03 Marzo 2021, 10.26
Blog - Lo Spaccadischi

Sanremo, ecco il «pagellone»

di Davide Vedovelli

Conclusa la prima serata, salvata dal talento degli ospiti e da poche rare eccezioni. Un ottimo Ibra fa da contraltare ad un imbarazzante Fiorello. Bravo l'arbitro Amadeus


Come da tradizione ecco Il Pagellone dello Spaccadischi.

Scenografia: questa astronave che dovrebbe traghettare la musica nel mondo mi convince così così. Molto robotica, asettica, dire molto anni '90 ma non abbastanza Kitsch per esserlo davvero.

Amadeus: 8. Non pecca di protagonismo, sa dare il giusto taglio alla serata riuscendo a leggere il clima e non sembra particolarmente in difficoltà per l'assenza di pubblico in sala, anzi, non è costretto a quei fastidiosi siparietti con gli ospiti seduti in poltronissima.

Fiorello: 4. Vi ricordate la famosa frase di Fantozzi in merito alla Corazzata Potëmkin? E diciamolo che Fiorello ha davvero rotto gli zebedei. Battute da cabaret di seconda mano, mai divertente, mai serio, mai emozionante e mai dissacrante. Il vuoto totale. Ricicla le solite vecchie gag da un sacco di anni (telefonate in diretta e via andare) fa la macchietta ma non è altro che l'ombra di se stesso... ne avremmo fatto volentieri a meno, ma proprio in generale... non solo per il Festival.

Ibraimovic: 8. Funziona, funziona e diverte, sopratutto nel gioco con Amadeus proponendo un grande classico della comicità che affonda le radici nel grande circo classico, ossia la contrapposizione tra il Clown Bianco (quello autoritario, rigido e severo) e l'Augusto - Amadeus, il clown burlone, pasticcione e sconclusionato.

Queste dinamiche funzionano e i tempi comici sono ben rodati. Si vede che è uno abituato a scandire il ritmo. Bravo. Davvero bravo.

______________________________

Arisa: 7 - La canzone "Potevi fare di più" non è farina del suo sacco ma è opera di Gigi d'Alessio. La interpreta bene, musicalmente è sanremese fino al midollo fino a risultare stucchevole, radiofonica e lineare. Effetto noia ma podio molto probabile, ad ogni modo arriva.

Colapesce e Dimartino: 5.5 - Gusto retrò che ricorda un sound a metà tra Alan Sorrenti e Alberto Camerini. Due artisti che si sono fatti strada e si sono fatti conoscere per la loro capacità di scrittura ed originalità interpretativa. In questo pezzo però non trovano una cifra stilistica precisa e fanno un po' di confusione. Il risultato è un po' pasticciato ma comunque accettabile. Quasi sufficiente.

Aiello: 3 -  Imbarazzante oltre ogni bassissima aspettativa, tra rime baciate da quarta elementare, temi sdolcinati da "Cioè" con chicche quali "ci tenevo a mostrarmi come un drago nel letto" ci si chiede come sia potuto approdare al Festival... ma si sa, fuori dal letto nessuno è perfetto (Cit. Aldo, Giovanni e Giacomo).

Francesca Michielin e Fedez:  4 - Alcune frasi fatte (Le mie scuse erano mille, mille, E nel cuore sento, spille spille) si incastrano in un brutto testo accompagnato da un brutto arrangiamento. "Chiamami per nome" ce la dimenticheremo, spero, molto presto. La coppia non funziona e non si capisce in che modo dovrebbero interagire tra loro.

Loredana Bertè: 8.5 - Qui si sente lo stacco tra la serie B scesa in campo fino ad ora e la serie A. Con un capolavoro scaturito da quella gran penna di Enrico Ruggeri ci regala un'interpretazione intensa e, finalmente, qualche emozione. Continua l'esibizione con alcuni suoi grandi cavalli da battaglia. Brava Loredana.

Max Gazzè 6.5 – Il brano meriterebbe anche un voto migliore, ma è sempre la solita filastrocca a cui Gazzè ci ha abituato negli ultimi cinque anni. Scorre bene e con un testo interessante, ma è sempre il solito Gazzè. Come canta Arisa “Potevi fare di più”.

Noemi 6 - “Glicine” è la nuova canzone di Noemi. Leggere ed accattivante, sa il fatto suo ma il testo non fa centro.

Madame – NC ero a fare i Pop Corn.

Maneskin 8 – Finalmente una canzone a Sanremo non scritta per Sanremo. Grinta e sound risollevano la serata e mi fanno uscire dallo stato di torpore in cui ero sprofondato. Bravi, davvero bravi, anzi... i migliori.

Ghemon 5 - Non davvero Rap, non abbastanza Pop per questo palco.

COMA_COSE 8- Sono la seconda bella sorpresa della serata. Testo ben strutturato e ottimo arrangiamento e per niente a disagio su questo palco che mette paura anche ai vecchi leoni. Avanti così.

