13 Ottobre 2020, 11.42
Valsabbia
Cronache

Recidivo della truffa

di red.

Già in stato di “messa alla prova” dopo diverse truffe, un idraulico residente in Valle Sabbia, resosi nuovamente responsabile di un raggiro, è stato arrestato


Raggirava la clientela facendosi pagare condizionatori d'aria che non sarebbero mai stati consegnati, né tanto meno installati, come più volte accertato sia dai Carabinieri che dalla Polizia di Stato.

Dopo gli arresti domiciliari un 28enne di Paitone, di mestiere idraulico, era stato “messo alla prova” dal Tribunale, che lo aveva obbligato ad uscire di casa solo per esercitare la professione, a non recarsi fuori regione e a non uscire di casa tra le 23 e le 7; proprio nel periodo di prova, però, l'uomo si è reso responsabile di un'ulteriore truffa.

Nello specifico, l'uomo ha venduto condizionatori ad un cliente residente in provincia di Cremona - incassando 2mila euro in anticipo – il quale in ottobre, non avendo ricevuto i macchinari acquistati, ha sporto denuncia ai Carabinieri del paese.

Gli agenti del cremonese, chiedendo accertamenti ai colleghi di Nuvolera, hanno rapidamente scoperto il raggiro; disposto l'aggravamento della misura, il 28enne ha trascorso il fine settimana in carcere.
 


Vedi anche
09/02/2021 10:38

Tentativi di truffa Bussano alla porta per proporre sondaggi sugli elettrodomestici, millantando autorizzazioni di cui non sono in possesso. L'invito è sempre quello a contattare le forze dell'ordine

29/07/2009 18:53

899.28.28.28 il raggiro continua Ormai lo sappiamo tutti. I numeri di telefono che cominciano per 899 sono a pagamento, spesso assai "salati". Questo in particolare.

19/02/2020 10:45

Come prevenire le truffe agli anziani Ne parleranno i Carabinieri della stazione di Nuvolento nell’incontro in programma domani – giovedì 20 febbraio – a Paitone

23/01/2019 17:45

Truffe agli anziani, presi in due Un 40 enne di Padenghe e un 27 enne di Lonato, sono finiti agli arresti perché accusati di aver truffato in più occasioni degli anziani

31/01/2017 15:07

Si fa chiamare Aldo e non è un operatore della Cogess Vende stampe raffiguranti fiori oppure animali e lo fa a nome della Cogess, la cooperativa che in Valle Sabbia si occupa di servisi alla persona. Ma non ne ha il permesso. E soprattutto Cogess non fa così



Altre da Valsabbia
28/02/2021

La foglia di fico

Secondo il Comitato Referendario Acqua Pubblica, la "mozione Sarnico" è servita solo a coprire le vergogne di un'Amministrazione provinciale che ha già deciso che le acque reflue del Garda verranno depurate a Gavardo

26/02/2021

Montagna bresciana, la strategia di rilancio post Covid

Turismo di prossimità ed esperienze a contatto con la natura, per ritrovare serenità e voglia di reinventarsi. L’analisi degli esperti di marketing per le montagne di Valle Sabbia, Valtrompia e Val Camonica

25/02/2021

Contributi per le Associazioni Combattentistiche e d'Arma

Il consigliere regionale valsabbino della Lega, Floriano Massardi: “200mila euro a favore dei progetti delle Associazioni Combattentistiche lombarde”

25/02/2021

Criminalità, Girelli: «La crisi rappresenta un'opportunità per le mafie»

Per il consigliere regionale valsabbino del Pd, lo Stato deve intervenire su chi è colpito economicamente dalla pandemia

24/02/2021

Obiettivo: 1200 dosi al giorno

E’ operativo a Gavardo il primo centro valsabbino per le vaccinazioni. Sei postazioni che potranno essere pienamente operative quando arriveranno sufficienti vaccini. La prima è stata l’Agnese, classe 1922

24/02/2021

Servizi Ambiente Energia scala la classifica delle migliori PMI bresciane e si classifica prima!

Con oltre 6 milioni di fatturato SAE e uno dei fiori all'occhiello della Valle Sabbia

24/02/2021

Valanga al Maniva

Per alcune ore si è temuto che sotto il distacco ci fosse rimasto qualcuno. In azione anche due eliambulanze

23/02/2021

Brescia zona arancione «rafforzata»

Dalla Regione «I dati mostrano che a Brescia è evidente una terza ondata: è il punto che va aggredito e su cui bisogna intervenire immediatamente»

23/02/2021

«Maestri di sci penalizzati»

I Maestri di sci del Maniva scrivono ai dirigenti nazionali e regionali per chiedere chiarimenti alle istituzioni

23/02/2021

Affido anche in tempo di Covid

In Valle Sabbia prosegue l’attività di aiuto ai bambini e ai loro genitori offerta gratuitamente grazie al servizio del progetto Affido di Comunità montana