12 Marzo 2019, 10.00
Economia in pillole

E allora spendo!

di Roberto Trevisani

Perché quando gli investimenti non rendono si ha la tentazione di spendere?


Continuando l'argomento degli stati d’animo degli investitori affrontato in un precedente articolo, rendimenti minimi e soluzioni di investimento complesse stanno creando in molte persone un evidente disagio nella gestione del denaro, che può manifestarsi con la tentazione di spenderlo o mantenerlo sui conti correnti. Oggi ci soffermeremo sulla prima casistica. 
 
“Gli investimenti di una volta non rendono nulla, quelli che mi stanno proponendo fatico a capirli e lo scorso anno hanno restituito risultati negativi...” Chi si ritrova in questi pensieri?
 
Ed è proprio in queste circostanze che potremmo vedere una via di fuga per ridurre il nostro stress, dirottando i risparmi verso acquisti non programmati, non necessari, spesso di importo rilevante e soprattutto distanti dagli scopi per cui quel denaro era stato pensato. Dalla mia esperienza, autovetture e spese per migliorie alle abitazioni sono gli acquisti che vanno per la maggiore.
 
Per non essere frainteso, non sto dicendo che non si debba mai spendere, ma prima di farlo trovo importante verificare che non si vada a precludere il soddisfacimento di importanti esigenze future. L'arredamento della taverna dovrebbe avere un peso diverso rispetto al potersi permettere delle cure sanitarie adeguate durante la vecchiaia. 
 
Un altro elemento di attenzione è dato dal fatto che per questi acquisti vengono utilizzati anche investimenti nati con logiche di lungo termine, riscattandoli prima del previsto e non sempre nel momento migliore, con il rischio di generare perdite definitive. 
 
Ecco che una domanda può esserci d'aiuto. Nel momento in cui ho risparmiato quel denaro con sacrificio e privandomi di alcuni sfizi, le mie intenzioni erano di farlo crescere (interessi) o di poterlo utilizzare per soddisfare bisogni futuri? 
 
Se dovessimo dare ai tassi di rendimento il diritto di condizionare le nostre decisioni di spesa, per essere coerenti dovremmo utilizzare i risparmi o gli investimenti quando i mercati finanziari non ci soddisfano e tornare ad investire vendendo quanto acquistato (esempio l’auto) se il futuro dovesse tornare roseo per gli investimenti. E’ un punto di vista alternativo ma naturalmente è solo una provocazione.
 
Sono fermamente convinto che tutti, ma proprio tutti, troverebbero nella pianificazione un valido aiuto nella gestione del proprio denaro. Una volta identificati i propri obiettivi si avrà a disposizione una vera e propria bussola che ci guiderà nelle direzioni desiderate, e si avrà più forza nel combattere le tentazioni; ad esempio, difficilmente si vorrà dirottare denaro destinato alla vecchiaia o allo studio dei figli. 
 
Per rafforzare il potere della pianificazione consiglio di mettere nero su bianco il perché, il quanto e il quando. Scrivere ha il potere di rendere reale un pensiero, firmando una sorta di patto con noi stessi che difficilmente vorremo tradire. Provare per credere!
 
Un consulente di fiducia può essere d'aiuto sin dalla fase di pianificazione, ma sarà il confronto continuo e il suo ruolo da Grillo parlante a creare il vero valore aggiunto. Pensando alle disavventure occorse a Pinocchio nell’aver seguito i consigli del Gatto e della Volpe anziché quelli del Grillo, dovremo prestare attenzione anche alla scelta del fiduciario, assicurandoci che i suoi consigli siano privi di conflitti di interesse.
 
Se ora vi dovesse sembrare anche solo minimamente utile, provate e buona pianificazione!

Roberto Trevisani
 
Via Quarena 145 - Gavardo (BS)
telefono 328 6457362
mail: studio@robertotrevisani.com
pagina facebook: Studio Roberto Trevisani
-----------------------------------------------
 
Abbiamo chiesto a Roberto Trevisani di aiutarci ad affrontare i piccoli e grandi problemi che le famiglie o le aziende possono incontrare ogni giorno in campo finanziario ed economico.
 
