05 Marzo 2012, 16.37
Agnosine
Caccia illegale

Bracconiere nella rete della Forestale

di red.

ศ stato sorpreso venerd์ scorso dagli Agenti di Vobarno in localitเ Fontanino ad Agnosine con seicento metri di rete per uccellagione.

Seicento metri di rete per uccellagione, scoperti dal Corpo Forestale dello Stato, Comando Stazione di Gavardo, in un intervento congiunto agli Agenti di Vobarno, nel Comune di Agnosine, in localitร  Fontanino. A cadere nella rete รจ stato un noto cacciatore del luogo, giร  nel recente passato denunciato assieme al fratello. Questโ€™ultimo, anchโ€™esso tuttโ€™ora cacciatore con regolare permesso, era stato a sua volta denunciato assieme al figlio minore sorpreso a schiacciare teste agli uccellini appena catturati in un impianto abusivo.

Il papร  cacciatore era stato a sua volta giร  denunciato dalla Polizia Provinciale che lo aveva sorpreso, nei pressi di un rustico,impegnato in unโ€™intensa attivitร  di fucileria che avere allarmato alcune persone che si erano rivolte alla Forza pubblica. Aveva, poi, simulato un malore tanto che per lui era stato richiesto lโ€™intervento di un elicottero. Entrambi i fratelli tuttโ€™ora cacciatori erano poi stati denunciati nellโ€™autunno scorso anche dal Nucleo Anti Bracconaggio del Corpo Forestale dello Stato perchรฉ sorpresi in due diversi roccoli (ovvero gli impianti di cattura ) abusivi. Uno dei due, infine, sempre nellโ€™autunno scorso, รจ stato trovato a gestire un impianto abusivo. Tra gli uccelli catturati anche un picchio rosso maggiore.

Tale incredibile commistione tra le figure di cacciatore e bracconiere, รจ possibile grazie alla legge sulla caccia che punisce solo con blandi reati di natura contravvenzionale i cacciatori sorpresi in atti di bracconaggio. Per avere ritirato il porto dโ€™armi uso caccia (peraltro solo nelle ipotesi piรน gravi) occorre che la condanna sia diventata definitiva, cosรฌ come il decreto penale, anchโ€™esso esecutivo. Salvo, poi, il ricorso allโ€™oblazione, ovvero estinzione del reato previo pagamento ridotto, cosรฌ come previsto per buona parte dei reati venatori. Per chi invece uccide una specie protetta, occorre che trasgredisca una seconda volta. Per avere solo sospeso il porto dโ€™armi occorre che venga condannato in forma definitiva in entrambi i casi. Ai cacciatori, inoltre, non รจ possibile contestare il piรน potente reato di furto al patrimonio indisponibile dello Stato, cosรฌ come quello di ricettazione, fatto questโ€™ultimo che scatterebbe nelle ipotesi di vendita, ad esempio per la ristorazione. Molto probabile, nel caso della famigliola bracconiera ma con porto dโ€™armi uso caccia, considerata lโ€™enormitร  e continuitร  dei sequestri che finora li hanno interessati.

Solo in questโ€™ultimo caso, ben seicento metri di postazione, costituita grazie a 40 diverse reti da uccellagione. Nelle tasche del bracconiere-cacciatore, venivano inoltre rinvenuti 2 fringuelli morti appena catturati, mentre nella borsina in plastica venivano trovate altre nove reti pronte per il loro utilizzo. Il tutto per soddisfare la richiesta di richiami vivi particolarmente forte in questo periodo, oltre che la ristorazione.

Lโ€™intervento dei forestali ha permesso la liberazione di svariati esemplari di avifauna ancora in vita, tra cui tre tordi bottaccio, cinque merli, dieci pettirossi. Purtroppo alcuni uccelletti sono stati rinvenuti giร  morti tra cui tre pettirossi ed un merlo.

Durante il controllo eseguito presso lโ€™abitazione del bracconiere-cacciatore, venivano rinvenuti nel freezer e consegnati spontaneamente dallo stesso, tre cincie, un fringuello ed una balia nera. Ad essere contestato sia il reato di uccellagione con ausilio di reti, nonchรฉ cattura e detenzione di avifauna protetta dalla Convenzione di Berna.

La โ€œstagione del bracconaggioโ€ non termina mai, questo lโ€™unico, ma opportuno, commento del Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato alla brillante operazione portata a termine venerdรฌ scorso. A guidare il personale del Corpo Forestale dello Stato, รจ stato lโ€™Ispettore Capo Tiziano Filippini del Comando Stazione di Gavardo.

Fonte Geapress



Commenti:
ID17595 - 05/03/2012 16:51:15 - (mark) - avanti cosi

600 metri... roba da fare una strage.un plauso al Nucleo Anti Bracconaggio che fa del proprio meglio... il problema sono le pene troppo blande! ci vorrebbe il ritiro del porto darmi e una multa salatissima pari a 3 o 4 stipendi...

