Skin ADV
Venerdì 20 Ottobre 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    



 



18.10.2017 Vobarno Gavardo Vallio Terme Serle

18.10.2017 Provincia

18.10.2017 Roè Volciano

18.10.2017 Odolo

19.10.2017 Bagolino

18.10.2017 Vestone Vobarno Valsabbia

19.10.2017 Gavardo

20.10.2017 Vobarno

20.10.2017 Bagolino Anfo

18.10.2017 Vobarno Valsabbia Giudicarie Garda Valtenesi






20 Gennaio 2011, 06.40
Bagolino
Ambiente

Vacche di silicio

di Ubaldo Vallini
Energia solare, compatibile con l'ambiente. Viene qualche dubbio guardando dall'altra parte della valle, mentre da Bagolino si sale verso il Maniva.

 
Quanto rende una mucca al pascolo? E quanto un pannello fotovoltaico?
Deve aver fatto bene i conti l’imprenditore edile di Bagolino che nei mesi scorsi ha acquistato questo edificio rurale, nelle adiacenze dell’area industriale del paese in cui vive.
 
Le vacche sui pascoli bagossi sono preziose, lo sanno tutti i buongustai e le massaie che in bottega cercano il prelibato formaggio che si fa da queste parti.
Il “nostro” però ha deciso per gli elettroni. Energia pulita e rinnovabile che non necessita di transumanze, mungitura giornaliera, letame da spalare e via dicendo.
Qualcuno dice che avrebbe fatto meglio a considerare anche la resa paesistica, visto che l’effetto baraccopoli appare evidente, a dispetto delle caratteristiche di sostenibilità ambientale promesse dal fotovoltaico.
 
Un paesaggio che si può ammmirare e fotografare volgendo lo sguardo oltre il torrente Caffaro, se solo si sale un po’ lungo la strada che dal centro valsabbino porta agli impianti del Maniva.
“Se non lui avrebbero dovuto farlo gli amministratori pubblici, tanto più che se l’imprenditore ci guadagna è solo perché sono previsti incentivi statali che attingono dalle tasche di tutti noi” aggiungono i molti rimasti inorriditi dalla vista di quelle 3.876 “vacche di silicio”, raggruppate in 38 “mandrie” da 102 “capi” ciascuna.
 
“Tutto regolare: il privato che ha deciso di fare quell’investimento ha ottenuto l’ok da parte nostra, ma anche quello della Provincia e della Sovrintendenza, con una procedura prevista per gli impianti che come quello superano una certa dimensione” ci ha detto il sindaco di Bagolino Gianluca Dagani, precisando che l’area è assai vicina a dei capannoni, che i lavori sono ancora in corso e prevedono anche opere di mitigazione dell’impatto ambientale.
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Commenti:

ID6224 - 20/01/2011 07:46:00 (GGA) Figuriamoci
Scusate lo sfogo, o accettiamo il fotofoltaico come energia pulita o smettiamola di dire ste cose. Non esiste che tizio può installare e caio no. Oltre tutto vedo che non coprono prati per il pascolo. Comunque una soluzione ci sarebbe, torniamo al nucleare che è l'energia (a parita di potenza installata) piu pulita in assoluto.


ID6225 - 20/01/2011 08:17:00 (rfidok) BASTA
Adesso basta con gli insulti al fotovoltaico (ho sentito anche alla RAI di commenti simili su campi fv in Toscana)... ma ci rendiamo conto che è indipendenza energetica????? Se tutti ci dovessimo convertire al fv potremmo anche dipendere un pochino meno dal petrolio. Oppure come dice GGA torniamo al nucleare... ditemi voi cosa è meglio...


ID6227 - 20/01/2011 08:39:56 (Fabio) PALE EOLICHE
PERCH NON CONSIDERARE LE PALE EOLICHE? CREDO CHE CHI HA AVUTO LA POSSIBILITA' DI VIAGGIARE IN GERMANIA NE AVRA' VISTE PARECCHIE. SICURAMENTE NON HANNO QUESTO IMPATTO DA BARACCOPOLI! PER I FTV MI PIACEREBBE CHE QUALCUNO SPIEGASSE COME VERRA' POI SMALTITO TRA 20-30 ANNI IL SILICIO DI QUESTI PANNELLI. SECONDO ME MOLTO MEGLIO LE PALE EOLICHE...MA PERCHE' I NS. POLITICI LOCALI NON LE HANNO ANCORA CONSIDERATE?? MAH...