Lo potete leggere, ma anche chiamare o gli potete scrivere, ha promesso che vi risponderà.




Aggiungi commento:

Vedi anche
18/10/2016 06:54

Quanto mi date? Una domanda di altri tempi nell’era dei tassi sotto zero. Come investiamo i nostri risparmi?

22/11/2016 08:23

Progettiamo il nostro futuro: la pianificazione finanziaria Ho risparmi da investire… da dove inizio?

05/06/2017 07:00

Pir e contro Pir Vi è già stato proposto un Pir? L’avete già sottoscritto? Vorreste sottoscriverlo? Vediamo se ne vale la pena

26/11/2015 07:01

Controtendenza: cresce l'alimentare Coldiretti: «La tendenza fa ben sperare per le festività di Natale, quando le spese a tavola rappresentano una componente importante del budget delle famiglie». A darne indicazione i dati Istat, con segni positivi sia per le esportazioni sia per il mercato interno

16/12/2020 09:30

Solidarietà alimentare per le famiglie in difficoltà I buoni spesa resi disponibili dall'Amministrazione comunale aiuteranno le famiglie in difficoltà per le minori entrate economiche causate dal Covid a far fronte alle spese di prima necessità. Ecco come funziona




Altre da Economia e Lavoro
24/01/2022

Transpallet elettrico o transpallet manuale? Guida alla scelta

I transpallet sono mezzi lavorativi destinati alla movimentazione “orizzontale” di carichi particolarmente pesanti, in genere pallettizzati

20/01/2022

La metallurgia supera in modo brillante il Covid

Analizzati i bilanci di quasi 200 realtà attive nel comparto: la crisi legata al Covid non stravolge gli equilibri precedenti. La quota di aziende che si posizionano nella classe A (quella che include gli operatori più virtuosi) rimane invariata rispetto all’anno precedente (30%). Per gli altri livelli si registrano leggere variazioni.

15/01/2022

Servizio civile, futuro lavorativo

È quello proposto fra gli altri dall’Associazione Volontari Ambulanza di Valle Sabbia. Vale per ragazzi e ragazze di età compresa fra i 18 e i 29 anni (non compiuti). Entro il 26 gennaio la domanda

11/01/2022

Un anno di Social Work

Nel corso del 2021 sono un centinaio le persone che hanno trovato un’occupazione attraverso il servizio di avviamento al lavoro della Comunità montana

03/01/2022

I 70 anni di storia della forneria Pellizzari

Lo storico panificio si è dotato di un nuovo forno di ultima generazione. Causa pandemia festeggiamenti ed inaugurazione sono stati rinviati a data da destinarsi

30/12/2021

Anche nel 2020 il settore Alimentare regge all'urto della crisi

Analizzati i bilanci di circa 130 realtà attive nel comparto: nel 2020 la quota di aziende che si posizionano nella classe A (quella che include gli operatori più virtuosi) si attesta al 29% del totale, tre punti percentuali in meno rispetto a quanto registrato prima della crisi

26/12/2021

Ancora rumori, polvere e odori dalle Fonderie Mora

Nei giorni scorsi Legambiente ed Comitato Cittadini hanno incontrato il sindaco Davide Comaglio

(3)
25/12/2021

«El tirolés che vindìa i paröi» e «èl molèta»

Alzino la mano coloro che avendo sulle spalle un discreto fardello di anni vissuti serenamente, non ricordano il “ramaio di Tione” che, col suo furgone carico di articoli di rame, ogni primo lunedì del mese si recava al mercato di Nozza!

23/12/2021

ISM (Indice Sintetico Manifatturiero): il Sistema Brescia sta meglio del 2009

Nel 2020 il sistema manifatturiero bresciano, nonostante le difficoltà legate alla pandemia da Covid-19, ha mostrato significativi segnali di tenuta, che confermano la generalizzata robustezza del Made in Brescia