24 Maggio 2014, 12.01
Val del Chiese Storo
Giudicarie

Dopo il commissario tocca a Zanetti

di Elisa Pasquazzo

Diego Zanetti, già agente del corpo forestale operante presso la stazione di Ledro, è il nuovo rettore (una volta si chiamava presidente) della sezione cacciatori di Storo. La questione dei cinghiali


Zanetti succede  al concittadino darzese Danilo Piccinelli che si era fatto in  disparte da circa un mese o poco più. Il mandato di quest’ultimo si sarebbe concluso a fine anno, ma ragioni di ordine esclusivamente professionale lo avevano indotto a farsi anticipatamente in disparte. 

Nel contempo la sezione, che conta 124 soci, era stata sottoposta a commissariamento il cui facente funzioni - designato dalla Associazione Cacciatori Trentini – risultava essere Severino Nicolini di Daone. Quest’ultimo è il referente di zona che di fatto rappresenta in ambito del parlamentino provinciale le doppiette di valle. Poi qualora si riscontrassero vuoti gestionali è quasi sempre lui a gestire il periodo pre-assemblea.
Inizialmente per il dopo Piccinelli circolavano altri i nomi, ma nessuno dei tre candidati in odore di succedere al rettore si era alla fine proposto.
Qualche giorno fa la scelta assembleare ha riguardato l’intero direttivo il cui mandato scadrà per tutti a dicembre.
In questo caso il suo vice Candido Briani, il segretario Fabrizio Piccini nonché i consiglieri Luigi Zontini, Pietro Grassi, Giovanni Schivalocchi e Gianluca Faes.

«Direi che l’indicazione su Zanetti è non solo  positiva, ma ha riscontrato consensi. Inoltre va interpretata sotto certi aspetti come desiderio di  volersi rinnovare» avverte lo stesso Nicolini.
Che  aggiunge: «Zanetti mi sembra intenda chiedere trasparenza e molta collegialità, ma non cerca di certo imposizioni. So, cosa che altri già fanno, che il rettore sarebbe propenso a promuovere alcune giornate ecologiche attraverso le quali lavorare per ripristinare sentieri "da mont" o cascine in via di abbandono».

Altra questione che Zanetti intenderebbe portare avanti (il forestale ha tra l’altro casa a Daone) riguarda il ripopolamento di camosci da effettuarsi in Val Lorina congiuntamente con le sezioni di Tiarno e Bondone.
Sulla presenza o meno di cinghiali, questa la sua considerazione: «Di maiali selvatici ce ne sono ma molto meno però rispetto ad una volta. Io, come sezione, sarei dell’idea di intervenire aiutando il proprietario del podere a delimitare l’area con pali e rete di recinzione».

La nota
Anche nella  zona  sopra l’abitato di Darzo, in località Vigne, per il passato i cinghiali c’erano e prolificavano.
In un podere appartenente a Romeo Grassi, dove prevalgono i castagneti, il grufolare nel terreno risultava all’epoca sin troppo frequente.  Nelle immediate adiacenze del casale l’animale lasciava segni piuttosto evidenti. Ora il carrozziere di Lodrone fa sapere che in quella sua proprietà ha cambiato coltura e quindi anche i cinghiali hanno scelto altre destinazioni per le loro scorribande.
Non sembra essere così un po’ più in la, dove invece il suinide scava e parecchio. Ne sa qualcosa il postino di una volta, Leone Beltrami,  che invece lamenta ripetuti transiti con gli scavi nel terreno visibili anche a lunga distanza. (a.p.)



Aggiungi commento:

Vedi anche
14/08/2014 08:00

Caccia grossa con l'Audi Costerà cara ad Ivan Cimarolli "de Bundù", la "caccia grossa" rimediata l'altra notte a Condino, lungo la 237 del Caffaro, quando nel buio ha travolto un'intera famigliola di cinghiali

17/10/2009 07:49

Polpette avvelenate La caccia ai cinghiali comincia oggi e nell'area compresa fra Barghe e Bione il rischio che a rimetterci siano soprattutto i cani molto alto.

09/01/2019 11:50

Cinghiali, a far danni è l'ignoranza Il grave incidente lungo la A1 causato dall’attraversamento di cinghiali ha riaperto la questione della caccia e del contenimento di questi ungulati presenti massiciamente anche in provincia di Brescia

27/10/2012 09:42

Battuta di contenimento Troppi cinghiali nell'oasi faunistica protetta del Baremone. Con C7 e Provincia, cane da limiere e fucili, per limitare la diffusione della colonia

24/10/2016 14:13

Danni: basta coi privilegi ai parchi Contributi ai parchi per i danni causati dalla selvaggina? «Solo a determinate condizioni» recita un emenamento proposto dal consigliere regionale Alessandro Sala 




Altre da Val del Chiese
01/08/2021

Ritrovata e soccorsa in fondo a un dirupo

Dopo ore di ricerche è stata fortunatamente recuperata la signora di Trento scivolata per 25 metri nei boschi sopra Roncone. Sul posto il Soccorso Alpino e i Vigili del Fuoco

31/07/2021

Bondone verso il voto

A poco più di due mesi dalle elezioni il comune di Bondone ha una sola candidata per il ruolo di sindaco

26/07/2021

Massimo Salvagni nuovo presidente della Pro Loco

Succede a Daniela Baldracchi. Tra gli obiettivi del suo mandato ulteriori prospettive turistiche su Boniprati

26/07/2021

Saluti e ringraziamenti

Nell’occasione della festa patronale la comunità di Prezzo ha salutato i sacerdoti che per sette anni hanno guidato la parrocchia

25/07/2021

Nuovo direttore al Cedis

Dal prossimo primo agosto il ragioniere Franco Berti sarà direttore del Consorzio elettrico di Storo

23/07/2021

Tornano i «Martedì della Pieve»

Dopo un anno di pausa forzata a causa dell'emergenza Coronavirus torna l'apprezzata iniziativa del Gruppo “Amici della Pieve” di Condino

22/07/2021

Una vita in malga

Malga Vacil, a monte di Storo, è gestita dai coniugi valsabbini Crescini da ormai sette anni. Ad occuparsi dell'allevamento in zona sono quasi tutti bresciani, e molte donne

21/07/2021

Il saluto a parroco e curato

In occasione della festa patronale a Prezzo il saluto al parroco don Vincenzo Lupoli e a don Michele Canestrini che lasciano per nuovi incarichi pastorali

20/07/2021

Al via in Valdaone «Fungolife»

Sabato 31 luglio da Bianca, in Valdaone, si terrà la 21esima edizione della tradizionale manifestazione micologica

19/07/2021

Dalla Rurale nuovi bandi per le Associazioni del territorio

160.000 euro per il sostegno di investimenti materiali e progetti in ambito formativo culturale e sociale. Ecco come partecipare