15 Luglio 2020, 09.20
Blog - 21 grammi di psicologia

Autostima

di Sabina Moro

L’autostima è la credenza positiva o negativa che si ha di sé stessi. Ma come possiamo imparare a potenziarla?


L’autostima è il giudizio complessivo che una persona ha di sé, è la percezione del proprio valore. L’autostima si crea sulla base di vari aspetti tra cui i giudizi degli altri, i propri successi e fallimenti, il confronto con gli altri e dallo scarto tra come si è (sé reale) e come si vorrebbe essere (sé ideale).

Alcuni consigli per migliorare l’autostima:

-    Valorizza i tuoi successi.
Impara a dare valore sia ai grandi traguardi che hai raggiunto fino ad ora che, alle piccole cose quotidiane che fai con amore e passione. Non importa quanto l’obiettivo che hai raggiunto sia grande, l’importante è che sia un obiettivo rilevante per te (aver fatto la tua sessione di sport giornaliera, aver cucinato un nuovo piatto, aver letto un libro, ecc..). Potrebbe essere utile scrivere i propri successi su un’agenda affinché, se dovessi sentirti giù di morale, potresti rileggere quanto scritto e vedere che non è stato tutto sempre negativo.

-    Dai risalto ai commenti postivi che ti vengono fatti. Secondo il meccanismo della “svalutazione del positivo” spesso c’è la tendenza a tenere in considerazione solo i feedback negativi che riceviamo. Risulta però importante che iniziamo a non negare i commenti positivi che la gente ci fa, anche i più semplici (commenti ad un compito lavorativo svolto bene, ad un vestito indossato, al nuovo taglio di capelli, ad un nostro comportamento, ecc.);

-    Accettare i propri fallimenti. Capita frequentemente che quando commettiamo un errore consideriamo questo come metro di giudizio per il nostro sé e, ci sentiamo dei fallimenti. Ma quante persone non hanno mai commesso errori? Impariamo a dare il giusto peso alle cose, riconosciamo l’errore, accettiamo di aver sbagliato, proviamo a rimediare alla situazione o utilizziamo l’errore come apprendimento per un’eventuale nuova situazione;

-    Definisci obiettivi raggiungibili. Quando definisci un obiettivo questo dovrebbe essere smart ovvero specifico, misurabile, raggiungibile, realistico e definito nel tempo. Se definisci obiettivi che non rispecchiano queste caratteristiche potrebbe succedere che andrai incontro al non raggiungimento degli stessi e potresti trovarti deluso;

-    Non pretendere troppo da te stesso. Impara a riconoscere i tuoi punti di forza e i tuoi punti di debolezza senza aspettarti da te cose che non saresti in grado di portare a termine;

-    Limita i confronti con le altre persone. Ci troviamo spesso a fare paragoni con altre persone pensano che agli altri la vita vada sempre meglio ma, non ci accorgiamo che spesso i confronti che facciamo sono poco realistici. C’è infatti la tendenza a fare confronti nella quale ci sentiamo in difetto per evidenziare la nostra sfortuna o inferiorità.

-    Datti tempo. Se hai passato un periodo difficile, riconosciti il bisogno di tempo per superare il periodo buio. Inizia accettando l’accaduto e concedendoti la possibilità di stare meglio.


Dott.ssa Sabina Moro
3934107718
sabina.moro@outlook.it
Instagram: 21grammi_di_psicologia



Vedi anche
15/06/2020 06:24

Depressione Riassunto: Si stima che la depressone sia il disturbo psicologico più diffuso, con rilevanti conseguenze su aree della vita come il lavoro, le relazioni di coppia, la famiglia

08/11/2020 08:00

«Due psicologhe nero su bianco» Aforismi, frasi e riflessioni per un anno a giorni alterni: il libro delle psicologhe Sabina Moro ed Elisa Simeoni, nato durante il periodo del lockdown

29/01/2016 15:16

Come si forma l'autostima? Spesso ci si attribuisce una bassa o buona autostima, ma cosa significa la parola autostima e come si forma?

02/05/2021 10:00

Lavoro In relazione alla festa dei lavoratori volevo condividere una riflessione sull’importanza psicologica del lavoro

17/03/2021 09:09

Depressione “La depressione è una signora vestita di nero che bisogna far sedere alla propria tavola ed ascoltare”, scriveva Jung




Altre da Blog-21grammi
17/05/2021

Narcisismo

Uno dei disturbi di personalità inserito all’interno del Manuale Diagnostico dei Disturbi Mentali è il narcisismo. Ma di cosa si tratta?

02/05/2021

Lavoro

In relazione alla festa dei lavoratori volevo condividere una riflessione sull’importanza psicologica del lavoro

15/04/2021

Cura di sè

Quanto è importante imparare a prendersi cura di sé e cosa ci blocca nel prendersi cura sia della propria mente che del proprio corpo? Scopriamolo insieme

30/03/2021

Distress ed eustress

Il termine "stress" è solitamente associato ad una definizione negativa. Tale termine, in realtà, corrisponde ad una risposta, adattiva e naturale dell’organismo, rivolta ad uno stimolo (definito "stressor") che fa pressione su di esso

17/03/2021

Depressione

“La depressione è una signora vestita di nero che bisogna far sedere alla propria tavola ed ascoltare”, scriveva Jung

01/03/2021

Ruminazione e rimuginio

La ruminazione e il rimuginio sono due processi di pensiero ripetitivi disfunzionali che possono condurre allo sviluppo di sintomi ansiosi o depressivi

15/02/2021

Dipendenza da caffè

Nel manuale diagnostico dei disturbi mentali, tra i disturbi legati alle dipendenze, è inserita la dipendenza da caffeina. Ma di cosa si tratta e come poterla gestire?

31/01/2021

Ansia da malattia

Il disturbo da ansia da malattia o, più comunemente definitivo, ipocondria, fa riferimento ad un’eccessiva preoccupazione per il proprio stato di salute. Vediamo insieme di cosa si tratta.

15/01/2021

Definizione di obiettivi

Dopo l’anno appena concluso abbiamo l’opportunità di definire nuovi obiettivi affinché il nuovo anno venga sfruttato al massimo. Ma come devono essere gli obiettivi?

31/12/2020

Riflessione di fine anno

Questo è stato un anno difficile e diverso, un anno che ha sconvolto il mondo intero ma, cosa possiamo trarne di buono?