26 Aprile 2018, 07.14
Bione Agnosine Sabbio Chiese Odolo Preseglie Valsabbia
Lettere

Conca d'Oro Bike, edizione numero venti

di Angelo Lossi

La classicissima fra e granfondo nostrane dedicate alle ruote grasse, il prossimo 6 di maggio invaderà i sentieri della Conca d'Oro. Folgorato dall'evento che passa accanto a casa sua, Angelo Lossi, ci manda le sue impressioni, Le pubblichiamo volentieri


Come in ogni competizione il fascino e l’effervescenza della corsa alla velocità, del ritmo atletico e del gesto di classe mette in luce e riaccende i fari sulla manifestazione ciclistica del gruppo G.S Odolese.
Oggi si festeggia un primato indiscusso, in cui il raggiungimento delle venti edizioni all’attivo di questa infaticabile corsa al successo con la propria preziosa collaborazione di partner è diventata un modello che la contraddistingue in tutto e per tutto.

In questi anni l’esempio e lo spettacolo offerto la riempie più che mai di impronte profonde e trasferisce quel motivo in più di entrare a far parte in una griglia tutto potenza e fascino.

Conca d’oro bike è un nome che oramai risiede le sue origini, da cui ha fatto conoscere il suo carismatico aspetto di un gruppo decisivo e in cui le decisioni le si prendono tutti insieme in quel viaggio inconfondibile sullo scenario della Vallesabbia e il suo resto.

Le due ruote pianeta fedelissimo hanno in questi anni pedalato accanto a big e realtà sportive scrivendo leggende nazionali, con un palmares di eccezione e un albo d’oro anche in più anni che ha parlato decisamente bresciano.

La conca d’oro in programma per questo 6 maggio diventa sempre più una fetta di palcoscenico da divorare sotto la pressione delle proprie prestazioni, fissarci un appuntamento chiaro e inventarsi una propria gara personale in connessione no-stop del paesaggio e dell’offerta turistica.

Questa competizione ha una chiave tutta particolare, che calza a pennello in personalità e trasparenza e se in tutti questi anni è ancora presente nel movimento off-road questo testimonia l’occhio sorprendente di inserire anche per questo mese e in programma per la domenica la copertura di due percorsi, affinchè si possa avere un opzione in più di inserirsi nel tracciato più abile a noi e più congeniale al perfezionamento di allenamento svolto.

Si avrà quindi la scelta di due settori, affiancando al percorso granfondo di media difficoltà un percorso altimetrico più sviluppato.
Una Marathon di 62 chilometri appunto con un dislivello considerevole.

Lo slogan resta comunque detto e scritto le salite iniziano fin da subito nella propria testa, puoi sforzarti a studiare con il tuo personal gps le molteplici funzioni per quanto riguarda altimetrie  e pendenze, ma poi lo start darà da lì in poi la versione reale delle tue ambizioni.

Il tutto diventerà una presenza focale, una pagina da provare a riscrivere in una festa generale all’insegna dell’ amicizia e di quell’inizio che ci permette di assaggiare l’ebrezza in corsa.

Il 6 maggio inizierà una nuova fatica, quella che recita la sopportazione alla fatica e i punti decisivi la faranno da padrone. Con le salite la filosofia principale non bisogna sottovalutarle e non si scherza e non tutti anno quell’affinità spiccata al volante.

Faticare in salita non è razionale e nemmeno comodo ne tantomeno risulterà sempre semplice capire le sensazioni, ma chi vuole vincere e mettere nel proprio carniere un tempo perfetto dovrà osservare la propria forma fisica se è realmente pronta a riconfermarsi e senza tentennare mulinare sui pedali.
Per chi invece vuole con regolarità e senza esagerare  crederci comunque anche per posizioni meno ambite lo spazio per caricarsi ci sarà e l’agonismo vero entrerà da subito e sarà il messaggio simbolo.

In ogni gara come questa non bisogna nascondersi ma ingranare il rapporto migliore e farsi strada verso un collegamento fiero.

Conca d’oro è fotografare i momenti più belli, da quando si parte a quando si barcolla in presenza poi di energie ridotte al lumicino e si vede il traguardo ancora però pesantemente distante e fare la doppia impresa significa veramente trainare quell’applauso e quelle convinzioni anche con sconfitte sotto lo striscione di arrivo.

Ma il complesso della gara prende spunto in considerazioni al fine di seguire che tutto inizi, prosegui e si concretizzi al meglio.
La struttura di questa manifestazione e la sua ricetta segreta sono quei tasselli fondamentali dei pilastri al suo interno che con volontari e direzione precisa alimenta anche all’interno di tutto l’anno spazi per tutti.

Conca d’oro è rimettersi in gioco, per tutto l’anno senza mai fermarsi, rimanendo in attività allargando quelle proposte e iniziative.
Il lavoro di squadra del gruppo a anche allestito nei punti dei comuni valsabbini aree di bacheche illustrative  per promuovere il territorio con cartine descrittive per pedalate cicloturistiche.
Questo un ulteriore passo in avanti del G.S Odolese, nella loro sfera di esperienza.

Che sia una grandissima domenica perché Conca d’oro bike sia un motivo in più per far parte nell’atmosfera che crea e fa tesoro nel suo piatto forte, ovvero l’energia e la spontanea presenza di tutti i quali ogni volta cerca e acclama.

