09 Maggio 2014, 08.51
Bagolino
Mostre

Stefano Stagnoli, il lago d'Idro e la valle del Caffaro

di Redazione

Una mostra ed un catalogo, per raccontare il lago d’Idro e la valle di Bagolino com’era mentre scorreva il secolo scorso, fino agli anni Settanta. Il vernissage questo sabato alle 17 a Bagolino


Ambienti che verranno narrati per immagini, attraverso gli scatti del maestro Stefano Stagnoli, certo fra i fotografi di maggior rilievo che la provincia di Brescia abbia avuto nel secolo scorso.

L’appuntamento col vernissage è per sabato 10 maggio 2014 alle 17, nella sala Polifunzionale dell’Ecomuseo che a Bagolino apre al civico 5 di via San Giorgio.
Per l’occasione verrà inaugurata la mostra fotografica che raccoglie la sintesi di migliaia di scatti, messi a disposizione per la comunità di Bagolino dai familiari dello scomparso artista perché venissero valorizzati.

Interverranno il sindaco di Bagolino Gianluca Dagani, il Vicepresidente della Fondazione Civiltà Brescia Alfredo Bonomi, il giornalista e critico d’arte Fausto Lorenzi.
Ad arricchire gli alogenuri d’argento in emersione dalle carte fotosensibili, disposti nelle sale bagosse da Marcella Quaranta e Giuseppe Tognazzi, il catalogo curato da Marcella Quaranta che contiene un saggio critico di Fausto Lorenzi.
L’intero progetto è stato ideato e promosso dal Comune di Bagolino, anche questo coi fondi regionali previsti dall’Accordo di Programma sottoscritto nel 2012 per la messa in sicurezza e la valorizzazione del lago d’Idro. 

«Con grande generosità la famiglia Stagnoli ha permesso al Comune di Bagolino di prendere visione dell’archivio fotografico e, per la parte riguardante la valle del Caffaro e l’alta Vallesabbia, di estrarne oltre duemila copie – ha detto il sindaco di Bagolino Gianluca Dagani -. Si tratta di paesaggi montani e del lago, di scorci degli abitati di Ponte Caffaro e di Bagolino, di momenti di vita quotidiana della comunità, di celebrazioni religiose, di ricorrenze carnevalesche, di personaggi del mondo contadino intenti nel loro lavoro, di personaggi femminili e maschili nei tradizionali costumi bagossi.
Un descrizione globale e completa di un microcosmo che il fotografo Stagnoli sentiva suo e che intendeva rappresentare attraverso la macchina fotografica».

L’assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo di regione Lombardia Viviana Beccalossi: «Mi piace pensare che molti di noi si possano emozionare ritrovando davanti a una fotografia un ricordo, una persona cara, un luogo prezioso per sé e solo per sé. Credo sia questo l’intento più nobile di chi ha pensato e organizzato questa iniziativa e al quale va il mio ringraziamento.
Sapere che tutto ciò è stato reso possibile anche grazie all’Accordo di Programma sottoscritto nel luglio del 2012 tra Regione Lombardia e i Comuni di Bagolino e Lavenone, proprio con l’intento di valorizzare e promuovere questo territorio, mi rende davvero orgogliosa».

Il Professor Alfredo Bonomi, storico della Valle Sabbia: «I curatori della mostra hanno scelto le fotografie proposte tra le molte a disposizione (circa 2500) secondo un criterio che ha tenuto conto della qualità tecnica, ma anche del messaggio proposto, così che, dalla vista del materiale esposto, si possa avere un’idea abbastanza esaustiva del piccolo universo umano ed ambientale della zona del Lago d’Idro, del territorio del Comune di Bagolino e delle montagne circostanti.

Abbondano gli spunti poetici e la freschezza del paesaggio, sono molti gli stimoli che si ricevono dalle fotografie di Stefano Stagnoli e che consigliano agli abitanti dell’alta Valle Sabbia di costruire un rapporto con l’ambiente non certo puramente oleografico, ma in una dimensione vera e profonda».

Il progetto Eridio nasce dall’Accordo di Programma fra la Direzione Generale Territorio della Regione Lombardia e i Comuni di Bagolino e Lavenone e ha lo scopo di promuovere il territorio, la natura, lo sport e la tradizione locale dell’Alto Lago d’Idro e delle Piccole Dolomiti Bresciane.

Grazie all’accordo di programma sono stati fatti importanti investimenti volti ad aumentare l’attrattività dei luoghi. L’apertura di due nuovi ostelli offre la possibilità di soggiorno ad un pubblico giovanile comunque attento alla qualità e alla bellezza dei luoghi, fruibile grazie ai molteplici itinerari promossi ed allestiti.
Frequentando il territorio sarà possibile immergersi nel paesaggio del Lago d’Idro e delle Montagne circostanti attraversando luoghi e paesaggi ricchi di storia, cultura e prodotti di pregio.

La rinnovata immagine turistica dei luoghi abbina elementi di modernità come la promozione web e multimediale, la cartografia e la digitalizzazione degli itinerari, con il mantenimento dei valori e delle tradizioni locali. E’ proprio in quest’ottica che si inseriscono le mostre e i cataloghi dello studioso Stefano Stagnoli.
Il mantenimento e la diffusione della memoria e la proiezione della stessa nei progetti che intendono costruire il futuro di questi luoghi sono il cuore di questo progetto.