ID6228 - 20/01/2011 09:19:00 (Maudo74) bruttino
In effetti questo impianto e' un tantino bruttino da vedersi, con queste 'mandrie' non allineate. Gli incentivi si pagano con la bolletta elettrica. Chi si fa un proprio impianto se li recupera, chi non lo fa paga anche per gli altri. Comunque sempre meglio che darli agli inceneritori. Per il riciclo dei pannelli ci stanno gia' pensando anche i produttori. Qualche notizia si puo' trovare qui: http://www.pvcycle.org/


ID6229 - 20/01/2011 10:05:00 (giovane) Germania
La Germania, come sempre molto più avanti dell'Italia, ha impianti di smaltimento dei fv. Li utilizza per fare i ciotolati delle strade, i san pietrini e anche come asfalto. Piuttosto della pale eoliche preferisco i panneli fotovoltaici, sicuramente sempre meglio del nucleare e degli inceneritori. Non è un bellissimo paesaggio ma se vuol dire meno inquinamento, aria pulita, ben vengano i fv e tutte l'energie rinnovabili.


ID6230 - 20/01/2011 10:09:00 (Fabio) CHI VIVRA' VEDRA'...
CI STANNO PENSANDO ADESSO (?!?) CON QUESTO IMPIANTO IN GERMANIA PER RICICLARE CIRCA IL 60% DELLA PRODUZIONE ...SI DICE CHE UN IMPIANTO FTV PU DURARE 20-25 ANNI POI PUO' ESSERE RICICLATO E RIUTILIZZATO PER ALTRI 10-15 ANNI, MA POI?? BE DAI SE LA VEDRANNO I NS NIPOTI ...FORSE SARANNO LORO A VEDERSELA CON IL PROBLEMA DELLA TOSSICITA' DEL CADMIO INCENERITO!


ID6232 - 20/01/2011 11:58:00 (mbn) nulla di strano
è un impianto fotovoltaico, ne servirebbero tanti altri come quello.


ID6233 - 20/01/2011 13:00:00 (alex)
non a Baoglino


ID6234 - 20/01/2011 13:05:00 (alex)
Per l'energia ecologica, dobbiamo limitare la vegetazione? cioè guadagnamo da una parte e ci perdiamo dall'altra, interi prati devastati, prati destinati al pascolo, all'allevamento, a quei lavori che per fortuna a Bagolino c'è ancora la voglia di mandare avanti come una volta....... perchè quei prati sono prati da pascolo informatevi bene .......ci sarà pure un'altra soluzione!!!!! stiamo distruggendo la cosa più bella del paese: LA TRADIZIONE, per far fiorire l'industria, poi ognuno la pensi come vuole........


ID6236 - 20/01/2011 13:31:00 (GGA) per alex....
sono considerazioni giuste tuttavia viviamo in un mondo affamato di energia. Bisogna kapire cosa vogliamo fare. L'italia dipende dalle fonti extra nazionali per il fabbisogno oppure ci divertiamo a inculcare nelle persone che l'unica via è il petrolio, il gas, il bio bla bla bla bla quando sappiamo benissimo che l'unica fonte di energia economica e con il minor impatto ambientale (ricordaimoci a parità di potenza installata) è la nucleare e sapendo anche che l'italia acquista e acquisterà energia dal nucleare per il nostro fabbisogno In italia paghiamo l'energia piu costosa al mondo.


ID6241 - 20/01/2011 15:43:00 (Dru) il necessario che si fa determinato
tutto giusto quanto ai commenti a sostegno del solare che seguono questo articolo ma io che sono tra i sostenitori, mio malgrado in quanto il necessario non ha bisogno di essere sostenuto ma ingoia la storia come un verme ingoia la terra che si trova davanti, debbo denunciare un certo sconcerto nel vedermi quei pannelli distesi sul prato di una delle ultime zone bucoliche rimaste.