Buon lavoro a tutto il gruppo
e forza ragazzi anche per quest’anno raccoglierete tanti progetti nuovi e insieme a tutti si dovrà seguire sempre la stessa passione che accomuna e rilascia storie nuove, nello sport che diventa sempre più un sacrificio ma in tutto ciò vive e sia articola quel legame verso il quale tutti sono indispensabili. Buona domenica in vista di una nuova sfida tutta da assistere e animare al meglio.

Angelo Lossi




Aggiungi commento:

Vedi anche
08/04/2015 09:52

Cittadinanza e responsabilità Questa sera alle 20 e 30, invitati da don Gualtiero Pasini a Odolo, i sindaci dei Comuni di Agnosine, Bione, Odolo, Preseglie e Sabbio Chiese, metteranno a confronto le rispettive idealità, metodologie e scelte, su tematiche care ai cittadini

22/07/2016 09:50

Restyling per il percorso cicloturistico della Conca d'Oro Non è solo da percorrere in mountain bike l’itinerario ad anello che unisce i paesi della Conca d’Oro, risistemato e allungato grazie all’impegno del Gs Odolese – Mtb Conca d’Oro

26/02/2018 08:15

Encomio solenne Per 22 anni ha comandato la stazione carabinieri che occupa dei territori di Agnosine, Barghe, Bione, Odolo, Preseglie, Provaglio Valsabbia e Sabbio Chiese. Comunità che ora ringraziano il Luogotenente Massimo Rosina

24/12/2020 09:45

Auguri in musica dalla Filarmonica Conca d'Oro Vista l’impossibilità si svolgere concerti dal vivo, la Filarmonica Conca d’Oro ha realizzato un video per rivolgere a tutti gli auguri di buon Natale
• VIDEO

31/01/2009 00:00

La Filarmonica ha una proposta per le scuole La Filarmonica Conca d’Oro ha preso molto sul serio la promozione dello studio della musica: nelle elementari di Agnosine, Bione, Preseglie, Odolo e Sabbio Chiese propone il progetto Un’orchestra a scuola.




Altre da Odolo
30/07/2021

Ci siamo quasi

Sono ormai in dirittura d’arrivo i lavori per la nuova palestra di Odolo, che sarà un punto di riferimento per tutti i comuni della Conca d’Oro. A breve il taglio del nastro

27/07/2021

Piergiorgio Cinelli in Ouver Tour

Nel concerto per Acque e Terre Festival una selezione delle più significative canzoni dei suoi 15 album precedenti, con l’aggiunta di alcuni brani registrati tra il 2020 e il 2021 e inseriti nel cd L’óc dàun

10/07/2021

Studenti guide nei musei della Valle Sabbia

Grazie a un progetto di alternanza scuola-lavoro, quindici studenti del corso turistico del “Battisti” effettueranno alcuni servizi, guide ma non solo, per il Sistema museale valsabbino

04/07/2021

Restyling per le etichette di Sincette

Presentata l’ultima produzione di vini dell'azienda di Polpenazze, che ha sposato il metodo dell'agricoltura biodinamica e che fa riferimento alla famiglia Brunori di Odolo

26/06/2021

101 candeline per Remigio

Grande festa oggi, 26 di giugno, in onore del nostro Remigio Garzoni, di Lavenone, in occasione del suo 101° compleanno

26/06/2021

Una storia d'amore lunga cinquant'anni

Tantissimi auguri a Irma e Agostino di Odolo che proprio oggi, sabato 26 giugno, festeggiano le nozze d'oro

18/06/2021

Aliscargo Airlines, a capo degli azionisti Alcide Leali

La nuova compagnia aerea per il trasporto intercontinentale delle merci vede alla guida degli investitori privati l’imprenditore valsabbino, già fondatore di Air Dolomiti e patron dei Lefay Resorts

18/06/2021

Al via Acque e Terre Festival

Quindici spettacoli in nove Comuni nell’arco dell’estate per l’attesa rassegna che regala musica, teatro e cultura di qualità

14/06/2021

In scivolata sotto al guard-rail

Perde il controllo della sua Yamaha sulle Coste e va a sbattere violentemente contro le protezioni in acciaio. 24 enne ricoverato in codice rosso con l'eliambulanza

10/06/2021

Pirla: un anno di lavori

C’è chi si chiede, transitando sulla 237 del Caffaro quando diventa tangenziale di Odolo, che cosa sta succedendo alla montagna. Sono i lavori di Terna ed A2A per costruzione di una “sottostazione”

Odolo, il paese la sua gente

La Fucina di Pamparane

14/04/2020

Inaugurato ufficialmente nel 2008 il muncipio di Odolo è ubicato in via Dino Carli al civico numero 62.
Si trova in un fabbricato che tradisce le sue origini settecentesche (1)

14/04/2020

La chiesa parrocchiale che Odolo dedica a S. Zenone fu eretta nel 1667 sullo stesso luogo dove preesisteva una costruzione risalente al XIV secolo

14/04/2020

Si tratta di un “Museo del Ferro” che fa parte del Circuito museale della Valle Sabbia. E’ collocato al civico 2 di via Massimo d'Azeglio. Locali donati dall’imprenditore Dario Leali al Comune di Odolo che si propongono di evocare il sapere dei forgiatori odolesi