Fonte: comunicato stampa



Commenti:
ID44526 - 09/05/2014 12:24:04 - (pierdo53) - DURATA DELLA MOSTRA

Qualcuno mi sà dire quanto durerà l'esposizione ed eventuali orari di apertura? Grazie per l'informazione.

ID44535 - 09/05/2014 15:40:00 - (Redazione) - Giorni ed orari di apertura

La mostra di Stefano Stagnoli che aprirà questo sabato alle 17 a Bagolino, sarà visitabile fino all'8 giugno con i seguenti orari: mercoledì, sabato e domenica dalle 10 alle 12:30. Sabato anche dalle 16 alle 18:30. Su richiesta, per gruppi di persone, a disposizione anche altri giorni ed orari: in questo caso contattare la Proloco (0365.99904 - 334.1324766) oppure il miunicipio di Bagolino (0365.904011).

Aggiungi commento:

Vedi anche
16/01/2010 07:40

L'Eridio, fra istituzioni e turismo Ci saranno anche il sindaco di Idro e il prosindaco di Ponte Caffaro, alla fiera del turismo in programma per questo fine settimana a Stoccarda.

23/04/2014 07:32

Da Bagolino, un progetto di valorizzazione dell'Eridio Bagolino e Lavenone insieme per valorizzare il lago d'Idro. Un percorso che unisce i due nuovi ostelli di Lavenone e Ponte Caffaro, offrirà lo spunto per un rilancio in chiave turistica dell'intero comprensorio

23/07/2015 07:46

Aperitivo in musica con il Progetto Eridio Questo sabato 25 luglio verrà presentato in località Porto di Ponte Caffaro il nuovo Ostello. Sarà l'occasione per fare il punto sul Piano di Intervento d’Ambito che interessa la valorizzazione turistica del lago d’Idro ed in particolare i territori di Bagolino e Lavenone

10/03/2016 07:02

Abuso di professione Pierfranco Bolandini, erborista di Ponte Caffaro, è stato diffidato dalle guide alpine della Lombardia per l'attività di coordinamento dei "Camminatori del lago", che ogni mese si ritrovano a passeggiare sulle sponde dell'Eridio denunciando abusi ed irregolarità

12/07/2012 08:00

«Più chiarezza e trasparenza sulle questioni del lago» La minoranza consiliare di Bagolino ha invitato per questo venerd sera a Ponte Caffaro i sindaci dei quattro Comuni dell'Eridio per un confronto sulle questioni del lago d'Idro.




Altre da Bagolino
12/10/2021

Collettore Anfo-Caffaro, si parte

A metà novembre l'inizio dei lavori. Già finanziata anche la ciclabile che in parte ci passerà sopra

08/10/2021

C'è un orso attorno al lago, forse due

Torna l’orso sulle montagne attorno al lago e anche lui se la prende coi cacciatori. Ironizzano un poco i seguaci di Diana, che quest’anno già se la sono vista brutta con la sospensione della caccia, ma il plantigrado incute davvero timore

01/10/2021

«Gente di Vallesabbia» torna in presenza

Dopo l’edizione in streaming dello scorso anno, tornano da questo sabato gli incontri culturali promossi dall'Associazione artistica culturale Eridio di Ponte Caffaro

28/09/2021

Ristori per i comprensori sciistici

Anche Bagolino fra i Comuni le cui imprese legate al mondo dello sci possono beneficiare dei contributi statali per il rilancio della montagna

28/09/2021

I Poliambulatori specialistici

Numerosi e in cresciata i servizi sanitari offerti presso la Fondazione Beata Lucia Versa Dalumi di Bagolino: ecco il calendario di ottobre

27/09/2021

Rotonda sul Caffaro: «Il Trentino farà la sua parte»

Lo ha annunciato il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti in visita con la giunta provinciale a Storo che sollecita una rapida soluzione del problema

22/09/2021

Conversazione con una ragazza di 102 anni

Deodata Melzani, classe 1919, 102 anni compiuti il 19 settembre scorso, ha varcato il prestigioso traguardo del secolo con eleganza e riserbo, senza ostentazione del bagaglio di esperienza e di memoria che porta con sé.

20/09/2021

Grazie per il servizio prestato

Il grazie della parrocchia ai volontari delle associazioni d'arma che hanno prestato servizio di accoglienza dei fedeli per le varie celebrazioni durante la pandemia

15/09/2021

Contratto di fiume

A Ponte Caffaro, fra i quattro sindaci dei Comuni rivieraschi e la Federazione di associazioni ambientaliste presieduta da Gianluca Bordiga, è stato sottoscritto un accordo di intenti che mira alla salvaguardia di lago d'Idro e fiume Chiese

15/09/2021

Cala il livello del lago, a rischio il biotopo

Il grido d’allarme è stato lanciato dagli ambientalisti del lago d’Idro: il livello del lago si è abbassato di oltre un metro nell’ultimo mese e mette a repentaglio la vita del biotopo