ID17611 - 06/03/2012 13:32:09 - (Ernesto) - mark,

non preoccuparti,che gliela fanno pagare cara!!!!!se poi viene condannato i mille e mille euri volanooo

Aggiungi commento:

Vedi anche
30/11/2018 07:00

Rete da uccellagione, peppole e fringuelli Altri tre bracconieri nella rete dei controlli messa in atto dagli agenti della Provinciale del Distaccamento di Vestone in quel di Vobarno

11/03/2012 09:02

Bracconiere molto recidivo Era stato sorpreso solo una settimana prima con 600 metri di rete. La Forestale lโ€™ha denunciato unโ€™altra volta per bracconaggio.

12/06/2016 17:06

Bracconiere nella rete L'hanno sorpreso gli agenti del servizio Ittico-Venatorio della polizia provinciale, ancora una volta con le mani nella rete. Cosรฌ รจ scattata l'ennesima denuncia

03/10/2015 08:00

Bracconiere nella rete della Forestale Dopo una serie di appostamenti degli agenti della Forestale รจ stato individuato un anziano bracconiere di Pieve di Bono che aveva posizionato reti per la cattura di uccelli

28/01/2015 07:00

Cacciatori nella rete della Forestale Due cacciatori di Serle sono finiti nel mirino delle Guardia Forestale per uso di richiami di allevamento di dubbia provenienza e uccellagione




Altre da Agnosine
16/04/2021

Agnosine e i tamponi

Lโ€™Amministrazione comunale di Agnosine si ripete: dopo lโ€™esperienza di โ€œtamponamentoโ€ per gli over 70, ecco quella per tutti i maggiorenni

12/04/2021

Spiedo e taragna per l'ambulanza

Polisportiva e cacciatori Acl insieme, ad Agnosine, per una giornata di solidarietร . Obiettivo: una nuova ambulanza per Pronto Emergenza

12/04/2021

Da Odolo a Villanuova

Nuova destinazione per don Gualtiero Pasini che lascia la guida delle parrocchie di Odolo, Binzago e Gazzane per diventare amministratore parrocchiale nel suo paese natale

07/04/2021

Franco e Tina, grazie di cuore

Una lettera di ringraziamento, da parte di un'amica, ai due farmacisti di Agnosine che ora si godranno la meritata pensione

01/04/2021

Cade con l'e-bike, vola in elicottero

Brutta avventura quella occorsa ad un biker di 63 anni scivolato lungo un ripido sterrato sul Bertone

20/03/2021

Carissimo Don Pietro Chiappa

Eโ€™ con immensa gioia che oggi voglio scriverti e altrettanto fiero, orgoglioso di te per il nuovo incarico che il Vicario zonale ti ha assegnato...

20/02/2021

Agnosine punta tutto sulla sicurezza

Contributi regionali, l'aiuto della Comunitร  Montana di Valle Sabbia e risorse comunali in campo per la messa in sicurezza di alcuni punti critici del paese

03/02/2021

Dal Cavallo... a cavallo del guard-rail

Tanto spavento, per fortuna pochi danni e nessuno ha dovuto ricorrere al ricovero in Pronto soccorso

04/01/2021

Geiger vince il ricorso contro la Provincia

Mancano le prove. Lโ€™ente pubblico รจ stato condannato a rifondere alla societร  che gestisce lโ€™impianto di trattamenti rifiuti le spese di giudizio

24/12/2020

Tamponati al 70%

Sono gli ultrasettantenni di Agnosine, che in massa hanno partecipato allo screening-Covid proposto dallโ€™Amministrazione comunale, di cui abbiamo giร  scritto nei giorni scorsi

Agnosine, il paese la sua gente

Il Santuario della Madonna di Calchere

14/04/2020

Il nuovo municipio di Agnosine รƒยจ stato inaugurato nel 2006. Lo stabile, 340 metri quadri di nuovi uffici sistemati assieme ad un vasto complesso abitativo che ospita negozi ed appartamenti

14/04/2020

Eรขย€ย™ stata lรขย€ย™azienda che per piรƒยน di 50 anni, fino alla fine degli anni รขย€ย™70 del secolo scorso, piรƒยน di altre ha tracciato la storia italiana del mobile multiuso (2)

14/04/2020

E' la chiesa parrocchiale di Agnosine, tempio dalle antiche origini, giรƒย  citata in un documento del 1037.
Lรขย€ย™edificio attuale risale al 1771


14/04/2020

Col suo campanile domina la valle.
Lรขย€ย™attuale costruzione risale al 1674 ed รƒยจ stata eretta su una struttura precedente