ID6247 - 20/01/2011 18:13:00 (maurizio) maurizio
L'energia più economica non è il nucleare visto che nel prezzo di vendita al consumatore l'enel lo ha già contrattato aumentando il prezzo per comprendere il grande investimento necessario alla realizzazione delle centrali. L'uranio necessario come combustibile di cui si stimano risorse solo per i prossimi trenta anni è comunque la si voglia mettere in futura ascesa per i prezzi vista la diminuita disponibilità. Con ciò ritengo che si debba porre maggior attenzione alla vocazione del territorio per salvaguardare la bellezza del paesaggio e non stravolgerne il futuro.


ID6248 - 20/01/2011 18:32:10 (GGA) per maurizio
Possiamo dire tutto cmq sia l'italia acquista energia nucleare per il nostro fabbisogno e continuerà a farlo dagli stati vicini a noi che hanno le centrali( guarda un pò) nei pressi dei nostri confini. Se fai una ricerca approfondita scoprirai che l'energia piu economica è la nucleare. Io l'ho fatto .


ID6249 - 20/01/2011 18:33:38 (leo) meglio un albero ad un pannello fotovoltaico
I pannelli fotovoltaici vanno bene nei luoghi adatti.Se devo mettere un pannello fotovoltaico al posto di un albero,preferisco il secondo .


ID6250 - 20/01/2011 18:44:09 (GGA) bravissimo
ti consiglio anche lacquisto di candele anzichè le lampadine, così risolviamo il problema dell'energia.


ID6251 - 20/01/2011 18:52:15 (alex)
leo son d'accordo, i pannelli vanno messi nei luoghi adatti, sono d'accordo con tutti i discorsi sull'energia economica e ecologica, ma non si possono mettere dei pannelli cos, il paesaggio orrendo!!!!!! vi assicuro, hanno rovinato un paese come bagolino che uno dei pochi paesi verdi rimasti......e vi dico, come mai loro possono mettere i pannelli mentre un cittadino non pu cambiare nemmeno i balconi della propria casa perch a bagolino per il rispetto dell'ambiente non si possono fare modifiche esterne alla casa? non posso mettere un poggiolino e questi mi mettono 200 pannelli????? le leggi non sono uguali per tutti????? questa solo questione di soldi alla fine........il verde stato distrutto


ID6252 - 20/01/2011 19:12:40 (GGA) A bhe se cosi stà la cosa....
Carissimo alex comprendo benissimo la tua denuncia e mi trovi concorde. Questa è la nostra amministrazione che noi (direttamente o indirettamente ) ci meritiamo o subiamo. Questa è politica normalissima . Così è da tutte le parti nostromalgrado..............


ID6253 - 20/01/2011 19:24:07 (lucaz) Senza parole
con tanti tetti di abitazioni e capannoni che si possono prestare all'uso, pensare di degradare un angolo del bel territorio bagosso lascia senza parole, esterrefatti, basiti, sbigottiti, sbalorditi. Ma come si fa, come si può autorizzare un simile scempio, che magari può trovare altri emuli.Spero che chi può.....faccia qualcosa.


ID6254 - 20/01/2011 19:24:14 (alex)
e inoltre i pannelli non sono eterni, tra 30 anni bisognera' occuparsi dello smaltimento, chi dice che anche questo non sara' nocivo col tempo? va be' e' tutto da vedere.........


ID6257 - 20/01/2011 19:51:26 (Errebi) la soluzione attorno a noi...
Se guardassimo la natura che ci circonda vedremmo che la soluzione attorno a noi.I boschi non lo ha visto nessuno che stanno invecchiando e pi nessuno li taglia/pulisce?Con un impianto che bruciando biomasse produce energia elettrica e acqua calda avremmo sia le risorse energetiche che una cura delle nostre montagne, portando anche nuovi posti di lavoro fra l altro...Ma a questo non pensa nessuno...


ID6258 - 20/01/2011 20:53:14 (matteo nolli - studionost)
pare che in italia siano riusciti a realizzare fusione a freddo...ma nessuno ne parla......... c'è chi ne sà di più?????


ID6259 - 20/01/2011 20:57:00 (Giacomino) Ribadisco
la mia predilezione incondizionata alle fonti di energia alternative e rinnovabili, ma una domanda viene spontanea; Ma non si poteva predisporre gli elementi in un modo meno devastante? E se altri decidessero di fare altrettanto? Non vorrei dover pensare che la medicina alla fine si rileva più micidiale della malattia.


