23 Novembre 2022, 15.25
Agnosine Sabbio Chiese
Il processo

Un omicidio annunciato

di Redazione

Ieri presso la Corte d'Assise di Brescia la seconda udienza del processo carico di Paolo Vecchia per l’uccisione della moglie Giuseppina Di Luca


Vuoi leggere l'articolo completo?

A) Accedi con il tuo account


B) Registrati nella Community di ValleSabbia News

Registrandoti e acquistando un abbonamento potrai accedere a tuttle le notizie, commentare e usufruire dei servizi di ValleSabbia News (secondo il piano di abbonamento scelto)


REGISTRATI

Leggi qui per avere maggiori informazioni...



Nella seconda udienza del processo a carico di Paolo Vecchia per l’uccisione della moglie Giuseppina Di Luca, che aveva avviato le pratiche per la separazione, sono emerse le testimonianze nelle quali risulta che l’uomo aveva premeditato il delitto. Vecchia aveva detto in tutti i modi e a varie persone che lo avrebbe fatto. Non è stato creduto o semplicemente nessuno poteva immaginare che davvero lui, incensurato fino al 13 settembre di un anno fa, si sarebbe trasformato in un assassino.

Durante l’udienza è stato ascoltato il comandante della stazione dei carabinieri di Sabbio Chiese, Francesco Bardini: «Paolo Vecchia si era presentato verso le 8 del mattino in caserma, era molto agitato e piangendo ripeteva “L'ho uccisa, l'ho uccisa, l’ho accoltellata, ho dovuto farlo. Sono stato costretto perché glielo avevo detto a mia moglie che se non fosse tornata l'avrai ammazzata”» questo è quanto aveva raccontato subito dopo l’omicidio ai carabinieri.

Si è trattato di un omicidio annunciato, come dimostrano gli scambi di sms tra madre e figlie letti in aula nel corso di questa seconda udienza davanti alla Corte d'Assise.

«Papà mi ha detto che va con i colleghi alla fiera della caccia e la cosa non mi piace. Magari compra qualcosa di strano. Mi ha detto “I cani vedi di non farli stare troppo soli e poi non usare la stufa a pellet”. Mi parla come se stesse succedendo qualcosa da un momento all'altro. Se vuole uccidersi faccia pure, l’importante che non voglia fare male a te» scriveva la figlia alla madre.

E invece Paolo Vecchia aveva un piano preciso in testa e lo ha realizzato sulle scale della palazzina dove la moglie Giuseppina si era trasferita.

Tra i testimoni sentiti ieri, anche il medico legale che ha eseguito l’autopsia. «La donna - ha spiegato - ha cercato di difendersi. È scappata sulle scale di casa e sono una quarantina le coltellate che ha ricevuto. Molte al torace, alcune al volto. Io - ha concluso - credo che sia stata una lunga agonia. Dieci, quindici minuti di sofferenza. Giuseppina ha sempre Percepito il dolore. E lo ha percepito lucidamente».



Vedi anche
26/05/2022 07:02

Rinviato a giudizio A settembre dello scorso anno Paolo Vecchia ha ucciso con una decina di coltellate la moglie, Giuseppina Di Luca. Non accettava che lei lo avesse lasciato e che avesse chiesto il divorzio

13/03/2022 07:00

Omicidio di Giuseppina, chiuse le indagini preliminari Al marito, che si era costituito poco dopo aver ucciso la donna – lo scorso settembre ad Agnosine – la Procura contesta l'omicidio volontario con le aggravanti di premeditazione, vincolo coniugale e crudeltà

02/04/2021 10:27

Insegnante a processo per la morte di Alessio E’ stato aggiornato al 30 giugno il processo per omicidio colposo a carico dell’insegnante del 13enne Alessio Quaini, stroncato da un malore durante un’uscita didattica sette anni fa

30/10/2012 07:22

Morelli a processo E' prevista per il prossimo 14 novembre la prima udienza del processo che decider le sorti di Gianmarco Morelli, 24enne di Villlanuova che due mesi fa in Romania uccise il padre a coltellate

16/11/2012 07:00

«Sano di mente» Prima udienza del processo a Gianmarco Morelli. Il 24enne reo confesso, che ad agosto ha ucciso il padre in Romania, rischia una condanna a 25 anni di carcere




Altre da Agnosine
23/11/2022

Gita a Trento

C’è tempo fino a venerdì 25 novembre per iscriversi alla gita nel capoluogo trentino per i Mercatini di Natale e una visita al Muse in programma domenica 11 dicembre

18/11/2022

Il mercatino solidale con la Santa Lucia BiancoBlu

Bancarelle e intrattenimento questo fine settimana ad Agnosine per raccogliere fondi destinati alla raccolta di giocattoli per i bambini ricoverati negli ospedali bresciani

11/11/2022

L'osservazione del cosmo con il telescopio spaziale di James Webb

Questo sabato pomeriggio ad Agnosine un incontro dedicato all'astronomia con l'astronomo Andrea Reguitti

28/10/2022

Sabato la Camminata del cuore

Appuntamento nel pomeriggio di sabato per l’iniziativa di promozione della salute essa in campo dall’Avis Agnosine Bione e Casa Dosso

15/10/2022

Cura di sicurezza e di bellezza

Qualche disagio, ma ne varrà la pena. I lavori alla Circonvallazione di Agnosine, e la conseguente chiusura totale della strada, intendono sanare un problema che rischiava di diventare grave

29/09/2022

Il Pozzo, racconti di donne

Il Pozzo è il titolo dello spettacolo che andrà in scena questo venerdi sera presso il Teatro ad Agnosine. Sei donne, tutte diverse fra loro, si racconteranno fra recitazione, musica e danza. Ingresso libero

19/09/2022

Ecco cosa è successo nel cantiere di Terna

Pochi dubbi sulla dinamica dell'incidente che ha portato alla morte di Claudia Pini, la guardia giurata che ha perso la vita travolta dalla sua stessa auto. Aveva due figli. I funerali martedì a Bassano Bresciano

18/09/2022

Muore travolta dalla sua stessa auto

L’incidente nella notte all’interno del cantiere Terna, ad Agnosine, Vittima una guardia giurata impegnata nel giro di controllo

11/09/2022

«L'Italia riparte»

Questa sera alle ore 20.30 ad Agnosine, in una location inaspettata e sorprendente, perfetta per parlare dell'Italia che riparte, l'appuntamento del Cult Cura festival con Roberto Chiarini ed Elena Pala, con Gabriele Colleoni del Giornale di Brescia.

 

09/09/2022

Scivola in curva e schiaccia autovettura

L’incidente è avvenuto lungo la Provinciale numero 79 all’altezza del tornante di San Giorgio, in territorio comunale di Agnosine

Agnosine, il paese la sua gente

Il Santuario della Madonna di Calchere

14/04/2020

Il nuovo municipio di Agnosine è stato inaugurato nel 2006. Lo stabile, 340 metri quadri di nuovi uffici sistemati assieme ad un vasto complesso abitativo che ospita negozi ed appartamenti

14/04/2020

E’ stata l’azienda che per più di 50 anni, fino alla fine degli anni ’70 del secolo scorso, più di altre ha tracciato la storia italiana del mobile multiuso (2)

14/04/2020

E' la chiesa parrocchiale di Agnosine, tempio dalle antiche origini, già citata in un documento del 1037.
L’edificio attuale risale al 1771


14/04/2020

Col suo campanile domina la valle.
L’attuale costruzione risale al 1674 ed è stata eretta su una struttura precedente