12 Novembre 2020, 11.16
Agnosine
Blog - Cartoline dalla Valle Sabbia

L'intreccio e l'abbraccio delle case sopra i volti di Binzago

di Alfredo Bonomi

Chi da Brescia si dirige in Valle Sabbia attraverso la strada “delle Coste”...


... superato il crinale che divide la conca di Vallio da quella di Odolo, guardando a sinistra, vede un piccolo borgo annegato nel verde. E’ Binzago e, seppur non molto consistente, è assai ricco di storia.
Probabilmente vi ebbero possedimenti i monaci vallombrosani della Badia e si tramanda anche la testimonianza dell’esistenza di un castello per controllare il territorio.

La comunità di Binzago ha avuto una propria identità fin dal medioevo. Lo dimostra l’antica e caratteristica chiesa dedicata ai santi Gervasio e Protasio.
I rapporti con i castellani della rocca di Bernacco, posta su un monte aguzzo che ancora oggi domina il paesaggio, sono stati vivaci.
Ma il paese non è stato nemmeno estraneo ai possedimenti del vescovo di Brescia e c’è un regione ben precisa che oggi si coglie poco se non si riflette.

Il territorio di Binzago, di mezza montagna, è stato sempre luogo di cacciagione con la presenza di numerose uccellande che sfruttavano traiettorie di passaggio dei volatili. Questo quando la caccia era una pratica usuale con resa economica dei benestanti, ma anche delle persone più umili.
E’ quindi evidente il legame di questa località con squisiti spiedi che rendevano la zona frequentata da chi coniugava una antica passione con il gusto di buoni sapori e della conversazione.

Ora gran parte di questo “mondo” è scomparso, rimane però un paesaggio quieto ed amico, con colori delicati ed accattivanti che invitano ad una sosta.
Prima della costruzione della strada carrozzabile del 1905, il paese era raggiunto da mulattiere che lo collegavano con Agnosine, Odolo, Caino ed anche Lumezzane. Le strade nel cuore del borgo passavano sotto voltoni che si replicavano ripetutamente, con le case che sembrano richiamarsi una con l’altra, unendo in sintesi l’abitato.

Ancora oggi, nonostante alcuni interventi, rimane questo timbro particolare che rende il paese una scoperta assai piacevole.
Le dimore sostanzialmente mantengono l’impianto antico.
Sulla casa canonica c’è la data del 1586. Sono austere ma, nel medesimo tempo, mostrano una eleganza rustica dove dominano la misura ed il buon gusto, segno questo di un borgo con una sua economia non floridissima, ma dignitosa.

Sembra proprio che l’urbanista abbia voluto rendere più vicini gli animi degli abitanti che hanno costruito una chiesa elegante abbellendola con intagli lignei di pregio, come duelli dei Bonomi di Avenone e di altri intagliatori.
La distanza del paese dalla città non è molta, così come quella da Agnosine e dagli altri centri della valle e quindi il borgo può avere un suo ruolo per piacevoli soggiorni, con dimore anche permanenti, essendo il clima non pungente, come è quello della media montagna esposta al sole.

E’ una buona “carta di presentazione” della valle per chi viene dalla città e dalla pianura, posta a “due passi” dalla conurbazione urbana che inizia proprio quando la strada “delle Coste” giunge al “piano cittadino”.

Alfredo Bonomi




Aggiungi commento:

Vedi anche
17/03/2021 06:43

La gran «macchina lignea» dell’ancona del santuario di Auro Dove uomini, virtù ed angeli, concorrono a rendere gloria alla Vergine

09/12/2020 07:41

La tranquilla poesia del lago d’Idro Il lago d’Idro porta nel nome anche la tradizione di una leggenda che lo ancora a miti antichissimi

13/05/2021 19:28

Odeno, borgo gentile e signorile Con questa "cartolina" di Alfredo Bonomi, la trentesima, si conclude la serie di preziosi spunti per conoscere ed apprezzare alcuni fra gli "scorci" più interessanti della Valle Sabbia




Altre da Agnosine
20/09/2021

Investita in retromarcia

Attimi di paura ad Agnosine quando una donna è stata investita da un furgone che stava uscendo in retromarcia da un parcheggio. Per fortuna nulla di irrimediabile

18/09/2021

Tre comunità in lacrime per l'addio a Giusi

Una folla commossa quella che ha accompagnato il feretro per i funerali, celebrati nella parrocchiale di Agnosine

17/09/2021

Un silenzio che fa male. A te Giuseppina Di Luca

Un dolore è difficile da esprimere. Come una gioia e si ha sempre il dubbio che non vi siano parole adeguate a renderlo profumato.

17/09/2021

Lutto cittadino

Agnosine e Sabbio Chiese uniti nel proclamare il lutto cittadino, nel giorno dei funerali di Giuseppina Di Luca

16/09/2021

Venerdì l'ultimo saluto a Giusi

Saranno celebrati questo venerdì nella parrocchiale che Agnosine dedica ai santi protettori Ippolito e Cassiano, i funerali di Giuseppina Di Luca, la 46enne uccisa dal marito lunedì scorso mentre usciva di casa per recarsi al lavoro

14/09/2021

Femminicidio: e Giusi non c'è più

Paolo Vecchia, marito quasi ex e assassino, è arrivato ad Agnosine con l’intenzione di ucciderla

13/09/2021

Ammazzata a coltellate

Non sopporta che lei lo abbia abbandonato, la affronta fuori dall’appartamento in cui viveva da una mese, ad Agnosine, e la uccide

06/09/2021

Recidivo senza patente

È la quarta volta cheun uomo viene fermato alla guida di un’auto senza patente dalla Polizia locale della Valle Sabbia. Denunciato anche il proprietario dell’auto a sua volta sequestrata

27/08/2021

Ambizione e altruismo le qualità dei volontari

Il gruppo Ambulanza Agnosine – Bione, che si occupa sia del soccorso che dei trasporti sanitari programmati, è sempre pronto ad accogliere nuovi membri

12/08/2021

La pala dell'Assunta ritrova il suo antico splendore

In occasione della festa patronale sarà presentata ai fedeli di Agnosine poi sarà collocata nella chiesetta di Campello

Agnosine, il paese la sua gente

Il Santuario della Madonna di Calchere

14/04/2020

Il nuovo municipio di Agnosine è stato inaugurato nel 2006. Lo stabile, 340 metri quadri di nuovi uffici sistemati assieme ad un vasto complesso abitativo che ospita negozi ed appartamenti

14/04/2020

E’ stata l’azienda che per più di 50 anni, fino alla fine degli anni ’70 del secolo scorso, più di altre ha tracciato la storia italiana del mobile multiuso (2)

14/04/2020

E' la chiesa parrocchiale di Agnosine, tempio dalle antiche origini, già citata in un documento del 1037.
L’edificio attuale risale al 1771


14/04/2020

Col suo campanile domina la valle.
L’attuale costruzione risale al 1674 ed è stata eretta su una struttura precedente