ID6264 - 20/01/2011 22:54:42 (ilmoralizzatore) ma sono all'ombra!
in quella posizione i pannelli lavoreranno tra l'altro molto poco, avendo davanti un monte ed essendo in una valle, con irraggiamento in inverno molto basso. abbastanza inutili, dire...


ID6265 - 20/01/2011 23:43:55 (blurex) blurex
Chissà se quella bellissima foto piace anche alla SOPRINTENDENZA PER I BENI AMBIENTALI E ARCHITETTONICI, anche io sono per l'energia pulita, le fonti alternative ecc..., ma se non si usa anche un po' di BUONSENSO si fa più danno che bene.


ID6269 - 21/01/2011 09:26:00 (Ricard53) Forza nucleare debole.
Matteo Nolli ha sollevato la questione della fusione fredda che fa parte delle reazioni inerenti la forza nucleare debole, riporto un mio commento ad una lettera di Aldo Vaglia: "Ettore Majorana ebbe l'intuizione, in seguito Enrico Fermi la teorizzò, ma ad oggi non sono stati fatti molti passi in avanti per comprendere meglio la "forza nucleare debole", da alcuni chiamata "campo debole". Eppure questa "forza" è alla base di tutte le trasformazioni e dirige e controlla la fusione nucleare di ogni stella, oltre che trasmutare le sostanze del nostro corpo. Il noto fisico Vittorio Marchi ne sostiene da tempo la peculiarità e la necessità di indirizzare la ricerca in quest'ambito, dove ogni soluzione è possibile e i problemi di un'energia pulita e sempre disponibile sarebbero risolti. Ma in un mondo dove interessi economici e preconcetti scientifici vanno per la maggiore, tutto diventa difficile e quasi impraticabile."


ID6270 - 21/01/2011 09:33:00 (nicola braga) ipocrisia soprintendenza
la domanda, aldilà di tutto, nasce spontanea: perchè da una parte si permette l'installazione del fotovoltaico in una area boscata e di una certa rilevanza ambientale e dall'altra non si permette al singolo cittadino di installare un solo pannello fotovoltaico sul tetto della propria abitazione? perchè sempre due pesi e due misure? io sono assolutamente a favore dell'energia pulita, chi non lo è, però come al solito non sappiamo regolamentare e gestire con chiarezza ed uguaglianza le leggi che dovrebbero salvaguardare il nostro territorio.


ID6271 - 21/01/2011 09:43:00 (Ricard53) Fusione Fredda.
Per le persone a cui può interessare il tema della fusione fredda, rimando ai commenti che ho fatto alla lettera di Aldo Vaglia del 27.09.2010 intitolata "Terza generazione no grazie" che è rintracciabile in fondo alla pagina nel riquadro "punti di vista". In quei commenti accenno allo stato attuale della ricerca e anche agli ostacoli che essa trova. Se in futuro risolveremo in maniera efficace l'applicazione, per nostro uso, dell'energia generata dalla forza nucleare debole, ci liberemo dal giogo dei potenti. Majorana, Fermi e Tesla, ne erano convinti, non vedo menti migliori di loro tra chi li ha avversati e li avversa. Le attuali energie alternative sono palliativi ed hanno evidentemente punti deboli, perché comunque sfruttano gli effetti e non le cause dell'energia dell'infinito.


ID6273 - 21/01/2011 11:05:00 (valdo) Molto giusto quello che dice ricard53 sul solare
Piantare un albero e illuminare con una candela fa meglio all'ambiente di un impianto fotovoltaico. Il sole e' energia e il processo di trasformazione in energia elettrica sembra a costo zero. In realta' e' anche a rendimento quasi zero e il costo di installazione non si pagherebbe mai senza il contributo che ognuno di noi paga in bolletta. Molto piu' redditizio scaldare l'acqua con i pannelli che produrre corrente.


