachard, Rancon, Douglas... Una cosa sola potrebbe salvare il record di DOUGLAS griffato 2019: un diluvio..

02/10/2020

Sabato col Vertical

Inutile nascondersi: il meteo, la situazione ed il fatto che quest’anno non assegnerà il titolo italiano (che sarà invece in palio al Kv Chiavenna Lagunc la settimana prossima) farà dell’edizione 2020 del Vertical Nasego un evento in tono leggermente minore degli altri anni

30/09/2020

Infortunio sul lavoro

A farne le spese un operaio quarantenne andato a sbattere contro un veicolo in manovra. Per fortuna non sarebbe grave

28/09/2020

Giulia, dottoressa con lode

Congratulazioni a Giulia Bettini, di Malpaga di Casto, che ha meritato un bel 110 e lode alla Magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie al Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali di Brescia

26/09/2020

Telefoni muti

A non funzionare nella zona del Savallese sono i telefoni cellulari "non smartphone", quelli utilizzati soprattutto da persone anziane che così rimangono isolate