13 Febbraio 2021, 06.57
Bagolino Valsabbia
Eco del Perlasca

Bagolino orfano del suo Carnevale. Un vuoto nel cuore di tutti i Bagossi

di Rachele, Marta, Elisa

Pare che neanche la guerra fosse riuscita a fermarlo


2021, anno del Covid: il tanto amato carnevale di Bagolino è costretto a restare in stand by per un anno.
Questa tradizione dura da 500 anni e rende Bagolino un borgo unico e caratteristico. Durante quei giorni festosi tutti i vicoli che distinguono il paese si riempiono di colori, vivacità, allegria, cultura e storia.

Purtroppo però in questo febbraio, i tre giorni tanto attesi da chiunque, saranno tutt’altro che spensierati e felici. Una causa di forza maggiore ha bloccato il Carnevale.
Sembrava impossibile ma è successo e noi non possiamo far altro che ricordare i bei carnevali passati e aspettare con buona speranza quelli che verranno.

Per noi Bagossi questa è la festa più importante dell’anno, tanto che la frase che ci contraddistingue è “Le sante feste di Pasqua e Natale, le santissime feste di carnevale”.
Un mese prima del grande evento, per entrare nel “mood”, i suonatori ogni lunedì e giovedì intonano le tipiche canzoni nei bar, mentre i mascher si divertono con i loro scherzi. Quest’anno però solo la desolazione riempirà i bar  dalle serrande chiuse, mentre noi, come i nostri compaesani, staremo rintanati in casa, cercando di non pensarci, per non  lasciare spazio al malumore e alla malinconia.

Ciò che proviamo in questi giorni è qualcosa di veramente prezioso tanto che non si riesce nemmeno a descrivere.
Ci mancheranno tutte le piccole cose del nostro carnevale: i bälärì con i loro mille colori e i loro maestosi cappelli, i sonädùr che non stancheranno mai, i màschär e i loro occhi divertiti che ci scrutano da dietro le maschere, le risate e le cantate che si sentono passando sotto le finestre delle cucine, i carri e, per le strade, il rumore degli sgàlbrä che picchiano sul terreno e rimbombano nei vicoli di Bagolino.

Quest’anno non si potrà partecipare alla messa del lunedì mattina e alla prima ballata; non si potrà ammirare l’ariosa del martedì, il coreografico ballo che ogni anno lascia i Bagossi senza fiato e con qualche lacrima, perché segna la fine del Carnevale.
Non potremo neppure sentire la dolce malinconia delle 23:00 del martedì sera, quando le campane suonano per avvisare tutto il paese che le “santissime feste” sono finite e che dovremo aspettare un altro anno per rivivere questa tradizione.

Una cosa però è certa: anche se i brutti eventi ci impediscono di festeggiarlo, il Carnevale di Bagolino non potrà mai morire perché i Bagossi ce l’hanno proprio nel sangue e nel cuore.
Come dice Lessing “L’attesa è essa stessa il piacere” e aspettare tempi migliori ci aiuterà ad apprezzare ancor di più la tradizione che ci caratterizza da quando eravamo bambini.

Non vediamo l’ora che arrivi l’anno prossimo, quando questa triste situazione sarà diventata solo un lontano ricordo, per poter risentire dentro di noi “la scossa” del nostro meraviglioso, unico e invidiato Carnevale bagosso.

Rachele Melzani (4^ AFM)- Marta Malossini (4^ Liceo Scientifico)- Elisa Melzani (3^ Liceo Scientifico)




Vedi anche
25/01/2016 12:00

A scuola di... Carnevale E’ stato il Carnevale di Bagolino, l’argomento all’ordine del giorno durante l’assemblea d’Istituto al Perlasca di Idro la scorsa settimana. Il tema è stato trattato sia dal punto di vista storico sia sociale

11/11/2016 06:16

In strada con le coperte Singolare manifestazione quella degli studenti del Perlasca di Vobarno, alle prese con noie tecniche all’impianto di riscaldamento

29/12/2016 07:22

Alternanza alla Maniva Dal sogno all'impresa: si può, con passione, costanza e abnegazione. Anche su territori all'apparenza marginali. E' quanto hanno appreso i ragazzi del Perlasca in visita per un giorno alla Maniva Spa di Bagolino

13/02/2018 11:00

In battaglia per la Vita La nostra esistenza a volte ci riserva degli eventi inaspettati, sta a noi decidere come reagire, se lasciarci abbattere o affrontarli con tutta la forza che abbiamo a disposizione

17/02/2021 07:53

«Non è vietato: giocare a palla, sporcarsi, giocare con l'acqua» È questo il titolo di un interessante Progetto realizzato dagli studenti del triennio Servizi Socio-Assistenziali del Perlasca di Idro




Altre da Bagolino
08/04/2021

Da Ubi Banca a Intesa

Dopo il passaggio delle filiali a Bper Banca, ora tocca a quelle che passeranno a Intesa. Tre gli sportelli in Valle Sabbia

04/04/2021

Auguri in coro

Il coro di Bagolino ha scelto uno spiritual per rivolgere alla propria comunità e a tutti gli auguri di buona Pasqua
VIDEO

02/04/2021

Scuola muratori anno 1956

Grazie a Fausta Stagnoli che in memoria del marito ci regala questo suo ricordo, riferito a fatti che certamente hanno portato benefici alla comuntà bagossa

02/04/2021

Rieccola, Rieccoli

A volte ritornano. Anzi, tornano sempre. Se c'è da divertirsi, e se si pensa di divertire gli altri, specialmente se giù di morale, allora la macchina si mette in moto e il Gruppo Salvadàk (una ne fa e cento ne pensa) ne spiattella un'altra.

29/03/2021

Christian, ingegnere architetto

Congratulazioni a Christian Salvadori di Bagolino, che giovedì 25 marzo si è brillantemente laureato con 110 e Lode al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura all'Università di Trento

24/03/2021

Una mano sul cuore

Nella valigia dei ricordi del papà (Fusi Attilio classe 1921 Alpino 6° Reggimento Divisione Tridentina) ho trovato tra foto, lettere, piastrina del lager, libri con dediche, anche un’immagine della Madonna dell’Aiuto...

24/03/2021

Ospedali ancora in affanno

Anche presso il presidio di Gavardo continua la pressione dovuta ai numerosi accessi al Pronto Soccorso di pazienti con sintomatologia riferibile ad infezione da coronavirus. A Bagolino già la seconda dose di vaccino per gli over 80

23/03/2021

Covid, un anno dopo: le fotografie di Anticorpi raccontano la pandemia

Anche in due paesi valsabbini sono presenti le fotografie di questa rassegna che unisce varie città italiane con un focus particolare dedicato alla Valle Sabbia

19/03/2021

San Giuseppe patrono di Ponte Caffaro

Sono in programma due celebrazioni nella chiesa parrocchiale della frazione a lago di Bagolino per la ricorrenza patronale. Oggi è anche la festa del papà

10/03/2021

Multati due pescatori

I controlli delle guardie ittiche volontarie hanno portato alla sanzione di due pescatori che avevano catturato trote sotto la misura minima consentita