ID6275 - 21/01/2011 13:16:00 (GGA) mi sembra siamo in sintonia
Consiglio anche di andare a lavare i panni nel fiume, cosi evitiamo di accendere la lavatrice. Per il sapone è sempre meglio utilizzare la cenere come facevano i nostri avi. Ovvio usare i piedi per andarci non la macchina. Bhe per il forno...... a si vero c'è il fuoco ..... per stirare si il ferro che contiene le braci, non ditemi che il vostro PC funziona senza corrente non ci crederei mai ahahahahhaha scusate ma mi ci voleva!!!!!!!!


ID6276 - 21/01/2011 14:42:00 (Ricard53) GGA leggi meglio i commenti.
Ti consiglierei di leggere meglio i commenti, non ho letto di un ritorno a epoche bucoliche, ognuno ha detto la sua. Si possono condividere o meno le idee espresse, ma in ciò che è stato scritto non ho trovato niente che potesse farti ridere così di gusto. Credo che tutti auspichino convintamente, un mondo dove energie a basso costo e facilmente disponibili, ci consentano di vivere bene, cercando anche di risparmiare il più possibile l'ambiente in cui viviamo. In precedenza ho detto come la penso, dovremmo approfondire lo studio relativo alla parte preponderante dell'energia che abbiamo a disposizione e che sta, come sostiene il fisico e ricercatore Luca Chiesi, nella struttura nascosta del mondo.


ID6277 - 21/01/2011 15:25:00 (GGA) sfogo simpatico
Richard, il mio è uno sfogo simpatico . E' ovvio che non torneremo a quelle epoche come è ovvia la crescente richiesta di energia. Sta di fatto che in Italia si vuole l'uovo e la gallina ma a che prezzo? Certo ora cavalchiamo L'energia solare, l'eolica idroelettrica (ambientalisti permettendo) Abbiamo abbandonato la nucleare invece di approfondirne l'uso con la conoscenza. Abbiamo abbandonato il nucleare in italia ma di fatto no perchè acquistiamo energia dal nucleare dalle vicine Francia, Svizzera ecc che si fanno pagare bene................. Additiamo Cernobyl come disastro tremendo, anchio lo faccio, ma non vediamo i treni di gas che saltano in aria nelle stazioni Viareggio?????? Bhe mi auguro un ritorno al nucleare visto e considerato che a parità di potenza installata è la piu economica e la piu pulita con il minor impatto ambientale di tutte, cosi facendo potremmo togliere tutti i pannelli che coprono prati, alberi, via le pale eoliche che


ID6278 - 21/01/2011 15:41:00 (alex)
bravo blurex vediamo proprio se alla SOPRINTENDENZA PER I BENI AMBIENTALI E ARCHITETTONICI questo schifo piace, ma si sa che per i soldi si fa piacere tutto!!!! e a quanto pare non ha avuto nessun problema neanche il comune di bagolino a dare l'autorizzazione per simili lavori... Ricard53 sono d'accordo con te per l'energia a basso costo e che l'ambiente ci da' senza inquinarlo, ma si possono mettere altrove secondo te questi pannelli? o dovremo vivere tra capannoni e lastre lucide? con tutti i boschi che ci sono e che purtroppo si stanno ammalando proprio dei bei prati verdi bisognava usare???????


ID6279 - 21/01/2011 15:45:00 (virgo) business is business
Non sono assolutamente contraria all'utilizzo del FV. Certo, starebbero meglio sui tetti delle case di Bagolino così da poter permettere a tante famiglie Bagosse di risparmiare sui costi energetici, mentre così guadagna una famiglia sola.... ma si sì... gli affari sono affari....


ID6281 - 21/01/2011 16:32:45 (Ricard53) Per alex.
La soluzione adottata non piace neanche a me, mi auguro solo che le opere di mitigazione servano a nascondere meglio la percezione visiva di questo impianto. Per quanto riguarda le Soprintendenze, per mia esperienza personale, so che spesso danno giudizi contraddittori e fanno valutazioni difficilmente comprensibili, anche dopo aver fatto uno sforzo per capire le loro motivazioni (ogni Soprintendente ha la sua visione del mondo, come per i giudici non bastano norme e leggi per uniformare ciò che sentenziano). Ritornando alle energie alternative, dovremo renderci conto che il loro sviluppo spesso non è meno impattante degli impianti convenzionali; la differenza semmai e nel minore grado di inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo.