Annalisa 3- Solo voce, il resto è noia.

Francesco Renga 4 - Non sono davvero riuscito a capire il brano. Un pasticcio senza capo nè coda. Fuori gioco.

Fasma 5 - Trap... ma non troppo. Ma forse sono io ad essere troppo stanco per dare un giudizio. Mi ritiro per deliberare.

Achille Lauro 6. Troppo presto è rimasto imprigionato nel suo personaggio e si ritrova a dover stupire per forza, esagerare per forza, provocare per forza. Non sempre è necessario.

_____________________________

Voto alla serata: 6
Sembra davvero che i testi siano un inutile orpello alla voce e agli abiti di chi li canta. Salvo poche rare belle eccezioni, quasi tutti ripropongono la stessa storiella malinconica, sentimentaloide, strappalacrime di cui non avevamo avvertito l'esigenza. In un momento tanto complicato mi sarei aspettato qualche testo più impegnato e qualche tema meno banale. Ingenuo io. In attesa della seconda serata.

Photo credits IPA fotogramma




Vedi anche
08/03/2021 12:00

Sanremo 2021, vincono i Maneskin con «Zitti e buoni» Si è concluso anche questo Festival di Sanremo con i suoi cantanti, le sue immancabili polemiche e anche la sua musica. Ecco il pagellone definitivo dello Spaccadischi

04/03/2021 09:44

Festival della leggerezza o della superficialità? Sanremo, seconda serata. Pochissime certezze, ma vedendo la classifica una ce l'ho: che la giuria demoscopica dovrebbe limitarsi ad acquistare i dischi e non esprimere giudizi

02/03/2021 13:11

Al via il Festival di Sanremo Sul palco dell'Ariston, anche quest'anno, molti artisti passati da “Musica da Bere” in tempi non sospetti

05/02/2020 11:22

Sanremo, la prima serata del Festival Si è conclusa e ha regalato qualche buona sorpresa, buona anche la conduzione con Amadeus, che ha saputo tenere il ritmo senza peccare di protagonismo

19/02/2014 15:30

Noia e banalità aprono il Festival Tra l'imbarazzante siparietto Fazio-Casta e un playback coi fiocchi della Carrà si chiude una prima deludente serata a Sanremo. Le pagelle dello Spaccadischi




Altre da Lo Spaccadischi
06/04/2021

Jet Set Roger sbarca in Tv con lo speciale «Un rifugio per la notte»

Appuntamento questo giovedì, 8 aprile, sull'emittente ÈliveBrescia TV
•VIDEO

08/03/2021

Sanremo 2021, vincono i Maneskin con «Zitti e buoni»

Si è concluso anche questo Festival di Sanremo con i suoi cantanti, le sue immancabili polemiche e anche la sua musica. Ecco il pagellone definitivo dello Spaccadischi

05/03/2021

E finalmente fu la musica!

Sanremo, terzo giorno. Abbiamo dovuto aspettare la terza serata e l'arrivo dei rinforzi perché sul palco dell'Ariston potessimo assistere ad uno spettacolo gradevole e a tratti divertente

04/03/2021

Festival della leggerezza o della superficialità?

Sanremo, seconda serata. Pochissime certezze, ma vedendo la classifica una ce l'ho: che la giuria demoscopica dovrebbe limitarsi ad acquistare i dischi e non esprimere giudizi

02/03/2021

Al via il Festival di Sanremo

Sul palco dell'Ariston, anche quest'anno, molti artisti passati da “Musica da Bere” in tempi non sospetti

24/02/2021

Tutto pronto all'Ariston (Covid permettendo) per il 71° Festival di Sanremo

Da Elodie a Ibrahimovic: Big, ospiti e cantanti in gara

10/02/2021

Parole di Sapone, intervista a Mauro Ermanno Giovanardi

In queste settimane di fermo degli eventi culturali causa Covid-19 riproponiamo alcune interviste e articoli pubblicati sul Periodico Indipendente “Il Graffio”, nato a Vobarno alcuni anni fa. Ecco la prima

20/01/2021

Sanremo si farà, e (forse) con il pubblico in sala

Dal 2 al 6 marzo le date del Festival della Canzone italiana 2021. L'annuncio della presenza del pubblico – ormai quasi certa - scatena un mare di polemiche sui social e nell'ambiente musicale

24/12/2020

Su Rai 3 a Natale il Festival del circo di Montecarlo

Come da tradizione la notte del 24 dicembre e quella del 31 dicembre la terza rete nazionale dedicherà la prima serata al più importante evento a livello mondiale di ambito circense
• VIDEO

14/12/2020

Quattro dischi per Natale

Anche quest'anno torna uno tra gli articoli cult dello Spaccadischi. Arriva un po' prima del solito per permettere, a chi lo vorrà, di ordinare disco e relativa bottiglia di accompagnamento in tempo per i regali
•VIDEO