ID6283 - 21/01/2011 18:44:00 (valdo) Per GGA
Ti lancio tre segnali, tu li raccogli ci pensi un po' poi mi rispondi. 1) Il Sole manda sulla terra in un anno 400 volte piu' dell'energia che si consuma nel mondo. Il problema non e' l'energia che manca, ma come si puo' imbottigliare (accumulare), in gran parte ci ha gia' pensato la natura con i combustibili fossili e non. L'albero e la candela hanno accumulato energia. 3) L'energia deve essere anche trasportata e' per questo che viene trasformata in corrente. Il pannello e' un trasformatore non un accumulatore. Mi spieghi a cosa serve trasformare la tua energia che gia' hai sui tetti fargli fare un giro per l'Europa e poi usarla a casa tua?


ID6284 - 21/01/2011 19:53:00 (GGA) per Valdo
Valdo io sono a favore a installare il Fotovoltaico se leggi l'inizio. Sono obbiettivo e sono a favore della nostra terra. E' vero avessimo tutti "TUTTI" i tetti dei generatori fotovoltaici sarebbe grandioso e risolveremmo parte del problema , certo per la notte servirebbero gli accumulatori (batterie al piombo?). Cmq sia ben vengano i tetti trasformatori di energia (sappiamo tutti che l'energia non si crea ma si può trasformarla) E' un problema da affrontare su base nazionale e come dice "virgo" dare a tutti la possibilità di istallarli sul proprio tetto non solo alcuni , ma è un altra questione. Tuttavia non si può essere contro alle installazioni di centrali fotovoltaiche.... Tornando a quella di Bagolino, si non è un grande spettacolo ma se leggi l'articolo del giornalista non corrisponde a realtà quei pannelli non sono su pascolo.


ID6286 - 21/01/2011 21:44:00 (leo) PER QUANTO RIGUARDA LE ENERGIE ALTERNATIVE
Vorrei ricordare che produrre energia da fonti alternative ha uno scopo di ridurre principalmente le emissioni di anidride carbonica riducendo l'effetto serra. L'obbiettivo degli incentivi statali è rivolto dunque a questo scopo e non alla produzione indiscriminata di corrente elettrica. Quindi l 'utilizzo dei pannelli fotovoltaici deve essere valutato secondo questi principi.


ID6308 - 22/01/2011 14:15:00 (valdo) Rubbia sostituito da un elettricista
Di solito i premi nobel non nascono sotto i cavoli, ma per i politici italiani tutti intenti nel bunga-bunga cosa volete che sia sostituire un nobel con un elettricista finto ingegnere. Quando sara' a punto il progetto "solare termodinamico a concentrazione" che gia' nel 2004 doveva essere costruito nei pressi di Siracusa e che la politica ha spedito in Spagna il fotovoltaico sui tetti delle nostre case sara' come le diligenze ai tempi delle automobili.


ID6315 - 22/01/2011 17:53:00 (GGA) Per Valdo
Carissimo Valdo hai ragione perfettamente è questo il problema nostro. Sapremo mandare a casa chi ci deve andare ed eleggere le persone giuste? altro problema.... chi votiamo? Purtroppo non vedo l'uscita da questo tunnel.


ID6317 - 22/01/2011 18:40:00 (ric) per alex
guarda che li di prati verdi non ce n'era traccia da un bel po, si trattava di boschi e tra l'altro non tenuti neanche bene. concordo comunque che non stanno bene ma.... quante cose ci sono che non stanno bene ma sono mmolto utili ? questa mi sembra ne faccia parte


ID11695 - 26/07/2011 22:43:16 (rob) Scempio!!!
A Bagolino non si tratta di discutere se l'energia solare vada o non vada sfruttata. Ci saranno sempre quelli a favore e quelli contro. Il Punto non quello. Il punto che se si decide di sfruttarla non si pu autorizzare un lavoro del genere. L'amministrazione comunale o chi di dovere doveva obbligare i costruttori ad essere ordinato, a fare un lavoro come si deve, con i pannelli allineati, non tutti storti, non paralleli, 1 rialzato, l'altro no, uno girato, uno pi inclinato. Per me va bene l'energia rinnovaile per, anche se uno ha fretta di finire i lavori perch se no scadono i termini e nn becca i finanziamenti, nn pu fare una schifezza del genere. Hanno deturpato un paese come Bagolino!!! E l'amministrazione leghista che, per pensiero di partito, si eleva a protrettrice del territorio, dov' ora???



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/02/2017 13:34:00
Grafiche Zorzi a quota due milioni Tanti i kWh prodotti dall'impianto fotovoltaico che a settembre del 2010 è entrato in funzione nello stabilimento dell'azienda che apre in via San Valentino a Ponte Caffaro e che grazie al sole è completamente autonoma dal punto di vista energetico

02/10/2008 00:00:00
Una scuola «solare» E' stato inaugurato ieri pomeriggio a Preseglie un impianto fotovoltaico che ha trovato spazio sul tetto della scuola Primaria. Per il Comune della Conca d'Oro un'operazione a costo zero con benefici per le casse e per l'ambiente.

06/05/2016 20:47:00
Verso una green generation? Si può pretendere coscienza ecologica da una generazione che ha trascorso gran parte della sua esistenza in spazi artificiali, virtuali, chiusi ed anestetizzati? L'opinione del professor Corradi


28/01/2011 07:00:00
Se il solare rispetta l'ambiente Compatibilità ambientale e paesistica. Ancora una volta si tratta di fotovoltaico bagosso, per fortuna a cambiare sono i criteri.

02/07/2013 07:56:00
Appuntamenti Lacus La Magnifica Patria da una parte e le Ville storiche dall'altra. Lunga serie di appuntamenti culturali, quella proposta dall'Associazione Lago Ambiente Cultura e Storia



Altre da Bagolino
20/10/2017

Don Rutilio ci ha lasciati

Saranno celebrati questo sabato pomeriggio dal vescovo di Brescia, mons. Pierantonio Tremolada, i funerali del sacerdote bagosso, per quarant’anni parroco di Anfo (4)

19/10/2017

L'Onaf premia il miglior Bagòss

Nel corso della manifestazione “La Transumanza” è stato assegnato dall’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi il premio al Miglior Formaggio Bagòss 2017

18/10/2017

Canti e Transumanza, un'accoppiata vincente

È stato veramente un successo. L'accoppiata di Canti di Osteria e Transumanza funziona, come ha ben dimostrato il fine settimana bagosso all'insegna dell'integrazione tra le due riuscitissime manifestazioni. (1)

16/10/2017

Acqua Maniva per i bambini di Morrumbene

Grazie al sostegno dell’azienda di acque minerali di Bagolino, è stata inaugurata la scuola materna Escolinha Seridò in Mozambico


16/10/2017

Voci d'osteria e Transumanza, gran festa a Bagolino

La Città di montagna, invasa fra sabato e domenica dalla tradizione, ha fatto il pieno di turisti e di curiosi. VIDEO


12/10/2017

Fine settimana a Bagolino fra canti e Transumanza

Un doppio appuntamento terrà banco nel weekend nel paese montano valsabbino: la 2ª Rassegna dei Canti di Osteria e la festa dedicata al mondo rurale e al rientro delle mandrie dall'alpeggio


10/10/2017

Una tantum profeta in patria: Antonio Stagnoli

L'Arte in ogni sua forma, si avvale di molteplici linguaggi espressivi e reca in sé la capacità di trasportarci in mondi, spesso molto differenti, ma accomunati da un unico scopo: quello di "sentire"

09/10/2017

Ambulanza Valle Sabbia, il gruppo di Bagolino

Continua il nostro viaggio all’interno dei gruppi di soccorso valsabbini. Questa settimana abbiamo parlato con Ivo Fusi, responsabile del gruppo di Bagolino

05/10/2017

Il Coro di Bagolino trova casa

Nel 15° anniversario della sua fondazione, il sodalizio musicale bagosso ha inaugurato la nuova sede nei locali del palazzo di via San Giorgio messi a disposizione dall'Amministrazione comunale
(1)



04/10/2017

«Seduzioni e silenzi»

Sarà inaugurata sabato prossimo, 7 ottobre, nello spazio espositivo “Via Glisenti 43” a Vestone la mostra d’arte di Angelo Bordiga (1)

Eventi

<<Ottobre 2017>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia